lunedì 7 settembre 2009

Strada Romana

Tutti gli anni il periodo precedente alla fine di ottobre, subito al rientro dalle ferie estive, è quello più denso di novità e di anticipazioni per il giocatori da tavolo, in quanto le varie case produttrici lasciano trapelare indiscrezioni ad hoc sulle novità che lanceranno in occasione della più importante fiera del settore che si tiene in quel periodo, ossia quella di Essen.


Tra i titoli che sono stati preannunziati mi accingo ora a presentarne, brevemente, uno prodotto da una casa italiana, la Giochix / Ghenos Games, disegnato dall'italiano Walter Obert (del torinese), già conosciuto per il noto Chang Cheng (visto a Lucca).

Per ora il titolo è disponibile solo in preordine dal sito della casa produttrice , che lo propone in occasione delle fiere di Essen e di Lucca al prezzo speciale di poco più di 20 euro.

Venendo al tipo di prodotto diciamo che, leggendo il regolamento, disponibile in italiano sul sito, si può capire che si tratta di un gioco che di presenta come abbastanza rapido come svolgimento (sulla scatola si parla di 45' a partita, ma l'impressione è che si possa fare decisamente più in fretta), per 2-5 giocatori , che mescola varie dinamiche di gioco.

Innanzi tutto vediamo il tabellone sul quale si svolge il gioco: nell'immagine sotto vedete il colorato percorso, che va da Ostia (la fascia rossa a sinistra, dalla quale partiranno 5 carri) a Roma (quella a destra, dalla quale ne partiranno altri 5). In mezzo, nella parte più consistente, vedete una serie di caselle nere, sulle quali i giocatori muoveranno i dieci carri (che non appartengono a nessuno in particolare). Ad ogni turno il giocatore potrà: 1) muovere uno o più carri sfruttando fino a tre punti movimento ; 2) scegliere una delle dieci (una però viene eliminata all'inizio, per evitare che si possa sapere con sicurezza cosa hanno pescato quelli prima) carte 'carro' (con disegnato sopra il nome di un carro specifico) - fino a possederne al massimo tre ; 3) passare il turno prendendo in cambio una moneta (sesterzio).

Nel muovere i carri i giocatori potranno anche raccogliere, per la strada, cubetti colorati (che corrispondono a merci) e tessere colorate.

Nel dettaglio a fianco potete vedere che ad alcune caselle sono collegati dei quadretti rossi e su quei quadretti sono piazzati, pescandoli casualmente da un sacchetto, i cubetti. Andando sulle caselle corrispondenti si può prendere un cubetto per turno. Inoltre si può prendere anche una tessera piatta colorata, tra quelle che sono collocate sui numeri romani (nel disegno a fianco un V ed un IV).

Quando si raccoglie una TESSERA si ottine una moneta per ogni cubo di quel colore che c'è sul tabellone. Ogni cinque monete possedute si ottiene (obbligatoriamente) un gettone nero, ossia un Punto Vittoria.

Il gioco finisce quando il quarto carro giunge a destinazione oppure quando sono stati distribuiti 20 PV.
A quel punto avrà luogo la conta finale dei punti, sommando ai gettoni anche i punti ottenuti diversamente, ossia: a) 3 punti vittoria per ogni tessera - carro che si ha in mano se corrisponde ad uno dei 4 carri arrivati e un punti perso per ogni tessera - carro corrispondente a carri non arrivati ; b) si mettono da una parte tutte le coppie tessera/cubetto dello stesso colore che si hanno e si ottiene un bonus pari al numero di colori dei quali si hanno combinazioni moltiplicato per il numero di accoppiate del colore più ricorrente (es. combinazioni di tre colori , tipo 2 bianco, 1 giallo e 4 rosso, si faranno 4 punti (il rosso) per 3= 12 punti). si avrà una penalità per ogni cubetto / tessera residua non accoppiata.

Nel corso del gioco sarà possibile anche copiere alcune azioni speciali, tipo sorpassi o movimenti in diagonale dei carri (normalmente non ammessi) pagando alcune monete.


Il titolo sembra contenere, come si accennava, dinamiche di vario genere: da una parte abbiamo un discorso di scommesse (legato alle carte - carro che si decide di pescare) e dall'altra l'accaparramento di risorse (cubetti / tessere colorate), il tutto collocato in una scenario di movimento di pedine. Leggendo le sole regole percepisco che può essere un titolo interessante, ma me ne sfugge per ora la profondità. Sembra essere piuttosto aleatorio, perlomeno in più di tre giocatori, per via della pesca casuale delle tessere e cubetti colorati, che può favorire clamorosamente qualcuno. Il discorso sulle 'scommesse' sulla corsa dei carri sembra incidere relativamente poco, visti i punti a disposizione ed il fatto che evidentemente ciascuno cercherà di muovere primariamente il 'suo' carro, per cui dovrebbe essere difficile ottenere in questo modo più di tre punti ... (sempre giocando in molti). Il tutto dovrebbe invece indirizzarsi verso un discorso decisamente più 'matematico' per il gioco a due.

Vabbè, per ora direi che di supposizioni ne ho fatte sin troppe: l'idea di massima è che possa essere un giochillo gradevole, non da strapparsi i capelli, ma probabilmente ben testato. Si vedrà se metterlo o meno nella mia 'wishlist' ;)

Che ne dite ???

--- Le immagini sono tratte dal sito della Giochix e dal regolamento (una da BGG). Tutti i diritti appartengono alla casa produttrice e sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa essere una gradita forma di pubblicizzazione del gioco ---

3 commenti:

  1. Solo per aggiungere che la Elfinwerks porterà a Essen 2010 una versione del gioco riveduta e corretta, con le regole in inglese riscritte da Will Niebling.

    RispondiElimina
  2. Beh, che dire, se non complimentarsi per l'ulteriore diffusione anche di questo titolo: sembra che molti dei tuoi giochi, cosa non facile in questo mondo, abbiano 'vita lunga' sotto il profilo editoriale, segno che non passi inosservato .. e pensare che non sei nemmeno una bella donna :P ..

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina