mercoledì 26 luglio 2017

[Recensione] Blood Bowl - nuova edizione - ovvero...botte da Orchi!

scritto da Simone M.

Voglio non ringraziare Marco P. e Giacomino “Traditeur” 
per avere  ri-accesso in me la fiamma del Blood Bowl. 
Ero riuscito a superare indenne questa follia ma ahimè.

Bastardi, maledetti…


(Simone M.)



Alla fine del 2016, Games Workshop ritorna (incredibilmente) sui suoi passi e ripropone - in una veste grafica rinnovate e con miniature spettacolari -  il re degli “Specialist” ovvero Blood BowlTitolo partorito dalla mente di Jervis Johnson, Blood Bowl è il gioco di football fantasy, per 2 allenatori, in cui le razze di Warhammer Fantasy si fronteggiano sul campo da gioco fino all'ultima meta o meglio sino all'ultimo giocatore in piedi (…o fino all'ultimo arto attaccato al torso…).
Figlio ripudiato di Orco ignoto all'apice della sua diffusione, il titolo fu cassato dalla GW nel 2004 lasciando agli afficionados pochissime speranze di riapparire in futuro sugli scaffali dei negozi.
Questo atteggiamento da parte di GW produsse, nella comunità dei giocatori di BB, un effetto contrario rispetto alla sperata (almeno dalla casa madre) rassegnazione.
La community (mondiale) di Blood Bowl in maniera quasi “clandestina” ha continuato negli anni ad organizzare eventi, tornei e manifestazioni a tema permettendo (addirittura) ad alcune aziende specializzate in miniature di alimentare questa brace sempre accesa con nuovi modelli compatibili, rigorosamente non ufficiali. Questa passione cocente è sfociata con i mondiali di Lucca 2015 che hanno registrato oltre 1000 partecipanti provenienti un po’ da ogni parte del globo terracqueo. Il successo dell’evento ed i mancati guadagni hanno rimesso in moto la macchina produttiva GW che fa giungere sui nostri tavoli una nuova sontuosa edizione di questo classico ormai nella leggenda dei giochi da tavolo e di miniature.

martedì 25 luglio 2017

[Vetust Game] - "UNO", nessuno e centomila (edizioni)

Scritto da Mago Charlie.

Tempo di estate!
Il caldo torrido è arrivato, le scuole sono finite, un’orda di ragazzetti con in mano un fidget spinner si stanno per riversare nelle spiagge di tutta Italia (per il fidget spinner: tranquilli bimbi…la sabbia fa bene ai cuscinetti a sfera…).

Se per tutti il Monopoly è sinonimo di serate invernali davanti al camino, per l’estate il gioco è sempre e solo “UNO”.
Mille varianti casalinghe, centinaia di regole in stile “... mio cugino ci gioca con il carico +4 in ogni momento”, penitenze fisiche e verbali per chi non urla UNO con una sola carta in mano (i più istruiti riescono subito dopo “UNO” a ruttare).

lunedì 24 luglio 2017

[I Classici] Tikal

scritto da Fabio (Pinco11)

Ci sono titoli che non sembrano sentire il passare del tempo, grazie all'eleganza delle meccaniche o alla genialità delle regole, ma che alla fine un pelo di fatica sembrano accusarla, messi sul tavolo, apparendo, come materiali, un pochino spartani.
È quindi una gran bella idea recuperare, ogni tanto, qualcuno di questi classiconi e concedergli una seconda vita, adeguando i materiali agli standard di oggi: questo è accaduto anche per Tikal (2-4 giocatori, tempo a partita intorno ai 60-90 minuti), ideato nel lontano 1999 dal duo Kramer-Kiesling e soggetto a una riedizione moderna ad opera di Super Meeple (editore che ha sottoposto al medesimo lifting anche Mexica e Amun-Re), con distribuzione italica di dV Giochi.
Bello, bello, bello: un'occasione per rivivere esperienze passate, finalmente nei colori del grande schermo :)

domenica 23 luglio 2017

[podcast] Giochi per le vacanze


Come lo scorso anno, prima di chiudere qualche settimana per un po’ di riposo, vi consigliamo un certo numero di titoli da giocare in spiaggia, sotto l’ombrellone, in albergo, insomma nei migliori posti di villeggiatura. Filler, ma non solo… anche se il nostro animale guida, il cinghiale, merita anch’esso un po’ di riposo, cerchiamo di mantenerlo in allenamento costante.

