martedì 9 ottobre 2012

Like, The Social Game - Anteprima

Scritta da Chrys.

Le produzioni della Cranio Creations si sono intensificate in questi ultimi tempi e, dopo Sheepland ed il recentissimo 1969 (entrambi usciti nell'ultimo mese e mezzo), un altro nuovo gioco andrà ad aggiungersi alla lista e cioè Like, The Social Game (3-8 giocatori, di Marco Almini e Michele Pierangeli).

Il gioco, come facilmente intuibile, strizza l'occhio a Facebook, incentrandosi su post, tag, like, amicizie ed altre attività legate al famoso social network, ma ma si tratta principalmente di un gioco di alleanze e abilità di convincimento. 

Premetto che questa è unicamente un'anteprima basata sulla lettura del regolamento inviatoci dai ragazzi della Cranio Creations e sulle poche immagini rese disponibili al momento dal loro sito, dalla pagina facebook creata per l'evenienza (beh, non farla per un gioco del genere sarebbe stato un controsenso) o dalla pagina Google Plus (creata per tutti "gli hipster che snobbano Facebook" per citare le parole scherzose della stessa Cranio ^^).

COMPONENTISTICA
Il tutto si configura come un card game, quindi all'interno della scatola troveremo tante carte (la cui dimensione è un mistero), un certo quantitativo di token "fan" che presentano su un lato il pollicione su del "like" e sull'altro la L di Looser fatta con le dita (in inglese il gesto significa "perdente") e due plance (Tastiera e Tag) che sono più grandi ma non ci è dato sapere se saranno plance cartonate o semplicemente carte grande formato, anche se propendere per la prima ipotesi.

Le qualità "strutturali" del tutto non possiamo ovviamente saperle ma esteticamente le carte si presentano carine e con una grafica molto fumettosa, anche se la maggior parte sembra purtroppo essere in bianco e nero (bianco e verde per essere precisi).



IL GIOCO
Lo scopo del gioco è raccogliere gettoni fan che potranno essere usati per vincere le discussioni contro il troll di turno, oppure spesi per aggiungere amici alla propria bacheca. Vince chi ottiene il suo quarto amico (o il terzo in 7-8 giocatori).

Nel set-up ognuno riceve a caso da 1 a 4 gettoni like, e chi ne ha di meno assume il ruolo del Troll (che ha il compito di sancire le fasi del turno e comincia a giocare per primo) prendendo le plance "tastiera" e "tag". Fatto questo ognuno pesca una carta profilo a caso che determina chi siamo ed eventuali abilità speciali.

Quindi i gettoni fan rimasti vengono messi in una riserva e viene messo sul tavolo un mazzo di pesca coperto (che contiene i profili rimasti e carte post, che sarebbero carte evento con effetti particolari) ed un mazzo amici scoperto. 

Ogni turno è strutturato nelle fasi: aggiornamento (pesca) - discussione - nuovi amici - aiuto dalla rete.


Aggiornamento
Ognuno scarta quante carte vuole e poi il troll di turno pesca 2 carte e tutti gli altri una sola (se si hanno già quattro carte non si pesca).


Discussione
Il troll sfida un altro giocatore ad una "discussione online" (probabilmente un futile litigio su qualche argomento insignificante :P) passandogli la plancia Tag e tenendosi la plancia Tastiera. Sulla propria plancia il troll scommette un certo numero di gettoni, che lancia: questi possono quindi atterrare sul lato Like o su quello Looser. Tutti i gettoni sul lato Like rappresentano appunto un supporto alla propria causa (gli altri restano "investiti" nella disputa  ma non contano). 
Lo sfidato fa lo stesso, e la procedura si ripete finché nessuno dei due è più disposto ad aggiungere gettoni. In questa fase si possono anche stringere alleanze con altri giocatori promettendo loro una parte del bottino o carte della propria mano; chi aiuta può anche lui offrire dei gettoni da tirare (ma non può rialzare dopo con altri gettoni, qui deve valutare bene quanto aiuto offrire). Alla fine chi ha più Like vince la discussione.
Il vincitore prende tutti i gettoni sulla plancia dell'avversario da spartire tra se e i suoi alleati secondo eventuali accordi, mentre i gettoni sulla plancia del vincente tornano a chi li aveva offerti (indipendentemente che fossero lato Like o Looser). Bisogna quindi valutare bene quando e con chi allearsi perchè in caso di sconfitta si viene trascinati con lui nel fango.

