lunedì 5 maggio 2014

[NEWS] Nations - The Dice Game

scritto da polloviparo.

Bene molti di voi staranno probabilmente ancora discutendo sul fatto che Nations sia un clone o meno di Through the ages e qualcuno sembra voler buttare altra benzina sul fuoco... ;)
Se non vi bastavano discussioni del tipo: "Meglio Nations o meglio Through the ages?", sappiate che da oggi potrete scontrarvi su nuovi fronti!
E' stato recentemenet annunciato il gioco di dadi di Nations, ossia: "Nations the dice game".
Alla scheda di Bgg, come autore figura Rustan Håkansson (co-autore di Nations insieme a Nina Håkansson, Einar Rosén, Robert Rosén).
Così anche Nations avrà il suo gioco di dadi, seguendo un po' le orme del suo antenato o se preferite della sua "musa ispiratrice".
Sto parlando ovviamente di "Roll through the ages", anche se a questo punto è doverosa una precisazione.
Roll Through the ages, contrariamente a quanto potrebbe far pensare il titolo, il tema e l'illustrazione sulla scatola, ben poco centra con Through the ages.
L'autore è Matt Leacock e non Vlaada Chvátil e i due giochi hanno veramente poco in comune.
Vi basti pensare che il termine più vicino e simile a Roll through the ages è "Ra the dice game" di Knizia e già questo dovrebbe dirvela lunga!


Dietro al gioco di dadi di  Nations, troviamo invece uno degli autori che ha partecipato allo sviluppo di Nations.
Se avete dato un'occhiata alla copertina della scatola avrete notato un Nikola Tesla in splendida forma che fa bella mostra di sè, mentre nel gioco chiamiamolo "standard" Nikola Tesla era rappresentato su una carta promo.... ecco parlavo di questi materiali promo giusto qualche giorno fa, se vi siete persi la discussione, potete recuperarla qua!









Tornando al gioco di dadi, si sa veramente ancora poco.

Da quello che possiamo leggere sulla scheda di BGG  il gioco sarà per 1-4 giocatori e richiederà circa 10-15 minuti per giocatore.
Com'è strano a volte il mondo... nel gioco "standard" che richiede 30-40 minuti a giocatore hanno "osato" fino a cinque giocatori e in questo che in termini di tempo richiede meno della metà, si sono fermati a 4....
Vuoi vedere che il quinto giocatore.... no lasciate stare, scusate era solo un pensiero che mi è passato per la testa, nulla di importante... :)

Allora dicevamo il gioco si articolerà in quattro ere, in ognuna delle quali i giocatori potranno compiere le loro azioni, fino a quando non avranno passato.

Le azioni sono:

Comprare una tessera,
Costruire una meraviglia,
Rilanciare qualcuno o tutti i propri dadi.

Gli edifici ed il militare permettono di aggiungere nuovi dadi, le colonie e le meraviglie forniscono risorse e punti vittoria.
I Leaders permettono di rilanciare i dadi.
Alcune tessere assegnano dei bouns istantanei come ad esempio la possibilità di lanciare dei dadi aggiuntivi una tantum.
Al termine di ogni era la carestia e la guerra, che si erano pescate ad inizio turno, andranno soddisfatte e ci sarà una ricompensa in punti vittoria per quei giocatori che pareggeranno o supereranno i valori richiesti.
I libri accumulati forniscono punti, l'ordine stabilito in base alla forza militare.

E' stato pubblicato anche il contenuto della scatola:

 44 Dadi produzione (20 base, 8 oro/cibo, 8 libri/pietra, 8 militari)
    8 segnalini giocatore in legno
    12 tessere evento (guerra e carestia, 3 per ognuna delle 4 ere)
    60 tessere progresso (edifici, militari, Leaders, colonie, meraviglie, 15 per ognuna delle 4 ere)
    Sgenalini produzione e rilancio dei dadi
    Regolamento, plance, aiuti giocatori, materiale per il gioco in solitario, etc.

Purtroppo, al momento,  non ci sono ancora immagini disponibili.
Il gioco sarà pubblicato sempre dalla Lautapelit.fi, per una eventuale edizione italiana attendiamo conferma dai ragazzi della Asterion (se ci leggono, magari proprio su queste pagine).

Per chi conosce il gioco base, i punti di contatto sembrano essere diversi, si veda ad esempio l'ordine di turno deciso dalla forza militare (aspetto per altro fortemente criticato da diversi giocatori).
L'autore ha specificato di aver lavorato parallelamente allo sviluppo del gioco standard, ad una versione in solitario e ad una versione con i dadi.
Il regolamento per il gioco in solitario, come noto, è stato inserito nel gioco base, il gioco di dadi sembra invece ora essere "maturo" per la pubblicazione.

