mercoledì 13 giugno 2012

Tanto Cuore: Expanding the House - Recensione

Scritta da Chrys

Ok... alla fine non ho resistito e mi sono preso anche l'espansione di Tanto Cuore, il gioco di deck building giapponese campione di incassi nelle terre del Sol Levante, di cui avevamo già parlato. In questo breve articolo non starò a spiegare le meccaniche poichè sono esattamente le setsse del gioco base già dettagliatamente spiegate: se non aveste l'etto la prima recensione potete trovarla qui., mentre nell'articolo sottolineerò solo le eventuali differenze.

Anzitutto specifichiamo che Tanto Cuore: Expanding the House (di Arclight/Japanime Games, 2-4-8 giocatori) è sia un espansione che un set base: infatti è possibile anche acquistare direttamente solo questo e giocare tranquillamente senza il base. Se invece possedete entrambi aumenteranno a dismisura le varianti di gioco e le possibili startegie.

NELLA SCATOLA
Il box si presenta sempre nel comodo formato compatto di 7x10x22cm che contiene un bel "lingotto" compatto di 280 carte ed un blocco di cartoncini illustrati che servono ad indicare il posto delle carte sul tavolo, in modo da sapere l'effetto anche se il mazzetto si esaurisce.

La qualità delle carte è la stessa del primo set e i diesegni sono sempre in stile anime giapponese e bellissimi.

IL GIOCO (2-4 GIOCATORI)
Come detto è giocabile da solo o assieme al primo box. Se invece possedete entrambi allora le 10 pile di cameriere che normalmente scelte casualmente tra le 16 di ogni box, verranno estratte a caso tra le 32 dei due box. Si andranno poi a mescolare le nove cameriere private di questo set con le 10 del set base a fare un mazzo unico, ed inoltre avremo sempre in gioco sia i due mazzi evento del primo box che i 3 mazzi building di questo nuovo set.


E' questo ci porta a parlare delle differenze tra i due set: mentre nel primo avevamo due pile di carte evento sostanzialmente aggressive (malattia e cattiva abitudine) qui invece di eventi vengono introdotte le carte building (edificio) che nello specifico sono la Magione (2PV), il Giardino (1PV) 4 il giardino dei Gigli (4PV). Ognuno da punti vittoria ma richiede specifici requisiti (ad esempioil numero di Giardini di Gigli in campo davanti a sé non può mai pareggiare o eccedere la somma di Giardini e cameriere personali del tipo Ryoko (la garden maid).

Naturalmenete 4-5 delle 16 nuove cameriere interagiscono con i bildings: Emily Raymond (la cameriera architetto) ne abbassa il costo, Victoria Calderan (Demolition Maid) permette di distruggere un edificio avversario, ecc.

In ogni caso Victoria Calderan e Domino Bonaparte (Black Maid) sono le uniche carte/mazzi che danneggiano direttamente un altro giocatore e potrebbero anche non uscire dall'estrazione iniziale. Questo fa si che questo mazzo sia meno aggressivo rispetto al Tanto Cuore base: se siete giocatori che non amano l'attacco diretto tra giocatori e vi interessa un solo box, probabilmente questo è più adatto a voi.

Inoltre tende ad essere un set con turni più rapidi (nel primo set c'eran più cameriere che facevano giocare altre cameriere o pescare altre carte, rendendo più facili certe combo che a volte ci vedevan passare in mano 10-12 carte invece delle 5 di partenza).

IL GIOCO (5-8 GIOCATORI)
Non avevo toccato ancora 'argomento, ma vi confermo che il "-8" che chiudeva il numero di giocatori nel secondo paragrafo non è un errore di battitura. Se possedete entrambi i set potrete infatti giocare fino in 8. In questo caso si usano usano le carte (1,2 e 3) di entrambi i mazzi ed il gioco termina nel momento in cui si esauriscono non 2 ma 3 pile (escluse le pile cuori, eventi o edifici).

Il gioco in 5-6 giocatori risulta sostanzialmente simile a quello in 4, anche se si allungano un po' i tempi morti (cosa che può andare dall'impercettibile al tanto a seconda della combinazioni di carte cameriera nel set-up base e alla sindrome di analysis paralysis del vostro gruppo). In 6 una partita media dura sull'oretta e mezza.

Non ho mai provato la partita in 7-8 giocatori, ma ho il timore che possa diventare pesantina (magari quando la proverò eliminerò dall'estrazione iniziale alcune cameriere, quelle che portano a turni lunghi facilitando le combo a catena): infatti sebbene la durata complessiva dovrebbe rimanere la stessa, poichè il gioco finisce al terzo mazzo esaurito, di fatto si faranno meno turni a testa e al contempo l'attesa tra ogni turno si dilaterà. 

Se avrò modo di provarlo (è un caso molto raro avere 7-8 persone tute interessate ad un deck-building giapponese).


OPINIONE E PREZZI
Valgono a mio parere tutte le considerazioni fatte nella prima recensione, se il set viene usato da solo (con le dovute consiiderazione sull'attacco diretto sopra indicate), mentre senza dubbio aumenta in modo imbarazzante le combinazioni se usato assieme all'altro (giocare con 10 mazzi casuali tra 32 garantisce matematicamente di non giocare mai due partite simili), senza contare che eventi e edifici saranno entrambi presenti.

La possibilità di giocare in 5+ usando entrambi i mazzi rappresenta invece per me una interessantissima novità anche perchè quasi tutti i deck-building permettono al massimo di giocare in 4.

Il prezzo è in linea con i giochi di questa categoria e cioè circa 45 euro: l'espansione è disponibile su Egyp.it dove potete trovare anche il primo box.


-- Le immagini sono tratte da BGG, tutti i diritti appartengono alla Casa produttrice ed agli Autori. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplice richiesta. --

Nessun commento:

Posta un commento