giovedì 15 marzo 2012

Glenn Drover's Empires: The age of discovery the builder expansion – impressioni

scritto da polloviparo.


Come molti di voi sapranno, non mi piace dare un voto numerico ai giochi, perchè reputo che questo sia frutto di un gusto strettamente soggettivo.
Ecco quindi che preferisco parlare del titolo oggetto di analisi, esprimendo dei giudizi personali.
Ho fatto questa premessa, perché se proprio fossi obbligato a sbilanciarmi “numericamente” su un gioco da 10, uno dei pochi possibili candidati sarebbe “Age of empires III” di Glenn Drover.
Il gioco ha subito in epoca recente, un cambiamento di nome, legato a problemi di diritti (“Age of empires” è il titolo di un famosissimo videogioco della Microsoft) diventando: Glenn Drover's Empires: The age of discovery”, ma la sostanza non cambia.


Nel 2011, a distanza di ben 4 anni dalla pubblicazione del gioco base, ecco venire alla luce l’attesissima espansione, “the builder”, che vanta già un primato, l’espansione dal nome più lungo mai apparso su questo blog! ;)
Il mio ottimo giudizio sul gioco base nasce dal fatto che lo reputo un buon compromesso fra american e german style.
Racchiude meccaniche tipicamente tedesche (piazzamento lavoratori, raccolta materie prime, ecc…), coadiuvate da dinamiche tipicamente americane (conquista di territori, guerra, ecc…).


Il gioco vanta a mio avviso anche un giusto bilanciamento fra determinismo e fattore “K”, laddove a scelte ponderabili si contrappone quel pizzico di azzardo legato alla conquista del nuovo continente.
Da non tralasciare la componentistica di ottimo livello: plancia di dimensioni importanti, miniature, monete in plastica, carte, tessere, tutto veramente di pregiata fattura (fatta eccezione per la scatola che non contiene inserti per un adeguato alloggiamento del materiale).
Il gioco alla data della sua pubblicazione era per 2-5 giocatori, ma era possibile acquistare un set per il sesto giocatore, venduto separatamente o in regalo a chi preordinava il gioco.
Ad oggi questo set è di difficile reperibilità, ma l’espansione arriva a metterci una pezza.

Cosa contiene l’espansione

L’espansione contiene:

  1. Un set per il sesto giocatore
  2. Un nuovo set di miniature in 6 colori: il costruttore
  3. Tessere nazionalità
  4. Nuove tessere edifici


Dunque vediamo di ragionare insieme su questo contenuto.

Il primo punto è sicuramente superfluo per chi già in possesso del set aggiuntivo di miniature, ma sicuramente importante per tutti gli altri che desiderino di portare il gioco a 6 giocatori.
C’è da dire che già in cinque la durata di una partita tende a raggiungere tranquillamente le due ore, quindi l’aggiunta di un ulteriore giocatore tenderà sicuramente a dilatare questa misura.
Se la cosa non disturba, una volta che si è consapevoli di questo aspetto, direi che non c’è altro da aggiungere.


Il secondo punto è sicuramente l’aggiunta più importante dell’espansione e inserisce un “twist” piuttosto interessante.
I costruttori, incrementano i punti assegnati delle colonie per il primo ed il secondo ad avere la maggioranza (di 4/2  VP) e riducono il costo d’acquisto degli edifici (di 5 $).
Questo aumenta l’importanza delle azioni di colonizzazione, andando a controbilanciare la strategia di accumulo di risorse.
Anche la riduzione di costo degli edifici, permettendo di acquisire con più facilità questi ultimi, costituisce un aspetto non trascurabile.
Il costruttore è ottenibile nel “training box” della sezione “specialist”, mentre ora acquisire una qualsiasi altra miniatura attraverso questo box, costa 5$.


Le tessere nazionalità sono l’aspetto più contestato di questa espansione. Mentre il gioco nella sua veste originale vede tutti i giocatori alla pari, questa espansione introduce un’asimmetria assegnando dei vantaggi specifici ad ogni giocatore:

Inghilterra  2 coloni per turno o prendere 1$ dagli altri giocatori per turno
Francia  1 missionario per turno o 1 colono per ogni nuova colonia
Olanda  1 mercante o 1 capitano per turno
Italia  1 mercante per turno o  economia procura 2/5/10 $
Portogallo  1 capitano per turno o -1 ai nativi/guadagnare il bonus dei soldati
Spagna – 1 soldato per turno o +7$ in caso di scoperta con successo.


