domenica 11 settembre 2011

Ares Games

Gli appassionati più attenti alle vicende editoriali nostrane avranno appreso da tempo del fatto che la Nexus, editore che si è distinto negli ultimi anni per aver proposto svariati titoli di indubbio interesse e successo (tra i quali La Guerra dell'Anello, ma anche la serie Wings of War) e per una qualità produttiva media sopra la media del settore, sta attraversando un perido assai difficile, con una sua sicura riorganizzazione ed una possibile uscita dal mercato (almeno per sue nuove uscite come editore indipendente). 

Per quanto non vi siano conferme al riguardo (anzi il sito della casa è infatti ancora aggiornato, anche se solo fino a prima delle ferie, visto che dà notizia del torneo di Wings of War che è stato ospitato alla manifestazione Milisaona dei primi di agosto e preannunzia una distribuzione autonoma negli USA del gioco), ciò che è stato oggetto di riscontri è invece che la figura di riferimento della casa, ossia Roberto di Meglio, è recentemente uscito dalla Nexus e, in collaborazione con gli altri due autori di 'la Guerra dell'anello', ossia Marco Maggi e Francesco Nepitello, proporrà, per i tipi della neonata casa editrice Ares Games, con sede a Camaiore, già in questo autunno, una nuova edizione internazionale del gioco ispirato alla saga di Tolkien, il quale sarà oggetto in seguito di localizzazione in varie altre lingue.

Tra le modifiche si parla di carte più grandi, una grafica rivisitata completamente, salvo mantenere i disegni originali di John Howe, nonchè di alcuni interventi sulle regole.

Nel contempo sempre la  casa ispirata a Marte ha annunciato di aver raggiunto un importante accordo con il duo Andrea Angiolino e Pier Giorgio Paglia per la commercializzazione di Wings of Glory, il quale rappresenterà, mantenendo la piena compatibilità con il suo predecessore, una reimplementazione di Wings of War, rispetto al quale proporrà un regolamento rivisitato.

Dal comunicato diffuso dalla Ares Games apprendiamo infine che le prime miniature con il nuovo marchio ad arrivare sul mercato saranno quattro aerei per la versione II Guerra Mondiale del gioco: l'americano P40, il russo Yak-1, il giapponese Ki-61 e l'italiano Re-2001 Falco. Essi usciranno anche, tutti insieme, sotto forma di "Starter Set" contenente le regole introduttive e tutti gli altri materiali necessari per iniziare a giocare. 

Nel dare il benvenuto alla 'combattiva' (dal nome prescelto) nuova casa, auguriamo ad essa le migliori fortune !!


-- Le immagini sono tratte dal manuale e/o dal sito della casa produttrice (Ares Games) alla quale (la copertina pubblicata è invece della edizione FFG) appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

 

Nessun commento:

Posta un commento