lunedì 31 marzo 2014

Novità di primavera (II)

scritto da Fabio (Pinco11)


Proseguo imperterrito nella mia carrellata di titoli che mi sono balzati all'occhio, previsti in uscita più o meno imminente.

Come era naturale la copertina va a Feld, che ultimamente si trova un pochetto ovunque, come il prezzemolo, ma ci sono diverse cosette delle quali possiamo parlare, andando a spulciare in casa Hurrican, Hand im Gluck, Ravensburger e G3 ...

Come vedrete c'è in arrivo un pochetto di tutto, ma dominano i titoli di peso medio ... ;)


Hurrican

L'editore svizzero in questione era già noto in passato agli appassionati per titoli come la serie Mr Jack e Lady Alice, ma ha colto una sorta di 'consacrazione' con l'uscita del suo ultimo fortunato Augustus, con il quale è entrato nel lotto dei candidati alla vittoria dello scorso Spiel des Jahres.
Con maggiore interesse è stata quindi accolta la notizia dell'uscita di un nuovo titolo di categoria 'media' per l'editore della tromba d'aria, ossia Madame Ching, di Bruno Cathala e Ludovic Maublanc. 
Le meccaniche sono indicate come di quelle semplici, con carte (colore - numero) da pescare e giocare per procedere in viaggi in nave : 2-4 giocatori ed età dagli 8 anni in su per un gioco che trasmette sensazioni da 'raccolta set' e viaggi, che fanno tanto ticket to ride nella nostra fantasia (anche se qui non si parla di obiettivi). Attraente per ora la grafica, come negli standard dell'editore, attento a questo aspetto (immagini tratte dall'account twitter dell'autore). 


G3

L'editore polacco ci ha stupiti quest'anno proponendo, dal nulla, ben quattro titoli (Craftsmen, Raverun, Westerplatte ed Enclave) e già ci sono voci precise legate ad almeno due o tre nuove uscite in preparazione (più per l'autunno che per la primavera, a dire la verità ...
La più avanzata sembra essere Imperialism: road to domination, di Konrad Perzyna, titolo a tema civilizzazione che mette i giocatori nei panni di leader di superpotenze dal XV al XIX secolo, impegnati nel far primeggiare e dominare le proprie nazioni. 
Abbiamo tante carte ad effetto, gestione risorse ed interazione, con una bella grafica, il tutto condensato in partite da 45 minuti in su ed in un manuale (per ora solo in polacco ...) di sole 12 pagine. Interessante sfida, quella di condensare in così poco un tema così complesso, per cui sono davvero curioso di saperne di più sui risultati !!!
Krystof Matusik è invece l'autore di Urban Panic, titolo a tema 'costruzione città', con tante simpatiche tessere edificio da prelevare e piazzare, carte ed effetti particolari: qui davvero le info sono limitate, per cui mi limito a preannunciarlo ... ;)

Hans im Gluck

Oltre all'Helios del quale il nostro pollo è in fremente attesa c'è in uscita anche una espansione per Carcassonne, dedicata alle colline ed alle pecore (Shafe und Hugel),  la nona della serie (se non ho perso il conto ...) nella quale compaiono le colline, che si collocano sopra le pianure, dando un tocco di 3D al paesaggio, i vigneti, che arricchiscono i monasteri ed infine i greggi di pecore, che vanno mano a mano aumentando pescando da un apposito sacchetto, nel quale si nascondono però anche dei lupi. Pesca, pesca, prima o poi escono ... traduzione? Eccovi una meccanica di push your luck nel vostro gioco di piazzamento tessere preferito.

Altra espansione in arrivo è invece quella per Brugge, titolo del divo Feld che qui da noi ha avuto una diffusione relativamente scarsa per via della sua mancata localizzazione abbinata ad una dipendenza dalla lingua dei materiali (leggi carte con testo). Die Stadt am Zwin  è quindi un add - on indicato per i fan delle forbici e colla (fisici, se siete di quelli che italianizzano con i paste up ) che hanno già gradito il titolo base e non aspettavano altro che un nuovo bel set di carte per giocarci di nuovo ... ;)

Chiudo infine menzionando la riedizione di Sankt Petersburg, che l'editore sta curando con grande attenzione .. La trovate, già finanziata in un battibaleno, sulla piattaforma tedesca di crowdfunding collegata al negozio online Spiele Offensive (qui il link) ;)


