venerdì 14 settembre 2012

Essen 2012 - Le anticipazioni (XII)

scritto da Fabio (pinco11)


Proseguiamo imperterriti nel proporre carrellate di nuovi titoli, toccando spesso case decisamente meno note ai più !!!


Splotter Spellen

L'editore olandese, noto tra i gamers di nicchia per diverse produzioni di un certo peso specifico, come Roads and Boats, Greed Incorporated e Antiquity, propone quest'anno un altro gioco che si preannuncia come piuttosto complesso, ossia The Great Zimbawe.
Le info lasciate trapelate per ora parlano di un titolo che dovrebbe coniugare dinamiche di costruzione reti con altre di gestione economica, il tutto su di una mappa modulare e con una ambientazione legata all'antica Africa. Autori sono la coppia Doumen - Wiersinga e da 2 a 5 i giocatori, per un tempo a partita di due orette. Non basso il prezzo (anche se non so se il gioco sarà il grosso pacco (parlo di dimensioni!) che era anche Antiquity: si parla di 75 euro ed il tutto è preannunciato come in uscita giusto la settimana di Essen.


Bezier Games

L'editore ha acquisito la licenza di una serie di libri, denominata The Passage, scritta da Justin Cronin, la quale parla di un mondo del futuro popolato da umani, sull'orlo dell'estinzione, e creature simil vampiro, frutto di un esperimento genetico non andato esattamente a buon fine (tutto orrrrriginalissimo!!!). Ideato da Ted Alspach, che ricordo essenzialmente per una valanga di espansioni per Age of Steam ed alcune per Ultimate Werewolf, è in procinto di uscire anche questo Enter the passage, party game cooperativo per 6-15 giocatori nel quale i presenti si dividono in due gruppi, umani e 'virali' (con, all'interno del gruppo degli umani, la classica umana 'iperdopata' ed 'iperpotere'), in guerra tra loro. Molto attraente per i fan della serie, un pò meno per tutti gli altri ... ;)


Asylum Games

L'editore spagnolo in questione propone il restyling di un titolo di un paio di anni fa (allora uscito in print and play) dal  nome Polis: fight for the hegemony. Si tratta di un gioco di civilizzazione light (anche se poi il tempo medio a partita è di 150 minuti ..) per due giocatori (dipendente dalla lingua - con testo sulle carte), ambientato nell'antica Grecia, nel quale i giocatori dovranno fare i conti sia con le battaglie, che con la necessità di sfamare i propri seguaci (fonte di soldati ...). L'autore è qui un quasi esordiente, Fran Diaz.

Helvetia Games

Ecco un ennesimo nuovo editore che spunta sul mercato e con lui due titoli nuovi di zecca. Il primo è Shafausa, di Cristophe Borgeat, gestionale basato su dinamiche borsistiche, nel quale si è pensato bene di introdurre come ambientazione di fondo una ipotetica tribù svizzera un pò fantasy. Il tempo a partita è battezzato in 120 minuti e la fruibilità è prevista dagli otto anni in su. Per maggiori info eccovi il link del sito della casa.

Il secondo titolo è invece Helvetia Cup del duo Crittin - Largey,  il quale catapulta ancora i due giocatori che vi si impegneranno in un mondo fantasy , proponendo una partita di football tra squadre ovviamente un pò particolari. Il campo si presenta come maxiesagonato e si parla di una versione basica per tutti ed una più complessa: un paio sono comunque le pagine del regolamento.

Iello
L'editore francese, sempre molto attivo, proporrà finalmente la nuova versione di Uchronia, titolo che era già stato annunciato in uscita per lo scorso anno, tanto che ne avevo scritto anche un'anteprima, ma la cui edizione era stata rinviata a causa di qualche lamentela proposta dalla Cambridge Games per via di una modestissima affinità del gioco con un altro titolo ideato dallo stesso autore, Carl Chudyk, ovvero Glory to Rome, che lo scorso anno usciva a sua volta appunto in una nuova veste editoriale. 

Altro titolo annunciato è Konito, di Richard Champion, per 2-12 giocatori, Party game nel quale si è chiamati a completare delle frasi stampate sulle carte (che rappresentano il grosso dei componenti, assieme a degli sgorbiomostri che fungono da vostro segnalino. Ragionevole la enorme dipendenza dalla lingua ...

Roberto Fraga, notissimo autore dello stavenduto Dancing Egg della Haba,  è l'autore di Joomba, altro titolo indirizzato ad un pubblico di più piccoli (la scatola recita 6+ come età e 15 minuti a partita, mentre 2-8 sono i giocatori). 
L'idea è che in ciascuna delle 52 carte sono disegnati  dieci animali, uno dei quali compare disegnato 4 volte, uno 3, uno 2 ed uno 1 sala volta: si deve essere il primo ad identificarli ... ;) Si sa inoltre che dovrebbero essere previste tre diverse modalità di gioco ...

Nota: i diritti sui titoli citati spettano alle rispettive case produttrici, sempre indicate nel parlare dei vari giochi. Le immagini sono state tratte dai siti delle case in questione e/o dal Boardgamegeek (postate da ) : ai proprietari dei giochi e delle immagini spettano tutti i diritti su di esse: vi è piena disponibilità a rimuovere ogni notizia od immagine su semplice richiesta o ad aggiungere specificazioni o chiarimenti --


3 commenti:

  1. mi fido di Fraga, ma Joomba non mi sembra molto divertente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un classico titoletto indirizzato anche ai più piccoli. Mi ricorda, per certi aspetti Dobble, che gira splendidamente in quel senso: roba veloce e certo non da passarci una serata intera: è tutta una questione di colpo d'occhio ..

      Elimina
  2. Dai video che ho visto devi fare per primo il verso dell'animale unico nella carta... gran parte del divertimento sta in quello (in modalità party game ovviamente)

    RispondiElimina