venerdì 22 novembre 2013

[Boardgames World] Nestorgames

scritto da Nero 79

Oggi vorrei parlarvi di una realtà editoriale un pochino di nicchia che magari non tutti conoscono. Si tratta di Nestorgames, editrice di giochi spagnola nata da un'idea di Néstor Romeral Andrés.

Ciò che rende questo editore speciale è il fatto che abbia deciso di specializzarsi sui giochi astratti (non propriamente un settore facile nel mondo dei giochi da tavolo) riproponendo grandi classici o idee nuove di aspiranti autori che condividono tutti le stesse caratteristiche. Si tratta di giochi per 2 o più giocatori di carattere astratto (niente ambientazione, solo pedine che si muovono su una plancia) o semi-astratto (ambientazione presente ma poco rilevante in termini di gioco).

Un'altra caratteristica comune della linea di giochi di Nestorgames è l'estrema portabilità ottenuta grazie al processo di realizzazione dei giochi che Néstor cura personalmente. Per le plance fisse, Néstor stampa sul materiale dei tappetini dei mouse in voga fino all'avvento del mouse ottico. 
Il materiale può anche essere tagliato in vari formati per adattarsi alle esigenze del gioco. Le pedine invece vengono realizzate tagliando al laser delle barrette in plastica e dandogli la forma desiderata sulla base della forma inserita al computer.

In alternativa può fare la stessa cosa utilizzando un materiale spugnato (foam) ottenendo così pedine e tessere più morbide e malleabili. Il tutto viene inserito in un portapenne di cotone personalizzato con un logo che identifica il gioco. In questo modo potete prendere e portare il vostro gioco dappertutto e riporlo facilmente in poco spazio una volta finito di giocare.


Un ramo di nestorgames è nestorbits che può realizzare su richiesta pedine in acrilico o foam in una vasta gamma di colori. Un'idea dell'editore sono le Foam Tiles (Nestortiles) un sistema di tessere di varie forme che hanno degli incastri che permettono di creare plance modulari di vario genere. La loro flessibilità permette anche di realizzare forme tridimensionali. Una manna per chi vuole magari autoprodurre un gioco o personalizzare un gioco esistente che magari gli piace molto...

Ultima iniziativa in ordine di tempo del prolifico
editore spagnolo è Nestorbooster. Se avete un'idea per un gioco astratto o semiastratto è possibile creare tramite Nestorbooster un piccolo crowdfunding (o se vi inorridisce la parola un sistema di prevendite) che, se riesce a raggiungere i 500 euro di preordini, garantisce l'aggiunta del proprio gioco al catalogo Nestorgames. Tutto ciò che Néstor richiede a chi propone il gioco è di tenere conto dei limiti di formato da lui indicati qui e di investire 50 euro per la consulenza e il servizio offerti. Ho tenuto d'occhio il sito e negli ultimi mesi ben tre progetti hanno raggiunto il traguardo della pubblicazione. Se anche voi avete un progetto nel cassetto che si addice, contattate il disponibilissimo editore che sicuramente saprà darvi i consigli giusti su come procedere... ammetto che anche io ne ho uno in canna che potrebbe funzionare... chissà... sul sito magari prima o poi spunterà fuori...  

Tra i tanti titoli proposti anche giochi di autori noti come Pifrog di Angelo Porazzi, 9 di Adam Kaluza e Ostriches della coppia Faidutti/Cathala. Tra i miei preferiti sicuramente Hippos&Crocodiles, Racing Dwarfs e Isaac dell'italianissimo Emiliano "Wentu" Venturini (gioco di cui avevo seguito lo sviluppo su inventoridigiochi).

Concludo con una breve intervista a Néstor Romeral Andrés. Siccome gliene hanno fatte già tante, ne ho spulciate un po' e ho cercato di trovare domande che non fossero sempre le stesse trite e ritrite che gli fanno sempre... spero di esserci riuscito.

Ciao Néstor, grazie per la disponibilità. Cercherò di farti domande originali ma non ci contare troppo...