Ovviamente gli appassionati si sono già divisi su quali siano le nazionalità migliori e al momento leggo che molti reputano “overpowered” il vantaggio del Portogallo che permette di considerare un -1 ai nativi, rendendo più facili le colonizzazioni.
Molti lamentano uno scarso bilanciamento e viene quindi da chiedersi se questa variante fosse davvero necessaria.
Sicuramente una vittoria a pari condizioni è capace a mio avviso di regalare maggiore soddisfazione e sinceramente evita il fastidio di sentirsi dire, “sì vabbè hai vinto, però tu avevi gli spagnoli che sono i più forti…”

I nuovi edifici non aggiungono niente al gioco base, ma semplicemente regalano un po’ di longevità al gioco inserendo delle nuove variabili.
Anche in questo caso però si leggono commenti di scarso bilanciamento e la cosa non è certo incoraggiante.


Un ultima nota, da quanto ho avuto modo di leggere, sembra che il regolamento sia di pessima qualità e per avere una chiara idea di come funzioni l’espansione sia necessario ricorrere ai post ed ai chiarimenti pubblicati su Bgg.

Considerazioni personali

Passiamo alle note dolenti, personalmente ero uno di quelli che aspettava impazientemente il raggiungimento degli scaffali da parte di questa espansione, ma poi la doccia fredda.
Doccia che in questo caso purtroppo arriva principalmente da aspetti e valutazioni di carattere meramente economico.
L’espansione è reperibile nei negozi a prezzi che si aggirano mediamente attorno ai 40 euro.
Lungi da me l’idea (e la voglia) di riaccendere lo spinoso argomento del prezzo dei giochi e delle “espansioni furbette”, peraltro già trattato, ma i numeri parlano da soli…
Quaranta euro è un cifra ragguardevole e per un importo del genere mi aspetto un gioco completo e con una buona dotazione, non una manciata di tessere e qualche miniatura.
Il prezzo del solo set di miniature per il sesto giocatore si aggirava attorno ai 10 -15 dollari (che aveva subito un cambio alla pari nel passaggio in euro), ma davvero non si capisce come con qualche dotazione in più, questo prezzo debba oggi toccare quota quaranta.
Se a queste valutazioni aggiungiamo i sospetti di uno scarso bilanciamento e le opinioni piuttosto negative ad oggi espresse da diversi utenti, direi che la voglia di acquisto si affievolisce ulteriormente.

Davvero un’occasione mancata di aggiungere ulteriore luce ad un titolo che a mio avviso brillava già di luce propria. Ovviamente queste valutazioni sono totalmente trascurabili da chiunque abbia “budget” illimitato (o quasi) da dedicare alla propria passione o da chi è talmente “innamorato” del titolo in oggetto da essere disposto a chiudere un occhio sul prezzo.




Per questi ricordo che Age ofempires III  è ancora disponibile su Egyp a 51,90 euro.
La sola espansione  costa 38,90 euro, mentre il bundle gioco + espansione costa 84,89 euro 

Sia il gioco base, che l’espansione (a parte il regolamento) presentano del testo nelle tessere edificio. Si tratta di poche righe e quindi possiamo affermare con assoluta serenità che un piccolo foglio d’aiuto è in grado di risolvere il problema a chi non ha buona padronanza di una lingua diversa da quella nativa.
In quest’ottica secondo me, se ancora non possedete il gioco base, si può tranquillamente acquistare la versione inglese, anche perché quella italiana pubblicata da “Idea edizioni” mi risulta essere fuori produzione.
Per quanto riguarda l’eventuale localizzazione dell’espansione nutro forti perplessità.

Queste le considerazioni sulla base delle informazioni disponibili e dall’analisi di quanto ho avuto modo di leggere, mi riservo di esprimere un giudizio personale se e quando avrò la possibilità di provare direttamente questa espansione.

-- Le immagini sono tratte da BGG, tutti i diritti appartengono alla Casa produttrice ed agli Autori. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplice richiesta. --

7 commenti:

  1. Bella recensione!!! Purtroppo io non riesco a trovare il gioco in edizione italiana, conoscete negozi online che vendano il gioco??
    Grazie.

    RispondiElimina
  2. Non ho letto tutto l'articolo sull'espansione, mi sono fermato purtroppo prima perchè non condivido affatto il giudizio sul gioco base... E' vero che è in pratica un ibrido tra un german e un ameritrash, ma hai dimenticato di dire che il risultato è uan via di mezzo che non eccelle in nessuna delle due cose. Come german è davvero poco originale, oltre ad essere un worker placement nel cui si sente poco il peso delle scelte, che "le prende" praticamente da tutti i capisaldi del genere. Come ameritrash, beh io non credo che aggiungere le pedine modellate e un meccanismo di conquista/guerra lo renda immediatamente degno di essere preso in considerazione dai veri fan del genere, anzi (comunque io non sono uno di loro e mi rimetto alla loro opinione)! Tutto ciò viene riflettuto piuttosto bene nel voto medio che il gioco ha su BGG, che è sì soltanto un numero ma rappresenta il giudizio di solitamente qualche migliaio di appassionati. Per ciò piuttosto che fare all'inizio dell'articolo un discorso macchinoso sui voti che non rappresentano nulla, per poi arrivare ad esprimere un voto 10 per Age of Empires di Glenn Dover, sarebbe stato molto più onesto se avessi detto: A riprova del fatto che i voti hanno un loro valore ma che è il giudizio soggettivo di ognuno che rende il gioco valido o meno, oggi vi parlo di un gioco che come valutazione su BGG ha un voto più che decente anche se distanziato dalle prime posizioni in classifica (7,7), ma che per me rappresenta forse il più bel gioco uscito negli ultimi 4 anni ecc. ecc.

