lunedì 30 aprile 2012

[Punti di vista] Toto Spiel 2012

scritto da Fabio (Pinco11)

Così come da tradizione, con l'avvicinarsi delle date focali del concorso tedesco Spiel des Jahres (ovvero 'gioco dell'anno'), mi trastullo proponendomi il non facile compito di prevedere quali saranno i favoriti della giuria internazionale (o meglio mooolto tedesca e qualcosa d'altro) che ogni anno attribuisce il più ambito dei premi dedicati al settore dei giochi da tavolo.
Devo dire che, mentre indovinare in generale quali titoli possano rientrare nell'elenco dei 'consigliati', ovvero della decina di titoli che la giuria, pur non ritenendoli tanto meritevoli da poter concorrere per il premio finale, si degna di proporre alle folle di acquirenti come 'tanto apprezzabili da meritare una menzione, per cui guardate un pò di comprarli lo stesso', non è poi così semplice nè indovinare chi rientrerà nella terna dei nominati, nè il vincitore. In particolare dopo l'avvento della duplicazione delle categorie del premio, che ora è attribuito anche al miglior gioco 'per esperti', facendo si che il premio 'base' non possa che andare a titoli 'più semplici' ritengo meno impossibile capire chi possa vincere la prima delle due classi di concorso, mentre non ho davvero idea di chi possa meritare a giusta causa il premio vanilla.


Il vincitore 2011 categ. 'esperti'
Vabbè, nell'ultima decina di maggio (il 21, per la precisione) usciranno gli elenchi dei consigliati e le terne dei 'nominati', mentre il 9 giugno sarà la data degli annunzi ufficiali dei vincitori!
Mi metto quindi ora a proporre gli elenchi dei miei favoriti.

Parto dai giochi complessi e qui devo dire che ci può essere per certi aspetti da sbizzarrirsi, nel senso che lo scorso anno il premio è andato a 7 Wonders, titolo che personalmente non avrei inserito propriamente in questa fascia e da qui intendo che tutto ciò che non è strettamente 'family' dovrebbe concorrere in questa fascia. Lasciando quindi aperta la possibilità che la giuria mi stupisca spostando l'asticella della difficoltà che divideva lo scorso anno le due classi, ecco l'elenco dei miei favoriti.

Il favorito, a mio modesto parere, DEVE essere Mage Knight, di Vlaada Chvatil, vulcanico autore ceco (non privo di vista, ma semplicemente vive a Brno), titolo al quale ho dedicato almeno un paio di articoli, per chiarire come trattasi di un prodotto veramente meritevole. I suoi punti deboli possono stare nel fatto che la sua complessità è probabilmente elevata anche per i parametri del concorso tedesco di cui stiam parlando e le due o tre ore di durata minima per partita può a sua volta scoraggiare.

A seguire un altro titolo che ha riscosso un grosso successo è Eclipse, di Touko Tahkokallio, ma qui mi sembra ce il titolo non abbia goduto di una edizione tedesca 'dedicata' e la cosa potrebbe farlo uscire dall'elenco dei 'papabili' per quest'anno (la giuria, lo ricordo, prende in considerazione sempre e solo l'edizione tedesca: lo scorso anno infatti vinse Qwirkle, che era uscito da tempo nella sua edizione originale ma solo nel 2010/2011 in quella in lingua di Goethe) .

Proseguendo nella lista dei 'difficili' direi che in considerazione deve essere tenuto il classico Rosenberg, st'anno sugli scudi con il suo Ora et Labora: l'impatto mediatico prodotto è stato relativamente ridotto rispetto agli standard dell'uomo della zappa ed insalata, ma non credo che i nostri amiconi sassoni si lascino scappare l'occasione di ricordarlo, quantomeno nei consigliati.

Il poco affollato tabellone di Trajan .. ;)
Una menzione sicuramente la otterrà poi anche il 'maestro' Stefan Feld, autore che direi essere uno dei più trendy del periodo: aldilà della sua crescente produzione non dimentichiamo che lo scorso anno tre delle sue ideazioni (Luna, Burgen e Strasbourg) finirono nelle varie liste, per cui non credo che il suo Trajan, che pure sembra più una esercitazione di stile che un gioco davvero completo (almeno sotto il profilo di ambientazione e packaging, che pure dovrebbero rientrare tra i criteri di scelta della giuria), potrà mai essere dimenticato.

