domenica 19 febbraio 2012

Anteprima - Escape: The curse of the Mayan Temple

Scritta da Nero79

Tra le novità di Norimberga, ci sono un po' di titoli che mi hanno incuriosito. Uno di questi è sicuramente Escape: The curse of the Mayan Temple della tedesca Queen Games. Il gioco viene presentato come un cooperativo di esplorazione in tempo reale con colonna sonora (sì avete capito bene). Quanto si scrivo si basa esclusivamente su informazioni reperite in rete e su un video di presentazione che potete trovare al fondo dell'articolo. Il tema del gioco del norvegese Kristian Amundsen Østby (ho dovuto fare copia-incolla del nome) vede i giocatori nei panni dei classici esploratori un po' Indiana Jones in un tempio Maya maledetto. Il gioco per 2-5 giocatori ha una durata complessiva che si attesta attorno ai 10 minuti, scanditi proprio da una colonna sonora su CD (il lettore CD non è ovviamente incluso ma è necessario per giocare). Lo scopo del gioco è quello di trovare l'uscita del tempio e riuscire tutti ad uscirne prima dello scadere del tempo. Come in gran parte dei cooperativi si vince (se si riesce tutti a fuggire) o si perde (se qualcuno resta intrappolato) tutti insieme.


Componenti
Nel gioco troviamo:
25 dadi a 6 facce personalizzati con simboli vari
21 tessere Tempio in cartoncino che andranno via via che sono esplorate a formare il dedalo di stanze del tempio maledetto
13 carte maledizione da usare solo nel gioco avanzato (ne parlo al paragrafo "Il gioco")
13 carte tesoro
15 gemme verdi
  5 pedine esploratore in 5 colori ad indicare i giocatori
  1 CD con colonna sonora

Il tutto sembra essere del tutto indipendente dalla lingua (fatta forse eccezione per il countdown in tedesco presente sul CD ma niente che impedisca di giocare) e, come nella migliore tradizione Queen Games, mi aspetto componenti di buona qualità.

Il gioco
Il gioco, ben lontano dai classici eurogame, presenta meccaniche di lancio di dadi e posizionamento tessere che hanno ben poco di originale. Tuttavia, sono state inserite alcune dinamiche che lo rendono sicuramente interessante nell'ottica del partygame caciarone (genere che non mi aspettavo proposto da un editore tedesco come Queen Games). Ma vediamo il gioco nel dettaglio.
I giocatori partono tutti con la propria pedina esploratore su una tessera "sicura" al centro del tempio e due tessere adiacenti scoperte. Via via andranno ad esplorare e ampliare il piano di gioco scoprendo sul tavolo nuove tessere.
Si gioca tutti contemporaneamente, in un caos di tiri di dadi senza limiti, mitigato dal sottofondo della colonna sonora (che a quanto pare dovrebbe integrare suoni e musica di atmosfera per far immedesimare i giocatori e far crescere via via la tensione). Ogni giocatore possiede 5 dadi che tira simultaneamente agli altri giocatori decidendo quali risultati utili tenere e quali invece ritirare in cerca di una ben precisa combinazione di simboli.
I simboli sul dado sono:
2x omino verde
1x torcia rossa
1x chiave blu
1x maschera Maya nera
1x maschera Maya gialla
Per spostarsi di stanza in stanza già scoperta è necessario avere la combinazione di dadi indicata sulla tessera stessa. Per esplorare e quindi aggiungere nuove stanze al tempio sono necessari una coppia di omini verdi. La tessera pescata viene posizionata a piacere ma sempre in modo che le porte su di essa combacino per permettere a tutti di muoversi all'interno del tempio. Esplorare una stanza può dare carte tesoro da pescare per ottenere comodi bonus (come gemme verdi o altro)
Su una tessera a parte vendono messe le 25 gemme verdi. Una volta scoperta la tessera uscita dal tempio è necessario tirare un numero di chiavi blu pari al numero di gemme ancora presente sulla tessera. Ovviamente all'inizio e da soli risulta praticamente impossibile scappare anche quando la tessera uscita viene scoperta ma, muovendosi di stanza in stanza, è possibile (tirando determinate combinazioni di dadi) rimuovere una o più gemme dal gioco in modo da rendere la fuga più probabile.
Ogni maschera nera blocca quel dado che non si potrà più tirare finché non si ottiene una maschera gialla (in grado di sbloccare fino a 2 maschere nere).
Giocatori dentro la stessa stanza possono condividere e scambiarsi dadi per ottenere combinazioni di dadi più difficili da ottenere singolarmente e rimuovere più gemme. Durante il gioco la colonna sonora scandirà tre countdown che obbligheranno i giocatori a tornare alla stanza sicura prima dello scadere o perdere un dado se non ci riescono. Il gioco avanzato inserisce anche le carte maledizione (da pescare se si scopre una tessera con una maschera viola) che daranno dei malus divertenti a quel giocatore (come ad esempio non poter parlare o il dover tenere una mano sulla testa finché la maledizione non viene rimossa da una determinata combinazione di dadi indicata sulla carta). I giocatori ad un certo punto trovata l'uscita tenteranno di uscire e se singolarmente ci riescono possono dare un loro dado ad un qualsiasi giocatore ancora nel tempio. Entro 10 minuti comunque, bisognerà trovarsi tutti fuori dal tempio per vincere, altrimenti tutti i giocatori avranno perso.

Impressioni
Difficile dare le mie impressioni su un gioco di cui ho solo letto e sentito parlare, comunque mi sembra un gioco molto interessante nella sua semplicità da proporre come party game veloce in una serata tra amici non propriamente fanatici dei giochi da tavolo. Un'esperienza da provare (e che vorrei provare) che mi lascia perplesso solo per quanto riguarda la longevità del titolo, ma è presto per dare un giudizio definitivo.
Il gioco mi ha ricordato sicuramente la serie The Adventurers ma, se possibile, si rivolge ad un pubblico ancora più casual. Un titolo per grandi e piccini da cui sicuramente gli hardcore gamer devono tenersi alla larga... ma chissà se anche dentro di loro non si nasconde in fondo l'anima di un neofita, che vuole per 10 minuti tornar bambino e mettersi a tirare dadi come un forsennato mentre è allietato da suoni misteriosi e da una musica incalzante degna del miglior Indiana Jones. Sicuramente non consigliato a chi non sopporta un bel po' di caos sul tavolo. Io comunque penso che lo prenderò...  

Qui di seguito trovate il video di presentazione in inglese direttamente da Norimberga.

          
-- Le immagini sono tratte da BGG o dal sito della casa produttrice (Queen Games) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco di cui si parla). Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

4 commenti:

  1. Il genere è proprio quello che mi piace (esplorazione e tempi maledetti :D), ottima news.

    pjojo

    RispondiElimina
  2. ricorda Squad Seven... sono idee che mi piacciono un sacco.

    RispondiElimina
  3. da amante dei cooperativi, molto probabilmente lo farò mio. DungeonQuest+The Adventurers?

    RispondiElimina
  4. Vorrei sapere se questo titolo sarà tradotto nella nostra lingua. In caso contrario, lo comprerei anche originale, ma non trovo da nessuna parte il regolamento in italiano.

    RispondiElimina