venerdì 10 settembre 2010

Essen 2010 e dintorni .. - parte V

Proseguo nel mio progetto di tenervi aggiornati, anche nell'estate, sulle novità che ci attendono per la collezione autunno - inverno 2010. Eccomi quindi alla quinta parte del reportage, che sta divenendo lentamente infinito ..

Dv Giochi
Un aggiornamento dalla casa italiana, ossia l'uscita di una edizione riveduta e corretta di un titolo già di successo, ossia Viva il Re! di Stefano Luperto, il quale debutta nuovamente in una veste editoriale indirizzata molto anche verso il mercato estero. Quattro le lingue nelle quali sarà pubblicato, ossia italiano, inglese, francese e tedesco. Per chi non lo conoscesse riprendo la sua sintetica descrizione data dalla stessa casa, ossia è un gioco di bluff e deduzioni .. semplice, interattivo, coinvolgente nel quale  Ogni giocatore deve accompagnare i suoi personaggi nell’ascesa al potere e nella conquista della corona. Per maggiori approfondimenti rinvio, come d'uso, al sito della casa, dove potrete trovare anche il manuale del gioco.  


Fred Distribution
La casa americana, dimostrando una certa predilezione per gli autori italiani (mi ricordo che direttamente o meno ha pubblicato di recente Zucchini e Rossi), esce con un nuovo titolo di Emanuele Ornella, dal titolo Charon Inc. Lo stesso designer ha presentato, in inglese, le dinamiche base del suo gioco in un articolo pubblicato sul sito BGN, spiegando di aver posto alla sua base, pur con molte modifiche, tali da renderlo alla fine un gioco completamente diverso dal suo predecessore, l'idea portante di Hermagor, una sua uscita del 2006 che aveva riscosso un buon successo, ma che risultava forse troppo complesso per aprirsi al grande pubblico. Dallo sforzo di semplificazione è partita l'idea per Charon inc., gioco che gode di una ambientazione 'spaziale' (il titolo prende il nome dalla luna di Plutone) ed una produzione a stelle e strisce.

Gry Leonardo
La casa polacca propone un gestione risorse classico, dal titolo Magnum Sal, ambientato nel XIV secolo, in Polonia, nel quale i giocatori saranno chiamati a gestire le miniere di sale site sotto la città di Wieliczca. Il tabellone ed i materiali rispecchiano gli standard qualitativi dei prodotti del genere, ben promettendo sul risultato finale .. L'idea alla base del gioco è frutto della fantasia del duo Krupinski - Milunski e gli autori hanno pubblicato anche un piccolo diario di produzione sul sito di BGN.



Nestor Games
La casa spagnola, specializzata nella produzione di una linea di titoli in genere astratti, proposti in larga parte in una omogenea veste grafica ed editoriale, che prevede la presenza di una tabellone di gioco di dimensioni contenute, portatile (arrotolabile è forse la parola giusta ...) ed in materiale plastico, venduto con una pratica sacchetta di tessuto e con pezzi in gomma, ha di recente arricchito il proprio catalogo con parecchie uscite (probabilmente la filiera produttiva, leggi omogenità del sistema di stampa, consente di limitare i costi) di questo tipo (vedi Epaminonda, Cannon, Linkage).
Nel contempo però il piccolo editore, i cui titoli possono esser acquistati direttamente dal suo sito, propone ora qualche variazione dal tema sinora percorso,  per cui sono stati proposti Topology, un titolo ideato dalla coppia Markus Hagenauer e Gerd Breitenbach, a base di tessere esagonali da collegare, raffiguranti intricati motivi da incastrare tra loro, con dinamiche tipo Tantrix, per capirci, nonchè Nestor Tiles, ossia delle tessere in materiale gommoso (sono definiti interlocking foam panels) da incastrare tra loro per formare cubi o diverse figure e Ostriches, del duo Faidutti - Cathala.
In fase di preparazione, infine, vi sono un titolo di corse, Top Speed , ideato dallo stesso Nestor, nonchè un gioco di carte ed una scacchiera portatile 19x19 per il Go.
In questi ultimissimi giorni è stata, infine, data notizia dell'uscita di un altro titolo astratto, di una certa profondità, dal titolo Omega, ideato dal patron stesso della casa iberica.


NG International

La casa italiana, sussidiaria della Italeri Spa, porterà avanti ben tre nuovi progetti di qualità, legati al mondo dei giochi da tavolo, dei quali già da tempo si legge il classico cartello 'lavori in corso'. Ricordo infatti di aver visto a Lucca Comics 09 un tavolo dimostrativo di Dakota, titolo di Piero Cioni ambientato all'evo della conquista del West, gioco che, sotto il marchio Tenki Games (controllato dalla editrice NG) chiamerà i partecipanti a prendere il controllo di una tribù di nativi o di un gruppo di coloni competendo per l'accesso alle risorse disponibili, così come nella stessa manifestazione si poteva sperimentare Letters from Whitechapel, nuova ideazione di Gianluca Santopietro e Gabriele Mari, che ricordiamo per il loro Garibaldi - la trafila, nel quale saremo chiamati ad assumere il ruolo di novelli investigatori sulle tracce del vecchio Jack the Ripper, cercando di metterlo alle strette ad esito di una impegnativa raccolta di indizi per le vie della città inglese.
Mage Storm , ancora di Cioni, era invece in versione provvisoria in dimostrazione alla Play di Modena e dovrebbe giungere anch'esso sugli scaffali in questo periodo: si tratta qui di un titolo ad ambientazione fantasy nel quale opposti eserciti si scontreranno sul campo di battaglia (a grossi esagoni), con combattimenti ad alto contenuto magico e molti poteri speciali. da studiare ed utilizzare. Il prodotto promette di essere assai espandibile, per cui ci si attende che possa divenire il punto di partenza di una serie di uscite in questo filone. Maggiori info, fornite direttamente dall'autore, sono presenti sul sito della casa, che propone una intervista al designer.
Nel contempo, già presentate alla Gen Con (manifestazione leader americana nel settore ludico, svoltasi ai primi di agosto), saranno acquistabili il da tempo atteso (e dichiarato disponibile da fine giugno) Battles of Napoleon – The Eagle and The Lion, e i 12 nuovi modelli di aerei della quarta serie di Wings of War Miniatures WWI
In attesa di eventuali ulteriori uscite, questo è il quadro delle uscite sotto i marchi NG: per maggiori info si può consultare il loro sito, a questo link.