Sempre tra i mostri sacri possiamo poi lasciar da parte Wallace ? Direi proprio di no e non credo che pure i giurati lasceranno perdere A few acres of snow, titolo forse un peletto penalizzato dalle polemiche sulla presunta presenza di una strategia 'vincente a prescindere', ma che ha comunque stravenduto, in barba ai critici. 
A chiudere l'elenco dei titoli che possono avere qualche chance nei 'complessi' penso possano essere meritevoli di nota, anche se candidati come underdog, Mansion of Madness (FFG), Dungeon Petz (se non altro perchè è di Vlaada) e Tournay.

Come accennavo è invece più difficile capire a partire da quale livello di difficoltà i giochi inizieranno a concorrere per il premio 'base', per cui qualcuno dei miei pronostici che seguono, che dovrebbero rientrare tra i giochi 'per tutti' potrebbero essere fatti rientrare nel novero di quelli 'per esperti'.

Tra pagaie, conchiglie e capanne alle Hawaii .. 
Comunque, con la Hans im Gluck in genere non si sbaglia mai del tutto, per cui i suoi Hawaii e Santa Cruz dovrebbero essere ricordati: a mio avviso il primo (di Greg Daigle) è il più meritevole, mentre il secondo è decisamente più 'dimenticabile', ma non è escluso che Hawaii possa rimanere a metà strada tra i facili ed i difficili, potendosi magari far più strada il secondo.

Per il resto ricordo che ad Essen ha spopolato l'edizione tedesca di Glory to Rome, per cui è ragionevole che il titolo venga ricordato, almeno tra i consigliati.

Per il resto, vediamo un pò ... direi in ordine sparso che negli elenchi dovrebbero o potrebbero farsi strada Santiago de Cuba, The Village (probabilmente il più meritevole di questo lotto, ma viene dalla Eggert, che non è poi una casa con un gran 'peso' politico, anche se da quest'anno è distribuita dalla pegasus, che peso lo ha ..), The city (gioco di carte della Amigo, che in Germania ha avuto un certo successo), Helvetia (qui, lo ricordo, abbiamo sia Cramer come autore, altro di quelli sulla cresta dell'onda, e la Kosmos come editore, non esattamente un 'piccolo') e magari anche King of Tokyo (in virtù dell'accoppiata tra l'autore, che è quello di Magic, ed una semplicità estrema del gioco).

Per chiudere ho paura che non riuscirà a restare fuori dai giochi quel Kingdom Builder che sembra non aver entusiasmato nessuno della nostra redazione, ma che vendere pare abbia venduto e che giusto di recente è uscito con una espansione, che sembra fatta apposta per ricordare alla giuria che il suo autore è quello che pochi anni fa ha spopolato con Dominion, per cui non possono dimenticarlo ... Ho 'paura' che, giovandosi magari dell'ingresso della maggior parte dei suoi potenziali competitor nella categoria dei titoli 'per esperti' possa addirittura guadagnarsi un posto tra i nominati (del resto l'editore è la Queen, discretamente considerata negli ultimi anni), se non puntare a qualcosa di più ... Devo già prepararmi  a criticare le scelte della giuria, come faccio ogni anno ?

Ok, credo di aver chiuso: ho scritto il tutto di getto, per cui sicuramente qualcosa ho dimenticato per  strada, ma voi che dite ? Chi ho, come al solito, colpevolmente lasciato da parte ? Chi pensate potrà emergere tra la selva di titoli che ho menzionato ?

13 commenti:

  1. Faccio il mio TotoSpiel sulla base di quello che vedo nei negozi tedeschi...

    Kennerspiel(Esperti)
    Battaglia a due tra:
    - The Village
    - Trajan
    Considerando 7 wonders come vincitore dell'anno scorso, the Village può stare in questa categoria...

