sabato 9 novembre 2013

Anteprima - Corto

scritto da Iziosbiribizio


Con l'aumento delle tasse e la carenza di lavoro, spesso vengono strane idee... C'è chi evade, fiscalmente parlando, o chi si da alla delinquenza.
Ci sono poi anche eroi come Robin Hood, rubava ai ricchi per dare ai poveri, o meno eroi, come Corto Maltese che rubava e basta, ma schierandosi comunque dalla parte dei più deboli.
Dall'opera di Hugo Pratt, il gioco su mister "svelto di mano" (questa la traduzione andalusa del nome "Corto Maltese") ha come scopo proprio l'accumulare più oro di tutti. La particolarità del gioco sta nel fatto che i giocatori non vestiranno i panni del celeberrimo pirata, ma saranno degli avventurieri che rivivranno contemporaneamente diverse storie di Pratt, tentando di assicurarsi il supporto di Corto ed evitando il caos generato da Rasputin.
Queste premesse mettono molta carne al fuoco, infatti le azioni e il gameplay dovrà essere perfettamente aderente al fumetto, non potrà essere una delle solite ambientazioni attacca-stacca.
Riusciranno Laurent Escoffier e Sebastien Pauchon a convincere da 2 a 4 giocatori (mezz'ora a partita, editore Ludocom - Matagot) a ritrovarsi nel mondo di Corto Maltese? Lo scopriremo nel prossimo fumet... paragrafo. Particolare è anche il sito del gioco, al quale potete dare un'occhiata.

I materiali
I fumetti di una volta non erano come quelli di oggi, non solo per grafica e storie ma anche per formato! Si parlava di "strisce", proprio come il tabellone. Nella scatola infatti ci sono 6 strisce colorate, ognuna rappresentante una diversa avventura, con i rispettivi obiettivi e token rappresentanti i tesori.
Ad ogni avventura corrisponde il suo mazzo di 20 carte che possono rappresentare oggetti, personaggi, vantaggi oppure l'eroe Corto e il suo amico-nemico Rasputin.


Le carte personaggio hanno delle regole e degli effetti differenti rispetto alle altre. Lo sfondo dietro al personaggio indica il colore dell'avventura e solo in quelle potranno essere giocate. Il bordo invece indica il tipo di azione di quel personaggio: il bordo bianco da la possibilità di aggiungere un token ad un personaggio adiacente, il nero li toglie, il bordo bianco e nero da la possibilità di scegliere fra le due azioni. Ci sono due carte personaggio però che hanno effetti tutti loro, ovvero le carte di Corto e Rasputin. La prima permette di far guadagnare agli amici di Corto (distinguibili per il fumetto nell'angolo) 1 moneta, per poi far aggiungere 2 token ovunque nell'area di influenza della carta. Rasputin invece è un killer, appena piazzato permette di uccidere istantaneamente un personaggio a scelta nella sua area.
Le carte oggetto vanno a braccetto con i personaggi, perchè sono questi ultimi ad usarli. Ogni personaggio giocato sulle striscie occupa uno spazio, gli oggetti servono per colpire o "curare" altri personaggi sia nella stessa avventura, che in altre storie. La distanza raggiungibile da un oggetto è indicato dal numero di onomatopee nella figura, ad esempio bang bang vuol dire due spazi.
Infine le carte vantaggio hanno un effetto speciale, scritto nel titolo della carta.
Le carte sul tabellone vengono influenzate dai segnalini, 13 per ogni giocatore, rappresentanti la "vita" dei personaggi. Una carta senza segnalini viene rimossa dal gioco. 
Infine oltre al manuale delle regole c'è anche quello delle avventure, con un'introduzione sulla storia ma contenente anche il setup, gli obiettivi e i tesori che si guadagneranno al completamento.

