mercoledì 3 ottobre 2012

Essen 2012 - Il punto a due settimane dalla fiera


scritto da Fabio (Pinco11)

Finalmente ! 
Non più di due o tre anni fa mi trovavo a commentare con alcuni amici il fatto che alla fiera di Lucca, vuoi o non vuoi centrale nel panorama ludico nazionale, ad una settimana da Essen, non fosse quasi possibile trovare titoli (di produzione estera) provenienti dalla fiera tedesca e che ci volessero mesi, se non anni, per avere le versioni italiane dei principali successi.
Ora invece siamo agli inizi di ottobre e già siamo a presentare le prime ultralette anteprime di alcuni dei titoli più attesi, non solo disponibili, ma addirittura in italiano! La sensazione, positiva, è che ci sia finalmente del movimento sul mercato e che le varie case di casa nostra (gioco di parole) abbiano preso a muoversi in anticipo, concludendo accordi per la commercializzazione dei principali titoli già prima della loro uscita, senza aspettare di vedere come si mettono le cose.


Vedo così che la Asterion ha già messo in vendita la versione italica di Seasons, titolo che a occhio e croce sembra destinato a diventare uno dei protagonisti di Essen (ma si parla anche di una edizione nostrana di Clash of Cultures), così come la Giochi Uniti ha pescato un bel jolly con Legend of Andor, già sugli scaffali. Ma accanto a loro ci sono pure diversi annunci di edizioni nostrane, anche di titoli che forse non concorreranno al concorso per il best seller della fiera, ma ciascuno die quali ha ottimi motivi di interesse per gli appassionati. La Uplay, attivissima, ho già visto che ha annunciato Snowdonia, Amber, Il vecchio, The Cave, il Le Havre per due giocatori e Suburbia, così come la Cranio proporrà la versione italiana di Tzolkin ed importerà vari titoli della White Goblin, come Revolver 2, Rattus Cartus ed Expeditions. La Giochix invece coproduce ancora con i greci della Artipia Among the Stars. 

Mi direte: hai citato una decina di titoli  sulle centinaia che arrivano ad Essen. Vi rispondo: non so se vi ricordate che nel 2008 Alta tensione vinceva il Best of Show di Lucca e teniamo conto che l'originale Funkeschlag era del 2001 ..
La sensazione è che il mondo di internet abbia contagiato, negli ultimi anni, anche il nostro mondo, con una informazione più diffusa sulle novità in uscita (nel nostro piccolo pensiamo di aver fatto la nostra parte, proponendo sempre news sui titoli in lavorazione ed uscita) e con la conseguente necessità, per evitare di bruciarsi possibili vendite (ossia che gli interessati acquistino la versione originale, nel dubbio se uscirà o meno quella italiana), di muoversi per tempo.
Direi che di tutto questo non possiamo che gioire, almeno per ora ;)

Ma il quadro complessivo delle uscite ?

Beh, vi dirò: non è che ora come ora si sappia poi così tanto di più rispetto alla metà di agosto, quando proponevo il mio precedente 'punto della situazione'. Mi spiego: è chiaro che nel frattempo sono usciti numerosi manuali online, ma non c'è stato il flusso di informazioni diffuse che ci si poteva aspettare, per cui è evidente come la percentuale maggiore degli editori, grandi o piccoli, si sono divisi tra le due principali strategie, ovvero da una parte chi ha giocato sull'anticipo e dall'altra chi invece spera di impressionare i potenziali acquirenti direttamente in fiera. Nel mezzo ci stanno quelli che hanno semplicemente messo a disposizione le loro informazioni non appena le hanno avute pronte.

Tra chi ha giocato in anticipo abbiamo così quelli che sono già in giro per i negozi con le loro scatole e tra di essi si stanno facendo notare, alla grande, tre titoli di punta, ovvero Seasons, del quale ci ha delirato il nostro Pollo pochi giorni fa, Legends of Andor, che Chrys si è accaparrato ancor più di recente, e Libertalia, che addirittura ho avuto tra le mani e recensito in agosto.
Sono sicuro che, vuoi per il marketing ben studiato, vuoi per le case editrici, vuoi per gli autori, tutti e tre non mancheranno di farsi notare in fiera.

Tra chi invece sta ancora coperto direi che i titoli che maggiormente vedo dotati di potenzialità sono Gingkopolis, Die Palaste von Carrara e Myrmes. Il primo (ne parlai qui) è la novità di quest'anno della Pearl Games editrice che ha spopolato nei due anni passati con i suoi Troyes e Tournay, la quale ha finalmente abbandonato l'ambientazione medievale per passare ad un gioco a sfondo gestionale, ma con meccaniche di drafting e piazzamento tessere. 
Il secondo è a sua volta il titolo della Hans im Gluck, editore tedesco che considero uno dei migliori come attenzione alla componentistica e fruibilità da un pubblico anche familiare (a volte con qualcosa anche per gamers, altre volte con titoli più facili), il quale propone l'accoppiata Kramer Kiesling, che di solito difficilmente sbaglia in assoluto le meccaniche, pur restando sul 'classico'. Il terzo è invece un titolo francese, ambientato in un formicaio, che ha attirato diverse attenzioni, ma del quale si è, credo a questo punto volutamente, evitato di far trapelare troppe informazioni.
Parecchi, anche se personalmente non mi attira molto, cercheranno anche di provare Tokaido, sia perchè è un Bauza, sia perchè è effettivamente semplice e molto zen nella grafica: strano che nessuno dalle nostre parti ne abbia preannunciato l'edizione nostrana ... (apprendo anzi ora che lo ha fatto l'Asterion).

