domenica 20 ottobre 2013

[Anteprima su strada] Packet Row

[Anteprima su strada] Packet Row di Nero79

Oggi vi delizio con una cosa un po' particolare... una Anteprima su strada.
Come ho già raccontato più volte, nel mio gruppo di giocatori qui in Germania ci sono tra gli altri l'autore Michael Schacht e un giornalista ludico (Alexander Kraft). Grazie a loro ci capita a volte di provare prototipi (magari dello stesso Schacht) o giochi in anteprima che Alexander riceve dagli editori magari in forma non proprio definitiva per poterci scrivere un articolo.
In una serata in cui il gruppo era molto numeroso (più di 10 persone) ho declinato l'ennesima partita a Village con l'espansione della taverna per poter provare Packet Row, gioco per 2-5 giocatori di Åse e Henrik Berg (quelli di Rattus) in uscita per Essen ad opera dell'olandese White Goblin Games, ma che sarà distribuito qui in Cruccolandia da Pegasus Spiele (per l'eventuale edizione italiana chissà... se qualcuno può confermarla commentate pure in fondo all'articolo).



Di Packet Row ne aveva parlato brevemente Fabio in questo articolo.

Noi abbiamo giocato con carte stampate e infilate nelle bustine di Magic, le plance stampate su A4 e soldi e puzzilli rubati da altri giochi ma la partita in 5 è andata via regolare e senza intoppi permettendomi di poter scrivere le mie impressioni in questa insolita Anteprima su strada.

Siamo a New York nel 1842. Il commercio via mare con il vecchio continente va a gonfie vele e noi giocatori, da buoni imprenditori, non vogliamo farci sfuggire l'occasione di fare qualche soldo e di farci notare costruendo edifici che eleveranno il prestigio nostro e di Nuova York(e).

Nel gioco troviamo quattro plance che rappresentano quattro diverse aree di gioco (La banca, il municipio, il molo e il mercato). Funzionano tutte allo stesso modo: su ognuna c'è spazio per delle carte (una fila di carte attiva che sarà eventualmente draftabile in questo turno e una fila di carte future che ci darà un'idea parziale delle carte che avremo a disposizione nel turno successivo).
Le carte sono suddivise in mazzetti diversi per ciascuna zona. Anche queste però sono suddivise tutte allo stesso modo: abbiamo le carte proprie di ogni zona (soldi per la banca, contratti per il municipio, merci per il mercato e navi per il molo), carte speciali (il banchiere per la banca che ci darà punti se siamo quelli con più soldi a fine partita, l'assistente per il municipio che ci permette di scegliere la carta da prendere nel turno dalla fila futura, il capitano per il molo che ci permette di cambiare la destinazione di una nave e il commerciante al mercato che ci permette di scambiare un tipo di merce con un altro tipo) e infine carte edificio. Queste ultime sono presenti in tutti i mazzetti e permettono spendendo dei soldi di costruire edifici che a fine partita conteranno come punti vittoria.

Ogni giocatore riceve un contratto segreto e un po' di soldi. Il primo giocatore sarà il capo del porto per il turno e sarà lui a decidere la zona in cui i giocatori potranno ottenere carte. Pur potendo scegliere la zona, il capo del porto avrà però sempre l'ultima parola sulla scelta delle carte in quella zona. Gli altri giocatori potranno passare (perché sperano che il capo del porto si sposterà in una zona più interessante) o scegliere una delle carte ancora disponibili (merci ed edifici si pagano... tutto il resto è gratis). Poiché il capo del porto ha l'ultima parola c'è però sempre il rischio che lui decida di prendere una carta in una zona in cui noi abbiamo passato e in questo caso potremmo ritrovarci a mani vuote in quel turno.
Gli edifici e le merci vanno pagati nel momento in cui si acquisiscono ma in qualsiasi momento nel proprio turno è possibile usare le carte draftate (le carte soldi per ricevere soldi dalla banca, i set di merci/navi/contratti per completare anche più di un contratto alla volta possibilmente usando una sola nave per spedire più merci verso lo stesso paese).

I soldi guadagnati ci serviranno a poco se non li investiamo in costosi ma prestigiosi edifici. Anche gli edifici però resteranno nascosti nella mano fino alla fine creando costante incertezza sulla classifica durante la partita.

La partita finisce quando si esauriscono tot mazzi in base al numero dei giocatori. A quel punto ogni edificio costruito darà i punti vittoria indicati, chi avrà preso un banchiere potrà ricevere punti bonus se è il primo o il secondo giocatore più ricco del gruppo. I soldi rimasti non hanno un buon tasso di conversione in punti vittoria dando solo 1 punto vittoria ogni 10 dollari. Sarà quindi fondamentale gestire la propria mano per fare in modo di far fruttare i soldi al momento giusto tenendo d'occhio le finanze degli altri (che sono solo parzialmente visibili potendo essi riscuotere le carte soldi) se puntiamo tutto sulla strategia del banchiere...

Impressioni
Il gioco mi è sembrato davvero semplice da giocare. In 5 l'ho trovato un po' strettino nel senso che le merci sono poche e se si inizia a scannarsi per contratti simili inevitabilmente qualcuno resterà tagliato fuori (indovinate chi è stato il fortunato nella partita di prova). Lo rigiocherei volentieri soprattutto ora che ho una vaga idea di cosa guardare ad ogni turno... è importante seguire la strategia di ogni giocatore per cercare di trovarne una propria che non vada in conflitto con quella di qualcun altro...

Interazione indiretta e classico eurogame perfetto come gateway per introdurre i neofiti al concetto di drafting (e per certi versi collezione di set)... certo 40 euro... non è nella lista delle mie priorità di Essen 2013.

-- Le immagini sono tratte dal manuale, da BGG o dal sito della casa produttrice (White Goblin Games) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

5 commenti:

  1. era nella mia lista dei giochi sicuri di Essen...lui e Craftsmen!
    poi ho visto che Craftsmen costava 25€ e questo 40€!!!!!
    un giochino leggero come questo con una componentistica risicata 40€???? beh, niente acquisto!

    RispondiElimina
  2. Mi viene da sorridere a pensare che 40€ per questo o altri giochi vengono considerati "troppi" e quindi vengono scartati a priori mentre un gioco come 7 Wonders (bellissimo non fraintendetemi) e relative espansioni spopola. Oltre tutto, rispetto a 7Wonders, questo gioco ha molta più componentistica.

    Ho avuto la fortuna di tradurlo in Italiano e assicuro che il gioco merita.

    RispondiElimina
  3. Ti ho mandato una mail su BGG. Ci sono alcuni rifusi nel regolamento in italiano e te li ho segnalati...
    (deformazione professionale).

    RispondiElimina
  4. non ho ricevuto nulla. Giramelo ad olafteam.ita@gmail.com

    Grazie
    Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo mandato a Fabietto76 che aveva postato la traduzione... inviato

      Elimina