martedì 11 gennaio 2011

News in breve - Pergamon

Stefan Dorra è un designer di giochi da tavolo tedesco che ha pubblicato, nel corso degli ultimi quattro lustri, parecchi titoli, cogliendo in alcuni casi dei buoni successi, anche senza aver mai pescato l'asso vincente, con un titolo veramente best seller. Tra le sue ideazione compaiono comunque giochi piuttosto noti come i recenti Schweinebande e Ranking della HiG, El Paso, Salamanca ed Yucata.
E' ora annunziato, sotto le insegne della Eggertspiele, un nuovo titolo, ossia Pergamon,  da lui realizzato in team con Ralf Zur Linde, il quale mette i giocatori nei panni di altrettanti archeologi , alla fine del XIX seconolo, intenti a ricercare reperti negli scavi dell'antica omonima città, sita in Asia Minore. Le dinamiche di gioco, in linea con i recenti titoli dell'autore prima menzionato, dovrebbero essere non troppo complesse, ma con elementi gestionali e meccaniche di asta.
Il tabellone dovrebbe essere diviso quindi in diverse aree: in una prima si raccolgono fondi, ottenendone in maggiore quantità chi si sofferma per più tempo, mentre chi andrà via prima, più povero, potrà però iniziare a scavare in anticipo sugli altri; un'altra area ospita poi la zona delle ricerche, con tessere raffiguranti reperti e scavi che tanto più profondi sono, quanto più costano (ma danno anche più probabilità di trovare reperti preziosi) ; una terza sezione ospita poi il 'calendario' di gioco, con 12 mesi - turno, nel corso dei quali sempre nuovi reperti sono resi disponibili per la loro 'scoperta' ; la quarta sezione infine ospita una stanza del Museo di Berlino destinata appunto a ricevere i reperti, che i giocatori avranno ricostruito, mettendone insieme i pezzi: per visitarli accorreranno frotte di persone, le quali garantiranno agli espositori i ricercati guadagni !
Il tabellone, con le varie aree descritte nell'articolo.

Direi che per un flash di anteprima avete avuto abbastanza notizie, per cui rinvio al sito dell'autore (in tedesco), dal quale sono tratte le immagini a corredo dell'articolo (diritti spettanti alla casa editrice) chi volesse approfondire sulle sua altre creazioni.

Nessun commento:

Posta un commento