- Il tuo sistema di produzione di giochi è davvero affascinante... so che fai tutto tu. Puoi raccontarci brevemente come avviene, quali sono le tempistiche e le tirature?

Néstor: Il mio modo di realizzare i giochi è un mix di processi industriali (come il taglio al laser e la realizzazione dei mousepad) e artigianato (come la stampa delle plance e l'assemblaggio dei giochi). Per questo mi definisco un artigiano industriale. Le tempistiche dipendono dal tipo di gioco. Per giochi come Hex o Yavalath se ho da parte dei tappetini la produzione è immediata. Per giochi più complessi come Myrmidons, se devo fare tutti i pezzi possno volerci fino a 3 settimane. La mia tiratura è inizialmente di 5 copie ma cerco di tenermi da parte i pezzi per giochi eventualmente più complessi per limitare i ritardi di produzione. Quest'estate ad esempio sono stato sommerso dagli ordini e un po' di ritardi sono stati inevitabili. Si tratta di trovare il giusto equilibrio tra "fare magazzino" e "produrre al volo".

- Questo sistema è particolarmente efficace per i giochi astratti ma hai mai pensato di applicarlo anche per giochi più complessi, non so ad esempio degli Eurogame e/o dei cinghiali come li chiamiamo noi qui?

Néstor: Ho realizzato un paio di Eurogame leggeri (dai un'occhiata a Penguin Panic e Gardens of Mars) ma il formato che utilizzo ha comunque delle limitazioni in questo senso...


- Considerando il tipo di giochi che fai, come vedi il fenomeno Kickstarter e l'abuso che ne stanno facendo anche i grandi editori del settore? Hai mai pensato ad utilizzarlo per promuovere magari alcuni dei tuoi titoli più meritevoli?

Néstor: Inizialmente ci ho pensato ad avvicinarmi a Kickstarter ma poi una serie di ragioni mi hanno fatto cambiare idea. Preferisco dedicarmi a piccoli progetti su cui ho il controllo totale, piuttosto che sentirmi schiavo di un singolo progetto enorme... Nestorgames resta sempre un'azienda con un unico dipendente (io) e in fin dei conti la fetta di guadagni che si mangiano Kickstarter e Paypal è troppo grossa... Ho preferito lanciare un sistema di crowdfunding dedicato e su piccola scala che si chiama "Nestorbooster". Già 8 giochi sono stati finanziati e realizzati grazie all'interesse di appassionati...
- C'è qualche gioco del tuo catalogo a cui sei particolarmente legato, che preferisci o giochi più di altri? Perché?

Néstor: Sì. Sicuramente Adaptoid. Il gioco che ha fatto nascere Nestorgames. Adaptoid non è nato grazie a Nestorgames ma viceversa. Devo dire che Adaptoid è il vero colpevole di molte cose belle che sono successe a Nestorgames negli anni... sicuramente è il gioco più rappresentativo dell'intera linea di Nestorgames.  


- Guardando i tuoi giochi non posso fare a meno di pensare che alcuni di questi funzionerebbero benissimo come app del telefonino. Considerando il successo che stanno avendo negli ultimi anni questo genere di applicazioni, c'è la possibilità che Nestorgames faccia nascere la sezione Nestorbytes per proporre al pubblico magari anche una versione digitale dei tuoi giochi?
Néstor: Ci sono già alcuni titoli che sono disponibili anche per mobile (ad esempio Taiji, Hippos&Crocodiles, Red, Coffee, Spline...). Per quanto riguarda autoprodurre giochi su telefonino... Nestorgames si sta attrezzando... tenete d'occhio il sito! 

 - Puoi dirci in anteprima qualche novità in arrivo da Nestorgames per il 2013?

Néstor: Certamente... preparatevi è in arrivo un cinghiale :-D

Le immagini sono tratte dal sito della casa produttrice (Nestorgames) alla quale appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione. --http://nestorgames.com/submissions.html

Nessun commento:

Posta un commento