mercoledì 18 luglio 2012

Road Kill Rally - Recensione

Scritta da Chrys

Oggi è il turno di un bel gioco in puro american style, ca**one, divertente e ciaciarone, con tanti dadi e tante carte... di quelli che possono stroncare un hardcore gamer di giochi alla tedesca anche solo a sentirlo descrivere (quindi io vi ho avvisati... come blog non ci assumiamo responsabilità).

L'ambientazione di Road Kill Rally (3-6 giocatori, 60-120 minuti, Z-Man Games) è un ipotetico futuro in cui lo sport delle gare d'auto è un qualcosa di selvaggio, violento e spietata: per chi mi può capire siamo in una via di mezzo tra Car Wars e lo storico Carmageddon

Aspettatevi quindi gare al fulmicotone, ricche di imprevisti, armature, eventi, auto con armi ed ammenicoli montati sopra ed ovviamente vecchiette, uomini e bimbi da travolgere con la macchina (inutile dire che il politically correct è andato a farsi un giro).  ;)


NELLA SCATOLA
La scatola è quadrata di dimensioni standard e contiene una ventina di plance di cartone con le varie strade, 6 plance autovettura, sei miniature di automobili, varie miniature di pedoni (vecchiette, adulti e bambini), sei dadi speciali, un mazzo di carte upgrade (i vari gadget montabili) ed un mazzo di carte "rally" (usate in gara per vari scopi). 

A questi aggiungete una sporta di token "shoot", token "testacoda" ed altri vari.

Plance e token sono di cartone spesso e robusto, le illustrazioni rendono l'idea pur non essendo eccezionali e le carte sono non patinate ma di buona grammatura e dall'aria robusta.



COME SI GIOCA
Ad inizio partita si mettono da parte le plance strada "partenza" ed "arrivo", si mescolano, se ne prendono a caso 4-8 e vi si mescola assieme la plancia arrivo, dopodicè si piazzano le restanti sopra (quindi in sostanza l'arrivo può arrivare all'improvviso ma solo dopo un certo numero di turni). Interessante la possibilità di variare il range di chiusura ed anche la possibilità di usare meno tessere delle 20 per partite più brevi.

Fatto questo ogni giocatore riceve 8 carte upgrade e sceglie le 3 di partenza piazzandole sopra la vettura facendole combaciare con i 3 colori (di norma rosso=attacco, verde=difesa e giallo=utility)... le rimanenti 5 restano al giocatore (potrà scambiarle facendo pit-stop). 

Ogni turno è composto di 3 fasi: pesca carte rally, scelta velocità e movimento, attacco/pit-stop. Ogni fase viene fatta in ordine a apartire dal giocatore con la macchina in testa e via via a scendere verso l'ultimo (in caso di pareggio si guarda la velocità attuale); l'ordine viene ricontrollato prima della fase di attacco (perchè spesso cambia).

Pesca delle carte Rally
Se si hanno meno di 8 carte rally in mano se ne pescano 3... non c'è limite massimo di mano. Come vedremo queste carte rappresentano abilità di guida e risorse, e regolano numerose cose durante il gioco (danni, attacchi, munizioni, velocità, ecc.)


Scelta velocità e movimento
Sulla plancia l'indicatore della velocità si può spostare a step di 20km/h (il contachilometri va da 20 a 200 Km/h). In questa fase il giocatore può aumentare la velocità di uno step o ridurla fino a due step... è possibile scartare una carta rally qualsiasi per aumentare o diminuire la velocità di uno step extra.

Fatto questo la macchina deve avanzare di tante caselle quanti gli attuali step di velocita (la strada è divisa in 2 corsie, ciascuna spezzata in più caselle): ad esempio se si è a 140 km/h si avanza di 7 caselle che vanno percorse tutte. Ogni volta che si entra in una tessera in cui ancora non c'è nessuno si gira dalla pila la tessera percorso successivo e la si piazza.

Sui rettilinei non ci sono problemi (bordo della strada verde) e si può cambiare corsia a piacere, ma nelle curve le cose cambiano. Ogni volta che si entra in una casellina curva si deve guardare il colore del bordo e confrontarlo con la propria plancia... infatti sotto la velocità ci sono delle linee colorate delle tre difficoltà delle curve (giallo, arancio. rosso) che possono riportare dei numeri: si controlla e se indicato un valore si tira quel numero di dadi (più uno extra se si ha appena cambiato corsia). Ogni dado riporta tre facce vuote, due facce con una macchia di sangue ed una faccia con due macchie.... per ogni macchia uscita si deve scartare una carta rally.


Se durante il movimento si entra in una casella con un pedone si cerca di metterlo sotto tirando due dadi (anche qui si possono scartare carte per +1 dado a carta o anche usarle seguendone il testo sopra): se escono almeno 2 macchie di sangue il pedone muore (e ce lo si mette sulla propria scheda auto... varrà 50-30-20 punti alla fine in base al tipo (adulto-bimbo-vecchia). In caso contrario resta lì per le auto che passeranno dopo.

E' anche possibile per scelta onecessità sbattere contro un'altra macchina: in questo caso ogni auto subisce un numero di dadi danno pari alla differenza di step velocità (se un auto ai 200 km/h tampona una agli 80, si tireranno sei dadi) e deve scartare come al solito una carta per ogni macchia di sangue. Fatto queste le due auto cambiano la propria velocità portandola a metà strada tra quella delle due auto (quindi se un'auto ai 200 tamona una ai 140 entrambe passano a 170... la più veloce è quindi rallentata e la più lenta è accellerata dall'impatto).

