giovedì 1 dicembre 2011

Anteprima : Fantascatti

Scritto da Iziosbiribizio

In generale, si pensa che i giochi siano cose da bambini. In generale, gli adulti comprano i giochi per i bambini. Alla fine però, capita che con la scusa di fare un regalo al bimbo sia l'adulto ad approfittarne per giocare! Questo è il caso di Fantascatti!
Fantascatti (originariamente edito dalla Zoch con il nome di Geistesblitz, per 2-8 giocatori con tempo medi a partita di 20 minuti, indipendente dalla lingua) è un gioco edito da Giochi Uniti, ideato da Jacques Zeimet e illustrato da Gabriela Silveira: la trama è molto semplice, il fantasma Baldovino infesta un castello, ed armato di una sgangheratissima macchina fotografica decide di immortalare tutto ciò che fa sparire...compreso se stesso.
La macchina fellona, però, sballa tutti i colori! A tal punto da rendere complicato al fantasma ricordarsi cosa voleva fare sparire. Come si può intuire, e dato che il gioco è inidirizzato alle famiglie ma soprattutto ai più piccini, le regole sono estremamente semplici. Il contenuto del gioco è formato da 5 oggetti (fantasma, poltrona, bottiglia, pantegana, libro) e da un mazzo di carte illustrate.

Come si gioca?

Dopo aver disposto casualmente gli oggetti sul tavolo, un giocatore prende il mazzetto di carte e, con incredibile rapidità, gira la prima carta scoprendola verso gli altri giocatori. A questo punto: - se la carta ha un oggetto colorato nel modo giusto (esempio, il fantasma è bianco), bisogna afferrare l'oggetto illustrato; - se invece la carta ha oggetti colorati in maniera errata (es fantasma blu), bisogna afferrare l'unico oggetto che non è coinvolto nell'illustrazione nè come forma nè come colore.
Chi riesce a far sparire l'oggetto corretto, vince la carta! Chi invece cattura l'oggetto sbagliato, deve scartare una carta, dopodichè il mazzo passa al giocatore vincente(se c'è) del turno.
Il gioco termina quando il mazzo viene esaurito, nominando vincitore il giocatore col maggior numero di carte.


Conclusioni
Inutile dire che questo gioco si presenta senza pretese, come filler per piccini ma a mio parere molto ma molto gustoso anche per i non piccini! Le risate sono assicurate, e per chi conosce Jungle Speed e non resiste a fare una partita solo per farsi 4 risate, allora deve assolutamente aggiungere Fantascatti alla sua collezione. Le carte sono ben disegnate e gli oggetti in legno sono davvero belli e ben scolpiti. 
Il prezzo è un pò altino a mio parere per ciò che alla fine è presente dentro la scatola, ma se volete intrattenere per una decina di minuti degli ospiti a casa, che siano piccoli o grandi, sicuramente con Fantascatti farete bella figura. Consigliatissimo ! 

Concludo dicendo che il gioco è entrato nella lista dei raccomandati allo Spiel des Jahres (nonchè in quella dei giochi destinati ad un pubblico dai 6 anni in su in altre competizioni)  e che è disponibile sul negozio online Egyp a 17,90 euro.
-- Le immagini sono tratte da BGG (postata da Ejido Bohe) dal manuale e/o dal sito della casa produttrice (Zoch - Giochi Uniti) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --- 

26 commenti:

  1. Consigliatissimo?

    Mi spieghi di nuovo perchè? Praticamente è un astratto, vestito pure malissimo... "La macchina fellona, però, sballa tutti i colori! A tal punto da rendere complicato al fantasma ricordarsi cosa voleva fare sparire."
    Che diavolo di macchina è? E poi anche sballando i colori, come fai a non distinguere un topo da una poltrona?
    La meccanica è "strega comanda colore + jungle speed". Ripetitivo alla nausea, originale come una fotocopia, costoso.

    Davvero: consigliatissimo a chi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro diffidente, provalo, e vedrai!!
      Consigliatissimo a tutti. Anche a te!

      Elimina
    2. Un gioco bellissimo, per i piu' piccoli, ma sicuro fara divertire anche i piu' grandi.
      Il mio preferito per ingegno semplicita' e astuzia.
      Ogni bambino che capitava in casa lo sognava, e cosi' lo lasciavo in regalo. Comperatie 21 confezioni !!! Ovviamente andate a ruba.
      Nella nostra ludoteca composta la momento da 92 giochi diversi... e' nelle primissime posizioni !!!