Rebel.pl
La casa polacca, sinora attiva nel ruolo di distributore, ha annunziato la produzione diretta di ben due nuovi titoli. Il primo è Basilica, di Lucasz Pogoda, e mette i due giocatori nel ruolo di architetti che si fronteggiano nella costruzione di una cattedrale, che hanno ricevuto incarico congiunto di costruire. Nel piazzare le proprie tessere i giocatori cercheranno quindi di conquistare i classici Punti Vittoria attraverso meccanism di controllo territorio e maggioranze. Una curiosità su questo titolo è che inizialmente esso avrebbe dovuto essere prodotto dalla Portal, tuttavia lo stesso Ignacy Trzewiczek in un post su BGG ha spiegato di aver deciso, pur ritenendo il gioco molto valido, di proporlo alla Rebel non ritenendo il suo tema (per quanto lo scontro sia 'aggressivo', a ben ragionarci sopra, in linea con i titoli (decisamente più 'sanguinari' e/o d'azione/combattimento) sinora editi dalla Portal. Volendo mantenere una linea editorale omogenea, è stato deciso così di lasciare i diritti su Basilica ..
Cogliendo l'occasione del titolo di cui sopra la casa polacca propone poi un gioco, descritto per 1-5 giocatori (quindi con la possibilità di lottare anche solo contro le avversità) ambientato in alta montagna, dal titolo K2, di Adam Kaluza, il quale mette i giocatori nei panni di altrettanti scalatori impegnati nella conquista della seconda vetta più alta del mondo (ed una delle più difficili da scalare ..). Si dovranno seguire i percorsi indicati sul tabellone (double face) per arrivare sulla vetta, utilizzando carte e amministrando con cautela i propri punti azione, per resistere agli ostacoli frapposti dagli avversari e dal tempo, che tenderà al ghiacciato ... ;)

White Goblin Games
La casa, nonostante la scissione dalla Quined, sembra attivissima: dopo aver rilasciato, recentemente, Hotel Samoa (del quale abbiamo parlato pochi giorni fa), Galapagos (ambientato nelle isole dei viaggi di Darwin) e l'espansione per Rattus (dal titolo Pied Piper), completano il quartetto delle loro proposte per questa fine anno con un titolo di costruzione network, dal titolo Inca Empire, di Alan Ernstein, per 3-4 giocatori, il quale reimplementa l'impronunciabile Tahuantinsuyu del 2004, condividendone l'ambientazione, ossia quella dell'impero perduto Inca, spingendo i giocatori ad impersonare gli Apus, ossia i governatori di province vicine, in lotta tra loro per aumentare la propria influenza, costruendo a tal fine strade e conquistando, di conseguenza regioni e le risorse ad esse connesse. 
Il gioco presenterà un tabellone double face, per il gioco rispettivamente a 3 ed a 4 giocatori, nonchè un regolamento elastico, con più varianti di gioco proposte. L'immagine sopra appartiene appunto a questo prodotto ed è tratta da BGG, postata dal responsabile della casa olandese, Johnny de Vries.
Chiudono poi il quadro delle uscite della casa olandese Norenberc, di Adreas Steding, gioco di gestione azioni e collezione set ambientato nell'omonima città medievale, nella quale i giocatori competeranno per il controllo delle gilde dei mercanti e Khan, di Crhistwart Conrad, il quale sarà incentrato sul tema della invasione europea da parte dell'impero mongolo del XIII secolo.

- Nota: i diritti sui titoli citati spettano alle rispettive case produttrici, sempre indicate nel parlare dei vari giochi. Le immagini sono state tratte dai siti delle case in questione e/o dal Boardgamegeek: ai proprietari dei giochi e delle immagini spettano tutti i diritti su di esse: vi è piena disponibilità a rimuovere ogni notizia od immagine su semplice richiesta o ad aggiungere specificazioni o chiarimenti --

6 commenti:

  1. mille grazie per avermi fatto conoscere la nestor game e i suoi dadi componibili.
    ho diverse idee al riguardo

    RispondiElimina
  2. ... son curioso !! chissà che ci combini ;)

    RispondiElimina
  3. praticamente ogni autore ha pensato a "diceminion"... con questi dadi qualcosa si può fare

    RispondiElimina
  4. ... solo che il loro costo, per un uso estensivo, mi sembra elevato .. l'idea però non è male !!!

    RispondiElimina
  5. ho preso contatto con la nestor game per le nestortiles... il progetto mi frullava in testa da parecchio. vediamo se riusciamo a venirci in contro

    RispondiElimina
  6. a disposizione, naturalmente, per dare notizia degli esiti ;)

    RispondiElimina