venerdì 28 giugno 2013

Essen 2013 e dintorni (I) - Siii Paaaarte !!!

scritto da Fabio (Pinco11)

Sembra che ogni anno l'asticella virtuale del momento in cui ogni editore sceglie di cominciare a rendere noti i primi dettagli legati ai titoli che porterà ad Essen si sposti di qualcosa, distanziandosi dalla data dell'evento: ricordo ancora che qualche anno fa c'era un gruppo di editori che sceglievano quasi fino all'ultimo di lasciare un velo di mistero, contrapponendosi a quelli che invece cercavano di conquistare i futuri acquirenti giocando d'anticipo.
Ora invece, complice anche l'avvento di kickstarter e simili, usato e abusato anche dai grandi (qualcuno ha detto Amerigo?) editori, si iniziano a conoscere già da ora i dettagli di numerosi titoli, per cui possiamo partire con le nostre tradizionali carrellate dedicate a ciò che ci aspetta sui nostri tavoli autunnali ed invernali.
Chi sarà il nuovo vincitore della fiera, dopo i successi di Tzolk'in e Terra Mystica dello scorso anno?



Suvvia, con l'introduzione ci siamo, ora passiamo alla ciccia, ossia a parlare delle prime novità: siccome qualcuno, nel 'giocare d'anticipo', fa le cose sul serio, qualcosa sta già iniziando ad uscire ora, o è programmato per farlo prima dello Spiel, dove comparirà comunque, ma già in qualche modo da 'noto'.
Procedo in ordine sparso, iniziando però da qui la lunga carrellata del nostro Essen e dintorni annuale!!! Buon viaggio ;)

Cwali

Parto dal piccolo editore olandese (in passato noto per Tweet, Meeltdown 2020, Ahoy, ...), che quest'anno proporrà ben due novità, sfruttando il canale di crowdfunding aperto dal negozio online tedesco Spiele Offensive. 
Abbiamo così per primo un simpatico titolino leggero, astratto, ma dotato di bei componenti, dal nome Leelawadee, nel quale i giocatori cercheranno di attirare ipotetiche api nei loro giardini, riempiendoli con un massimo di dieci fiori. I materiali sono realizzati da un'artigiana thailandese e si presentano (nel prototipo) come molto colorati ed attraenti: è anche disponibile una versione print and play del gioco (la trovate qui) da provare per capire se sia o meno la vostra classica cup of tea.

Se impersonare dei giardinieri non fa per voi ecco invece un gioco per gruppi (da 5 ad 8 persone), nel quale vi calerete nei panni di componenti dell'equipaggio od infiltrati a bordo di un aereo nel quale il pilota è stato appena assassinato. Mayday!Mayday! è il titolo del gioco, che si propone come adatto ai reduci di Resistance e simili: potenziale inserimento in lista dei desideri per i gruppi di 'cattivi' ;)
Qui il link al progetto di crowdfunding attivato.

Kuznia Gier

L'editore polacco si propone di portare sul mercato internazionale un titolo che ha avuto nel suo paese un buon successo, ovvero il gioco di carte Veto. Nella sua versione originale il titolo era un collezionabile, mentre ora sarà proposto come standalone, adatto per 2-5 persone con tempo medio di un'oretta. Le meccaniche dovrebbero prevedere votazioni, maggioranze e gestione risorse, mentre l'ambientazione è il XVII secolo. Per ora previste edizioni polacca ed inglese (dovrebbe esserci un pò di testo in lingua ...).

Wizkids

Pensavate che fosse impossibile creare un ferroviario utilizzando come componente principale i dadi? Beh, non so quale sia la vostra risposta, ma la Wizkids ci ha pensato eccome ed eccovi Trains and Stations, di Eric Lang (esperto ideatore di decine di giochi di carte tipo Call of Cthulu, Warhammer invasion e via dicendo). Il titolo, per 3-5 giocatori, con tre quarti d'ora di durata a partita, conterrà 50 dadi, che funzioneranno da risorse per la costruzione delle vostre ferrovie, mentre i residui componenti saranno un tabellone, una centinaio di carte (abbondante) ed una cinquantina di edifici (scarsi).
A me stà cosa, almeno per ora, intrippa, salvo che non si riveli una variante 'treni' di Quarriors ..

Mayfair Games

L'editore che ha portato oltreoceano Catan ha reso noti due titoli di interesse, ovvero Global Mogul di Bill Crenshaw e Five Points: Gangs of New York, di Andrea Steding. 
Il primo si propone come una sfida per 1-4 giocatori in partitelle da un paio d'ore, il tutto immersi nel mondo dell'alta finanza. Gestione azioni e risorse sono le meccaniche base e tra i componenti noto una abbondanza di cubetti, contratti e segnalini ...
Il secondo gode del nome dell'autore di Firenze, Hansa Teutonica e Norenberc e ci trasporta ai primi dell'800 nell'area più degradata di New York, controllata dalle gang dell'epoca. Le dinamiche principali sono quelle del controllo territorio, aste ed influenza, per cui la versione a 2 non è prevista. Da 3 a 5 i giocatori con 90 minuti a partita ed una data di uscita che dovrebbe essere vicina (credo negli States sia già in giro).

Aggiungo ora che pare sia in arrivo anche in Italia, visto che su Egyp.it lo danno in arrivo.


-- Le immagini sono tratte dal manuale, da BGG o dai siti delle case produttrici alla quale appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --




2 commenti:

  1. Anteprima dettagliata di Trains & Stations in arrivo nei prossimi giorni :-)

    RispondiElimina