mercoledì 30 maggio 2012

Recensione - Rapa Nui

scritta da Faustoxx


Ci mancava Yucata.de, il noto sito di boardgame online, per suggerire l'acquisto di nuovi giochi, ad un acquirente compulsivo come il sottoscritto !!!
Tra le uscite dello scorso Essen, avevo notato, ma tralasciato, Rapa Nui di Klaus Jurgen Wrede, l'autore di Carcassonne e pubblicato dalla Kosmos. Un po' perchè è un gioco di carte (per 2-4 giocatori, tempo a partita 40 minuti circa, indipendente dalla lingua) e personalmente preferisco i giochi con plancia e perchè il regolamento era solamente in tedesco, lingua per me ostica. 
Da qualche settimana è disponibile online su Yucata ed è stata l'occasione per provarlo. Come in tante occasioni è stato subito un colpo di fulmine e dopo una settimana di partite virtuali, ho deciso di acquistare una copia fisica del gioco e scrivo questo articolo per condividere con voi le mie impressioni. 
Rapa Nui è un gioco di carte che abbina meccaniche di drafting e di maggioranza facendone un piccolo esempio di eleganza e profondità, pur rimanendo in tempi ristretti per poterlo considerare un filler.
In questo gioco, ricopriremo il ruolo di capi villaggio in competizione per ottenere il maggior numero di punti gloria, erigendo Moai, utilizzando i sacerdoti e immagazzinando i beni più preziosi da offrire sull'altare dei sacrifici.


L'isola di Pasqua ... !!!
Aprendo la scatola troviamo due mazzi distinti: quello delle offerte (100 carte suddivise in 25 per ciascuno dei 4 beni offerta) e quello di gioco vero e proprio dove troveremo: i taglialegna che produrranno la legna di fatto la moneta del gioco, 4 tipi di raccoglitori per produrre i 4 beni offerta, i Moai ( i caratteristici monumenti che adornano l'isola di Pasqua) che genereranno 4PV ciascuno a fine partita e  forniranno alternativamente legno o PV durante la fase punteggio, e i sacerdoti che generano PV quando è attivata la fase di scoring corrispondente.
Completa la dotazione una serie di tesserine legno e punti vittoria e una tessera altare dei sacrifici.

Ogni giocatore riceve la propria mano iniziale con un taglialegna già attivo e 3 raccoglitori, vengono pescate 16 carte dal mazzo di gioco e disposte in 4 colonne di 4 carte ciascuna. Solo le ultime carte di ciascuna colonna potranno essere pescate dai giocatori durante il loro turno. Quando una colonna si esaurisce ne viene creata una nuova pescando 4 carte dal mazzo e si procede fino a quando non potrà essere ripristinata una nuova colonna.

Lo svolgimento del gioco è lineare e contraddistinto da:
Acquisto (opzionale) di una carta offerte (al costo di 5 legni -1 per ogni raccoglitore corrispondente)
Giocare obbligatoriamente una carta (o più carte) dalla propria mano di 3. Se è stato costruito (giocato) un Moai si apre una fase di offerta dove tutti i giocatori offriranno uno dei beni raccolti.
Riformare la propria mano pescando la carta (o carte se si tratta di raccoglitori) tra quelle disponibili
Fase punteggio in funzione della carta che è stata liberata.
La fase punteggio varia in funzione della carta liberata dalla presa del giocatore: 
-Se si tratta di un taglialegna ciascun giocatore prende tante tessere legna quante carte taglialegna ciascun giocatore ha attivato. Se un giocatore ha almeno due taglialegna attivi ed ha la maggioranza prenderà una tessera legna extra come premio di maggioranza.
- Se si tratta di un raccoglitore, ciascun giocatore che ha almeno un raccoglitore di quel tipo attivo riceve una carta offerta del bene corrispondente. Se un giocatore ha almeno due raccoglitori e la maggioranza riceve una carta offerta corrispondente extra. Inoltre a differenza delle altre carte posso giocare anche 2 o 3 carte raccoglitori dello stesso tipo se le ho nella mia mano al costo aggiuntivo di un legno per ogni carta successiva alla prima.
- Se si tratta di un sacerdote ciascun giocatore riceve tanti PV quanti sacerdoti attivi ha. Similmente se un giocatore ha attivi almeno 2 sacerdoti e la maggioranza, egli riceverà un PV extra
- Se si tratta di un Moai ogni giocatore riceverà tanti PV oppure tessere legno quanti Moai avrà costruito con il solito premio di maggioranza per il giocatore con più Moai costruiti.

Quando viene costruito un Moai (l'unica carta che ha un costo da pagare quando viene giocata) si apre una fase di offerta dove ciascun giocatore offrirà una carta offerta tra quelle possedute. Il giocatore che ha costruito il Moai gioca la propria offerta coperta e ne offre una carta offerta tra quelle disponibili. A fine gioco verranno controllate le carte offerta e quella maggiormente offerta varrà 3 PV nel conteggio finale e le altre rispettivamente 2,1 e 0 PV.
Il gioco termina quando non si riesce più a ricostruire una colonna di 4 carte e vengono sommati i punti incamerati durante il gioco ai PV generati dai Moai costruiti e dal valore delle carte offerta rimaste in mano.

Impressioni
Il gioco nella sua semplicità è molto divertente; il controllo delle maggioranze in funzione della disposizione delle carte fanno variare di molto la strategia da utilizzare nel gioco. La scelta della carta offerta deve essere ben ponderata in funzione delle carte possedute dagli avversari contribuendo a rendere il gioco molto avvincente.
Il tema dominante è quello di cercare di controllare il gioco creando delle maggioranze tra i raccoglitori ottenendo così più carte sacrificio rispetto agli avversari e cercando di spingere i beni che ci interessano durante la fase di sacrificio.
L'alea è presente nel gioco e si manifesta specialmente quando viene esposta una nuova colonna di carte, ma personalmente non disturba. Per quanto riguarda la scalabilità credo che dia il suo meglio con 2 o 3 giocatori mentre in 4 tende ad essere poco controllabile.

La durata varia da 15 minuti per una partita a 2 giocatori per passare a 30-40 minuti per una a 4. Il gioco è indipendente dalla lingua a parte il regolamento. La qualità dei materiali e delle illustrazioni sono conformi agli elevati standard di qualità della Kosmos.

Segnalo inoltre che essendo un gioco di carte, Rapa Nui ha un prezzo molto accessibile.
Alla luce delle recenti nominations allo Spiel 2012, non mi stupisce affatto che sia stato scelto anche questo titolo ed è un vero peccato che la Kosmos non abbia fatto uno sforzo per fare conoscere questo bel gioco anche ai gamers che non praticano la lingua di Goethe, anche perchè Rapa Nui è totalmente indipendente dal linguaggio a parte il regolamento ovviamente.
Personalmente, sto approntando una traduzione in italiano del regolamento basato sulla traduzione non ufficiale inglese e spero di potervelo postare tra pochi giorni.

-- Le immagini sono tratte dal manuale, da BGG (postate da Olaf F., che si ringrazia per avere meso online le immagini) dal sito  della casa produttrice (Kosmos) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

4 commenti:

  1. Grazie Fabio, sono Guido.
    Apprezzo molto le tue recensioni e soprattutto, per me giocatore/collezionista compulsivo, quelle che riguardano giochi che passano...sotto traccia. Amo giochi come questo e credo quindi che.....presto......sicuramente..... MIO!
    Ciao e buon gioco!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giro i tuoi ringraziamenti a Fausto, che ha scritto questo articolo ;) Io mi limito a prendermi il merito, stavolta, di aver spinto Fausto a scrivere per noi ;)

      Elimina
    2. Grazie Guido, i complimenti sono sempre bene accetti. Anche le critiche (anche se di meno). Lo scopo di questo blog è anche quello di fare conoscere giochi che come dici giustamente, passano sotto traccia per i motivi più disparati.
      Approfitto per segnalare che ho postato la traduzione italiana del regolanento di Rapa Nui sulla Tana dei Goblin ed è disponibile per il download.

      Elimina
  2. ciao, qualcuno può indicarmi dove posso reperire questo meraviglioso gioco?? qualsiasi lingua va bene. purtroppo sembra esaurito e fuori produzione. anche usato va bene. fatemi sapere. potete contattarmi a kidcaplit@gmail.com

    RispondiElimina