Nuovi amici
Chi ha partecipato con almeno un gettone può ora comprare amici pagando il costo in gettoni indicato sulla carta visibile.

Aiuto dalla rete
Chiunque si trovasse senza gettoni ne riceve uno dalla riserva.

Finito il turno le due plance passano al giocatore a sinistra che diventa il nuovo Troll. Nel mazzo come dicevamo ci sono 2 tipi di carte: le carte profilo possono essere usate per aggiornare il proprio profilo (la precedente viene scartata a meno di avere la carta "Doppio Profilo") cambiando così la propria abilità speciale. Le carte post invece sono le classiche carte con gli effetti più disparati. Tutte le carte possono essere giocate in qualsiasi momento nelle fasi di aggiornamento e discussione.

IMPRESSIONI A PELLE
Il gioco potrebbe risultare molto carino ma è difficile dirlo a priori visto che molto dipende dalle dinamiche che si creranno giocando (e qui il gruppo fa molto) e dagli effetti delle carte post e profilo, ma potenzialmente sembra un filler interessante (dalla scatola si propone come giocabile in 30 minuti). 

Apparentemente si presenta come un gioco abbastanza leggero e caciarone in cui la capacità di contrattazione sembra abbia un ruolo rilevante. 

Il gioco potrebbe comunque stupire quindi mi riservo di riparlarne dopo qualche partita, anche perché a conti fatti le dinamiche base (seppur moooolto semplificate) mi paiono simili a quelle di Cosmic Encounters (dove ci si alleava con gli altri per ottenere la maggioranza e conquistare il pianeta, sommando la carta attacco e l'abilità della propria razza aliena) solo che qui abbiamo amici invece di pianeti, profili invece di razze aliene e gettoni fan invece di carte attacco.

Chi lo conosce saprà che Cosmic Encounter è un gioco che risale addirittura al 1977, ristampato diverse volte almeno in 4 edizioni differenti (lo trovate qui nell'edizione del 1991 o qui nella nuova edizione FFG) ed è un gioco di alleanze estremamente strategico e cervellotico, considerato un piccolo capolavoro della storia dei boardgame. 

Confrontandoli la grossa differenza qui la fa però il lancio dei gettoni che mi lascia però un po' perplesso perché mi sembra che aumenti il fattore alea vanificando magari la migliore abilità oratoria e di convincimento. Probabilmente però sbaglio a paragonare i due giochi, seppure abbiano grosse similitudini alla base, perché sono chiaramente mirati a target estremamente diversi e qui ovviamente abbiamo un approccio scherzoso da party game.

Come detto sopra aspetto comunque di poterlo provare per esprimere un giudizio reale, quindi prendete molto con le pinze le mi impressioni sopra.

QUANDO ESCE? A QUANTO?
Il gioco verrà presentato ad Essen in anteprima e poi in occasione di Lucca Comics, quindo lo troverete sugli scaffali del vostro negozio di fiducia tra il 20 ottobre e la prima settimana di novembre. Il prezzo al pubblico sarà di 24,90 euro.



Nota: i diritti sui titoli citati spettano alle rispettive case produttrici, sempre indicate nel parlare dei vari giochi. Le immagini sono state tratte dai siti delle case in questione  : ai proprietari dei giochi e delle immagini spettano tutti i diritti su di esse: vi è piena disponibilità a rimuovere ogni notizia od immagine su semplice richiesta o ad aggiungere specificazioni o chiarimenti --

Nessun commento:

Posta un commento