sabato 8 settembre 2012

Anteprima - Morels

scritto da Iziosbiribizio

Dopo aver parlato della FamousGames (con Famous Fairways) e dei suoi giochi mignon, rimaniamo in tema e introduciamo la Two Lanterns Games. La particolarità di questa casa è il voler dare più importanza al gioco per due giocatori, 'illuminarlo' per essere più corretti. Il credo della TLG non è niente male: Giochi spiegabili in 15 minuti, giocabili in 45 lasciando il bisogno di una rivincita immediata, strategia senza paralisi, giochi che facciano credere di essere in una taverna vicino al fuoco di un camino, magari accompagnati da una bella birra.
Sicuramente si aprirà il dibattito sul fatto che i giochi di società, in quanto tali, dovrebbero riunire più persone, ma capita a volte di voler giocare con una persona ben precisa e nessun altro. Ci sono anche di queste occasioni. Pensate a due vecchi amici o a due fidanzati. E poi ciù gust is megl che uan diceva qualcuno.
Ma passiamo a parlare, in anteprima, del gioco, Morels, di Brent Povis. Strategia leggera per due cercatori, e magnatori, di funghi. Tanto per cambiare (ma in tempi non sospetti già l'avevo annunciato che sarebbe stato un anno a senso unico) anche questo è un gioco di carte. Vediamo quindi come sarà andar per funghi con la Two lanterns games, e se davverò ci sarà l'impressione di essere in una vecchia taverna.


I Materiali
La prima particolarità di Morels è la divisione delle carte in due mazzi. Il mazzo giorno, contenente le varietà di funghi, i cestini per raccoglierli, burro, padelle e sidro, ovviamente, e il mazzo notte, più piccolo, solo 8 carte che rappresentano i funghi che sarà possibile piantare la notte. Queste carte vengono giocate grazie alla carta luna, e valgono due funghi qualsiasi, ma occupano un solo spazio nella mano!
Ogni carta ha 2 valori, uno per la vendita e uno nel caso venga cucinato. A cosa servono? Basta leggere sotto!














Le Regole
L'obiettivo del gioco è, a fine partita, aver totalizzato più punti varietà fungo, o MVP. Questi punti si ottengono cucinando almeno 3 funghi dello stesso tipo, totalizzando il valore corrispondente sulla carta. I funghi però possono anche essere venduti, a coppie, per ottenere le informazioni su dove trovare nuovi e più interessanti funghi. Le informazioni vengono rappresentate da dei bastoncini.
In ogni turno i giocatori possono eseguire soltanto una delle seguenti azioni:
- Prendere una carta dalla foresta, azione possibile solo se non si supera la mano iniziale di 8 carte (espandibile grazie ai cesti). Le carte non stanno a lungo in gioco, infatti si spostano verso la zona di putrefazione, ma sono proprio le carte a ridosso di questa zona le più economiche, in quanto non è necessario pagarle. Le altre invece vanno pagate con i bastonicini, per rappresentare il fatto che siano funghi più nascosti nella foresta.
- Prendere tutte le carte dalla zona putrefazione, sempre rispettando i limiti di mano.
- Cucinare 3 o più funghi uguali. Ovviamente sarà necessario avere una padella in cui cuocere i funghi, che devono essere dello stesso tipo, ma è possibile aggiungere degli ingredienti. Se verranno cucinati 4 funghi dello stesso tipo, si potrà aggiungere il burro da 3mvp, se si arriva addirittura a 5 allora si potrà aggiungere il sidro da 5mvp!
- Vendere 2 o più funghi uguali. Semplicimente si scartano le carte da vendere, e si scambiano per il valore corrispondente di bastoncini.
- Giocare una carta padella vuota. Allo scopo di liberare un posto nella mano che potrebbe venire in seguito occupato da carte più importanti.

Dopo aver svolto l'azione, la carta più vicina alla zona putrefazione vi entra, e tutte le altre scivolano per coprire il vuoto lasciato. La zona non può mai contenere più di 4 carte, quando ciò avviene vengono tutte scartate. 
Il gioco termina quando nella foresta non ci sono più carte da pescare.

Considerazioni

In conclusione? Morels da l'idea di essere un gioco estremamente semplice. Allo stesso tempo però, la disposizione delle carte sul tavolo permette di imbastire una strategia che farà di certo fare qualche sussulto, in quanto potremmo decidere di pescare una carta costosa, ma anche di aspettare che arrivi in zona costo zero... e se dovesse prenderla l'altro giocatore? Semplice, ma non banale.
L'ambientazione è ben resa dalle azioni, per quanto la vittoria stia nel mangiare più funghi possibili... forse non un gran obiettivo, sopratutto per chi i funghi non li digerisce.
Forse, a differenza della FamousGames che ha voluto esagerare davvero (un gioco bello con 9 carte?? per ora ancora no), la Two lanterns ha le carte in regola per donarci qualche perla da giocare in pochissimo, ovunque e lasciando quel sorriso soddisfatto a fine partita. E perchè no, magari accompagnato da una bella birra. 

-- Le immagini sono tratte dal manuale, da boardgamegeek.com o dal sito della/e casa/e produttrice/i  (Two Lanterns games) alle quali appartengono tutti i diritti sul gioco di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -- 

4 commenti:

  1. il tema è molto carino, sai se ci sono altri giochi con questa ambientazione??
    per quanto riguarda le meccaniche, attendo la prova su strada per capire quanto l'alea incide e quanto, basandosi sulle carte scoperte, sia possibile intavolare strategie. non ho capito bene una cosa però: la "foresta" è un mazzo coperto oppure è il pool di carte scoperte che si muovono verso la putrefazione?

    RispondiElimina
  2. E' il pool di carte scoperte che si muovono verso la putrefazione! la foresta comprende tutte le carte che dal mazzo vanno fino alla zona dalla quale poi escono dal gioco

    RispondiElimina
  3. Una domanda: come siete riusciti a procuravi Morels? Direttamente dalla Two Lanters o tramite un rivenditore italiano o europeo? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'articolo è una anteprima, per cui per ora niente Morels. L'autore, che abbiamo contattato per alcune delle immagini a corredo dell'articolo e per il manuale, era nella fase iniziale di commercializzazione, per cui penso che prima o poi qualche copia dovrebbe 'trapelare' anche da noi ;)

      Elimina