venerdì 11 gennaio 2013

Anteprima - Salmon Run

scritto da Iziosbiribizio

A prescindere da dove la vita ci porti, e dalle città che visitiamo, il  posto che chiamiamo casa ci regala sempre un'emozione particolare. Pensate al salmone: nasce in acque dolci e fredde, ma trascorre tutta la vita in mare aperto. Però, quando si riproducono, sono capaci di riconoscere ovunque siano la strada verso il fiume in cui sono nati, riconoscendolo tramite l'olfatto!
Se questo animale vi ha sempre affascinato e avreste voluto almeno per una  volta seguire tutto il percorso di ritorno alla pozza natia, allora una partita a Salmon Run è d'obbligo.
A differenza di ciò che accade in natura, qui vince chi arriva per primo, e  con meno fatica! Si tratta dunque di un gioco di corsa (... il run nel titolo forse suggerisce il tema), ma con qualche caratteristica tipica dei deck building games.
Vediamo quindi come da 2 a 4 coraggiosi salmoni tenteranno di risalire il fiume, in questo gioco edito dalla Gryphon Games (lanciato su kickstarter) da un'idea di Jesse Catron.


Materiali

Una partita a Salmon Run dura da 20 a 45 minuti, fattore regolabile tramite la modularità del tabellone. Difatti la corsa si svolge su 8 tavole divise in esagoni, tutte con 2 facce, per comporre sia per lunghezza sia per varietà un abbondante numero di fiumi. L'aspetto ricorda un pò il gioco Leaping Lemmings, con qualche accortezza in più, infatti qui ci sono delle caselle con dei bonus in più rispetto al cespuglio-rifugio del gioco della GMT, ci anche una tavola inizio e una fine che rimangono fisse, ma le altre parti del fiume sono divise per difficoltà del percorso e possono essere assemblate in molti più modi.

Altro elemento comune a Leaping Lemmings, sono i predatori. Là le aquile, qui gli orsi.
Tuttavia il movimento in Salmon Run si decide in base alle carte, in quanto ogni giocatore avrà a disposizione un mazzo base di movimento, con la possibilità di aggiungere carte speciali in modo da favorire il proprio salmone oppure ostacolare gli altri.
C'è anche un dado, il cui unico scopo è di randomizzare il setup, nelle regole è spiegato il procedimento.

Flusso di gioco

Dopo aver posizionato il tabellone (e gli orsi su di esso), i giocatori scelgono un colore e prendono la pedina corrispondente con un mazzo base di movimento.
Ogni giocatore nel proprio turno può giocare fino a 3 carte dalla propria mano, risolvendole in ordine. Se sono tutte carte movimento, allora si dovrà pescare una carta fatica, se invece si giocheranno solo carte non movimento, allora si potrà scartare una carta fatica. Le carte fatica, oltre a fare da spareggio, occupano un posto nella mano riducendo le possibilità strategiche.
Il tipo di movimento è illustrato sulla carta, ma in qualsiasi caso non è possibile fermarsi sulle rocce o muoversi in esagoni cascata. Questi ultimi vanno superati con un salto(ovvero due carte movimento uguali).
Ci sono degli esagoni speciali, questi permettono a chi li attraversi di aggiungere al proprio mazzo la carta speciale corrispondente (questo è l'unico elemento di deck building).
Il gioco termina quando un salmone giunge all'arrivo, dopodichè gli altri giocatori avranno ancora un turno a disposizione per raggiungerlo: se sarà comunque l'unico, sarà il vincitore, in caso contrario vincerà il salmone
con meno carte fatica. 

Considerazioni

Sicuramente non è un tema facile da trovare, quello delle corse di salmoni, e potrebbe non piacere. Ma c'è da dire che, a differenza di molti altri, questo è uno di quei pochi casi in cui si "copia" un altro gioco migliorandone i punti deboli, in modo tale da rendere piacevole un gioco che altrimenti sarebbe stato troppo pesante. 
Parliamo quindi di Leaping Lemmings, che nonostante le poche regole, l'ambientazione comica e ironica, rimane un gioco da almeno due ore in cui c'è tanto di quel kingmaking da far spavento. 
Salmon run invece consente qualche strategia in più, con l'uso delle carte speciali (solo 3 in leaping lemmings, e molto poche sono utili, oltre che pescate a random e non decise preventivamente) è possibile dar del filo da torcere agli avversari e fare qualche movimento in più. 
Inoltre il tempo di gioco è piuttosto ridotto, sempre una buona notizia, la grafica minimale ma intuitiva e chiara, le regole poche e molto semplici. Certo, l'ambientazione può non essere il massimo, ma se si è stufi di giocare a Snow tails, penso che Salmon Run possa essere un'ottima alternativa.

-- Le immagini sono tratte dal manuale del gioco o dal sito della casa produttrice (Gryphon Games) alla quale  appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -

1 commento:

  1. Ciao, non riesco a trovare info online, per caso sai se si trova già in italia? Si troverà al PLAY di Modena? grazie

    RispondiElimina