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. Beh, è il classico giochillo senza troppe pretese, basato su di un'idea di partenza facile. Il fatto che sia entrato nel novero dei 'consigliati' dello Spiel attesta che il buon Izio non è l'unico al quale è piaciuto .. Poi son d'accordo che non sia una pietra miliare del gioco da tavolo (nonchè sul fatto che la patente dello Spiel des Jahres a volte vale quanto quella che ti regalano con le patatine), ma questa è un'altra storia .. ;)

    RispondiElimina
  3. LOL!
    E' un party game, un fottuto party game!
    E funziona.
    Ovvio che sia consigliato...
    Quella che non andrebbe consigliata è l'edizione italiana, ma questo è un altro discorso.

    RispondiElimina
  4. A me sembra più un gioco da bambini delle elementari (riconosci i colori - afferra il cazzillo), tanto che lo pubblica la Zoch, che insomma non è né la Adlung né la Cocktail. Che poi lo si usi come party game (come succede anche a tanti giochi della Haba) ok, ma insisto che "Consigliatissimo" è una chiosa eccessiva per un giochino che insomma, se non esisteva era decisamente lo stesso (e insisto anche che c'è di meglio, e di molto, in qualsiasi categoria lo si voglia infilare, anche perché occhio che infilandolo il fantasmino è l'unica cosa che entra bene).

    RispondiElimina
  5. Qualsiasi gioco "se non esistesse sarebbe lo stesso". ^^
    E sì, è anche un gioco per bambini, dunque? E' brutto? I giochi per bambini sono sconsigliati?
    Hanno una scala di valori che si ferma alla sufficienza? Mah...

    Tra l'altro, non è che poi lo si "usa come party game" _E'_ un party game, l'errore è volerlo usare come se fosse qualcos'altro. Ma la recensione non è ingannevole, dice esplicitamente cos'è e cosa non è.
    E' consigliato come party game, se a uno non piacciono i party game è ovvio che non lo acquisterà mai.

    RispondiElimina
  6. No, AleK, così sminuisci i giochi, diavolo. Se non fossero mai esistiti Hero Quest, o Samurai, o Caylus (per prenderne tre che sono sia molto diversi fra loro), non sarebbe tutto "lo stesso".
    Vuoi mettere Fantascampi sullo stesso piano?

    E sì, è anche un gioco per bambini, dunque? E' brutto? I giochi per bambini sono sconsigliati? Hanno una scala di valori che si ferma alla sufficienza? Mah...
    Mi metti in bocca concetti non miei. Questa è una cazzata detta da qualche goblin, non da me.
    Di giochi per bambini ce ne sono belli e brutti, come di tutto il resto, e vanno ovviamente valutati per il target che hanno. Quest'anno sono usciti un PACCO di giochi per bambini divertenti. Vogliamo dire insieme qual'è la differenza fra Fantamatti e Da ist der Wurm drin, o Snack Attack!, o Hexenhochhaus?

    Poi boh, io non ho capito se per il recensore questo è o meno un gioco per bambini che usi come party game, o un party game adatto anche ai bambini, o semplicemente un gioco che qualcuno ha detto "scrivete di questo", e allora se ne scrive... ma poi, alla fine, chi se ne frega di Fantacazzi: son cavoli di chi lo compra, non miei.

    RispondiElimina
  7. Non voglio mettere fantapacchi davanti a nulla, dal tuo intervento non era chiaro se stessi valutando il gioco nella sua categoria o se lo stessi confrontando con puerto rico...
    Hai esordito criticando un party game perché astratto... se a te lascia perplesso che sia consigliato a me ha lasciato perplesso il tuo commento.
    In un party game, cos'è importante valutare se non il fatto che funzioni e crei un clima da "festa"? La storiella introduttiva?
    A questo punto, quale sarebbe un esempio di party game da presentare a giocatori occasionali (magari con figli) nel dopo cena? E perché fantasecchi non dovrebbe andare bene?

    RispondiElimina
  8. Il gioco e' una cagata pazzesca, grafica orrenda, prezzo assurdo, dinamiche fritte e stupide.

    Il suo utilizzo lo vedo solo con una ragazza e il fantafallo, oppure nel deretano del Pedone Nero

    RispondiElimina
  9. Sono l'autore dell'anteprima. Ho dimostrato Fantascatti a GiocaTorino 2011, perciò parlo e giudico per ciò che ho visto "sul campo". Fantascatti è un gioco carino, che consiglio ALLE FAMIGLIE, ovviamente. perciò mi pare poco sensato parlare come fa black pawn di hero quest, o caylus che sono giochi di ben altra levatura. Per moltissime persone che non avevano mai giocato prima, sembrava un capolavoro. Personalmente per l'associazione di cui faccio parte la cosa più importante è diffondere la cultura ludica, non fare i sapientoni giusto per rendere il mondo del gioco da tavolo ancora più di nicchia. ho fatto il dimostratore anche per jungle speed e c'era gente che l'ha gradito di meno di fantascatti. sono un possessore di jungle speed, e vi dico che fantascatti non è così semplice, e può essere carino averli entrambi per variare un pò. Poi chi viene a parlare di ambientazione per giochi per bimbi, allora dovrebbe dar fuoco all'haba che ha delle ambientazioni abbastanza farlocche eppure i giochi sono molto belli, tanto da riempire i tavoli alle fiere. mi spiace per mr black pawn e il cappello della strega che sono così sofisticati e così di alto gusto da non capire che forse ci sono anche altre persone che non sono hard core gamers che potrebbero apprezzare un gioco come questo. Sono contento per loro che hanno una compagnia fatta di soli gamers, ma io che ho amicizie molto diverse tra loro, e facendo il dimostratore praticamente per mestiere, affermo e continuo ad affermare che fantascatti E' consigliatissimo. o meglio, per chi non è con la puzza sotto al naso, e forse dovrebbe rendersi conto che i problemi per cui arrabbiarsi sono altri :).
    buona giornata

    RispondiElimina
  10. Chiedo scusa, non ricordavo che mr black pawn fosse il bloggatore del puzzillo... la stessa persona con cui ho avuto da ridire su fb per i suoi giudizi su arcanum che lo definiva un gioco di mera fortuna :)... ho dimostrato anche arcanum a gt2011 ed effettivamente lo dicevano tutti quelli che non avevano capito il gioco e perdevano clamorosamente :)! ripeto, mr black pawn fa il cattivo perchè è nel suo personaggio, perchè il suo mestiere è denigrare i giochi. è apprezzato per questo, e noi ci facciamo una bella risata per le sue battute così come deve essere :)!

    RispondiElimina
  11. sempre per mr black pawn, quando scrive "Poi boh, io non ho capito se per il recensore questo è o meno un gioco per bambini che usi come party game, o un party game adatto anche ai bambini, o semplicemente un gioco che qualcuno ha detto "scrivete di questo", e allora se ne scrive", il suddetto recensore ha scritto:
    "Inutile dire che questo gioco si presenta senza pretese, come filler per piccini ma a mio parere molto ma molto gustoso anche per i non piccini! Le risate sono assicurate, e per chi conosce Jungle Speed e non resiste a fare una partita solo per farsi 4 risate, allora deve assolutamente aggiungere Fantascatti alla sua collezione. Le carte sono ben disegnate e gli oggetti in legno sono davvero belli e ben scolpiti."
    basterebbe leggere, anzichè insultare la gente e i giochi solo per il gusto di farlo, senza che questo sia costruttivo in alcun modo! poi per carità, se una persona fa dell'insulto il suo stile di vita perchè non in grado di esprimersi diversamente, beh esiste il libero arbitrio!

    RispondiElimina
  12. @Iziosbiribizio/Anonimo: Non posso che darti ragione su tutta la linea e ammetto che la tua analisi rispecchia al 100% il mio pensiero e la mia esperienza.

    Passo anch'io molto tempo a far provare nuovi giochi perchè quello che cerco di fare assieme a Fabio (nella vita e sul blog) è far conoscere il mondo del gioco da tavolo a più gente possibile.

    E per far conoscere e crescere il nostro mondo sono spesso più utili i jungle speed, snorta, 7wonders e Ticket to Ride, dei gioconi supercomplessi e minimalisti da 3 ore di feld o dei Dominant Species (che si rivolgono poi alla nichhia della nicchia e lì restano). Poi ci sarà chi parte da Carcassonne ed finisce a giocare ad Agricola, ma molti si fermeranno a metà strada, e va benissimo così.