    RispondiElimina
  3. @anonimo Il gioco in italiano credo effettivamente sia difficile da trovare era distribuito da Idea edizioni che ora non c'è più...
    Però posso assicurarti che il testo sulle tessere è veramente poco, un foglietto d'aiuto è più che sufficiente, il regolamento tradotto lo trovo in rete.

    @Ricchan Cosa vuoi che ti dica? Tanto per cominciare non ho assolutamente dimenticato di dire che non eccelle in nessuna delle due cose (german-american), questo è un tuo giudizio, quindi non ti puoi aspettare da me un qualcosa di analogo se non condiviso.
    Visto che citi la classifica di Bgg il gioco è 46 su oltre 8000 titoli, quindi tanto mediocre non è amio avviso.
    Comunque tu lo trovi tale, mi sta bene, però ti prego non venire a parlare di onestà...
    Il preambolo serviva semplicemente per dire che solitamente non mi piace esprimere un giudizio numerico, ma il fatto che PER ME questo sia un gioco da 10 è molto significativo.
    Ripeto PER ME, PER MIO GUSTO PERSONALE, non ho mai detto che sia il numero uno in assoluto e che debba piacere a tutti.
    Quindi, per favore, prima di parlare di onestà fermati un attimo a pensare, perchè devi scusarmi, ma proprio non riesco a capire cosa ci sia di disonesto nel esprimere un gusto soggettivo.
    Non hai finito di leggere l'articolo perchè la penso diversamente da te? La cosa si commenta da sola.
    Buon gioco.

    RispondiElimina
  4. molto difficile dire cosa siano i giochi belli o i giochi brutti... esistono giochi che vanno bene a un giocatore perche rispondono alle sue aspettative e al suo stile-tipo di gioco e altri che non piacciono perche non incontrano il gusto
    tra i giochi citati come piu brutti in una classifica su BGG c'è twilight struggle! e da tante persone, e lo stesso gioco è considerato in altre classifiche (e da me) come uno dei piu belli di sempre. questo per fare un esempio
    una review deve considerare questo, mi deve dare un'idea se quel gioco potrebbe piacere o non piacere AL LETTORE, facendogli capire come funziona.

    RispondiElimina
  5. Ciao.
    Non sono un appassionato di giochi da tavolo o per meglio dire non ho il tempo per diventarlo. Ho trovato il tuo sito perche cerco disperatamente delle spiegazioni chiare di Age Of Empire III:
    Ho comprato questo gioco un anno fà ed ho fatto una sola partita con mio figlio ... partita deludente, mi è sembrato troppo facile accumulare richezze e non si manca mai di omini ... la partita era addirittura finita che quasi non avevamo piu' omini disponibili nella scatola... durante la partita non ho mai avuto l'impressione di essere confrontato a scelte difficile ... mai avuto l'impressione che la mia strategia fosse determinante
    Temo dunque di aver mal capito le istruzioni
    Dunque arrivo alla domanda: mi puoi confermare che ad ogni turno uno guadagna 5 omini/coloni?
    Ho le istruzioni in Francese e vi è scritto che gli omini vanno presi dalla riserva ... ma la riserva cos'è?

    Piccola idea (non so' se applicabile al tuo blog o meno)
    Sarebbe carino se vi fosse un sito con video di giochi da tavolo che mostrano un turno di gioco ...

    Grazie
    Bruno

    RispondiElimina
  6. Ciao Bruno e benvenuto! Per i tuoi dubbi su Age of Empire III non ti posso essere di grande aiuto, perchè non lo possiedo ... Se qualcun altro che lo gioca però legge questo tuo commento spero che ti possa rispondere. Quanto al tuo suggerimento dei video, ti suggerisco di controllare sul nostro canale youtube, dove ci sono una cinquantina di video di giochi ... ;) Qui per esempio ne trovi uno: http://www.youtube.com/watch?v=eL3ggq7dvCQ

    RispondiElimina
  7. Ciao Bruno, non so se hai risolto ma se la tua domanda era se si prendono 5 coloni a ogni turno sommandoli ai precendenti, la risposta e no. Ogni turno si inizia sempre e SOLO con 5 coloni.
    saluti
    Giuseppe

    RispondiElimina