sabato 10 settembre 2011

Anteprima - A game of thrones Seconda Edizione

scritto da polloviparo.

Per chi ancora non lo sapesse, la HBO ha da poco ultimato la messa in onda della prima serie televisiva di “A game of thrones”, trasposizione del primo libro di “A song of ice and fire” di George R.R. Martin.
Ricordiamo che lo stesso libro è stato suddiviso nella pubblicazione italiana edita dalla Mondadori in  due volumi: “Il trono di spade” ed “Il grande inverno”.
La serie televisiva sembra aver dato nuova linfa vitale al romanzo, la cui prima pubblicazione risale all’ormai lontano 1996. Le vendite dei libri sono schizzate in testa alle classifiche e poteva forse farsi scappare tale opportunità la Fantasy Flight games, di sfruttare la “scia” nel mondo dei boardgame?
La risposta è “ovviamente no”!




Così ecco annunciata la seconda edizione di “A game of thrones – the boardgame”.
Ricordiamo che la FFG, ad oggi, oltre alla pubblicazione della prima edizione di questo gioco, ha già pubblicato “A clash of king” e “A storm of swords”, cioè l’equivalente del secondo e terzo romanzo della saga, in veste di espansione.
La prima aggiungeva al gioco base la casata dei “Martell”, permettendo di giocare in 6 giocatori (unitamente all’ausilio ad una porzione di plancia aggiuntiva), nuove carte per le rimanenti casate, la gestione dei porti (grande lacuna del gioco base), le catapulte, le fortificazioni, più segnalini ordine speciali. La seconda è stata ideata per giocare specificatamente in quattro, laddove il gioco base era per 3-5 giocatori.
Allo scopo, l’espansione conteneva una nuova plancia di gioco, nuove carte tattica, un nuovo mazzo “Westeros”, la possibilità di usare alcuni personaggi del romanzo quali Robb Stark e Jaime Lannister direttamente sul campo (leader), nuove carte casata ed altre modifiche (non sto ad elencarle tutte per non annoiarvi).

Passiamo quindi alla nuova edizione.

La prima cosa che salta all’occhio è il numero dei giocatori: da 3-6. Com’è possibile vi chiederete voi? E’ presto detto, la nuova edizione, comprende al suo interno elementi presi dalle due espansioni sopra citate.
Poteva mancare il restyling grafico? La risposta è nuovamente “no”, la grafica seppur già di ottimo livello, subisce un netto miglioramento, presenta ora toni molto più cupi, con uso più abbondante di tonalità scure rivelandosi decisamente più in linea con lo spirito del romanzo.
Tanto per capirci le illustrazioni ricalcano lo stile del più recente “Battle of Westeros” (wargame che re implementa il sistema Borg, utilizzato in Memoir 44, Battlelore ecc…)
Rinnovata anche l’illustrazione riportata sulla scatola e Jon Snow ed il suo lupo albino (scusate il suo meta-lupo ;) ), cedono il passo ad un più anonimo castello.Il regolamento dovrebbe essere stato riscritto, probabilmente impreziosito dall’apporto delle diverse faq pubblicate nel frattempo.
Sembra poi che siano state inserite delle novità esclusive per questa edizione del gioco, quali ad esempio le carte “Tides of battle”.



Si tratterebbe di carte che aggiungono elementi di casualità alle battaglie attraverso fattori quali condizioni metereologiche, morale, opportunità tattiche. Durante il combattimento, ognuno dei giocatori coinvolti pescherà una di queste carte da un mazzo comune e i suoi valori modificheranno la forza fornita dalla sua carta casata. Le carte possono contenere anche delle icone che influenzeranno l’esito della battaglia.
E qui sinceramente metto un bel gran punto interrogativo. Non capisco l’esigenza di inserire elementi di aleatorietà in un gioco come questo.
Vabbè, andiamo oltre, non ultimi gli aggiornamenti in termini di componentistica.
Saranno presenti nuovi schermi (per nascondere i propri pezzi agli altri giocatori) e i pezzi in legno saranno sostituiti da pezzi in plastica.

Fermi, fermi!!! Tornate pure con i piedi per terra! Anch’io quando ho letto la cosa avevo subito iniziato ad immaginarmi la bella mappa piena di miniature, ma poi vedendo le immagini pubblicate mi sono reso conto che si trattava della trasposizione esatta dei pezzi di legno.
Insomma, cambia solo il materiale, evidentemente per motivi di minor costo di produzione.
Peccato, certo che sarebbe stato bello vedere le miniature dei propri personaggi preferiti muoversi fra “Grande inverno” ed “approdo del Re”.