Quanto ai 'pesi massimi', ovvero ai titoli di civilizzazione o comunque di lunga durata a partita, Clash of Cultures (qui l'anteprimamantiene un certo interesse tra gli appassionati, anche se sembra non aver sfondato in assoluto: qui però si tratta, a mio avviso, solo dell'effetto normale legato alla sua natura di gioco civ like, ovvero al fatto di avere un sostrato che necessariamente deve condividere con gli altri titoli della categoria (l'albero delle innovazioni), per cui il fatto che l'interpretazione del tema sia geniale o deludente lo si potrà sapere solo provandolo! 
Terra Mystica (qui la sua anteprima) invece sembrava godere di premesse a sua volta ottime, ma sembra essere passato un poco in secondo piano nelle preferenze degli internauti. Road to enlightment (ne parleremo sul blog a breve), dopo il successo di Kickstarter , sembrava a sua volta un concorrente in questa classe, ma ancora le opinioni di chi ha avuto le prime copie sono contrastanti. E' quindi possibile che qualche outsider si faccia strada, magari con qualche chance anche per titoli di casa nostra, come autori o produttori (vedi CO2, ma anche gli What's your game o la Yemaia) o magari per l'Archipelago  del quale abbiam parlato poco tempo fa.

Per il resto in giro, ora come ora, si parla molto delle novità ceche, ovvero di Goblin inc. e Tzolkin, ma un occhio gli appassionati lo danno sempre al sempreverde Friese, con il suo Fremde Ferden che mette i giocatori in corsa per la presidenza, mescolando diverse meccaniche da eurogame. 
Tra i cooperativi abbiamo poi, oltre ad Andor, pure il Robinson Crusoe polacco di Trzewiczeck, mentre letteralmente decine saranno i giochi  a base di carte.

Vado sul sicuro dicendo che i giocatori più ricercati troveranno come al solito una perla tra i quattro titoli che proporrà la Adlung come sempre (st'anno abbiamo l'espansione del castello del diavolo, attesa da tempo, oltre ad altri tre titoli, che promettono di spaziare tra diversi generi, uno sui treni, uno sui giochi di parole ed uno con draghi ed eroi), ma la massa potrebbe essere attratta da prodotti più strutturati, magari a tema Marvel come Legendary, o ispirati a titoli di successo , come Cartus Rattus, il gioco di carte di Shadow over Camelot, quello di Star Wars o quello di Dominant Species, quello dello Hobbit o lo Wallaciano Doctor Who. 
Vabbè, di roba ve ne ho menzionata un sacco anche stavolta, ma ad oggi sull'elenco titoli di Spielbox ne compaiono ben 677: ok, molti sono doppioni o riedizioni, ma anche quest'anno arriveremo in fiera con la certezza che, nonostante i potenti mezzi di internet, ci sarà sempre qualcosa che potrà stupirci. Come è giusto che sia e come è nella natura della magia delle fiere. Tutto per tornare bambini, o per accorgersi di non aver mai dimenticato il bambino che è in noi, ovvero, forse, la nostra parte migliore.

Lasciata la perla filosofica, so di aver dimenticato un sacco di titoli (so anche di aver parlato qui poco o niente degli italiani, ma alla produzione di casa nostra ho dedicato diversi articoli autonomi, per cui non vorrei essere ripetitivo), per cui non mancate di ricordarmeli !!!

Nota: i diritti sui titoli citati spettano alle rispettive case produttrici, sempre indicate nel parlare dei vari giochi. Le immagini sono state tratte dai siti delle case in questione e/o dal Boardgamegeek  : ai proprietari dei giochi e delle immagini spettano tutti i diritti su di esse: vi è piena disponibilità a rimuovere ogni notizia od immagine su semplice richiesta o ad aggiungere specificazioni o chiarimenti --

13 commenti:

  1. Ciao Fabio, bella preview come sempre! Solo una precisazione: per Tokaido l'annuncio dell'edizione con regolamento italiano c'è già, da parte di Asterion! ;-)

    RispondiElimina
  2. .. mi ero stupito infatti che non ci fosse ancora ;)

    RispondiElimina
  3. Mesa (Luca Borsa)3 ottobre 2012 08:45

    ciao Fabio volevo comunicarvi che ad Essen sarà presente anche Jungle Brunch edito da Giochi Uniti ita/eng mio e di Luca Bellini ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi puoi contattare via mail, così ne parliamo più approfonditamente sul blog ?? :)

      Elimina
    2. se non sbaglio, avevate vinto il premio per la migliore grafica al gioco inedito (tema: Jungla) dell'anno scorso!

      Elimina
  4. La magia di Essen sta letteralmente inondando casa mia. Queste interessanti preview non fanno altro che rendere l'attesa più emozionante. Non vedo l'ora. La mia wishlist si sta allungando a vista d'occhio!!!

    W Essen!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno sa se verrà prodotta una edizione italiana di Archipelago?? Mi sembra un titolo molto interessante!!!

      Elimina
    2. l'editore aveva di recente risposto che attende un volontario per tradurre il manuale .. per cui di una edizione pura italiana non credo per ora ne parli ;)

      Elimina
  5. Ma dell'uscita di Asgard si sa nulla, se non erro uscirà anche in Italiano prodotto dalla What's Your Game?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' disponibile anche il manuake, per cui penso che uscira' x essen :-)

      Elimina
    2. Farete un'anteprima, se non ero l'autore del gioco è anche italiano?

      Elimina
    3. vediamo ... in questi giorni di prefiera sta uscendo un sacco di roba, ma la scaletta degli articoli è più o meno già piena .. se non ce la faremo prima della fiera, penso che però ci sarà spazio per il dopo Essen ;)

      Elimina
  6. Sono disponibili, in Inglese, le regole per Tzolk'in: The Mayan Calendar.

    http://czechgames.com/files/Tzolkin_EN.pdf

    RispondiElimina