domenica 28 ottobre 2012

Print and Play - Creepers

scritto da Simone

Ciao a tutti!
Mi presento, mi chiamo Simone e come ognuno di voi, sono un grande appassionato di giochi da tavolo.
Coltivo questo mio hobby nell'associazione "Il Cappello della Strega" molto attiva nel campo, e con un occhio sempre attento alla gratuità dei suoi incontri, nonchè alla divulgazione del gioco intelligente.

Questa prima volta mi espongo in questo blog, che seguo da sempre, per potervi fare conoscere un gioco davvero interessante per due giocatori, dal costo veramente irrisorio, dato che si tratta di un print and play (si stampa ogni suo componente!) completamente tradotto in italiano da Birdfederico, un utente in Tana, che ha fatto questo ed altri ottimi lavori che vi faro' conoscere in futuro, se gradite.

Procediamo pure con la presentazione.

Contenuto
  • 1 Plancia di gioco con segnapunti
  • 14 Tessere dritte (1 cm X 1 cm)
  • 36 Tessere curve (1 cm X 1 cm)
  • 4 Tessere ascesa (1 cm X 1 cm)
  • 8 Tessere perforazione (1 cm X 1 cm)
  • 4 Tessere biforcazione (1 cm X 1 cm)
  • 4 Tessere incrocio (1 cm X 1 cm)
  • 6 Tessere pietra (1 cm X 1 cm)
  • Regolamento ( 6 pagine formato A5 compresa la copertina)
Ambientazione

In Creepers ambo i giocatori si troveranno a prendere le parti di due giardinieri annoiati, che alle prese con il kit del piccolo chimico, cercano di modificare geneticamente alcuni rampicanti, in un giardino dimenticato da Dio, facendo a gara a chi è capace di fare crescere piu' viticci dell'avversario.....

Il Gioco in breve...

Creepers si avvale della solida meccanica del gioco di piazzamento, che per i meno avezzi a questo termine, significa solitamente prendere unan tessera e piazzarla con un senso logico e/o di "continuità grafica". Siamo in presenza di un sistema in turni molto semplice, ma al contempo con ampia gamma di strategia e interazione.

Durante la preparazione del gioco vengono piazzati tre tipi di percorsi, che non sono altro che quattro tessere recanti viticci colorati in due tonalità, ovvero i colori dei due giocatori.
Il primo percorso sarà monocolore, il secondo percorso del colore opposto al primo, il terzo percorso di ambo i colori. 
Durante il turno del giocatore, questi sceglie uno dei percorsi a disposizione, per poi piazzarli nel tabellone recante il giardino.
Ogni piazzamento costerà un'azione delle tre disponibili.

Percorsi del colore del giocatore in turno dovranno essere contigui ai viticci della medesima tonalità, mentre i percorsi del colore dell'avversario potranno essere aggiunti al viticcio del nostro "nemico" per chiuderlo su una recinzione o per deviare il suo tracciato.
Ovviamente scegliendo le tessere con i viticci del colore dell'avversario, abbiamo estrema interazione sulla sua strategia. Possiamo arrecare disturbo anche piazzando macigni, che fanno da intralcio alle piantine e nel caso possono essere rimossi, pagando piu' punti azione.

Durante lo sviluppo delle nostre piantine, a seconda dove si andranno a posare nel nostro giardino, otterremo punti vittoria; ad esempio se saliamo sulla serra aggiungendo un livello al nostro viticcio, se lo facciamo salire su una panchina, se ricopriamo un fiore rosso o magari blu, ecc ecc
Nella stessa maniera perdiamo punti se attraversiamo la piscina.....
Tramite tessere particolari, potremo anche sfondare il viticcio avversario, passandolo da parte a parte, innalzare di un piano la nostra "creatura" per farla arrivare in posti ameni, ma ottenendo un maggior numero di punti vittoria, oppure biforcare il nostro vegetale in piu' parti!

Lo scopo del gioco è ottenere piu' punti vittoria dell'avversario entro il turno prefissato (io solitamente consiglio il trentesimo).
Trattandosi di uno stampabile (odio le parole anglofone), qualcuno arriccerà il naso, ma vi assicuro che produrlo, oltre che essere economico, è semplice, bisogna solo avere un poco di tempo disponibile.

La nostra copia è stata realizzata con cartoncino di recupero da scatole di Corn Flakes e da 4 quadratini di legno, tenuti assieme da nastro adesivo posto sul retro per renderlo ben visibile. Nelle foto potete vedere anche il box ricavato da una scatola di biscotti in latta.

Quando qualcuno si chiede ( vedo spesso questa domanda sui forum) un gioco semplice, ma non scontato da proporre eventualmente alla propria lei, che giri in due, questa potrebbe essere una risposta interessante e addirittura personalizzabile!

Diamo a Cesare quel che è di Cesare......

Design e regole sono state realizzate da Mateusz "Jaskier" Pitulsky ( www.boardgamegeek.com/boardgame/41529 Http://mateuszpitulsky.blogspot.com ) e da Marec "Mar_cus" Szumny
Il virtual publisher è la mark6 ( www.mark6.pl wydawnnictwo.mark6@gmail.com )
Grafica: Dawid Korzekwa
Traduzione italiana a cura di Birdfederico della Birdfederico productions, socio del Il Cappello della Strega ( www.ilcappellodellastrega.it ): birdfederico.tdg@gmail.com
Dove scaricarlo: download diretto
Sperando di avervi fatto cosa gradita, vi saluto e ci sentiamo al prossimo articolo ;-)

3 commenti:

  1. Questo gioco non viene elencato quando di clicca sulla label "Print and Play"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sistemato :) Grazie per la segnalazione!

      Elimina