I titoli di cui abbiamo parlato:
Mint Works, Justin Blaske [Five24 Games]
Micio Mao, Aza Chen [Raven Distribution]
Paku Paku, Antoine Bauza [Ravensburger]
No Thanks! , Thorsten Gimmler [Dal Negro]
Happy Salmon [dV Giochi]

I freebies di Reiner Knizia li trovate qui sul suo sito ufficiale.

Appuntamenti di agosto:
GiocAosta, dal 18 al 20 agosto ad Aosta, piazza Chanoux. Tutte le informazioni le trovate qui.

Se ti piace questo podcast, sostienilo su Patreon. Condividi questa puntata sui tuoi social network personali e, insomma, fallo ascoltare in giro.
Abbonati gratuitamente su iTunes oppure utilizzando il feed RSS su un qualsiasi aggregatore. Noi ti consigliamo Pocket Casts.
Seguici su Spreaker e ascoltaci in streaming.

[Astratti] Epigo

scritto da Valerio


Come secondo astratto della rubrica volevo parlare di un gioco che mi sta particolarmente a cuore. Si tratta di Epigo, un titolo del 2011 (del duo Gosselin-Kreuter, edito da Masquerade Games) da 2 a 4 giocatori della durata di 15-30 minuti per partita.
Epigo si basa su una meccanica di selezione simultanea delle azioni. Lo scopo è di catturare 3 delle tessere dell’avversario spingendole fuori dal tabellone. 
Il gioco include anche le regole per 21 varianti, con ulteriori disponibili online. Il libro delle varianti include anche le regole per giocare a Epigo a squadre in 4 giocatori.

sabato 22 luglio 2017

Recensioni Minute - Giugno 2017

scritto da TeOoh!

Eccoci qua per la seconda volta a metà mese. In effetti, un po' avevo sforato il mese scorso e un po' a inizio luglio ero mega intasato dal filmato che volevo far uscire per alleggerire la scaletta.
A questo punto, anche in questo vlog, inizio a parlare di qualche evento e qualche gioco provato in luglio.
Vlog direi particolare, perché ho riservato una parte bella corposa nella sezione prima della sigla: ovvero quella in cui mi soffermo sui vari eventi a cui ho partecipato. Ma stavolta ne vale la pena, perché ho girato un po' per l'Italia e... dovevo assolutamente parlare anche io della CON di Giochi sul nostro tavolo!!!

venerdì 21 luglio 2017

[Prova su strada] Perdition's Mouth: Abyssal Rift

scritto da F/\B!O P.

Ho deciso di etichettare questo post come Prova su strada, perché è figlio di una campagna giocata sempre in 4 e sempre con le stesse varianti. Ho altresì scelto di dare solamente una breve descrizione delle regole, per poi invece procedere più approfonditamente con le caratteristiche che distinguono questo titolo nel panorama ludico o con quegli aspetti che contribuiscono comunque in modo significativo a connotare la sua identità.
Perché questo dungeon crawler a tema horror ha un'anima euro che gli spunta dal costato come un alien che viene alla luce. I puristi lo snobberanno, quelli che non disdegnano le commistioni di genere troveranno rondelle alla Mac Gerdts e nessun dado.
Il gioco è stato ideato da Timo Multamäki (forse vi ricorderete di lui per Black Hat), Thomas Klausner e Kevin Wilson (Descent). La finnica Dragon Dawn Productions l'ha finanziato a fine 2015 tramite Kickstarter (in questi giorni è attiva la campagna della prima mini espansione). Le partite (puramente cooperative) durano dai 30 ai 180 minuti a seconda dello scenario e vi possono partecipare 1-6 giocatori di età 10+. Alcune Carte Eroe presentano del testo in lingua, ma con dei foglietti tradotti o qualcuno al tavolo che sa l'inglese si può ovviare al problema.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

Un gruppo di Eroi, guidati da visioni mistiche, scende nelle fauci di Perdition's Mouth, un sistema di caverne che serpeggia e si snoda sottoterra. Un culto corrotto si è raccolto all'interno di questi cunicoli, da dove spera di evocare in superficie un terribile demone. E sotto le caverne, nel grande Abisso, giace il demone stesso, dove sta aspettando da millenni la possibilità di tornare al suo antico splendore.

