lunedì 23 maggio 2011

Le nominations per lo Spiel des Jahre

Sono uscite oggi le nomination per il premio Spiel des Jahre, il più prestigioso dei concorsi dedicati ai giochi da tavolo.

Quest'anno le categorie erano tre, ossia una in più del solito e non sono mancate, a mio modesto parere, le solite 'sorprese': teniamo conto del fatto che la giuria è soprattutto tedesca e che sono presi in considerazione i titoli usciti ufficialmente in Germania (spesso quindi compaiono titoli vecchi, che solo nel recente sono usciti in edizione in lingua di Goethe).

Nella categoria dei giochi per bambini si contenderanno la vittoria i seguenti titoli:
Da ist der Wurm drin, Die kleinen Zauberlehrlinge, Monster-Falle.

Il premio dello Spiel des Jahre classico sarà invece ad appannaggio di uno tra :
Asara, Die verbotene Insel (Forbidden Island) e Qwirkle.

Il premio per il miglior gioco 'complesso' del 2011 sarà attribuito, infine, ad uno tra:
7 Wonders, Lancaster, Strasbourg.

Mi limito ad un brevissimo commento per dire come il premio 'generale' per il miglior gioco stia perdendo in assoluto di significato, visto che i titoli di maggiore interesse e spessore sono 'migrati' nella categoria dei 'complessi'. 
La terna prescelta francamente mi lascia molto tiepido, visto che Qwirkle è un assai simpatico gioco di piazzamento tessere con colori e simboli la cui uscita risale però al 2006 (entra nel premio di quest'anno solo perchè il premio prende in considerazione l'uscita del gioco in Germania), che Die Verboten Island è un titolino cooperativo che a suo tempo mi diede l'impressione di essere una forma semplificata di Pandemic e che Asara risulta essere un titolo 'classico', ma certo non uno dei 'migliorissimi' lavori del maestro Kramer. Prendo atto comuqnue del fatto che perlomeno quest'ultimo lo aveva azzeccato nel mio toto spiel di qualche giorno fa indicandolo come uno dei potenziali nominati.

Più soddisfazione mi riserva invece la categoria dei giochi 'complessi', nei quali rientrano ora tre titoli che, pur essendo a mio avviso proponibili a tutti (perchè, a dispetto della categoria nela quale li hanno inseriti, non sono in realtà troppo 'complessi' e scusate il gioco di parole), per un discorso di relatività sono finiti nella fascia dei giochi più 'difficili.
Qui abbiamo infatti il predestinato 7 wonders (ne abbiamo parlato in varie occasioni, ecco qui il link per gli articoli), ma anche Lancaster, titolo del quale abbiamo in scaletta in uscita in questi giorni sul blog una preview (e qui ci avevo davvero azzeccato !!!), che secondo me fruisce del bonus derivante dall'ottimo risultato ottenuto lo scorso anno in sordina dal primo gioco dell'autore, Cramer. A loro si unisce poi un Feld classico (in questo blog presentato in anteprima tempo fa) ossia Strasbourg, da leggersi ancora nella logica del 'premio alla carriera' per un autore che di recente sta mietendo moltissimi consensi.

Concludo quindi dicendo che avevo indovinato 4 dei sei titoli in nomination nelle due categorie di giochi per grandi e confermando che a mio avviso per i gamers il premio ha un senso pieno essenzialmente per la categoria 'complessi', mentre un pò svuotata risulta essere quella generale.

Attendo vostre impressioni !!!

Ultima info sulla lista dei 'consigliati', ossia dei titoli che, pur entrati nel gruppo di quelli presi in considerazione dalla giuria, non sono riusciti ad ottenere la nomination. Qui gli underdog, ossia i titoli meno conosciuti noti soprattutto in Germania, abbondano, ma c'è ancora una buona presenza di altri Feld (ben due). 

Essi sono Geistesblitz, Blockers!, Uluru, Mondo, Skull and Roses, Sun, Sea and Sand, Safranito, Die Burgen von Burgund (qui la nostra anteprima), Luna e Freeze.


Nessun commento:

Posta un commento