Ravensburger

Il noto editore propone sempre diverse uscite. Tra di esse ne ho notate almeno due, prima fra tutte l'ennesimo futuro Feld della mia collezione, ossia La Isla. 
Il gioco (immagine da BGG di Alain Budreault), si propone come uno di quelli non troppo complessi, perchè propone un tabellone modulare che identifica numerose locazioni ed ad ogni turno (per quello che si sa) i giocatori scoprono simultaneamente una carta, andando ad ottenere determinati effetti sul tabellone (muovi pedina, prendi oggetti, animali, ...).
Gioco simultaneo e raccolta set sono alla base di un titolo che sembra essere abbastanza leggero (10+ di età ed un'oretta di tempo a partita) per entrare nel novero dei titoli light dell'autore.


A margine ecco poi, nella linea base della casa, Burgenland, della coppia Brand (Village ..). Qui il gioco è semplice, con carte che si pescano, grazie alle quali si cerca di andare a collocare (scartandole nelle giuste combinazioni) elementi di paesaggio (casette, mura, ...) su di un tabellone, occupandone le varie locazioni.
Pesca e gioca, 45 minuti a partita, età 8+ ne fanno un classico titoletto per famiglie: la paternità però lo rende automaticamente uno di quelli da tenere d'occhio, magari anche per lo Spiel, data la scarsa concorrenza nel settore degli ultralight e l'editore ..

PostScriptum

L'editore di casa nostra propone un nuovo titolo dal nome per ora sconosciuto. La cosa è però legata ad una iniziativa pubblicitaria, ossia ad un concorso nel quale i visitatori della Play saranno invitati a suggerire il nome da dare al gioco, potendo vincerne una copia. A livello pratico si tratta di una ideazione di Matteo Panara e Jessica Bellan ambientata alla corte dei re di Francia, tra moschettieri e duelli, il tutto con una modalità di gioco leggera, che consentirà di partecipare sino a 9 giocatori (tenendo il tempo di gioco tra l'ora e l'ora e mezzo).
Vedremo alla play, dove sarà giocabile, di che si tratta ..

Vento Nuovo Games

Accordo raggiunto per la Vento Nuovo addirittura con la HP, per rendere disponibili mappe da stampare per wargames. Alla Play sarà visibile la mappa di 1914, pronta per gli appassionati.
Di seguito un estratto del comunicato stampa del vivace editore di casa nostra, apertissimo alle esperienze internazionali: VNG is proud to announce the launch of its new World War I historical wargame series named “1914: The World at War” which will depict some of the events that shook the world a 100 years ago. Thanks to a partnership with Hewlett-Packard, the game will be offered in its full version through HP web-connected Printers starting July 2014. Historical facts and maps, rules, and a tutorial will be available to HP web-connected printer owners with an Internet connection, free of charge. Customer can access at HPConnected.com (in the US, UK, Germany or France) or at
ePrintCenter.com. “1914: The World at War is an amazing addition to our list of “Printables” which offer our users high-quality content in the simplest way, delivered directly to their printer. Not only is the game simple and addictive, it provides an incredible amount of details and background research” says Laurent Molveau, Business Development Manager at HP.


-- Immagini tratte dai siti delle rispettive case e/o da manuali o dalla fonte citata nell'articolo. I diritti sui giochi citati spettano ai rispettivi autori ed editori. Le immagini saranno rimosse su semplice richiesta ove non ne sia gradita la messa online qui.

4 commenti:

  1. Che dire...si prospetta una Primavera ludicamente frizzante ^__^
    Grazie per la bella carrellata ^__^

    RispondiElimina
  2. Imperialism: road to domination sembra interessante, per La Isla essendo un Feld verrà ovviamente valutato ma non mi attira molto al momento.
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Mmmh molto ...molto interessante! Aspetto il vostro approfondimento sul nuovo Feld :)

    RispondiElimina
  4. Come per gli scorsi giochi io e il mio gruppo ci occuperemo della traduzione dei nuovi titoli della G3 (che dovrebbero essere 4 in totale come lo scorso anno). Da lunedì ho cominciato la traduzione del regolamento di Imperialism: road to domination e dalla lettura delle prime pagine (in totale 13) devo dire che il gioco è molto accattivante. Avendo visto poi l'anteprima del gioco nella sua versione quasi definitiva a Norimbega devo ammettere che vorrei giocarlo già oggi!
    Per Uban pacific attendo il regolamento per dire la mia, ma come detto da Pinco, la grafica è davvero bella (visto a Norimberga).

    RispondiElimina