mercoledì 18 aprile 2012

Essen 2012: le anticipazioni

scritto da Fabio

E' passato pochissimo tempo dalla uscita su queste colonne virtuali degli articoli con carrellate di novità legate alla fiera di Norimberga, ma il mondo del gioco da tavolo non si ferma mai e fervono i preparativi per la prossima rassegna di Essen (di ottobre). Le varie case infatti stanno perfezionando in questo periodo le proprie uscite, dandone notizia alla stampa ed agli internet media nella speranza di creare, in questi mesi di attesa, la giusta aspettativa verso i loro titoli. 
Sono così a proporvi il primo articolino di presentazione di novità attese per la prossima fiera: naturalmente, a questa distanza di tempo, si tratta soprattutto di flash, ma so che ai più appassionati tenersi sempre aggiornati fa sempre piacere !

Fun Forge

Esordisco con questa casa relativamente meno conosciuta di altre perchè darà alle stampe una nuova creazione di Antoine Bauza, il quale, dopo il successone planetario di 7 Wonders, è ora al centro dell'attenzione per ogni sua uscita. Vedrà la luce ad ottobre Tokaido, prodotto che ci porta ancora, dopo Takenoko, in Giappone, trasportandoci sul percorso omonimo che collega Kyoto ad Edo: i giocatori (da 2 a 4 per un tempo di gioco contenuto tra la mezz'oretta ed i tre quarti d'ora) sfrutteranno le varie tappe del percorso come occasioni di guadagno e di acquisto di ricordi e souvenir.
Poco altro si sa di questo titolo già presentato al concorso di Boulogne-Billancourt, ma già si intuisce quanto gradevole sarà la sua grafica !

What's your Game

L'editore nostrano, reduce dalle uscite di Vasco da Gama e Vinhos, si era preso nel 2011 un anno sabbatico, ma per il 2012 ha già annunciato l'uscita di Oddville, dell'esordiente Carlo Lavezzi, nel quale sino a quattro architetti sono incaricati di costruire la città che dà il nome al gioco, sfruttando allo scopo il sostegno delle gilde committenti. A livello di meccaniche i pochi dati trapelati delineano dinamiche semplici basate sull'uso di carte azione (quattro), che consentono di guadagnare denaro, produrre materiali da costruzione od erigere i vari edifici disponibili nel gioco, collegandoli poi, eventualmente, con strade. La città si andrà così ad espandere con l'aiuto di tutti i giocatori, influendo la sua evoluzione sul valore degli edifici di ognuno: alla costruzione del settimo edificio da parte di uno dei partecipanti la partita avrà termine, con la relativa susseguente valutazione del vincitore.

Petit Jouer

Jack Bananas, ideato dal duo Herkel - Notredame, è un giochillo che verte su dinamiche da tiro del dado ed azzardo, ma la cosa che mi ha spinto a parlarne è soprattutto la grafica coloratosa (di Sophie Gerl) che lo contraddistingue. L'idea è quella che i giocatori partecipino ad una gara di corsa sull'isola che dà il nome al gioco, sperando nel corso della partita di avere la giusta dose di fortuna, ma anche conquistandosi la vittoria a colpi di bluff. 
Il mix è di quelli classici, per un titolo che sarà proponibile a gruppi tra i 2 e 6 giocatori, per i classici tre quarti d'ora massimi a partita ... (immagini postate su BGG da Ignoble Tzuboy).


Ok, per ora vi lascio, dandovi appuntamento alla prossima mini - carrellata.

Nel frattempo vi lascio dei piccoli compiti per casa: a breve proporrò il classico 'toto-Spiel' ovvia proveremo insieme ad indovinare chi saranno i vincitori del prossimo premio Spiel des Jahres, per cui iniziate a pensare ai possibili 'indiziati'! Voi chi vedete come vincitori nelle due categorie (famiglia ed esperti) ?? 

2 commenti:

  1. Aggiungo il link al video sui componenti di Jack Bananas
    mica male...

    http://www.youtube.com/watch?v=z1KG9FdFBGY&feature=player_embedded

    RispondiElimina