    Tutti i tipi di gioco si rivolgono ad un target specifico, come ha elegantemente scritto Fabio sopra, e vanno valutati in tal senso. Io sono un giocatore ad ampio spettro e mi diverte tanto un Le Havre come un Thebes, a seconda di cosa sono in vena.

    RispondiElimina
  13. Ah, mi trattano tutti male perchè sono nero e cattivo! Che ho fatto per meritarmi questo? Ah, già, sì. Adesso ricordo. Ops.

    Quello che non mi piace della recensione è che, sarà che siamo sotto natale, ma è la tipica recensione spot.

    La tipica recensione spot (per carità, magari anche involontariamente, visto che in giro ti insegnano a farle tutte così, le recensioni) funziona così:
    1) C'è un preambolo che dice poco, ma che bendispone il lettore, spesso citando qualcosa di caratteristico o divertente dal manuale, o ricordando quanto è bello giocare in famiglia, o tornare bambini, o cose così.
    2) Segue una descrizione finto-fredda delle meccaniche, che fa tanto recensione obiettiva.
    3) Si parte elecando i pregi: "bello, bello bello, cavolo quante risate" (o "quanto è profondo", dipende dal gioco). "Adatto a tutti, ma proprio a tutti tutti" (o "una ventata di novità nel contestato mondo dei [genere gioco]").
    "I pezzi sono fighissimi".
    4)Infine, i difetti (selezionarne uno):
    a) Un po' caro
    b) Qualche dubbio sulla longevità
    c) Forse in 3 e mezzo scala un po' peggio

    Io semplicemente diffido di tutte le recensioni scritte così, mi piacciono di più quelle incazzate (per esempio mi sono di recente ricreduto su un paio di ragazzi di ILSA, che quando vogliono pestano abbastanza duro) perchè i giochi hanno anche dei difetti - strutturali - e mi piace saperli prima di buttar via dei soldi, che poi forse butto via lo stesso, ma consapevolmente.

    Poi, che alla gente non vada bene e che mi rispondano a offese dirette mi va benissimo, mi diverto un sacco, anche perché di solito inizio io e le carpe, essendo d'acqua dolce, abboccano tutto l'anno.

    PS: cappellodellastrega, mi vuoi davvero infilare roba nel didietro? sai che freud ci ha scritto un pacco di libri su 'ste cose? pensaci.
    PPS: anonimo, ti prego, correggimi la grammatica e fallo imitando mariastella gelmini.
    PPPS: povero pinco, un po' mi spiace.

    RispondiElimina
  14. Caro black pawn, con un pò di ore di sonno in più sulle spalle e tanto nervoso in meno, cercherò di risponderti per chiarificare la situazione il meglio possibile e mettere un punto a questa diatriba.
    Abbiamo capito il tuo punto di vista. Lo terremo ben presente per aggiungere incisività alle nostre recensioni, perchè quel che è giusto è giusto. Allo stesso tempo, questo blog si chiama Giochi Sul Nostro Tavolo, non Il Puzzillo. L'insulto alla tua maniera è la TUA firma, e sono certo che caratterizza il tuo personaggio e il tuo modo di scrivere. Ma questo è un blog diverso, letto da persone diverse. Sono certo che questa discussione avrà di certo contribuito a far si che le persone incuriosite dal tuo modo di scrivere passino a dare un'occhiata al tuo blog, che è pieno di sferzate di questo tipo. Le tue critiche saranno sempre ben accette quando le presenterai in modo educato, senza battute ne doppisensi ne storpiamenti del nome del gioco. Sei una persona intelligente, in quanto ci va molto più cervello a trovare la battuta e la scappatoia per rispondere che per risolvere un integrale doppio, ti invito perciò a condividere con noi le tue nozioni di scrittore ma con un timbro leggermente diverso. Sei una persona pungente e hai tutto il diritto di esserlo, io in primis ti lascio la mia mail (iziosbirbizio@hotmail.it) per condividere le tue opinioni sulle mie recensioni ed aiutarmi a migliorare, ma non scriverò mai come scrivi tu in quanto siamo due persone distinte. Ti dico questo perchè ci sono persone che, leggendo i tuoi commenti e il tuo modo di scriverti, potrebbe anche rubarti le battute ed usarle come proprie(vedi il cappello della strega). Per concludere, il tuo aiuto sicuramente è ben accolto per migliorare questo blog, nel modo e nelle quantità accettate, ovvero rispettando l'educazione e il "buon costume" che ci siamo preposti. Vuoi darci degli ipocriti? Va bene, ti dimostreremo che possiamo essere si critici, ma sempre restando in certi ranghi. Anche perchè noi non vogliamo scrivere come te. Mi ripeto: 1 è la tua firma, 2 è un altro blog.
    Sono convinto che comprenderai che la cosa si può chiudere qui, pacificamente e senza ulteriori risposte ironiche. Se ci saranno, evidentemente mi sarò sbagliato sul tuo conto e passeremo ad ignorarti, in quanto non vuoi aiutarci ma solo farti pubblicità e ferire gratuitamente. A te la mossa, se vuoi sotterrare l'ascia e iniziare una felice collaborazione saremo contenti di una risposta positiva ed educata, se vuoi canzonarci come al solito beh... contento tu!
    Spero di essere stato abbastanza logorroico alla Mariastella.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  15. Iziobrizio, io non ce l'ho con te, questo ci tengo a precisarlo. Cercherò di fare meno battute possibili, ci tengo però anche io a chiarire un paio di punti: di base ce l'ho con un certo modo di scrivere recensioni (che per inciso potrebbe non essere proprio di TUTTE le recensioni di un recensore, ma solo di alcune, e qua non sto a dire cosa sia peggio).