    Familienspiel (Famiglie)
    I miei candidati...
    Santiago de Cuba
    Waka Waka
    Africana
    Space Mission
    Casa Grande (purtroppo)

    Santa Cruz e Hawaii seppur presenti sugli scaffali vengono presi in mano molte volte per esaminarli ma poi li lascian lì...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Waka Waka ha una bella grafica ed è della Kosmos ... mi sa che nella lista dei consigliati ci può entrare .. ;) Africana è uno Schacht per cui qualche chance dovrebbe averla (Zooloretto docet), ma non mi pronuncio perchè l'assenza di regole in lingua leggibile (per me) fa si che non lo conosca molto in profondità ... Casa Grande NON VEDO come possa vincere qualcosa: non lo vuole nemmen mio figlio per farci le torri ;) .. Space Mission: troppo semplice ? (ma forse non è un difetto ..).

      Elimina
  2. Concordo pienamente con Fabio sul valore che si da al limite (anche per me poco chiaro) da raggiungere per rientrare nella categoria Kennerspiel.
    A mio modo di vedere Mage Knight (che spero vivamente esca presto o in francese o addirittura in italiano) e Eclypse sono un scalino troppo pensando a 7Wonders del 2011.
    Quindi ogni congettura su quali giochi rientrino nelle 2 categorie potrebbe essere stravolta grandemente. Tant'è, mi pronuncio anch'io tenendo conto che la mia conoscenza sul "panorama ludico empirico" 2011-2012 è cmq molto limitata.

    Spiel des Jahres 2012: Kingdom Builder, anche se ho "paura" (sentimento MOLTO diverso da quello espresso da Fabio nell'articolo eh eh) che al di là delle caratteristiche da SdJ (brevità e semplicità del regolamento, ridotto tempo di gioco e multilinguismo) KB non sia sufficientemente originale per accaparrarsi il titolo.
    Kennerspiel des Jahres 2012: qui sono molto più in dubbio per le ragioni indicate in precedenza. Quindi "butto li" qualche segnalazione: The Village, A few Acres of Snow e Vanuatu. In realtà conosco bene solo i primi 2, ma che ne dite del terzo? Ne ho sentito parlare molto bene.

    Ciau e staremo a vedere.

    Poldeold

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Vanuatu si tratta di un titolo di edizione francese (Krok Nik Douil), per cui dubito molto che possa rientrare tra gli 'eleggibili'. Per KB ... spero di no ... arrrrggghhhhh :(

      Elimina
  3. Dato che il premio deve avere un rientro economico per gli organizzatori del premio (si beccano una percentuale per ogni scatola venduta con il logo Spiel des Jahres) punteranno a giochi che possano promettere una grossa tiratura...quindi ho paura che la spunterà qualche gioco non totalmente meritevole.

    RispondiElimina
  4. Sinceramente Mage Knight mi sembra fuori dagli standard per lo SdJ, anche nella nuova ed ambigua categoria "per esperti", e comunque il fatto che non ha per ora un'edizione tedesca dovrebbe escluderlo automaticamente dai giochi.

    Eclipse ha un'edizione tedesca (quella internazionale), ma anche in questo caso direi che siamo fuori target

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho paura anche io che Mage Knight non riesca ad imporsi per la eccessiva difficoltà: quanto all'edizione tedesca sapevo che proprio per maggio ne era prevista l'uscita sotto i tipi della Pegasus, per cui almeno questo requisito potrebbe averlo .. ;)

      Elimina
  5. nessuno ha citato Mondo Sapiens... non pensate abbia possibilità?

    RispondiElimina
  6. Per Mondo sapiens il fatto è che già lo scorso anno Mondo ha partecipato, finendo appunto tra i consigliati. Non penso che lo dovrebbero 'riprendere in considerazione', dopo averlo giudicato 'non meritevole abbastanza' lo scorso anno, ma la giuria segue a volte percorsi tortuosi ;)

    RispondiElimina
  7. e di Takenoko che mi dite? avete snobbato anche lui nonostante mi sembra sia stato recepito bene.

    RispondiElimina
  8. Hai ragione per Takenoko! Pensandoci bene i materiali che propone sono ottimi e potrebbe avere qualche speranza, anche se dovrei controllare la famosa edizione tedesca, senza la quale non concorre ;)

    RispondiElimina
  9. Sono uscite le nomination...qualche piccola sorpresa.

    http://www.spiel-des-jahres.com/cms/front_content.php?idcat=175

    RispondiElimina
  10. A breve (forse già domattina) articolo online con tutto quello che c'è da sapere (e da discutere) sulle nomination e sui consigliati !!!

    RispondiElimina