venerdì 23 dicembre 2011

Rockband Manager - Anteprima


Scritta da Chrys

Tra le ultime novità annunciate dalla Fantasy Flight Games ha catturato la mia attenzione questo Rockband Manager, un gioco di carte per 3-6 giocatori (e per me già guadagna qualche punto per essere giocabile in 6) creato da Antoine Bauza, dove ci si sfiderà nell'arduo compito di assemblare la migliore band e traghettarla verso il successo musicale.

Nel farlo potremo seguire la nostra bend da tutti i punti di vista, sia strettamente musicali sia per quanto riguarda il marketing, gli ingaggi pubblicitari, le attrezzature e molto altro, senza dimenticare la possibilità di sabotare i gruppi altrui.



NELLA SCATOLA
La scatola sarà il formato SilverLine della FFG (come per la nuova edizione di Citadels o per Death Angels, tanto per capirci), formato che solitamente la Fantasy Flight Games riempie al millimetro e questa volta non sembra da meno perchè possiamo notare, oltre naturalmente alle 120 carte, parecchi token di vario genere e 6 chitarre elettriche in plastica. I disegni hanno uno stile molto fumettoso e si piazzano a metà strada tra il super-deformed giapponese e lo stile alternativo alla Scott Pilgrim.

LE MECCANICHE
Il gioco è diviso sostanzialmente in 3 macrofasi: la formazione del gruppo, il debutto e l'apice della carriera. 
Nella prima fase come intuibile vi sarà la campagna acquisti in cui ci si contenderanno con un'asta i migliori artisti (nei limiti del nostro budget) cercando di ottenere il migliore mix di caratteristiche. 

Ogni artista avrà infatti 3 caratteristiche (abilità musicale, carisma ed opportunismo): avere grandi musicisti ma nessuno che sia presentabile ad una intervista o ad una trasmissione sarebbe chiaramente controproducente. Le caratteristiche determineranno quali/quante carte evento potranno essere attivate dal musicista. Alla fine della fase reclutamento avremo 5 membri (voce, chitarra, basso, batteria, tastiera).

Da quanto comunicato ufficialmente sembra di capire che comunque anche i membri "di serie B" avranno i loro usi... si accenna ad esempio che il batterista mediocre è l'ideale da mandare a sabotare le altre band.

Le altre due fasi sembrano essere gestite in modo simile e presentano turni con 10 carte disponibili che potranno essere scelte con una meccanica probabilmente di piazzamento lavoratori o di asta. Le carte saranno di due tipi: eventi (concerti, talk show, interviste, ecc.) e azioni speciali (tra cui anche i sabotaggi).

Lo scopo del gioco è quello di ottenere il maggior numero possibile di punti vittoria (qui chiamati a tema decibel) alla fine della fase dell'apice della carriera, per vedere la propria band entrare negli annali del rock. Se volete maggiori informazioni potete scaricare il regolamento tradotto in italiano dalla tana dei goblin.

PRIME IMPRESSIONI
Difficile sbilanciarsi perchè i dati forniti son proprio pochi, ma il gioco ha senza dubbio acceso il mio interesse. Si presenta senza dubbio come un gioco allegro e chiassoso; la cui profondità startegica è ancora tutta da verificare, ma il fatto che sia dato da 14 anni in su fa pensare ad un gioco non banale.

I disegni possono chiaramente piacere o non piacere, ma la grafica è comunque di ottimo livello e devo dire, grazie allo stile fumettoso, molto più chiara rispetto agli standard della Fantasy Flight (hanno sempre carte molto belle, ma lo stile realistico e le grafiche molto dense di particolari le rendono talvolta faticose da leggere a distanza... questo non sembra però il caso attuale).

Lo danno per una durata di 30-60 minuti e se fosse così potrebbe essere decisamente un ottimo filler e il suo prezzo di vendita in italia sarà indicativamente sui 19-20 euro (19,90$ in USA)... appena saprò di più vi aggiornerò. ^__^

E' USCITO FINALMENTE.. 
...ma prendiamocela anche più calma cara Fantasy Flight Games: in fondo hanno impiegato solo 11 mesi... comunque alla fine è arrivato nei negozi, ad un prezzo di listino di 19,90 (naturalmente lo trovate anche su Egyp.it). Penso che me lo prenderò, quindi presto ne vedrete una recensione...  :)

-- Le immagini sono tratte dal sito della casa produttrice (Fantasy Flight Games), alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplice richiesta. --

8 commenti:

  1. davvero intricante, staremo a vedere gli sviluppi futuri. Mi intrigaanche parecchio l'ambientazione del gioco. Speriamo che le aspettative si tramutino in conferme

    RispondiElimina
  2. Ho l'edizione uscita in francese (che cosa curiosa, è stata realizzata poco dopo l'edizione per il mercato SPAGNOLO(!) nonostante il gioco sia della Edge e l'autore sia Bauza -quello di 7Wonders, Ghost stories, Takenoko... per capirci.

    Il regolamento in italiano lo trovate qui http://roma.goblins.net/downloads/6/0/RockBand_manager_Reg_ITA.pdf

    RispondiElimina
  3. @Olaf78: grazie per la dritta.. ho subito aggiunto il link anche nella recensione; a questo punto approfitto ancora di te ^__^

    L'edizione inglese marchiata FFG deve ancora uscire e visto che già hai per le mani quella francese mi chiedevo se sono identiche o se c'è stato un cambio della grafica di qualche tipo.

    RispondiElimina
  4. Per quanto ne so (non ho il gioco ma lo seguivo con interessa fin dalla sua prima edizione, mi bloccava il fattore lingua) l'edizione inglese è identica.

    RispondiElimina
  5. christian, la dritta del link era la mia :-) (specifico non per "presunzione" ma visto che chiedi anche se ci sono differenze rispondo sempre io alla domanda). No, non ci sono differenze. Credo siano assolutamente identiche e d'altronde non vedo perchè avrebbero dovuto farlo nell'economia dei costi della stampa. Cambi nessuno quindi, a parte il testo sulle carte (non ce ne è molto, ed è veramente semplice, almeno nella versione francese. Ma non penso che sulla versione in inglese ci abbiano scritto dei poemi ;-)))

    RispondiElimina
  6. @Spider: Ops... ti chiedo scusa e mi cospargo il capo di cenere (ormai in questi giorni ci vedo doppio ^__^).

    Il dubbio sull'edizione era che davo per scontato che quelle FR e ES non fossero marchiate FFG (quindi l'economia di scala dei costi non c'è) e potevano anche esserci differenze nelle edizioni... in particolare lato Fantasy Flight. Comunque grazie per l'info utilissima (soprattutto per i francofoni).

    RispondiElimina
  7. Un'edizione italiana ci sarà?

    RispondiElimina
  8. Al momento non è stata annunciata traduzione... il gioco era giù uscito in spagnolo e francese nella seconda metà 2010 senza che ci fosse una edizione italiana, ma l'uscita FFG fa ben sperare perchè al momento quasi tutti i suoi prodotti sono stati poi localizzati, anche quelli decisamente più complessi.

    AL momento però non ho trovato annunci ufficiali a riguardo.

    RispondiElimina