Per quanto riguarda il gioco in breve, ogni giocatore all’inizio della partita riceve le proprie armate, un set di segnalini ordine e le carte della propria casata. La partita si articola in dieci turni, al termine dei quali il giocatore che controlla più castelli e fortezze è il vincitore.
Ogni round è suddiviso in tre fasi:
  1. Fase Westeros –  si tratta di carte evento che influenzano in qualche modo il corso del turno
  2. Fase pianificazione – si piazzano i propri segnalini ordine nelle aree in cui si hanno proprie unità. I segnalini ordine sostanzialmente indicano come si comporteranno le proprie armate e vengono giocati a faccia coperta. In questa fase occorre quindi un’attenta pianificazione, cercando di intuire le mosse degli avversari. Questo lascia anche spazio ad azioni “diplomatiche” con promesse di “non belligeranza”, che potrebbero non essere mantenute.
  3. Fase Azione, i segnalini ordine vengono rivelati e risolti.

La scatola comprenderà il regolamento, 138 unità in plastica, 105 carte, 6 schermi per i giocatori e 266 segnalini.

A questo punto molti di voi si staranno chiedendo se, analogamente a quanto fatto per la prima edizione, anche questa verrà tradotta in italiano.
Sembrano esserci notizie positive, questo è il comunicato che si legge sul sito della Giochi Uniti:

A seguito dell’annuncio fatto dalla FFG a GenCon, Giochi Uniti srl comunica la pubblicazione dell’edizione italiana del gioco che s’intitolerà Il Trono di Spade: Il Gioco da Tavolo 2° Edizione. Ricordiamo che in passato Giochi Uniti aveva già distribuito la prima edizione italiana del gioco, pubblicato dall’allora Nexus Editrice srl. La nuova edizione è adesso in fase di traduzione, continuate a seguirci sul nostro sito per nuovi aggiornamenti su questo gioco molto atteso.  Al momento la FFG ha in previsione di far uscire le edizioni internazionali del gioco per la fine del 2011. Come la maggioranza dei titoli FFG in edizione italiana, anche questa edizione sarà pubblicata all'interno della linea editoriale Stratelibri, il nostro segmento dedicato ai "core games".

Se volete leggere il comunicato direttamente dalla loro pagina questo è il link alla pagina.

Una ghiotta occasione quindi per tutti coloro che ancora non posseggono questo capolavoro. Sicuramente un “Must have” per tutti gli appassionati di Martin.
Sono sicuro che non mancherà anche chi venderà la vecchia edizione per accaparrarsi quella nuova ;)


Ancor prima di acquistare il gioco da tavolo, se ancora non l’avete fatto vi consiglio la lettura del romanzo, una delle più belle saghe fantasy che ho avuto modo di leggere (non me ne vogliano i fan di Terry Brooks).
Questo vi permetterà di godere a pieno del gioco da tavolo, dandovi la possibilità di riconoscere luoghi e personaggi, offrendovi un’esperienza di gioco impagabile.
Se proprio siete pigri, non perdetevi la serie tv, che sembra andrà in onda a novembre su Sky, però vi avviso, vi perderete molte “sfumature” della storia… uomo avvisato…
Non mi resta che salutarvi e ricordate "winter is coming".

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2011
Sta uscendo in questi giorni la versione tradotta in italiano del gioco di cui parliamo sopra (ovviamente la nuova edizione). Dovrebbe essere disponibile nei negozi in capo ad una settimana e al solito potete trovarla anche su Egyp.it ad un prezzo di  57,50 euro.

-- Le immagini sono tratte dal sito della Fantasy Flight games. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -


8 commenti:

  1. Capolavoro? Può darsi che con le nuove regole lo sia diventato. L'edizione precedente (con espansioni o senza) la ricordo per un sistema di gioco interessante a leggerlo, ma piuttosto deludente e troppo propenso a creare situazioni che si "grippano" una volta provate un po' di partite.
    Però a dire il vero sono molto curioso di provare questa edizione rinnovata.

