mercoledì 16 marzo 2011

In preparazione : Belfort

Stavolta mi sto occupando di un titolo che sta lentamente guadagnandosi attenzioni da parte dei core gamers più attenti alle novità, ovvero di Belfort, in fase avanzata di preparazione da parte della Tasty Minstrel Games, casa editrice che ha raccolto grandi consensi per il suo precedente Homesteaders.

Si tratta ancora di un titolo gestionale, che mescola al suo interno varie meccaniche, proponendo, da quanto la casa sta lasciando trapelare, dinamiche di maggioranze , dovendo i giocatori competere tra di loro per conquistare il predominio, di volta in volta, su vari settori della città.

L'ambientazione è quella della cittadina francese omonima, scelta per via della forma pentagonale della sua fortezza, che rispecchia quella del tabellone, composto appunto da cinque spicchi, che vengono assemblati per formare lo spazio di gioco. Al loro interno le 5 sezioni dovrebbero essere funzionalmente identiche, anche se per motivi estetici dovrebbe esserci una caratterizzazione più dettagliata diversa per ognuna di esse: le immagini che vedete danno l'idea del buon lavoro che il grafico Josh Cappell sta facendo: quelli che vedete raffigurati sono, se li guardate con più attenzione, gnomi, nani e simili, visto che è stato prescelto un teorico sfondo fantasy per il gioco.

Andando nel dettaglio a vedere gli edifici che si possono trovare all'interno di ogni sezionet roviamo la Torre, che aiuta a reclutare gnomi, il mercato (permette compravendite di materiali), il giardino (promuove gli elfi base in 'capo elfo'), il pub (promuove i nani), l'inn (recluta elfi e nani), la banca (attribuisce rendite extra), il portale (punti vittoria), il forte (attribuisce maggiore influenza), libreria (fa pescare carte) ed il ferramenta (utile per i metalli). Da qui si dovrebbe intuire la natura 'gestionale' del titolo.
Le carte edificio

Quelle che vedete sopra sono quindi le carte corrispondenti agli edifici in questione, che vengono attribuite ai costruttori degli stessi , perchè se ne possano poi avvalere nel corso del gioco. 

Vi sono poi numerose carte 'gilda', le quali incidono ancora sullo sviluppo del gioco: si noti che in ogni partita ne sono messe sul tavolo solo alcune, in modo tale da donare longevità all'esperienza di gioco ...
Quattro delle 12 carte gilda


A fianco potete vedere una immagine di un tabellone di gioco in fase di playtesting avanzata.
Aggiungo, per chiudere questa anteprima, che il titolo è in fase avanzata di preparazione, anche se non si sa ancora quando uscirà con esattezza, che gli autori sono la coppia Cormier - Lim , che i giocatori sono per ora da 3 a 5 (è a maggioranze, per cui 2 non è esattamente il numero ideale, anche se pare stiano playtestando una variante, che dicono soddisfarli, per il gioco anche testa a testa) e che la produzione sarà affidata ad un fabbricante di materie prime diverso da quello che aveva realizzato Homesteaders, cosa che la casa ha sottolineato, ragionevolmente per rispondere a chi si era lamentato della qualità dei componenti di tale titolo.
Spero di aver fatto cosa gradita facendo entrare, forse, nel vostro radar (mooolto in lontananza, però) questo titolo ..


-- Le immagini sono tratte dal manuale, da BGG (postata da Red Rook) o dal sito della casa (Tasty Minstrel Games), alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplice richiesta. --

Nessun commento:

Posta un commento