martedì 3 aprile 2012

Anteprima - Nexus Ops

scritto da Iziosbiribizio

Come per i film, a volte anche i giochi hanno la possibilità di avere un remake, ma a differenza delle pellicole cinematografiche solitamente i primi hanno una maggiore fortuna. Infatti la riedizione di un gioco permette di partire da una base solida(le regole) e potersi dedicare a ciò che era stato trascurato prima(i materiali, la grafica), con magari qualche aggiunta extra.
Il gioco (per 2-4 giocatori, tempo medio a partita intorno ai 90 minuti, dipendente dalla lingua, causa presena testo inglese) per la serie "a volte ritornano" che andremo ad analizzare è Nexus Ops,  ideato da Charlie Catino, pubblicato prima dalla Avalon Hill e poi "rimasterizzato" dalla Fantasy Flight Games, di cui tutti conosciamo la fama in termini di grafica e materiali e...costi.
La storia è tipicamente fantascientifica (ma anche piuttosto attuale, leggendo tra le righe): nel 2315 l'umanità dipende dal consumo di una nuova forma di energia, il Rubium, che alimenta tutte le tecnologie del futuro. Ovviamente è molto raro. Un gruppo di esploratori scopre un enorme giacimento su una luna aliena, e decidono di usare l'informazione per garantirsi i fondi per le loro esplorazioni. Come? vendendo l'esclusiva ad altre aziende. Contemporaneamente. Il risultato ovviamente è una lunga battaglia senza esclusione di colpi, allo scopo di rimanere l'ultima organizzazione a poter usufruire del prezioso Rubium.


I materiali
Nexus ops si presenta con una scatola piuttosto pesante, dentro la quale troverete una miriade di oggetti, tutti ben lavorati e con un'ottima grafica e solidità.
Tralasciando i classici segnalini in quantità gargantuesche, ci sono ben 164 figurine in plastica, 6 dadi, 17 tessere terreno che permetteranno di costruire il tabellone, e 76 carte divise tra carte missione segreta e carte battaglia.

Il gioco
Ogni partita vedrà i giocatori controllare i mostri della luna per combattere quelli degli altri, esplorazioni alla ricerca di nuove risorse da estrarre, e queste ultime riutilizzate per comprare altre creature per altre battaglie e così via. Il gioco ovviamente ha molte regole spiegate in un grande regolamento, di cui ben 3 pagine sono dedicate alle novità inserite in questa edizione.
Presentiamo quindi una panoramica del turno, rimandando al manuale per approfondire.
Ogni turno ha diverse fasi, in cui unicamente il giocatore attivo può agire:
- Fase di schieramento, dove si comprano e schierano nuove creature;
- Fase di movimento, che permette di spostare le unità;
- Fase di esplorazione, che serve a svelare nuove zone della mappa;
- Fase di battaglia, che si spiega da sè, ma ogni battaglia va attentamente pianificata, in quanto le creature hanno caratteristiche diverse, e il premio per la vittoria è la possibilità di pescare una carta battaglia vinta;
- Fase di Estrazione, nella quale il giocatore collezione rubium da ogni esagono controllato dalle proprie unità minatrici;
- Fase di pesca delle carte, in cui si pesca una carta segreta.
 Il gioco termina immediatamente quando vengono totalizzati 12 punti vittoria o quando un giocatore viene eliminato, cioè quando tutte le sue unità sono fuori dal tabellone ed è impossibilitato nell'acquistarne altre. Vince ovviamente chi ha il maggior numero di punti.

Impressioni
 Non sono un amante dei wargame, ma è innegabile che il gioco riesca ad attirare i non fan del genere. La grafica è davvero stupenda, ci sono tantissime miniature e carte. 
Inoltre l'aggiunta di nuove regole permette di regolare il grado di difficoltà di ogni partita, rendendo il gioco più light all'occorrenza, più breve o più lungo, e ci sono tante aggiunte che lasciano l'intenzione di voler rigiocare e provare qualcosa di più. Essendoci la possibilità di far terminare la partita con l'esclusione di un giocatore, è evidente che bisogna fare attenzione al Kingmaking, perchè come in tutti quei giochi in cui si inizia a dire "ehi guarda che quello ti attacca, fidati di me, picchia lui", è ovvio che un giocatore è destinato a prendersele da tutti. A mio parere il prezzo è anche piuttosto contenuto, circa 54 euro su Egyp.it, data la quantità esosa di materiali all'interno. 
Le regole sono tante, è vero, ma sono abbastanza logiche e ci sono delle carte riassuntive che permettono di districarsi nelle battaglie e nel ricordarsi le fasi del turno. Inoltre le carte e le diverse unità garantiscono anche un'approfondita organizzazione delle strategie, rendendo il gioco avvincente. Se volete un wargame che non sia eccessivamente concentrato sul realismo delle battaglie, ma vi permetta comunque di pianificare le vostre strategie e di far lottare mostri giganteschi di altri pianeti, allora potete pensare a Nexus Ops.

-- Le immagini sono tratte dal manuale o dal sito della casa produttrice (Fantasy Flight Games) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --    

2 commenti:

  1. La componente fortuna è determinante nel gioco? Il gioco vale il prezzo a cui è in vendita, visto che non costa poco?

    RispondiElimina
  2. Ma è stata annunciata l'edizione italiana?
    E se si' per quando?

    RispondiElimina