Nell'immagine qui a fianco le tessere per il gioco in solitario contenute all'interno della scatola di Nations.
Visto che il gioco utilizza oltre ai dadi speciali delle tessere, probabilmente possiamo aspettarci un qualcosa di simile, magari con le illustrazioni simili a quelle delle carte.





Intanto che siamo in tema di illustrazioni si evince dalla scheda di BGG che il Team di grafici che ha lavorato per il gioco standard è stato confermato per questo gioco di dadi.
Sulla "qualità" della grafica abbiamo già speso molte parole e quindi inutile ripetersi.
Come direbbe qualcuno "se piace, piace, se non piace... Piacenza..."

Immagino che chi non ha apprezzato Nations, non apprezzerà nemmeno questo gioco di dadi; esiste comunque il rischio che anche i fan del gioco base possano storcere il naso di fronte alla forte componente aleatoria che i dadi porteranno inevitabilmente con sè.

Insomma resterà da capire quale sarà il target di questo nuovo gioco.

Volendo proporsi come una semplificazione di Nations, che molti intendevano già come una semplificazione di Through the ages, c'è il rischio di trovarsi con "molto fumo fra le mani e con l'arrosto completamente evaporato".
Nations, pur se molto più snello rispetto a Through the ages, richiede comunque un tempo di gioco importante (specie se giocato in 5).
Che questo sia il gioco di civilizzazione light dalla durata contenuta che tanti vanno cercando?
Oppure un "fillerino" incapace di saziare i palati più esigenti?

Chi vivrà vedrà.

Forte è anche il sospetto che si cerchi di cavalcare l'onda del successo del gioco standard (che nel momento in cui scrivo è al 51° posto della classifica di Bgg, con un average rating di 8,02).
Insomma se per Nations avevo l'hype a 1000, con questo gioco di dadi andrò molto più cauto e l'annuncio mi lascia piuttosto tiepido.

Speriamo solo che fra qualche mese (il gioco è previsto per il 2014 e quindi immagino sarà lanciato in occasione di Essen), non ci ritroveremo qui a discutere se sia meglio "Nations the dice game" o "Roll through the ages..."

Chiuderei con una curiosità, quest'anno dovrebbe vedere la luce anche "Roll for the Galaxy" (l'edizione del gioco di dadi di Race for the Galaxy), ossia un'altra "illustre" trasposizione.

Vogliamo parlare anche ad esempio di Praetor o che ne so di Panamax? In questo caso si tratta non di trasposizioni, ma di giochi nuovi di zecca che utilizzano i dadi come meccanica centrale.
Ho come il presentimento che questo sarà l'anno dei dadi? O forse no... (fate finta che io non vi abbia detto niente).

-- Le immagini ed il video sono tratti da BGG.  Tutti i diritti appartengono alla Casa editrice e all'Autore. Le immagini ed il video sono stati riprodotti ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

3 commenti:

  1. Hai detto dadi? Dadi? Io impazzisco se sento parlare di dadi.

    Purtroppo però le trasposizioni mi hanno sempre lasciato piuttosto tiepido, anche perché mi sembra che si cerchi di appiccicare una meccanica dadosa ad un gioco che si è sviluppato in altro modo.
    La cavalcata del successo del predecessore potrebbe essere la ragione della pubblicazione di questo "nuovo" gioco; ciò mi lascia piuttosto perplesso sul risultato finale.

    Però rimango aperto a tutto. Io no ho Nations e non ho ancora avuto occasione di provarlo. Magari il gioco di dadi potrebbe essere un interessante surrogato!

    Pur essendo una situazione simile, sono invece più curioso per "Roll for the Galaxy". Mi sembra che un'applicazione dadosa per un gioco di carte fatto a simboli come Race possa essere più efficace. Bisognerà però attendere di capire bene le meccaniche per poter giudicare.

    Mentre Panamax è già MIO!!!!

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io adoro i giochi che utilizzano i dadi nelle più svariate maniere. Panamax è nel mirino da tempo! :) Hai dato un'occhiata a Praetor? Lo avevo preso un po' sottogamba, ma quando è stato pubblicato il regolamento, l'ho letto e l'ho subito preordinato! I dadi sono lavoratori che accrescono la propria esperienza contrassegnata dall'aumento del valore del dado e quando arrivano a 6 vanno in pensione!!! Inoltre c'è l'aspetto di costruzione degli edifici con il piazzamento delle tessere. A me ispira tantissimo, non vedo l'ora di metterci le mani sopra.

      Elimina
    2. Mamma mia Pollo, ma cosa mi fai vedere. Ora anche Praetor è entrato prepotentemente nella mia wishlist!!! Mega. Il dado usato come worker: il gioco gestionale dadi per antonomasia!!

      Elimina