domenica 1 settembre 2013

Tocatì - Festival Internazionale dei Giochi in Strada (20-22 settembre 2013)

Scritto da Chrys.

Già lo scorso anno vi segnalai questo evento, quindi non posso che riproporvelo anche se si tratta di un evento più legato ai giochi tradizionali (scacchi, dama, ecc.) agli astratti e ai giochi storici. ^__^

Il 20, 21 e 22 settembre a Verona c’è Tocatì, il Festival Internazionale dei Giochi in Strada, organizzato dall’Associazione Giochi Antichi in collaborazione con il Comune di Verona, confermandosi uno degli eventi più originali a cui gli appassionati di gioco fanno riferimento per ritrovarsi in una Verona unica che si trasforma in capitale internazionale del gioco.

Tocatì (dal dialetto veronese, significa “tocca a te”) mette in luce l’importanza di un bene intangibile come il gioco, riconosciuto dall’Unesco come parte del patrimonio immateriale dell’Umanità, lasciando che la gente si riappropri degli spazi urbani per modificarne la funzione d’uso.

Ogni anno si ospitano anche le tradizioni ludiche di un paese diverso (l'anno scorso si è festeggiata la decima edizione con un tour di diversi paesi) e Verona quest’anno accoglie l’UNGHERIA con i suoi giochi e le sue tradizioni.

Come di consueto nelle strade e nelle piazze del centro storico, per tre giorni svuotate dalle automobili, ci saranno circa 40 giochi tradizionali provenienti da varie regioni italiane e dal Paese Ospite del 2013 presentati da gruppi di giocatori appassionati, che vengono a condividere gli antichi gesti ludici del loro territorio e a raccontare le loro abitudini e la loro storia (il gioco tradizionale fa parte del Patrimonio Immateriale dell’Umanità indicato dall’Unesco nella Carta Internazionale del Gioco, 2003). 


Durante il Festival piazza dei Signori si trasformerà in piazza Ungheria, dove il pubblico potrà scoprire attrazioni, bellezze paesaggistiche e artistiche delle terre magiare mentre sul palcoscenico si avvicenderanno artisti per interpretare musiche, canti e danze ungheresi e della tradizione tzigana, fortemente radicata in Ungheria.

Come di consueto, in Lungadige San Giorgio un altro palcoscenico accoglierà i gruppi musicali italiani. Ci saranno poi numerose attività legate al romanzo ungherese di Ferenc Molnár I ragazzi della via Pál tra cui una mostra e una maratona letteraria a cui il pubblico potrà iscriversi per leggere a turno I ragazzi della via Pal e ritornare nella Budapest del secolo scorso.

Nell’Auditorium del Forum della Cultura Ludica (Cortile Mercato Vecchio) si avvicenderanno poi vari oratori: giocatori italiani, ungheresi e di altri Paesi del mondo, docenti universitari esperti di storia delle tradizioni e di sport tradizionali e autori di libri sui temi del gioco.

Concludo dicendovi che il festiva è completamente gratuito e che, se settembre fosse impietoso e dovesse piovere in quei giorni, sono stati predisposti appositi spazi al coperto. Infine per i disabili è prevista una accoglienza speciale per permettergli di partecipare ad alcuni giochi. ^__^


INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI




Nessun commento:

Posta un commento