domenica 16 ottobre 2011

Anteprima - Aquarium

Scritto da Iziosbiribizio

Vi piacciono i pesci? Amate le stelline? Cosa ci azzeccano le stelline con gli acquari? Non sapete rispondere? Meno male! Allora questa recensione vi può aiutare.
Aquarium (senza c, non è un errore!) di Tim de Rycke e Sander Vernyns edito dalla SandTimer  è un gioco di carte (basato su dinamiche di collezione set) che parla, in maniera piuttosto ovvia, di pesci e di acquari (diciamo da 2 a 4, come i giocatori che vi si potranno cimentare), che vi terrà con le mani a mollo per circa 45 minuti.

Il Flusso di Gioco

Il gioco si svolge in 3 o 4 rounds, in base al numero di giocatori, ed ognuno di essi termina quando tutti i pesci sono stati sfamati. Nel proprio turno, ogni giocatore ha 2 opzioni: 1) Passare: Se non si è interessati alle carte correnti o non si ha denaro, si passa. Che succede? semplicemente si ricevono 2 monete, e una carta viene scoperta e messa nel mercato. Non si può passare se nel mercato ci sono 5 carte!
2) Comprare: Quando nel mercato ci sono carte interessanti, allora il giocatore certamente le vorrà comprare. Ma, scegliendo questa opzione, si da la possibilità agli altri giocatori di influenzare le carte.  Fondamentalmente i giocatori possono influenzare il mercato cambiando le carte presenti in esso(togliendone o aggiungendone) oppure influenzandone il costo.  Dopo le azioni dei restanti giocatori, il giocatore di turno decide se comprare le carte(è obbligato ad acquistare TUTTO il mercato), oppure può decidere di lasciar perdere. 

Ora della pappa!
Quando viene scoperta la carta "Feeding time", i pesci fanno intendere ai loro proprietari che è giunto il momento di sfamarli. Quindi viene scoperta una carta "prezzo del cibo" e ogni giocatore deve sborsare quel valore moltiplicato per il numero dei propri pesci... Nel malaugurato caso che non si abbiano soldi a sufficienza... vedrete i vostri piccoli e teneri pesci galleggiare senza vita :(
 
L'allevamento
In Aquarium è possibile anche allevare i pesci! Come si ottengono due pesci dello stesso colore e dimensione, si deve decidere se tenerli nell'acquario o spostarli nella vasca adibita all'allevamento. Se i pesci vengono spostati, non daranno stelle a fine partita, ma ad ogni turno daranno delle monete in base alla loro dimensione, in quanto i nuovi nati vengono venduti al ristoran...negozio di animali!
Fine del Gioco
Quando l'ultima carta "Feeding time" è stata pescata, il gioco ha termine. Una volta eseguita la fase di Feeding, si contano le stelle presenti sulle carte pesce, e chi ne ha di più vince! 


Considerazioni 
Aquarium sembra la versione aggiornata e potenziata di Animalia (titolo di carte, sempre a tema raccolta set, di qualche tempo fa della Gameworks), solo che anzichè la gara di bellezza qui la scena si sposta sott'acqua.
Tuttavia il gioco aggiunge nuovi meccanismi, che danno la possibilità di interagire ancora di più con gli altri giocatori e mettendo decisamente i bastoni tra le ruote aumentando il prezzo del mercato, infatti in Animalia si potevano rubare gli animali rompendo le combo, ma qui facendo perdere molti soldi si possono perdere molti pesci!
Carina anche l'idea della vasca per l'allevamento di pesci, che permetterà ai giocatori di riempirsi di nuovo le tasche offrendo alla vil padella i giovani virgulti dei pesci comprati!
Il gioco ha un tempo a partita di 45 minuti, ma probabilmente con giocatori esperti si potrà finire una partita in molto meno, facendo di Aquarium un ottimo filler spensierato e senza troppe pretese.

Se vi è piaciuto Animalia e volete un gioco simile ma con una marcia in più, Aquarium fa per voi!

-- Le immagini sono tratte da BGG (postate da Sander Vernyns) Tutti i diritti appartengono alla casa editrice del gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplie richiesta. --

2 commenti:

  1. e dire che pensavo di stare lavorando a un prototipo molto originale... urgono modifiche!

    RispondiElimina
  2. sembra carino!
    chissà se scala anche bene in 2...

    RispondiElimina