    RispondiElimina
  2. Per quanto riguarda la mia esperienza di gioco, nelle partite non si è mai "grippato" nulla.
    E' un gioco che ha una forte componente diplomatica e tutto ciò che essa comporta. Per quanto riguarda la nuova edizione, io sono più portato a pensare che le modifiche apportate vadano a peggiorare, invece che migliorare...
    Comunque staremo a vedere.

    RispondiElimina
  3. Se dovesse uscire in italiano sarà sicuramente mio! L'ho giocato una volta e me ne sono innamorato. Avranno fatto in modo di farlo scalare bene almeno sino a 4 giocatori?
    Per quanto riguarda la serie di libri la eviterò come la peste sino a quando martin non avrà pubblicato gli ultimi due romanzi che concludono la saga.

    RispondiElimina
  4. La saga di Martin rappresenta un vero e proprio cruccio per gli appassionati ed io stesso sono passato dalla gioia per la lettura di una serie di libri davvero ben scritti e coinvolgenti, alla frustrazione per l'attesa e poi al rifiuto e fastidio per un'iniziativa editoriale che non sembra mai arrivare alla fine. Il protrarsi dei tempi di scrittura è cosa infatti normale nel mondo della letteratura, ma nel caso di Martin, che ha continuato nel frattempo a coltivare tanti altri progetti, siamo arrivati a ritardi pluriennali ed ora non è possibile davvero fare previsioni su quando terminerà la serie. Personalmente credo che attenderò, a questo punto, la FINE della saga, se mai arriverà, prima di comprare anche solo un libro di Martin e poi lo cancellerò dalle mie letture, se non per cose autoconclusive ... Tra l'altro la saga contiene un sacco di personaggi e l'ultima volta dovetti trovare un maxi sunto, prima di poter riprendere la lettura dell'ultimo libro uscito: ora, a distanza di tutto stò tempo, dovrei ripartire da zero .. :(

    RispondiElimina
  5. giusto per rincarare il rosico qui si parla del nuovo capitolo appena uscito e in tono davvero lusinghiero
    http://buonipresagi.wordpress.com/2011/09/11/autodifesa-%E2%80%93-agosto-2011/

    RispondiElimina
  6. Grazie per aver versato del sale sulla ferita .. ;) La realtà è che Martin scrive davvero bene ed è stata anche la prima (ed unica) saga fantasy che ero riuscito a far leggere a mia moglie, appassionata di soli gialli e thriller. Il fatto è che le era anche piaciuta e mi aveva chiesto di 'comprare il libro dopo' per sapere come andava a finire .. non ti dico quando le ho detto che 'il libro dopo non lo ha ancora scritto'.. Tutt'oggi, ogni volta che provo a proporle ancora qualcosa, lascia stare e sottolinea che tanto io 'gli farei leggere dei romanzi che non finiscono' ... :(

    RispondiElimina
  7. Fabio,

    visto che dovrebbero mancare solo due libri alla conclusione... che dici te?
    Mi conviene iniziare ora od attendo che escano anche quei due?
    mmmm se inizio ora mi ci vorrà del tempo per leggermeli tutti quindi mi ritrovo fortunato rispetto a chi ha iniziato anni fa (ammesso che la "lenta" lettura di Martin, mi prenda)

    la serie televisiva arrivata in data odierna alla 8° puntata su 10° l'ho trovata molto coinvolgente ma anche per questa... mi girano non poco le scatole perchè immagino che passeranno mesi od anni per potersi vedere anche le altre serie.
    E poi come dici tu, col passare del tempo uno si dimentica e la voglia passa....
    Se avessi 50 DVD tra le mani sarei disposto a rinchiudermi a casa x giorni, prendendo ferie dal lavoro per vedermeli tutti tutta una tirata !!!!

    Infine per la seconda edizione del GdT spero proprio migliori, che comunque non mi dispiaceva nemmeno prima.

    RispondiElimina
  8. NOOOOO, non lo fare ! ;) Martin, lo ripeto, a mio avviso scrive benissimo, ma secondo me prima di quattro o cinque anni buoni (se va bene) la saga non la finirà ! Fa un sacco di altre cose e gli è preso una sorta di blocco creativo che lo sta rallentando in modo incredibile: se dovessi iniziare oggi a leggerla aspetterei che sia USCITO l'ultimo libro prima di aprire il primo, tanto quando terminerà rimarrà per anni un grande classico ;)

    RispondiElimina