lunedì 8 luglio 2013

Essen 2013 e dintorni (II)

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguiamo di corsa nella nostra serie di articoli di anticipazioni della stagione ludica autunno - inverno 2013, occupandoci oggi di svariati gestionali, con qualche succosa escursione in altri settori.
Il primo titolo che cito è proprio un cinghialozzo di quelli belli cicciosetti e si tratta di Madeira, Pearl of Atlantic, titolo ideato dalla coppia Sentieiro - Soledade e destinato ad essere prodotto dalla What's Your Game. 
Il gioco era stato in predicato di uscire già ad Essen 2012, ma era stato alla fine rinviato a quest'anno: da 2 a 4 giocatori e 120 minuti a partita sono dati di massima sul prodotto, mentre quanto ai componenti, oltre ad un classico tabellone e le solite manate di trippoli / ometto, ci sono anche parecchi dadi!
Il tutto da tempo anima la rete ed attira le attenzioni degli appassionati del genere gestionale (qui il blog dedicato al gioco, purtroppo non troppo ricco di dettagli), per cui è sicuramente già nei radar per la prossima fiera!

Sempre l'editore nostrano dietro al quale si cela la figura di Mariano Iannelli dovrebbe proporre un altro titolo di quelli cicciosi, ossia KanBan, di Vital Lacerda, l'uomo di Vinhos e CO2. L'ambientazione qui è quella di una linea di montaggio in una fabbrica giapponese ed i partecipanti competono tra loro per farsi notare come i più efficienti organizzatori della filiera produttiva. Da 2 a 4 sono i giocatori, per 90 minuti di partita: nella scheda su BGG del gioco compaiono numerose meccaniche di gioco, tanto numerose da riassumerle in un concetto di 'gestionalità avanzata'. Vedremo!

Ystari

E' Mr Caylus in persona, ossia William Attia, l'autore di Spyrium, titolo ambientato in un ipotetico mondo steampunk, nel quale i giocatori competono tra loro per produrre il componente di fantasia che dà il nome al gioco. 
Piazzamento lavoratori, flessibilità e natura circolare del gioco sono alcuni tra i termini che i comunicati stampa lasciano trapelare, il tutto con l'intento di suscitare la curiosità dei lettori.  Verso metà agosto, per la Gen Con americana, è prevista l'uscita pubblica delle prime  copie, con una distribuzione stabile preannunciata per settembre ...

Ludonaute

Rimaniamo in Francia con l'esordiente Cedric Chaboussit, autore di Lewis and Clarke, titolo per 1-5 giocatori i quali rievocheranno le gesta dei due esploratori citati nel titolo del gioco, impegnati ai primi dell'800 nel tracciare un percorso via terra per raggiungere il Pacifico attraversando gli allora non ancora formati USA. Tra le meccaniche ci sono la gestione azioni e lavoratori, con il twist principale identificato nell'uso delle carte azioni che prevede, per poter svolgere l'effetto desiderato, la necessità di scartare (per un tot di tempo) un'altra carta, il tutto arricchito con (per ora) non meglio precisate meccaniche di deck building. Mi nasce la curiosità di come girerà questa miscela di elementi .. ;)

Matagot

Non mi sposto dal paese dei cugini galletti per menzionare Expedition: Nortwest Passage, del canadese Yves Tourigny, titolo ancora dedicato alle esplorazioni, nel quale si va ad esplorare, a metà del XIX secolo, il passaggio a NordOvest. Il tabellone, a griglia, sarà nel corso del gioco riempito, per cui tra le meccaniche c'è anche il piazzamento tessere.
In passato il titolo è stato disponibile per un periodo in versione print and play  e pare che in tale veste abbia strappato consensi, per cui, ancora, eccovi qualcosa su cui tenere gli occhi puntati!

Level 99

Per farvi rilassare dalla serie di gestionali che vi ho proposto, eccovi un titolo nel quale si stimola e sollecita la capacità manuale dei giocatori, ovvero Disc Duelers, di Brad Talton. 52 sono i personaggi proposti all'interno di altrettante carte, sulle quali ne sono descritte le caratteristiche, consistenti primariamente nella spiegazioni della loro capacità di movimento ed attacco.
A livello pratico però il tutto si svolge colpendo a punta di dito (ah, il Subbuteo, bei ricordi) il dischetto del proprio personaggio che si è attivato, cercando di colpire con esso i dischetti avversari. Ognuno si forma la sua bella squadra ad inizio partita, poi si crea il tavolo da gioco, mettendo degli oggetti quali ostacoli ed eccovi pronti per una guerra di schiccherate ... ;)
E non ditemi che vi trovo anche di che rilassarvi, tra un cinghiale e l'altro!!

Nel contempo lo stesso editore ha avviato un progetto kickstarter per promuovere un suo gioco 'competitivo narrativo' (avvisano che non si tratta di un RPG!), dal nome Skullduggery, per 4-8 giocatori, con partite di durata compresa tra una e due ore. Il tema di fondo è una lotta per la dominazione senza esclusione di colpi , condotta da 11 supercattivi tipo quelli che lottano contro james Bond, per capirci. Se vi interessa vi segnalo che è anche disponibile per il download una versione demo del gioco.

-- Le immagini sono tratte dal manuale, da BGG o dai siti delle case produttrici alla quale appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

Nessun commento:

Posta un commento