domenica 25 agosto 2013

[boardgames world] - Recensioni al femminile: Gianchy

scritto da Fabio (Pinco11) e Gianchy

Tempo fa mi arriva una mail da Max, nostro lettore, il quale mi diceva che sua moglie, da lui evidentemente ben traviata e portata sulla 'buona' strada del boardgaming, si era talmente allargata da iniziare a parlare di giochi da tavolo sul suo blog.
Incuriosito ho approfondito, leggendo diverse delle sue 'microrecensioni', nelle quali parla in modo estremamente sintetico dei titoli che il marito le ha fatto provare, sempre ponendosi come una sorta di 'neofita' tirata dentro a forza in questa passione (cosa non si deve fare per stì mariti, eh?). Leggendo però diverse di queste pilloline si capisce come la ragazza sia 'dentro' più di quanto non voglia lei stessa ammettere e devo dire che ne sono rimasto sufficientemente divertito da selezionare per voi, con il suo gradito consenso, alcune di queste rapide valutazioni su diversi giochi provati.
Vedendo le cose 'dal di fuori' devo dire che l'amico Max è una vera volpe: per prima l'ha iniziata con un gioco ambientato nel mondo della cucina, ovvero Ristorante Italia, poi è passato i classici trenini di Ticket to Ride e da allora è poi andato in discesa, proponendole tranquillamente roba come Keyflower, Suburbia, Navegador e Tzolk'in. Eccovi, comunque, un estratto del suo sapere (parlerà di Ristorante Italia, Dominion, Brugge e Suburbia...)
Gelosi di Max?


Ristorante Italia
Oggi vi parlo del primo gioco che abbiamo acquistato, all'inizio di questa nuova avventura nel mondo dei giochi da tavolo. E' un gioco Italiano, con una grafica molto accattivante e regole abbastanza semplici che ne fanno un gioco, a parer mio, adatto anche ai ragazzi. Di cosa tratta questo gioco??? Quando gli stranieri vengono in Italia, cosa apprezzano oltre alle bellezze naturalistiche ed ai monumenti splendidi??? la CUCINA!!! Sì, in questo gioco si cucina, si fanno ricette e si presenta un menu completo fatto di antipasti, primi, secondi e dessert. All'interno della scatola è già presente anche un'espansione utilizzabile per avere più azioni disponibili, come carte bonus per avere delle agevolazioni, tavoli da aggiungere al proprio ristorante e i 'tocchi in più' da aggiungere alle ricette per aumentarne il valore. 
Oltre alle ricette potete anche associare il vino giusto, operazione che anch'essa aumenta il valore del menu. Come al solito le prime partite le abbiamo fatte senza espansione, mentre durante le ultime ci siamo cimentati anche con questa e l'abbiamo trovata piacevole.
La grafica del tabellone è molto carina, i tasselli tondi degli alimenti se ne stanno sul tabellone principale completandolo al meglio. Una pecca??? I cestini atti alle riserve degli alimenti sono orribili, una volta assemblati, ci si accorge che i tasselli escono da questi... ieri li abbiamo agevolati, optando per le nostre vaschettine in legno, acquistate tempo fa proprio per contenere i vari segnalini dei giochi...

Dominion
 E' un po' che non vi parlo di giochi da tavolo, e magari state pensando che questa passione fulminea sia già finita, invece vi sbagliate, e non sapete nemmeno quanto... 
Il tatone continua a comprare scatole di giochi e quasi tutti i weekend abbiamo qualche gioco nuovo da provare. Oggi vi parlo di 'Dominion' un gioco di carte, che più ci gioco più mi piace... Noi abbiamo il set 'base' più l'espansione 'Intrigo'. In ogni scatola ci sono tantissimi tipi di carte ordinatamente posizionate nella scatola, si sceglie un determinato set di carte e poi si inizia a giocare. Le mani sono composte sempre da 5 carte che vengono prelevate dal proprio mazzo che cresce via via che si gioco comprando le carte con i soldi che si ha in mano. Le carte che si possono comprare sono essenzialmente di tre tipi: soldi, punti vittoria e azioni. All'inizio vale la pena puntare sui soldi e le azioni, poi bisogna accappararsi i punti vittoria, perchè sono quelli che determinano come al solito il vincitore.
Vi segnalo una app molto carina per la selezione casuale del set di carte che si chiama 'Dominion Shuffle': l'utilizzo di uno strumento del genere evita una scelta arbitraria delle carte e rende le partite l'una sempre diversa dall'altra, perchè il set di carte selezionate costringe il giocatore a modificare le proprie strategie.
Insieme a 'Rapa Nui' è il gioco di carte che preferisco tra quelli che ho visto, e mi sono resa conto che anche questo genere di gioco può alla fine piacermi...

Brugge
Il mio massimo referente sui giochi da tavolo mi ha detto che si tratta di uno dei giochi più belli ed importanti. Peccato che non sia stato mai tradotto in italiano e quindi le carte, molto numerose, sono tutte in tedesco.
Beh, pensate che questo piccolo inconveniente abbia fatto demordere il nostro eroe dal comprare un pezzo così pregiato? certo che no, ci si è ingegnati ai massimi livelli per stampare a colori le carte che qualche 'indemoniato' ha tradotto in italiano e poi, mentre si imbustavano le carte originali, sono state inserite le relative stampe in italiano. 
Un lavorone, ve lo posso assicurare, ma ne è valsa la pena? Abbiamo fatto già alcune partite e non ho ancora capito se mi piace oppure no, diciamo che lo trovo per il momento molto faticoso, perchè la sottoscritta ha un piccolo grande problema con le carte, ha difficoltà a capirne le potenzialità e quindi decidere quali giocare e in che modo. 
Ed il gioco sta tutto qua, con le carte pescate, capire le varie operazioni che si possono fare e concatenarle nel migliore dei modi. Non è facile però, perchè si possono fare diverse operazioni con una carta, e come al solito bisognerebbe cercare di mantenere una specie di equilibrio e portare avanti il gioco su più fronti.
Se state pensando che la mia perplessità sia dovuta al fatto che non riesco a vincere, vi sbagliate. Ho vinto alcune partite con la convinzione di averle perse ed è questo che mi stressa perchè non capisco mai come stanno andando le cose... Vi sento sapete, non ridete, lo so che sono una principiante!!!

Suburbia
Come sapete questo blog non vuole essere uno di quelli specializzati nei giochi da tavolo, ma solo un ricettacolo di impressioni di una che gioca assecondando di buon grado la passione del marito... e che quando vince, vince solo grazie al suo prodigioso fondoschiena... così vi parlo anche di quei giochi che abbiamo provato, gentilmente prestati da Ale, ma che alla fine non mi sono piaciuti particolarmente. E' appunto il caso di Suburbia, abbiamo fatto finora un paio di partite... l'idea in sè è davvero carina, nel senso che nel corso del gioco ti devi costruire la tua città, ma non riusciamo bene ad ingranare con il conteggio che deve essere fatto mano a mano che si dispongono le tessere. 
La prima partita l'abbiamo toppata alla grande con questo conteggio, la seconda è andata meglio ma ci sono ancora delle cose che non mi quadrano. Poi, a dire il vero, anche se so che non sono cose importanti, a me la grafica di questo gioco non convince... sembra quasi che sia un gioco in 'beta', sapete di quelli che vengono presentati alle fiere nella loro versione non definitiva. Non capisco come mai non hanno fatto qualcosa di più colorato e disegnato, ci si poteva sbizzarrire...
A livello tecnico lo trovo abbastanza difficile, uno di quei giochi in cui è importante avere una visione d'insieme, per capire cosa conviene fare ed effettuare le operazioni in modo da bilanciare bene le risorse che si hanno a disposizione. Tutte cose che io non riesco a fare, o meglio, cose che se anche cerco di fare non mi ripagano con soddisfazione!!!

Allora, che ne dite del punto di vista della Gianchy? 

4 commenti:

  1. Invidiaaaa invidiaaa invidiaaaaa!!!!!
    Se mia moglie si riducesse (in senso buono...INVIDIAAAA) a scrivere sui blog le impressioni dei miei giochi....credo che il mondo funzionerebbe un po meglio....ahahah....scherzi a parte....la mia esperienza con la donnina di casa è l'aver odiato stone age dalle volte che lo abbiamo giocato...provato ristorante Italia ma nn è piaciuto a lei...figuriamoci a me che sono un eclipsomane.
    Poi c'è stato il momento di Mondo...gli è piaciuto. ..ma ad ora è nel dimenticatoio..

    Ah il primo gioco provato in realtà è stato le havre...ma l'ho usata per imparare le regole...ahahah...

    Poi l'acchiappa scatti...dove vince un po troppo...e quindi nn ci si gioca piu =p

    Ora c'è il bimbo da crescere...speriamo che tra qualche anno si possa giocare tutti insieme...a quel punto il mondo sarà mioooooo!!!! Muahahah

    Saluti Stefano

    Ps...invidiaaaaaaa invidiaaaaaaa!!!!

    RispondiElimina
  2. invidia per cosa? ragazze che amano i giochi da tavolo ce ne sono a bizzeffe! se poi uno sceglie quella sbagliata la colpa è solo sua..

    RispondiElimina
  3. Veramente questa nn ci giocava ai giochi prima di conoscere il suo ragazzo o marito...e comunque voleva essere una battuta...

    Nn scelgo certo la della mia vita solo perché gli piace ill caylus o puerto Rico....
    Bah...comunque nn mi sembra la sede adatta per trattare i rapporti di coppia...quello che sembrava voler stimolare con il suo articolo pinco era di una coppia che dove l'uno ha affascinato l'altro su una propria passione tanto da farla diventare tale per l'altro. ...
    Una bella cosa...tutto qui...
    E dare la colpa cosi a cuor leggero...mi sembra un po fuori luogo...
    Per caso conosci donne che giocano tutto il giorno a fifa !?!? Potresti aprire un agenzia matrimoniale
    Bonaaaa
    Stefano

    RispondiElimina
  4. Non vedi che è del movimento 5 stelle? è ovvio che dovesse fare un intervento di quel genere... know your chickens... ;-)
    Paolo

    RispondiElimina