mercoledì 2 maggio 2012

Anteprima - Chicken Caesar

scritto da Iziosbiribizio

Avete mai pensato cosa sarebbe successo se Roma fosse governata dai Galli? E se i galli non fossero quelli di Asterix, ma quelli della fattoria? E se non fosse Roma, ma un pollaio un pò  diverso dagli altri? E se la piantassi con le domande ed iniziassi a parlare seriamente del gioco? 
Chicken Caesar narra la storia di una stia (o gabbia per i polli) molto particolare, infatti mentre nella maggior parte dei casi i galli si limitano a razzolare e cantare all'alba, qui si combatte per la scalata sociale, l'ambizione è sfrenata, tutti vogliono essere immortali. Non letteralemente, infatti se il fattore o la volpe decidono di fare uno spuntino... ma il nome, ciò che conta davvero, rimarrà per sempre nella gloria.
Il gioco
Chicken Caesar è stato ideato da Bryan Fischer e John Sizemore, pubblicato dalla Nevermore Games, e permetterà a 3-6 nobili pollastri di essere la Storia nel pollaio per circa 90 minuti. I Componenti
Nella scatola di Chicken Caesar non c'è molto. E' presente un tabellone classico, che rappresenta il pollaio con tutte le azioni possibili e permette di tenere traccia di ciò che sta accadendo eci sono diverse carte che rappresentno i galli in diversi colori(quelli dei giocatori), e poi moltissimi token di vario tipo. Il che lascia supporre che il costo del gioco sarà relativamente basso, non avendo componenti particolari ne in plastica, ne in legno.
Il Gioco
Presenterò per ora le regole del gioco, che essendo piuttosto corpose cercherò di sintetizzare al meglio, rimandando al manuale per eventuali dubbi.
Chicken Caesar si gioca a turni
Nella scatola di Chicken Caesar non c'è molto. E' presente un tabellone classico, che rappresenta il pollaio con tutte le azioni possibili e permette di tenere traccia di ciò che sta acc a divisi in 6 corposissime fasi: - Avanzamento. Questa fase viene saltata al primo turno, in tutti gli altri c'è un avanzamento di grado, ovvero tutti i galli negli uffici possono avanzare di grado(ogni ufficio ha tre livelli di importanza), e una volta raggiunto il top della carriera è possibile essere eletti Cesare, Console o Censore(con voto dei giocatori ovviamente). Alla fine di questa fase, gli eventuali galli esiliati possono fare ritorno al pollaio. - Azioni. Questa fase è davvero molto corposa, in quanto ogni ufficio ha un suo preciso funzionamento:
le guardie in difesa della volpe. Il senior Praetor crea un mazzo guardie, come indicato sul tabellone(possono essere carte traditore o vigile), e poi a turno il senior, il vice e il junior posizionano una carta coperta vicino ad un ufficio, fino a terminare il mazzo. Questo rappresenterà lo stato di sorveglianza del pollaio. Il censore a questo punto può decidere se esiliare un gallo che non sia Cesare o nella questura. Il gallo esiliato dovrà ricominciare nel turno seguente la sua scalata a
a)Aedile, i galli qui decidono le tasse per il popolo, cercando di tenerne una parte per se ma senza esagarare, infatti le guardie potrebbero decidere di dimenticarsi di proteggere chi lavora in questo ufficio dalla volpe. Per decidere le tasse, il senior(posizione A) propone un valore che è al massimo di 3 scatti superiore a quello attuale, mentre il suo vice(posizione b) può proporre da 1 a 2 scatti in meno. Il junior(posizione c) decide infine quali tra i due valori sarà quello ufficiale. b)Praetor. Questo è l'ufficio che si occupa del posizionamento del monumento ai defunti a partire dalle caselle più basse. Il ruolo ambito. Il console invece dovrà decidere se migliorare i monumenti oppure no. c)Pagamenti. Qui ogni dipendente di un ufficio riceve la paga per il suo dovere(tranne gli esiliati) tramite il meccanismo di "Insigna". "Insigna" è il titolo che rappresenta l'attuale posizione del gallo nel pollaio, ogni gallo può avere al massimo una sola "insigna", ma quelle in più non vengono scartate ma messe da parte. Ogni giocatore può decidere di vendere una Insigna per il relativo valore in Frumenti, la moneta del gioco.
e)Aggiustamento. E' giunto il momento di Cesare. Se uno degli ufficiali è stato mangiato dalla volpe, allora Cesare deve offrire i suoi servigi al cuoco del fattore. Ogni volta che accade ciò, anche il censore deve lasciare il suo posto per rientrare nell'anonimato della questura.
f)Encomio. In questa fase è possibile mettere una o più insigne messe da parte su un token gallo presente nel monumento ai caduti, più almeno un Frumenti. Il censore decide nella fase azioni se permettere un avanzamento nel monumento o no.
d)Attacco. E' il momento della volpe. Vengono scoperte le carte guardia per ogni ufficio, se il numero di traditori è maggiore al numero dei vigili, beh, qualcuno deve essere mangiato. Se il numero di mangiati è inferiore al numero di galli nell'ufficio, si procede a scegliere lo sfortunato per votazione. Altrimenti si può decidere di cancellare un traditore pagando 3 frumenti, anche in collaborazione con altri giocatori, ma solo un traditore può essere eliminato in questo modo. I galli mangiati verranno depositati no, ovviamente conservando i Frumenti per se. Il gioco termina quando tutti i galli di una famiglia sono morti, non ci sono abbastanza galli vivi per riempire tutti gli uffici, le Insigna sono terminate. Il vincitore sarà colui che avrà più Frumenti, e in caso di parità vince chi è più in alto nel monumento ai caduti.
Considerazioni
Che dire, Chicken Caesar è un gioco a dir poco confusionario, o almeno questo è quello che traspare dalla lettura del regolamento che si presenta tutt'altro che chiaro e con carenza di esempi.  L'ambientazione tuttavia è ben resa, perchè le azioni sono più che giustificate e pertinenti sia con la società romana e che con la vita in un pollaio, però il gioco a mio parere è mal presentato, probabilmente spiegato da qualcuno che ci ha già giocato diverse volte può togliere l'impressione di sentirsi perso dopo qualche riga di manuale. Infatti l'idea di chi legge è: 'ok le regole dette a parole sono queste, ma in pratica cosa devo fare??' Inoltre il gioco è uno di quelli che se giocato in gruppi non adatti, fa finire le amicizie. Infatti è possibile vanificare le strategie degli altri in diversi modi, le alleanze verbali saranno di certo innumerevoli. Probabilmente se ben spiegato, una volta digerito e assimilato il gioco potrebbe anche presentare qualche nota di merito, ma data anche la ristrettezza nei materiali, perde di ogni interesse se si superano i 20/25 euro di costo.

[Fabio] Segnalo che il gioco, presentato su Kickstarter, è stato finanziato con successo, raccogliendo ben 40.000 dollari di contribuzioni, a fronte dei 20.000 inizialmente richiesti per la produzione. Alcune delle osservazioni e critiche mosse nei confronti di componenti e manuale potrebbero essere quindi ora superate dalla edizione definitiva del gioco. 
-- Le immagini sono state pubblicate sul sito della casa produttrice (o meglio sulla pagina Kickstarter sulla quale il gioco era finanziato) e/o tratte dal manuale. Alla casa produttrice (Nevermore Games) appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

Nessun commento:

Posta un commento