martedì 4 ottobre 2011

Fictionaire - Recensione

Scritto da Chrys.

Oggi vi parlo di Fictionaire (4-7giocatori, della Days of Wonder); i più preparati potranno notare che non si tratta di un gioco nuovo, ma di un titolo pubblicato un annetto fa, che mi aveva incuriosito sin da subito ma che per quanto lo cercassi era praticamente introvabile in Italia.

Più che di un gioco si tratta di una linea composta da 4 titoli indipendenti che si differenziano per tematica ma che condividono lo stesso meccanismo di fondo, che altro non è se non una versione ribaltata del classico gioco del dizionario (o almeno così si chiamava quando ero frugoletto).


COMPONENTISTICA
Ogni titolo esce nel formato di un pacchetto di sigarette (scelta insolita ma estremamente funzionale come poi vedremo), facile da mettere in tasca e portare in giro, anche nel caso di scampagnate. La scelta del packaging influenza anche la grafica che volutamente richiama quella dei pacchetti di sigarette veri, soprattutto nel caso del Classic e del Natural, e ammetto che mi diverte molto visto che ogni volta ce l'ho tirato fuori c'è sempre qualcuno che mi ha chiesto "Ma come... hai cominciato a fumare?" a cui rispondo "No, gioco!".

All'interno del pacchetto troviamo 3 carte di regole, 14 carte punto e 60 carte domanda double-face (per un totale di 120 domande).Ogni carta domanda ha una parte speriore con la domanda ed una parte inferiore con la risposta (con una o più parole chiave evidenziate) ed eventuali info aggiuntive (curiosità, approfondimenti, ecc.) a fondo carta in piccolo.

COME SI GIOCA
Ad inizio partita si estraggono dal pacchetto le carte punto e se ne prendono 2 per ogni partecipante mettendo le altre da parte. Premetto qui che formalmente è un gioco per massimo 7 giocatori per il solo fatto che contiene 14 carte punto ma che, come lo stesso regolamanto prevede, è giocabile in quanto si vuole a patto di unire i punti di più pacchetti o di usare altro (token, stones, ecc) come punti.


A questo punto a partire da un giocatore a caso si giocano tani turni successivi fino ad esaurire i punti disponibili: ogni turno vi sarà un primo giocatore che sarà quello che "sta sotto". Il giocatore di turno tira fuori la prima carta dal mazzo facendo sporgere solamente la domanda (come notate sopra il pacchetto di sigarette si presta molto bene all'uopo) e la mostra a tutti, dopodichè passa la carta al giocatore alla sua sinistra che leggerà la risposta e farà quindi una delle seguenti 2 cose:
  1. dare la risposta vera che ha appena letto
  2. dare una risposta falsa inventata sul momento
Se dice la risposta vera deve dirla a parola sue o allungare la broda, ma è obbligato ad usare le parole scritte in rosso (che sono il nocciolo della risposta). Se invece inventa una risposta può dire quello che vuole, cercando di essere il più convincente possibile, ma deve evitare le parole in rosso

Fatta la sua scelta dovrà passare il pacchetto al giocatore a sinistra che farà lo stesso e così via fino a completamento del giro.Chiaramente non si può dare la risposta vera se è già stata detta da qualcuno e, per motivi di gioco, se l'ultimo giocatore leggendo la risposta vera scopre che nessuno l'ha ancora detta deve per forza darla lui.


A questo punto il giocatore di turno dovrà cercare di scegliere tra i giocatori chi secondo lui gli ha detto la verità. Il giocatore scelto riceve un punto, dopodichè la carta domanda (che vale anch'essa un punto) va al giocatore di turno se ha scelto la risposta vera. In caso contrario anche la carta va al giocatore che lo ha ingannato.

Finite le carte punto, quindi dopo tutti sono stati sotto 2 volte, chi ha più punti (somma di carte punto e carte domanda raccolte) vince la partita.


I QUATTRO MAZZI
Dicevamo prima che ci sono 4 mazzi differenti, ciacuno con un tema specifico... in particolare sono:
  • Classics (propone domande di cultura generale)
  • Naturals (propone domande sulla natura)
  • Weird Tales (propone domande su fatti inusuali... i classici "strano ma vero")
  • Fool Science (propone domande sulla scienza e sulla tecnica)


CONSIDERAZIONI
Il gioco mi è piaciuto e chi l'ha provato si è divertito... è un ottimo filler (una partita dura una mezzoretta in 6-7 giocatori) ed è adatto ad un ampio pubblico. E' il classico gioco che si può far giocare anche a chi non ha mai toccato un gioco da tavolo con la certezza che si divertirà.

Risulta infatti interessante sia dal lato di chi deve indovinare che dal lato di chi inganna ed è divertente vedere cosa gli altri sono in grado di inventarsi. Si tratta insomma di un ottima scelta per far giocare neofiti o da portare ad una festa, anche perchè sta in una tasca.

Anche le tematiche dei quattro mazzi sono a mio parere ben scelte e danno un feeling abbastanza diverso tra loro e sono tutti è quattro molto belli come oggetti in sè... inoltre esiste anche un set con i 4 mazzi assieme che vengono forniti in una scatola di metallo tipo portasigari. Ok... è mero piacere estetico ma salta all'occhio.

Punto critico per alcuni potrebbe essere la longevità che è comunque buona (considerando di giocarlo mediamente in 5 giocatori, servono 12 partite per esaurire tutte le domande) ma è comunque forzatamente limitata. Ammetto che non essendo un gioco che si gioca in continuazione la cosa non mi mette particolare ansia, ma ci tengo comunque a sottolinearlo perchè se vi ispira e pensate di farne un uso intensivo dovete tenere in conto di acquistare più mazzi col tempo (io mi son preso il set completo quindi ho mediamente una cinquantina di partite davanti a me... che al mio ritmo significa anni e anni).

L'unico reale difetto è quello della lingua... si tratta di un gioco inglese che non esiste (nè mai esisterà, visto che nessuno l'ha fatto fino ad ora) nella dantesca lingua. La domanda viene letta pubblicamente (e qui non c'è problema) ma la risposta la si legge privatamente. In realtà il gioco viaggia abbastanza bene a patto di avere una conoscenza anche medio bassa (se non si capisce a pieno la risposta ci si limita ad inventarne una falsa, e per farlo basta capire le 1-2 parole in rosso). Inoltre le risposte medie sono molto più brevi di quella dell'esempio sopra... per esempio la risposta della carta alla domanda di esempio sopra ("A cosa sono incredibilmente resistenti le rane?") è semplicemente "Freezing.".

DOVE LO TROVO
Benvenuti nei consigli per gli acquisti... il gioco ha un prezzo di listino di circa 10 euro a mazzo e potete trovarlo in offerta su Egyp.it a 8,90 euro. Su egyp trovate sia i quattro mazzi sfusi che anche la Collectors Edition, ovvero l'edizione speciale con il bellissimo portasigari in metallo di cui vi accennavo sopra contenente tutti i mazzi a 29 euro.


-- Le immagini sono tratte dal manuale del gioco, da BoardGameGeek (postate da Matt Morgan) o dal sito della casa produttrice (Days of Wonder) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

1 commento:

  1. Nella frase seguente suppongo manchi la parola "filler"

    Il gioco mi è piaciuto e chi l'ha provato si è divertito... è un ottimo (una partita dura

    RispondiElimina