Attacco / Pit-stop
In questa fase è possibile attaccare un altro avversario usando una carta rally di attacco e seguendone le indicazioni (ad esempio il cecchino permette di attaccare il pilota in testa con 4 dadi, la granata di attaccare un giocatore la cui macchina sia ai lati o subito dietro, ecc.) oppure usare l'arma montata sulla propria vettura. In questo caso bisogna scaratare tanti punti munizione quanti richiesti dall'arma; anche le munizioni si pagano scartando carte rally (ognuna ha nell'angolo 1-2 simboli munizione). L'arma ha anche indicato a che gittata può colpire e quanti dadi di danno fa. Tutte le armi montate attaccano solo davanti.

Se si attacca un altro avversario come al solito questo per ogni danno perde una carta che però nonva negli scarti ma a chi l'ha colpito che guadagna sicurazza in sè (questo è fondamentale perchè permette sostanzialmente di curarsi). Inoltre si guadagna un token "shoot" se si fa almeno un danno ad una vettura.
Se si spara invece ad un pedone (sì... puoi anche sparargli... poracci) questo viene ucciso se si ottengono almeno tre macchie di sangue; è risaputo che i pedoni sono infatti più facili da investire. ;)

In alternativa è possibile giocare una carta Pit-Stop dalla mano per pescare una nuova carta upgrade e modificare la configurazione attuale della macchina.

Testacoda
Se in qualunque momento si deve scartare una carta ma non se ne hanno più l'auto va in testacoda: si prende un segnalino wipe-out e la macchina viene portata alla velocità di 20km/h. Se avviene durante il movimento l'auto non completa eventuali movimenti avanzati.

Condizioni di vittoria
Se si gioca in modalità gara il primo che arrica riceve il token oro (100 punti) il secondo l'argento (50 punti) ed il terzo il bronzo (30 punti); appena il terzo taglia il traguardo il gioco finisce e si contano i punti dati dal piazzamento, più quelli dei pedoni uccisi (50, 30 o 20 punti l'uno), più i token "shoot" (10 punti l'uno) e si sottraggono i token wipe-out (-20 punti l'uno). Chi ha più punti vince. Questo significa che arrivare sul podi è un vantaggio (soprattutto primi) ma ancora di più conta fare spettacolo.

Se si gioca in modalità eliminatore quando una macchina fa il terzo testacoda esplode ed è eliminata... l'ultimo rimasto in gara è il vincitore.


CONSIDERAZIONI FINALI
Il gioco mi è piaciuto ma come detto in apertura va giocato con il gruppo giusto o vi troverete a subire per due ore gente che sbuffa per il fattore alea, per le carte che non son come le vuole, per il tiro fallito, ecc. E' un gioco da prendere con spirito sociale e gogliardico, sebbene non manca ssolutamente di una componente strategica... di volta in volta bisogna capire cosa fare, e gestire bene accelerazioni e frenate permette di uscire bene da una curva e guadagnare un paio di posizioni come niente (da questo punto di vista le strategie sono simili a quelle di Formula Dè o Formula D).

Garantisce partite sempre diverse grazie alle 68 carte upgrade (anche in 6 non le vedete tutte), ai vari eventi delle 92 carte rally ed alla conformazione casuale del tracciato. Inoltre molte tessere tracciato hanno regole speciali: quella col salto, quella con la barricata che danneggia molto il primo che sfonda, la curva con le mucche in strada, la curva con la casa dei cultisti che si sacrificano a Satana buttandosi sotto le macchine (quindi nessun tiro per investire, ma per ogni cultista messo sotto si fa un tiro e si rischian di perdere 4 carte per il senso di colpa per aver avvicinato il giorno del giudizio).

Trovo particolarmente interessante soprattutto la gestione dei "punti danno" con le carte rally che rappresentano contemporaneamente lo stato della vettura, la sicurezza del pilota, lo stress, la tenuta di strada, ecc. 

Giocandolo resta sempre equiibrato sia perchè giocandosela bene si riesce sempre a recuperare per via del fatto che ci è indietro e meno soggetto ad attacchi e testacoda, e perchè allo stesso tempo chi è davanti pur avendo la prima scelta sui pedoni da investire è quello che man mano gira l tracciato ed essendo lui ad esplorarlo corre più alla cieca. Inoltre non sempre essere davanti è la scelta migliore, ed ho visto persone frenare apposta per farsi superare e cannoneggiare da dietro.

La dipendenza dalla lingua qui c'è ed il gioco esiste solo in inglese.. nessuna scritta eccessivamente complicata, ma le carte sono private e segrete e due terzi di queste ha dell'inglese descrittivo sopra.

Si tratta in sostanza di un gioco casinaro e leggero, per chi ha voglia di farsi quattro risate e divertirsi senza friggersi il cervello. Non scalerà mail le vette né scalzerà mostri sacri dalle classifiche BGG ma riempie piacevolmente il tempo che occupa.  :)

Il gioco è in vendita a circa 59,00 euro di listino e potete anche trovarlo su Egypt a 54 euro (mentre scrivo questo articolo è però in restock).

-- Le immagini sono tratte dal manuale, da boardgamegeek.com o dal sito della/e casa/e produttrice/i (Z-Man) alle quali appartengono tutti i diritti sul gioco di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

2 commenti: