mercoledì 21 agosto 2013

Essen 2013 e dintorni - (VII)

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguiamo nella nostra carrellata di titoli preannunciati in uscita per Essen. Quest'anno, lo annoto, le cose stanno andando piuttosto a rilento, con diverse case di rilievo che stanno giocando a tenere nascosti i loro progetti più a lungo del solito.
Spesso quindi abbiamo a disposizione solo brevi spiegazioni di cosa ci aspetta, piuttosto che manuali completi da leggere ...
Per stuzzicare l'acquolina, comunque, basta già quello che passano ... ;)

Matagot

L'editore parigino propone una ideazione del nostro Andrea Mainini , ovvero Origin, per 2-4 giocatori dai 9 anni in su, con tempo medio di 45 minuti.

Il titolo propone una lotta tra diverse civiltà nel colonizzare la terra, partendo dall'Africa e vede mescolate diverse meccaniche, con in particolare una di controllo territorio, che sfrutta la presenza di trippoli (dalle prime immagini piuttosto scenografici, come in tradizione dell'editore) di diversa forma e dimensione per impostare su di essi una dinamica di occupazione dei territori.
Vi sono inoltre tessere tecnologia e mazzi di carte, con effetti permanenti, one shot ed obiettivi.
Il tutto promette però di essere fruibile da un pubblico ampio, stante il 9+ di età promesso dalla scatola ...

Nskn

L'editore rumeno, che ha nel recente trovato un accordo di distribuzione con la Ventonuovo Games per l'Italia, porterà stavolta in Germania due titoli, ossia Praetor e W.
Il primo si propone come un innovativo gioco di piazzamento lavoratori e costruzione di città ideato da Andrei Novac, per 2-5 giocatori, con tempo medio a partita di 45/90 minuti. Qui la particolarità starà nel fatto che i lavoratori saranno rappresentati da dadi e che nel corso del gioco, utilizzandoli, essi diverranno sempre più specializzati, avvicinandosi però, gradualmente, all'età del loro ritiro dal lavoro, quando inizieranno a gravare 'passivamente' sulle nostre casse, salvo riconoscere punti a fine partita.
Il titolo sarà ad Essen, secondo i programmi, in demo, ma entrerà in distribuzione solo a cavallo di fine anno.

Stesso autore per W: the boardgame, titolo che ci colloca negli Stati Uniti, rievocando la lotta per la presidenza vissuta dal noto dabliù Bush. Come ci si può attendere il gioco è per due persone e ricrea la lunga campagna elettorale, presentando i 50 stati dell'Unione e proponendo, a partire da una distribuzione iniziale di consensi, di incidere su di essi attraverso ben 34 turni di gioco (che dovrebbero 'prendere' 90 minuti), dovendo prendere in considerazione i vari aspetti dell'impresa, tra i quali la presenza di adeguati fondi, i dibattiti pubblici e così via. Anche qui i tempi di uscita passano Essen, per andare a collocarsi verso la primavera del 2014.

Huch 

Roberto Fraga è un autore molto noto per aver ideato diversi giochi per bambini di grande successo, come Dancing Eggs della Haba. Da 2 a 5 giocatori dai sei anni in su sono i protagonisti del suo Ka-Boom, giochillo che ragionevolmente acquisterò in Germania per mio figlio, nel quale ci si propone di fronte ad una sfida tra costruttori di torri.
Al centro del tavolo si piazzano una serie di tessere che raffigurano le varie forme di torre che si possono costruire, utilizzando i classici pezzi di legno di diversa forma tipici delle costruzioni per bambini: il bello qui sta nel fatto che mentre un giocatore costruisce gli altri possono bombardarlo con delle piccole catapulte utilizzando appositi dadi. 
Quando due dadi lanciati mostrano, infine, la faccia della bomba, è anche possibile dare al tavolo un bel pugno, provocando il più classico dei terremoti. Alla fine di ogni turno, ovvero quando finisce la clessidra, si ottengono punti pari alle torri complete rimaste in piedi ed il primo che arriva a 16 vince ... Facile e potenzialmente accattivante (addirittura han scomodato Menzel per le illustrazioni ...).

Pearl Games

L'editore belga insiste nella sua tradizione di dare ai propri titoli il nome di una città (vera o inventata), proponendo quest'anno Bruxelles 1893, ideato da Etienne Espreman ed illustrato dal solito (per loro) Alexander Roche
I giocatori, da 2 a 5, entreranno in competizione tra loro nel costruire, rispettando precisi dettami artistici, il palazzo più bello nella cittadina e periodo storico indicato dal titolo. Tra le meccaniche promesse ci sono elementi di asta, di piazzamento lavoratori e di maggioranze: visto il buon successo riscosso dall'editore negli ultimi anni, sarà un titoli da tenere d'occhio ... (immagini postate da Sebastien Dujardin su BGG)

-- Immagini tratte dai siti delle rispettive case e/o da manuali o dalla fonte citata nell'articolo. I diritti sui giochi citati spettano ai rispettivi autori ed editori. Le immagini saranno rimosse su semplice richiesta ove non ne sia gradita la messa online qui.

1 commento:

  1. I pedoni di Origins ricordano un po' Quarto o Inkognito...

    Interessante questo Bruxelles... così arrivano a 21 i giochi interessanti di Essen!

    RispondiElimina