    Nel mondo ludico, che in quanto tale è fatto di zucchero e caramelle mou, non si può dire male di nulla e nessuno. Ma l'astio sotto pelle c'è e si vede, basta vedere con quale facilità scoppino flames (as here) o orde di haters più o meno repressi (vedi il ns. post sull'autoproduzione). Il 98% delle recensioni, e il 99% delle recensioni di prodotti italiani, sono positive. O sono tutti capolavori, o c'è un eccesso di entusiasmo. Ovviamente opinione mia, ma mi piacerebbe che venisse confutata coi fatti.
    Senza ironia: davvero l'unico difetto di Fantascatti è "il prezzo un po' alto"?

    Infine: io dò fastidio perchè mi va, non per secondi fini (quali poi? le visite in più sul blog di un altro? alla faccia del secondo fine!).
    I miei commenti alle recensioni non sono graditi?
    In futuro, se non vi aggraderà il tono o quello che dico, cancellateli, basta un click.
    Ilcappellodellastrega, se vado sul suo blog\sito\pagina, mi cancella i commenti. Lo fa due volte, poi smetto di scrivere, pazienza, non è che mi strappo i capelli.

    Ci va molto meno tempo a cancellare un post che rispondere a tono, così evitiamo di tirare in ballo il tempo di risoluzione di un integrale doppio, e l'annosa diatriba "è più intelligente un matematico o un umanista?" che non mi interessa, visto che ho fatto l'IPSIA.

    BP

    RispondiElimina
  16. Forse mi sono spiegato male. Non ti ho detto di non dire male, ti ho detto di dirlo in modo più consono. Dire che il fantasmino si può mettere dove non batte il sole è eccessivo, non trovi? Perlomeno per questo blog. Non cancelleremo i tuoi commenti se saranno irrispettosi(ti ricordo che hai dato a me del "corrotto", direi che non era pertinente ai sensi della critica del gioco), semplicemente li ignoreremo. Fantascatti mi è piaciuto un sacco perchè mi piacciono i giochi da riabilitazione motoria con i pezzi di legno. Adoro anche tarantel tango. Quindi? Son gusti. Che ci vuoi fare? Ma non li cambierò di certo per te, non sarebbe giusto non credi. Sarò più incisivo, potrai controllare. Non sono un umanista, sono un ingegnere informatico... c'è pochissimo umanesimo lì dentro e tanti integrali, quindi non era filosofia spiccia ma solo la mia opinione. Buona giornata

    RispondiElimina
  17. Allora, recap: io ho ho insinuato il dubbio che per parlare così bene di un gioco come Fantascatti ci dovesse essere qualcosina sotto, anche solo una scatola omaggio.

    Perchè, sempre opinione mia, FantaScatti è "uno dei tanti": solo la Haba, la Zoch e la Drei Magier hanno fatto uscire zilioni di giochi per bambini quest'anno, coi pezzi di legno, coi magneti, con regole più o meno originali e così via.

