mercoledì 17 agosto 2011

Anteprima : 7 Island

scritto da Iziosbiribizio

Data la calura estiva, la sabbia e il mare, cosa c'è di meglio se non un bel gioco sui pirati ? In una landa dove i re lottano per il potere, coraggiosi capitani hanno scelto un'altra strada... viaggiando per i mari, dove il vento li porta, navigano in cerca di avventura, fama e...tesori! Questi, sono i pirati!
In 7 islands, gioco edito dalla One Draw e ideato da Hayato Kisaragi, per 2 - 4 giocatori, i partecipanti diventeranno celebri capitani di una ciurma di avventurieri senza scrupoli: si inizierà con un piccolo gruppo di pirati d'acqua dolce, fino a diventare una vero e proprio esercito di ratti di sentina senza scrupoli.
Da bravi pirati, sarete alla ricerca di avventure su isole sperdute che porteranno alla scoperta di tesori e benefici, che potrete tenere per voi o dividere con gli altri giocatori. Ogni isola ha un regolamento diverso, quindi bisognerà fare attenzione e scegliere bene su quale approdare, ma ciò che è certo è che tutti inizieranno da "The island of beginnings", l'isola degli inizi! Le meccaniche sono quelle dei giochi di carte di costruzione mazzi, tanto in voga in questo periodo.
Direi quindi dato il nome dell'isola, di iniziare con i componenti del gioco (le immagini sono tratte dal blog ufficiale - in giapponese - o dal sito della casa) !



I componenti

Abbiamo a disposizione nella confezione ben 243 carte divise in:
-Carte Azione, che possono essere a loro volta suddivise in carte ciurma, oggetto e tesoro, ma che hanno in comune i seguenti punti:
        *Costo, cioè quante monete vanno spese per comprare la carta;
        *Valore, cioè il valore in denaro della carta;
        *VP, ovvero punti vittoria, che rappresenta la fama di un pirata;
        *Cibo, ovvero la quantità di cibo necessaria per utilizzare la carta;
        *Categoria, che si spiega da se;
        *Effetti, il testo che illustra gli effetti della carta;
-Carte vittora, ovvero carte che danno punti vittoria che determineranno a fine partita il vincitore;
4 tavole isola, con isole diverse per ogni faccia;
80 Chips risorse, che rappresentano le risorse del gioco utili a compiere azioni(cibo, verdi), comprare carte(monete, gialle) o accumulare punti vittoria(rosse);
10 marcatori di 4 colori diversi.

.. e vediamo come si svolgono le cose ...
Prima di poter salpare verso mirabolanti avventure, è necessario predisporre bene gli elementi di gioco.
Ad ogni giocatore viene fornita una mano di carte iniziale, come in dominion e gli altri deck building game, costituita da 7 carte copper coin, 2 water e 1 landing. Dopodichè ogni giocatore sceglierà un colore, prendendo i relativi markers.
Come ogni gioco di questo genere, c'è una zona di carte (in questo caso chiamata Arena) dove vengono disposti i vari mazzetti di carte disponibili che possono essere comprate, alcune sono presenti in ogni partita (silver coin, gold coin, meat, landing, exploration) mentre altre 8 (dei 16 tipi disponibili) vengono scelte a caso per rendere la partita ogni volta diversa.
Fatto ciò, si mescola il mazzo di partenza di ogni giocatore e si pescano le prime 5 carte, dopodichè inizia il primo giocatore, ovvero l'ultimo che ha abbordato una nave pirata... se invece non avete mai avuto questo tipo di occasione, anche la normalissima morra cinese può andare bene.
Da bravi capitani ovviamente vi spetta una nave, che è l'area personale dove ogni giocatore piazza il proprio mazzo, le carte che gioca e quelle che scarta.

Passiamo ora al gioco vero e proprio, il quale si svolge in turni e termina quando 4 pile di carte sono esaurite nell'arena, sono finite le golden medal o un giocatore ha raggiunto i 20 pv.
Fino al raggiungimento di queste condizioni, i turni dei giocatori si dividono in 4 fasi:
- Start phase: si applicano tutti gli effetti delle carte o delle isole che si attivano in questa fase;
- action phase: in questa fase si usano le carte azioni, giocate una per volta, e vengono messe nella zona personale(ovvero la nave) chiamata compartimento principale. Non c'è limite alle carte che possono essere giocate nella fase azione.
- Buy phase: si possono comprare tutte le carte che si riescono a pagare, tramite le monete stampate sulle carte o scartando le chips risorsa monete equivalenti. Dopodichè le carte acquistate vengono messe negli scarti.
- End Phase: tutte le carte comprate e giocate in quel turno vengono scartate e inizia il turno del giocatore successivo.
La partita prosegue fino al raggiungimento di una delle condizioni di fine partita, dopodichè i giocatori conteranno i loro punti vittoria sommando quelli delle chips con quelli stampati sulle carte acquistate.

Considerazioni

La struttura di questo tipo di giochi (deck building) rende difficile l'inserimento di elementi particolari che li distinguano dagli altri, ma certo l'ambiente piratesco è ben collaudato ed apprezzato. 
I termini usati, la grafica e l'idea dell'area personale vista come una barca è molto simpatica, in più le tavole isola che hanno ognuna regole diverse danno quel tocco in più di varietà e allo stesso tempo l'idea di sbarcare su di un'isola per una missione fa calare ancora di più nell'ambientazione. L'anteprima ci lascia con l'acquolina in bocca, ci sono tutte le carte in regola (scusate il gioco di parole ..) per regalare divertimento e avventura ai giocatori. Attendiamo l'uscita del gioco (che dovrebbe essere in multilingua giapponese / inglese) per poter dare ulteriori approfondimenti!

-- Le immagini sono tratte dal manuale del gioco o dal sito della casa produttrice (One Draw) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

1 commento: