martedì 3 settembre 2013

Kickstarter - Wrath of Kings

scritto da Fabio (Pinco11)

Premetto, per i non appassionati di questo genere, che sto per parlare dell'ennesimo progetto promosso da CoolMiniOrNot su Kickstarter, legato all'ennesimo gioco di combattimento a miniature, ambientato in un ennesimo nuovo mondo.



Per i fan di questo tipo di titoli kickstarter si sta rivelando una vera e propria miniera, con diversi mondi e sistemi di gioco creati in pochi mesi: i prezzi medi per scatola sono calati rispetto ai prezzi di vendita delle grandi case e questa miscela ha fatto fortuna nel crowdfunding, con sei milioni di dollari raccolti dalla CoolMiniOrNot nell'arco di poco più di un anno (Zombicide chiuse la campagna a maggio 2012).
Stavolta il mondo di riferimento è il teorico mondo di Arikania, abitati da cinque diversi reami, ciascuno dotato del proprio esercito con peculiarissime abilità e guerrieri.


Scarne le indicazioni legate al resto: di fatto è un Warhammer like, con miniature che si muovono libere su di uno scenario precostruito ed un lungo video che simula una battaglia è stato messo a disposizione sulla pagina kickstarter per soddisfare i più curiosi.

Quanto alle cinque fazioni abbiamo la casa di Shael Han, a fondo giapponese, nella quale ai più classici samurai e ninja si aggiungono un paio di creature che sembrano prese dalla mitologia del Sol Levante, quindi ci sono i Nasier, armata 'cattiva' e demoniaca , poi i Teknes, con omini piccoli che cavalcano, alla Master Blaster di Mad Max, giganti o animali e con guerrieri misti tra simil cani e steampunk.

Donne e mostri a sfondo lupo/licantropo sono invece il tema di fondo della casa dei Goritsi ed infine abbiamo gli Hadross, potenziali atlantidei, ovvero creature che provengono da una ipotetica area sottomarina.

Ogni scatola esercito di base, che comprende una ventina di modelli (da 24 a 30, per essere precisi), costa i suoi 50 dollari, con il manuale che compare a partire dal pacchetto da 100 dollari che comprende due fazioni. 15 sono i dollarozzi da aggiungere per la spedizione fuori dagli States.

Chiudo qui, lasciando le immagini a stuzzicare gli interessati e ad annoiare i non adepti dei giochi di combattimento tra miniature ;)

Le immagini sono tratte da dal manuale o dal sito della/e casa/e produttrice/i (CoolMiniOrNot) alle quali appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

1 commento:

  1. Ma il designer delle miniature è lo stesso di confrontation, paul bonner??

    RispondiElimina