domenica 24 novembre 2013

GSNP: intervista Pierluca Zizzi

Scritto da Fabio (Pinco11). Intervista con Pierluca Zizzi.

Ripartiamo oggi, spero di slancio, con una nuova puntata del nostro Podcast.
Ci siamo lasciati da quasi un mesetto ed i più fedeli tra i nostri ascoltatori ci hanno contattato per avere lumi sugli sviluppi dell'iniziativa e già con la ricomparsa di questa puntata cerco di dare un segnale positivo.
Per il resto colgo l'occasione per fare un po' il punto della situazione e devo dire che i vostri riscontri sono stati davvero positivi, con molti incoraggiamenti e sproni a continuare, con un crescendo di ascolti / download delle puntate, tanto che siamo arrivati nelle ultime ad assommare diverse centinaia di click sulle pagine ospitanti i file audio.

Le difficoltà nel far collimare gli orari di tutti si sono però fatte sentire, per cui abbiamo pensato, sempre con l'idea di continuare anche a registrare puntate 'collettive' (con Federico, Nero79 ed Alan, tutti insieme ma non solo), anche a lanciare alcuni episodi invitando a chiacchierare con uno o più di noi di volta in volta alcuni autori, editori e frequentatori a vario titolo del mondo dei giochi da tavolo che ci è tanto caro.

Il successo del podcast , credo, è dimostrato anche dall'entusiasmo con il quale diverse persone hanno già accolto i nostri inviti, per cui spero, stavolta, dividendoci i compiti, che riusciremo a dare una periodicità più stringente alle uscite audio di Giochi sul nostro podcast (che comunque avevano assommato 14 puntate in sei-sette mesi, con una media di una uscita ogni 15 giorni).

Oggi è quindi la volta dell'amico Pierluca Zizzi, autore di diversi titoli noti, tra i quali Al Rashid (qui il nostro articolo), Asgard (ecco il nostro articolo), Arcanum (qui il nostro articolo), Caligula (qui i nostri articoli su di esso), Movie Trailer (qui la nostra recensione), con in lavorazione l'atteso Hyperborea (qui l'anteprima).

Con lui dialoghiamo delle sue creazioni, ma non solo, allargandoci poi a parlare della lunga strada dalla ideazione di un gioco alla sua edizione ;)

Eccoci ancora ai link dai quali scaricare la puntata:


QUI la seconda fonte;

QUI la terza fonte



Qui sotto la classica barra per l'ascolto via browser:




Alla prossima, speriamo prestissimo!


9 commenti:

  1. una delle puntate più interessanti di questo podcast. fantastici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per i complimenti ed a Zizzi per la sua verve ;)

      Elimina
  2. Molto interessante il punto di vista di Zizzi.
    Aggiungo una cosa, avendo provato ad entrare nel mondo degli Autori: aggiungiamo alle skill la pazienza. Come giustamente segnalava Pierluca, ci vuole un bel periodo di gestazione e tentativi successivi. Sicuramente la costanza è necessaria per riprovare, ma anche quando sembra "andare in porto" è necessario che ci si focalizzi sullo scopo della pubblicazione e attendere i tempi necessari agli editori per organizzare tutto.

    RispondiElimina
  3. Non hai inserito il link alla recensione di Asgard:
    http://pinco11.blogspot.it/2013/05/asgard-prime-impressioni.html#more
    con questa "chiudi il cerchio" e Zizzi non può certo negare un nostro forte interesse ai suoi titoli!!! :)

    RispondiElimina
  4. Difficilmente ho tempo da dedicare ai podcast, ma questa monografica su Pierluca me la sono proprio goduta. Due note. Anche se nel corso dell'intervista il tono della discussione è decisamente salito, non trovo particolarmente simpatico introdurre gli autori prendendoli un po' in giro (la confusione sui nomi, "abbastanza bravo", la "paginetta di giochi"). Seconda nota: i miei prototipi non sono brutti (un tempo lo erano molto di più, almeno), sono 'funzionali' ;-). E comunque anche solo il plastificare una plancia quando molto probabilmente non mi durerà più di un test lo trovo un insopportabile spreco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà stavo prendendo in giro il buon Zizzi il quale, come hai notato, ha accolto di buon grado la cosa: quando dialoghi con qualcuno che conosci sai chi accetta lo scherzo, come lui, per cui ti permetti qualche battuta extra, come quelle iniziali, che hanno contribuito, secondo me, a creare un bel clima di libertà nel dialogo. Per altro nella puntata non è contenuta la chiacchierata di "riscaldamento", nella quale abbiamo rotto il ghiaccio con Pierluca prima di registrare ed è in quel contesto che è nata la goliardia delle battute. Per altro l'ho preavvisato che l'avrei preso in giro, anche se non gli ho detto, chiaramente, in che modo ... ;)

      Elimina
    2. Ma capisco, per l'amor del cielo. Solo che un po' noto una tendenza a parlare degli autori - con complicità spesso degli autori stessi, ed è un errore che a volte compio anch'io - come se fossero a volte 'macchiette', mentre invece l'intervista (con belle domande e ottime risposte) a Pierluca ha mostra bene che dietro c'è un mondo fatto di talenti e professionalità. E allora il mio consiglio agli autori diventa sempre di più: "prendetevi sul serio".

      Elimina
  5. Bella intervista, interessante. Non so se il "ragazzo che ha lavorato per più di 10 anni al suo gioco" era riferito a me, ma sono d'accordo con quello che avete detto.
    Sono convinto che l'autore abbia una "sua visione" del gioco che ha creato e sicuramente la casa editrice (che è appunto una professionista nel suo settore), ha l'onere di rivedere il progetto originale, ridimensionarne vari aspetti (ambientazione, componentistica, grafica, ecc) per trasformare il prototipo in un prodotto finito.
    Spero che accada anche a me un giorno di incontrare la casa editrice che mi inviti a sedere ad un tavolino per discutere la fattibilità del mio MedioEvo Universalis, ne sarei felice.
    Un saluto a Pierluca Zizzi con il quale ho partecipato a parecchie convention sin dal 2008 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai davvero idea del numero di autori ai quali si possa applicare quella frase e mentre parlavo ne avevo in mente almeno due o tre. Probabilmente Zizzi, che conosci, aveva in mente te ;)
      Effettivamente, così come ci sono autori che si dilettano più che altro nello scovare un'idea od un meccanismo, cercando di passare subito ad un altro progetto, ce ne sono altri che si dedicano a lungo ad affinare, un poco alla volta, la propria idea 'principe': sono due approcci diversi e chiaramente il primo è quello più ricorrente negli autori che hanno diversi titoli in commercio :)

      Elimina