    Nei commenti, hai detto che hai dimostrato Fantascatti a GiocaTorino. Una volta sola, perché ti faceva piacere ed eri nello staff? O come dimostratore di Giochi Uniti? Gratis o pagato?

    Bada bene: questo non implica che tu non possa fare la recensione, ma secondo me è una cosa da dire. Il mondo ludico è in gran parte volontario, ci sta di partecipare alle attività di qualche editore o fiera e ottenere cose in cambio. Parlarne bene dopo mi sembra il minimo, no? Oppure semplicemente fra i giochi del 2011 di questa fascia conosci solo Fantascatti o poco più, e quindi ne parli bene perché ti mancano i termini di paragone.
    O magari ti è semplicemente piaciuto da matti, e poi chissene, tanto "è comunque la tua opinione".

    E hai ragione. L'oggettività è una chimera, la realtà è ingannevole pertanto ognuno può dire quel che vuole, e nessuno può confutare nulla.
    Questo vale per me, ma anche per te. Per cui, che parliamo a fare? E che scriviamo a fare?

    Sta all'utente valutare, dopo aver speso i suoi soldini, se quello che ha letto sui vari siti aveva un qualche valore, o se è stato preso per il cu... deret... fortuna.

    Buona giornata anche a te.
    E ribadisco, a scanso di equivoci, che non ce l'ho con tutte le recensioni di questo mondo o di questo sito o di altri, né nello specifico con l'autore della recensione: ce l'ho col dire bene a tutti i costi, con l'incensare banalità, e col dire le cose a metà. Tutto qua. Opinione mia.

    RispondiElimina
  18. Sono dell'opinione che fare ironia e criticare sempre, a prescindere, sia sin troppo facile e nella scelta tra il famoso bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto sono putroppo di più quelli che vedono il secondo, mentre sono gli altri che con il loro atteggiamento positivo migliorano la vita di quelli che entrano in contatto con loro, contagiandoli positivamente.

    La critica sguaiata e la cultura del sospetto generano sempre 'ascolto' lì per lì, ma alla fine non informano, perchè si limitano a distruggere. Il settore dei giochi da tavolo, piccolo e di nicchia, già fatica così a far conoscere il bello di sè al grande pubblico e non lo vedo come costruttivo descrivere tutto per forza peggio di quello che è, allontanando così chi si avvicina adesso. Meglio è selezionare ciò che è bello e di quello parlarne diffusamente, senza per questo astenersi da critiche su aspetti migliorabili o incompleti !

    Quanto al discorso sui 'flame' e gli 'haters' direi che sai benissimo che sei tu che sei venuto, volutamente e con spirito di divertimento, qui a cercare di tirare qualcuno 'per la giacchetta' a riprenderti. Del resto hai, nell'ordine, senza troppi fraintendimenti: 1. detto che l'articolo è stato scritto da qualcuno che non può che aver ricevuto il gioco in regalo per parlarne bene ; 2. che tutti quelli che scrivono dei giochi in Italia mancano di obiettività (perchè l'unico obiettivo sei tu, perchè parli male di tutti) ; 3. che l'informazione ludica del nostro paese è deviata e corrotta (tranne te) da favori e regalucci ; 4. che chi ha scritto l'articolo su Fantascatti non conosce abbastanza il mondo dei giochi per poterne parlare con cognizione di causa ; 5. che prendiamo in giro i lettori proponendo recensioni taroccate.

    Abbiamo risposto tutti con cortesia e dando spiegazioni, nello stile di questo blog, per quanto queste accuse siano, soprattuto lette tutte insieme, poco simpatiche, ingenerose ed infondate ed avrebbero potuto provocare reazioni sdegnate. Pensa se qualcuno venisse a casa tua, tu apri la porta e lui inizia ad insultarti per mezz'ora: il fatto che lo faccia sorridendo alla fine non aiuta granchè a gradirlo e ti senti anche preso in giro, perchè lui pretende di essere simpatico, si chiede perchè non stai ridendo e ti accusa di non stare al gioco .. scordando che il gioco 'prendiamo in giro il padrone di casa' lo hai scelto lui ..

