mercoledì 19 dicembre 2012

Anteprima - Noblemen

scritto da Iziosbiribizio

Nel 16mo secolo i ricchi non vivevano facilmente. Sempre impegnati in complotti, corruzione, scandali e chissà quanto altro! In più, Elisabetta I d'Inghilterra, era senza un erede. Quale miglior modo per attirare la sua attenzione se non infangare tutti gli altri nobili?
Con questa introduzione, che ci fa capire quanto la storia si ripeta e sia sempre attuale, passiamo a descrivere un gioco della serie "scandali a corte".
Noblemen. ideato da Dwight Sullivan e edito da Pegasus è per 3-5 Sirs, che giocheranno per circa 90 minuti (tendenzialmente gioco indipendente dalla lingua, salvo per il regolamento) nello sfarzo dell'Inghilterra medioevale, comprando palazzi, partecipando a feste, e tutto a spese del popolo! Così finalmente saprete anche voi che cosa si prova... più o meno.


Materiali

Appena aperta la scatola di Noblemen, è possibile trovare il tabellone di gioco. Su entrambe le facce troverete rappresentato lo stesso soggetto, un giardino, con una funzione diversa però, cioè quella di segnare i punti e contenere la maggior parte dei pezzi del gioco.
Il perchè della doppia faccia è spiegato nelle regole: il cartone con il cambio di temperatura potrebbe incresparsi, perciò girare dal lato opposto per risolvere. Non c'è che dire, davvero sinceri... ma forse bisognava concentrarsi di più sulla qualità dei materiali...
Ogni giocatore verrà dotato di un castello e di una tessera prato, dalla quale inizierà ad espandere il suo podere. Le tessere sono di 4 tipi: campi, alberi, fontane e prato.
I campi possono essere uniti a gruppi di 4, formando le fattorie, così come gli alberi le foreste, e le fontane i giardini, mentre le tessere prato sono utilizzate per terreno per costruirci gli edifici.

Le regole 

Il manuale in inglese lo trovate qui. Il turno del giocatore è molto breve, in quanto può scegliere soltanto una tra le ben 7 azioni disponibili, per poi giocare una carta scandalo.
Dopodichè, se il giocatore attivo termina il turno possedendo la miniatura della regina, guadagna 1 punto vittoria e fa avanzare di una casella il segnalino del round. Ma come si fa ad ottenere l'attenzione della regina?
Sicuramente avere un podere più vasto aiuta. Infatti è anche la prima azione. Vengono piazzate 3 tessere prese da dietro lo schermo del giocatore, guadagnando per ogni tessera messa in gioco:
- 1 sterlina per ogni campo;
- 1 tessera dalla sacca delle tessere per ogni albero(per un totale di 3
ogni volta che si completa una forsta);
- le fontane non danno un bonus immediato, solo prestigio durante un futuro
ballo ma, se viene completato un giardino, l'attenzione della regina sarà
vostra(fino a che qualcun altro non ne completerà a sua volta)!
Le tessere prato invece non hanno effetto, però rendono disponibile il piazzamento di una costruzione.
A proposito di questo passiamo alla seconda azione, che è proprio costruire.
Ognuna delle strutture disponibili ha un costo, stampato sul tabellone, che può essere ridotto da alcuni titoli guadagnati (ad esempio per i marchesi c'è uno sconto di 2 sterline!). Una volta pagato il costo, il giocatore attivo piazza la struttura su di una tessera prato (non potrà costruirne altre in questo turno) e ne svolge gli effetti. Il castello permette di piazzare un omino su di un'area completa avversaria (fattoria, foresta o giardino) ottenendo un dazio direttamente dal giocatore (2 monete, 2 tessere o la regina, se posseduta). Il palazzo può essere costruito solo sostituendo un castello, e permette di ottenere la regina. La cappella invece fa ottenere 1 carta scandalo a scelta fra tre, mentre le altre vengono rimesse in fondo al mazzo(strana scelta di luogo, per ottenere scandali...).
L'ultima costruizione possibile è la "follia", ovvero una piccola costruzione ornamentale fatta per adornare i giardini inglesi. Ce ne sono solo 4, e ognuna costruibile solo con una precisa combinazione di tessere, ma danno davvero un sacco di punti vittoria (la prima 12, poi 10, 8 e 6, se costruite dallo stesso giocatore).
La terza azione riguarda il comprare tessere corruzione. Immaginatevi di dare qualche moneta a qualche membro della famiglia reale, e che questo vi dia una sorta di "token favore in seguito a corruzione" più un punto vittoria (nella realtà è difficile immaginare il passaggio di punti ma... fidatevi). Quest'ultimo potrà essere usato nelle fasi successive per ottenere dei bonus.
Una di queste è riscuotere le tasse. Per ogni token corruzione potrete ottenere una moneta in più dai vostri sudditi, più una moneta per ogni campo e 2 monete per ogni omino posto nei terreni avversari.
L'azione di acquisizione terreni è del tutto simile alla precedente e permette di ottenere tessere anzichè monete. Entrambe le azioni precedenti possono essere scelte solo una volta per decade (poco credibile).
Ovviamente, questi terreni potrebbero anche essere donati alla chiesa.
Usando questa azione, potrete ottenere un punto vittoria per terreno donato.
Certo, tutte queste azioni sono lunghe ed impegnative, dura è la vita del nobile. Meglio prendersi un pò di tempo libero per oziare, con l'ultima azione. E un punto vittoria.
Finito il percorso del segna turni, finisce così una decade del gioco. Un pò alla Seasons con il passare dei mesi, per capirci.
Si avanza nel percorso del giardino di una casella ogni volta che un giocatore termina il turno con la regina, di conseguenza la velocità della partita può diminuire, se quest'ultima non viene scambiata spesso.
Se l'indicatore di turno finisce su una tessera maschera, viene data una festa dalla regina, che fornirà l'occasione ai giocatori di aumentare la loro influenza a corte.
Questa fase è molto semplice, in quanto i giocatori non fanno nulla attivamente. Restituiscono i loro titoli, sommano i punti influenza in base alla dimensione del loro podere, quindi ottengono un nuovo titolo in base a
questa somma. Dopo aver ottenuto il nuovo titolo, si ottengono anche dei punti vittoria in base a quest'ultimo.
Infine, prima di cominciare un nuovo round, c'è la fase di scoring delle costruizioni realizzate, secondo la tabella riportata sul manuale.
Al termine dell'ultima decade, chi avrà raggiunto il valore più alto, vince.

