lunedì 16 luglio 2012

Essen 2012 - Le anticipazioni (IX)

scritto da Fabio (Pinco11)

Ci si avvicina alla canicola, ma le novità non si fermano: stavolta giriamo un pò per il mondo con diverse origini per le nostre news estive di pre-stagione d'oro (che per i giochi in scatola è, come sempre, l'autunno!

Kosmos

L'importante editore tedesco non lascia per ora trapelare moltissimo o almeno non lo fa in lingua non di Goethe (del resto svariati dei suoi titoli di Essen 2011, vedi Targi, non disponevano neppure di manuale tradotto per la fiera). Si parla però già di diversi titoli, tra i quali Der Hobbit: Das Spiel zum Film, di Andreas Schmidt, per 2-4 giocatori  con tempo a partita intorno all'oretta , nel quale i partecipanti accompagneranno in questo gioco su licenza Bilbo Beggins nelle sue avventure.

Sempre a tema fantasy e poi Die Legenden von Andor, che vedrà esordire il noto disegnatore Michael Menzel anche quale designer. A parte che il prezzo sarà sui 40 euro e che da settembre si avranno maggiori info sul sito del gioco poco si conosce, a parte che dovrebbe essere, a occhio e croce, un classico gestionale, di quelli che sino ad ora l'ottimo grafico aveva solo illustrato!
Per chiudere la quadrilogia fantastica in casa Kosmos ecco poi a voi il Gioco di carte dei Signore degli Anelli e quello dell'Hobbit. In particolare solletica l'attenzione il secondo, perchè si parla di Martin Wallace come autore ed il gioco prevede una lotta bene contro male con due squadre in lotta tra loro (2-5 i giocatori, per 30 minuti a partita).Visti i soli 7 euro previsto a scatola e la presenza di, così dicono, 'poco testo in lingua': vedremo che ne sarà di questo potenziale best seller .. ;)

Cryptozoic

Diverse sono le licenze acquisite da questo editore: nel campo dei giochi di carte di parla del Deck Building Game della Compagnia dell'Anello , nonchè di quello della DC Comics (quella di Superman e Batman, per capirci). Da 2 a 5 giocatori e dipendenza dalla lingua (i testi delle carte) sono gli elementi caratterizzanti di questi prodotti, ai quali dovrebbe aggiungersi, sempre su licenza, il party game di Big Bang Theory. 

Sempre nella serie dei giochi di costruzione mazzo abbiamo poi 3012, ad ambientazione futuristica  e vagamente horror dark , del quale a sua volta poco si sa (salvo la classica promessa di rutilanti novità ed interazione mai vista).

Alea

Vediamo, vediamo, vediamo ... ah, si, ecco un altro bel Feld, ossia un gestionalino dal titolo provvisorio Bora Bora, che vede i partecipanti impegnati nel contendersi diverse azioni (si parla di un numero di scelte variabile a seconda dei giocatori, ma contenuto tra 5 e 7) utilizzando per eseguirle i dadi che vengono tirati. Torniamo quindi, dopo Macao,  nel campo dell'esercizio stilistico sull'uso dei dadi connesso ad un ambiente di fondo di forte riflessione: stavolta l'idea è quella che a seconda del numero che reca il maledetto cubotto si possano ottenere diversi effetti, più o meno 'forti'. Per il resto siam nel campo delle speculazioni, legate al poco che  trapelato da chi sta provando i prototipi in giro ... Però è un Feld, quindi merita attenzione e schizza nell'elenco delle cose da tenere sotto controllo ;)

Lookout

In compartecipazione con altri editori   spunta il gioco di Ted Alspach (quello della Bezier) dal nome Suburbia, per 1-4 giocatori (quindi dovrebbe avere la versione solo play) con 90 minuti di tempo a partita. La predisposizione dagli 8 anni in su sembra promettere per un qualcosa di adatto al grande pubblico , mentre quanto alle mccaniche l'idea è quella di costruire una città piazzando tessere esagonali e predisponendo un motore produttivo (nuovo il concetto, no?).
Questo quello che si conosce per ora: la grafica non promette, devo dirlo, di essere qualcosa di più che 'spartana', però, per qualche strano motivo, può essere che mi interesserò ancora a questo titolo in futuro ;)

Aos Team

Il micro editore francese sinora dedito essenzialmente alla produzione di mappe - addon per Age of Steam, dovrebbe proporre un  gioco di simulazione di costruzione di città ideato da Alban Viard, dal titolo Town Center (molto evocativo ed originale, direi). Le meccaniche, che viaggiano sull'astrattoso, prevedono che si costruisca in 3D, sovrapponendo cubi, partendo da una base (lotto) quadrettata ed utilizzando pezzi di diverso colore. Il fatto che sia disponibile una scoring card in formato excel dovrebbe far capire come si tratti di prodotto destinato ad un pubblico  di molto appassionati .. ;)

Blackrock

Alain Ollier (Leader 1, The Boss) è l'autore di Blackrock City (quest'anno i titoli, devo dirlo, non sono proprio per niente fantasiosi .. magari la Kosmos potrebbe produrre, che so, un gioco di fantascienza e chiamarlo Kosmos 16 ...), titolo ad ambientazione western per 2-4 giocatori dai 20 ai 45 minuti di tempo medio a partita.  Al suo interno i giocatori, capibanda, dovranno studiare i colpi che gli sono proposti, cercando di evitare le forze dello sceriffo! Compatti i materiali di gioco, consistenti soprattutto in tesserine di cartone, così come esenziali appaiono le dinamiche: rinvio chi fosse interessato alle regole, disponibili in inglese sul sito della casa (le trovate qui e se ci capite davvero qualcosa, fatemelo sapere !!)

Nota: i diritti sui titoli citati spettano alle rispettive case produttrici, sempre indicate nel parlare dei vari giochi. Le immagini sono state tratte dai siti delle case in questione  : ai proprietari dei giochi e delle immagini spettano tutti i diritti su di esse: vi è piena disponibilità a rimuovere ogni notizia od immagine su semplice richiesta o ad aggiungere specificazioni o chiarimenti --



3 commenti:

  1. Curioso di vedere Menzel come autore... certo 40 eurozzi. Wallace invece cavalca il trend dei giochi di carte... sto franchise tolkeniano invece ha un po' rotto...

    RispondiElimina
  2. riguardo a Bora Bora si sa niente riguardo a durata e target?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. L'uscita per altro potrebbe slittare al 2013 ...

      Elimina