    La sensazione che tu ce l'abbia con il mondo comunque in certo modo la lasci .. se vuoi restare simpatico cerca quindi di non esagerare ;)

    RispondiElimina
  19. per concludere ho dimostrato a giocatorino come dimostratore pagato(una miseria se ti fidi) per tutte le case editrici, ero il jolly. quindi giochi uniti oliphante e cranio. tra i giochi della stessa fascia c'erano anche sushizock, heck meck, mezzanotte col fantasma... e basta che io mi ricordi per i bimbi. sono anche dimostratore haba(assolutamente gratuito), e di giochi da riabilitazione motoria come dici tu che io sappia non ce ne sono! quindi, a mio parere esclusivo e soggettivo, fantascatti l'ho trovato più apprezzato perchè molti bimbi non volevano fare i conti di heck meck e poco capivano sushizock. non confronto con mezzanotte col fantasma perchè come saprai di certo è poco più di un gioco dell'oca. ovvio che se mi prendi un qualsiasi haba costa meno e forse è più bello, ma ripeto che io sappia di riabilitazione motoria la haba non ne fa. jungle speed costa di più e per i bimbi piccoli riconoscere le micro differenze fra le carte è difficile, quindi concludendo consiglio vivamente a chi, come me, adora anche i giochi caciarosi movimentati e vuole far giocare i bimbi. a chi piace caylus e i giochi da pensare lo compri solo per darci fuoco, se proprio vuole sprecare soldi!

    RispondiElimina
  20. Ok, direi che ho flammato abbastanza.
    Mi ritiro per deliberare, qualsiasi cosa significhi.

    RispondiElimina
  21. Io ho l'edizione tedesca Geistesblitz presa lo scorso Natale, a noi è piaciuto molto, e quando non esiste l'oggetto corrispondente le cose si complicano e si va pure in tilt.
    Ma noi (io e mia figlia 9 anni) siamo solo delle principianti cui piace divertirsi giocando :)
    Heck meck bello ma per noi principianti diventa noioso verso la fine quano restano poche tessere, meglio Hick Hack. (a noi i giochi Zoch piacciono :) )

    RispondiElimina
  22. Un gioco semplice ma geniale, adattissimo per avvicinare i neofiti al mondo dei giochi in scatola. Tutti quelli a cui l'ho proposto sono rimasti entusiasti e vogliono sempre rigiocarci. Adatto per giocare in famiglia, in quanto i grandi non sono avvantaggiati rispetto ai piccoli... infatti, il meccanismo mentale che ti porta a scegliere l'oggetto giusto non è per nulla scontato.. soprattutto tenendo conto dell'elemento "velocità". Importante a mio parere, per la vittoria finale, evitare il più possibile di toccare gli oggetti sbagliati...
    La versione italiana è inutile, tanto il gioco è indipendente dalla lingua, ed è facilissimo da spiegare.
    Bello, consiglio a tutti di provarlo.. prima di fare commenti! ;-)
    Erica

    RispondiElimina
  23. Gioco fantastico...!!!
    Pratico, lo metti nella borsa o in tasca della giacca, quindi sempre con te...
    Sei al ristorante e tardano a servirti... i bimbi si lamentano??? Momento magico di mettere fuori FANTASCATTI.... attenzione, se ci sono altri bambini nel ristorante, vorranno sicuro giocare anche loro !!! E si dovranno unire tavli e fare nuove amicizie !!!
    Quindi gioco sconsigliato per chi e' poco socievole e scontroso.
    Altro vantaggio, ottimo anche per i bambini che ancora non sanno leggere... e possono competere con gli adulti !!!
    Poi ci sono le varianti, puo' essere o meno competitivo, con la penalizzazione, con la variante sonora....
    Per la lemplicita' dell'impianto, carte e 5 oggetti, e' fantastico.
    Mi ero stufato di sentire gli amichetti di turno se lo potevo imprestare, comperate altre 20 confezioni e per un annetto sono stato in pace.
    P.S. A casa abbiamo una collezione ludica di 93 giochi diversi, fantascatti galleggia in cima alla classifica delle preferenze... parlo di bambini di 7 anni.

    Lo consiglio, ma se lo acquistate, comperate piu' confezioni !!! Poi vi serviranno.
    Anche al ristorante dove vado a pranzo nella pausa lavoro l'ho regalato alla bimba della titolare.... adesso e' diventato un elemento di attrazione del locale !!!

    Si avvicendano persone nuove, quindi rimane divertente. Ovvio, e' un gioco da usare alternandolo con altri...

    Provate e vi divertirete, specia con i bambini !!!

    RispondiElimina