Considerazioni finali

Ammetto di non essere riuscito a farmi un'idea precisa di questo gioco, per cui mi limiterò qui ad alcune considerazioni di massima, che spero vi saranno utili, come la descrizione resa sinora, per capire almeno di che tipo di gioco si tratta. 
Sicuramente ci sono molti meccanismi che richiamano altri giochi, ma a mio parere sembrano incastrarsi tutte abbastanza bene. Questo da l'idea che ci siano più strategie per vincere, ma allo stesso tempo bisogna fare attenzione agli altri giocatori. Infatti l'interazione è soprattutto distruttiva, data dagli omini che possono prendere il controllo di zone altrui, ma anche dal numero limitato di follie, castelli e chiese.
Ci sono anche una marea di tessere da pescare e piazzare, nonchè innumerevoli occasioni per rubare la regina agli altri (il che secondo me non farà bene a sua maestà).
Tuttavia la pecca è proprio l'ambientazione. Nobleman si lancia come un gioco in cui sono importanti le skill politiche (citando l'introduzione) e gli scandali a corte. Ma fondamentalmente entrambe queste caratteristiche
sono assenti, oppure mal implementate. Gli "scandali" sono semplicemente le carte, che vengono pescate in chiesa. Le abilità politiche non sono richieste, in quanto non ci sono contrattazioni o altre occasioni per esercitarle. Forse l'unica è la fase in cui si "pagano" i reali per dei favori... ma niente di che davvero. A parte questa piccola pecca, dal lato delle regole sembra tutto abbastanza a posto. C'è la forte sensazione che ci sia troppa carne al fuoco, con troppi elementi diversi che alla lunga potrebbero anche stancare. Senza contare che nel manuale stesso c'è l'avviso che il tabellone potrebbe rovinarsi con l'umidità. Sicuramente è il caso di aspettare una recensione vera e propria, in quanto troppi se e troppi ma ci sono per dare una valutazione definitiva!

Il gioco è disponibile nel negozio online Egyp.it a 49,90 euro (versione tedesca).

-- Le immagini sono tratte dal manuale  o dal sito della/e casa/e produttrice/i  (Pegasus) alle quali appartengono tutti i diritti sul gioco di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

2 commenti:

  1. Comprato da Egyp, attendo la consegna oggi. mi incuriosisce la particolarità dell'ambientazione e la grafica del gioco. Letto il regolamento mi sembra che, pur nella normalità di svolgimento dei turni, ci sia qualche spunto originale.
    Lo proverò a breve e poi vi dirò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivato anche a me ;) Materiali ottimi. Appena riesco a provarlo vedo di scrivere una prova su strada ;)

      Elimina