Le regole
In realtà il grosso delle regole lo fanno il libro delle avventure e i componenti del gioco! Il flusso è molto semplice, ogni giocatore nel suo turno avrà la possibilità di giocare da 1 a 4 carte per poi pescarne 2 alla fine del turno, oppure scartarne fino a 4 per poi ripescarne altrettante. La mano di ogni giocatore ha un limite di 4 carte.
Con il procedere del gioco, verranno completate le quest e trovati dei tesori, questi andranno a rimpinguare il bottino dei giocatori che sarà decisivo per la scelta del vincitore. 
Nel momento in cui due "strisce", ovvero le avventure, saranno completamente riempite da carte la partita avrà termine. 
Come si calcolano i punti? Ogni oro vale un punto, perciò le carte tesoro e le carte oro sono automaticamente valutate, ma ci sono altri due modi per guadagnare, entrambi rivelano la necessità di pianificare bene il piazzamento dei propri personaggi. In primis, si controlla l'esistenza di uno o più gruppi, cioè gli insiemi di carte collegate orizzontalmente e verticalmente che sono possedute dallo stesso giocatore (in base alla supremazia di token). Ognuno di questi gruppi permetterà di guadagnare 1 oro per carta, ma il più grande però permetterà di guadagnarne 2.

Conclusioni
Un gioco che si basa su una serie a fumetti è sempre molto difficile da valutare senza averci giocato. Spesso si ricorre a personaggi e temi famosi per giustificare l'assenza di una vera ambientazione, è questo il caso? Corto Maltese è un fumetto di pirati e briganti, tradimenti e scorrerie, tesori e omicidi. Beh, sicuramente in questo i creatori ci hanno azzeccato.
Bisogna fare molta attenzione a dove si piazzano le carte, a chi potrebbe colpirci e chi invece sfrutterà il piazzamento di una carta per rubarci un tesoro. Per di più è presente un manuale delle avventure, che sicuramente aiuta a calarsi ancor di più nella parte.
I materiali, per quanto semplici, richiamano la grafica del fumetto, le miniature di Corto e Rasputin in particolare sono realizzate con molta cura e sono davvero belle a vedersi. Il giudizio però è delicato, è un po' come valutare il film sugli Avengers rispetto al film in se e rispetto all'attinenza con il ciclo Marvel. Il gioco in se per quanto riguarda le regole e le idee non sembra affatto male, il partecipare a storie diverse e allo stesso tempo tentare di controllare i personaggi in quelle adiacenti assicura una buona dose di strategia. Ma un appassionato di Corto Maltese come giudicherebbe questo gioco?

[Fabio: le prime impressioni raccolte ad Essen da amici reduci da una sola partita non erano di quelle 'entusiaste', ma qualcuno mi diceva che il suo perchè il gioco lo ha ... e poi ha i disegni di Corto Maltese, ovviamente ... ;)] 

[Berna: l'ho provato ad Essen. Il gioco affascina soprattutto per le sue componenti, e non può di certo mancare sugli scaffali degli amanti del personaggio dei fumetti Corto Maltese. Le illustrazioni presenti sulle tessere e sulle strisce delle avventure, nonché le miniature di Corto e di Rasputin, sono veramente un'opera di pregio: vera droga per i feticisti del genere! 
Passando alle meccaniche del gioco, l'attinenza delle avventure con il tema, complici anche i disegni, è abbastanza alta: quello che forse lascia un po' perplessi è che, alla fine, è un gioco basato quasi esclusivamente su meccaniche di maggioranza: si, si possono fare punti anche uccidendo i personaggi o terminando le avventure, ma il flusso del gioco passa tutto sull'occupazione delle tessere: forse un po' poco, se si pensa al tasso di adrenalina avventuresca che suscita il personaggio in oggetto!] 

 Le immagini sono tratte da dal manuale o dal sito della/e casa/e produttrice/i (Ludocom - Matagot) alle quali appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

1 commento:

  1. Grazie per il post, il gioco si trova già in Italia? Tradotto intendo. Ciao

    RispondiElimina