giovedì 20 luglio 2017

[La vedetta di KS] Ventiseiesima puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Mi devo scusare innanzitutto con voi lettori e poi con i miei colleghi scrittori, ma come noterete oggi sono stato piuttosto conciso. Purtroppo a causa di una settimana lavorativa abbastanza pesante, dove praticamente da giovedì a lunedì non sono mai tornato a casa prima delle 23:00 con punte fino all'una, anche se ieri ero di riposo tra famiglia e cena organizzata dalle mogli, mi sono ridotto ad oggi. Ahimè oggi pensavo di tornare a casa per un'ora decente e invece sono tornato a casa che era mezzanotte e mezza. Carico di passione sbrigo un paio di faccende e verso l'una accendo il computer. Apro il blog e vado per preparare l'articolo e scopro che la C della mia tastiera non funziona. Dopo qualche imprecazione mi decido a prendere il portatile di mia moglie. Avvio, KS, incomincio a cercare campagne interessanti ma il wifi fa i capricci, troppo tempo per caricare una pagina. Altre imprecazioni e nella disperazione torno al mio PC deciso a scrivere tutto l'articolo con le K e scusandomi per ciò XD ma... neanche la R funziona... che ve lo dico a fare? Niente alla fine prendo la tastiera del PC di mia figlia, configurazione UK, che è la metà della mia e non ha le vocali accentate... sfida accettata! E finalmente eccovi a voi il vostro articolo settimanale anche se un po' striminzito! P.S. Sono le 3:10, sveglia alle 7:00 e lavoro alle 12:00 Y_Y
  • The Stonebound Saga
  • Ducklings
  • Habitats 2nd Edition
  • Stone Daze
  • I K(S)orti

mercoledì 19 luglio 2017

[Riparliamone] Libertalia

scritto da Simone M.

Ispirato da un’istantanea del Dado Critico sul faccia-libro di qualche settimana fa ho ripescato, fra le bozze incompiute, un “riparliamone” che mi chiedeva però di essere pubblicato.
Un po’ perché guardarsi indietro serve anche a vedere la strada che si è percorsa e le esperienze, ludiche, fatte e un po’ per tenere le scartoffie del blog aggiornate. In questo caso Libertalia è stato un altro titolo (insieme ad esempio ad Eclipse e Fury of Dracula) che, a volo radente, mi ha riavvicinato a una piacevole parentesi abbandonata per seguire D&D e Magic: the Gathering (due titoli ad alta dipendenza).
Gioco di carte, edito da Asterion Press (adesso Asmodee Italia), del mitico Paolo Mori per 2-6 bucanieri impegnati, poco meno di un’oretta, a razziare bottini su bottini, diventare il più ricco Capitano Pirata e fondare l'altrettanto mitica (e immaginaria) isola colonia di tutti i bucanieri: Libertalia. Per fare questo dovranno giocare le proprie carte equipaggio nel momento giusto per riuscire, sfruttandone l’abilità speciale, a portare nei propri covi i pezzi di maggior valore lasciando agli avversari oggetti maledetti e chincaglierie da quattro soldi. Titolo assolutamente estivo, almeno per la tematica, dimensione "family" ma con un motore "combo" spinto, assemblato per soddisfare i palati più esigenti, ma che vogliono rimanere light.
Riscopriamolo insieme in questa estate caldissima e che non dà tregua, del resto l'ambientazione del titolo mi sembra piuttosto adatta al momento.

martedì 18 luglio 2017

[Recensione] Monopoly Gamer

scritto da MagoCharlie

...Quando meno te lo aspetti
Mettiamo subito in chiaro una cosa: sto per parlarvi della nuova edizione di Monopoly, non un Monopoly qualunque... ma pur sempre un Monopoly.
Ok.
Non scappate subito.
Immaginate il brand dei giochi più famoso al mondo (Monopoly) e il personaggio dei videogiochi più riconosciuto al mondo (Mario), metteteli sapientemente in scatola e avrete Monopoly Gamer.

lunedì 17 luglio 2017

[Recensione] Level 9

scritto da Fabio (Pinco11)

In questo periodo i titoli che si basano su meccaniche di incastro tra polimini di varia forma e dimensione sono particolarmente in voga: il genere è stato in un certo modo idealmente riaperto dal successone di Patchwork e nel recente abbiamo visto finire sui tavoli per esempio titoli come Cottage Garden, Odino (dove è stato abbinato alla gestionalità più spinta) e Bärenpark.
Il gioco di cui ci occupiamo oggi rappresenta, per certi versi, un approccio leggermente diverso al medesimo tema (Tetris), introducendo in elemento di tridimensionalità (light) alla miscela, pur rimanendo tutto adatto a un pubblico di riferimento assolutamente familiare.
Il suo nome è Level 9 di Peter Wichmann (in Germania uscito come NMBR9 per Abacus) ed è distribuito nella versione italiana da dV Giochi (1-4 giocatori, 8+, indipendente dalla lingua, salvo il manuale, tempo a partita intorno ai 10-25 minuti).