martedì 24 giugno 2014

[Giochi da Zaino] Potato Man

Potato Man - Recensione di Nero79

Come ogni anno sono arrivate le nomination allo Spiel des Jahres (premio tedesco per i giochi più meritevoli del 2014). Oltre ai tre titoli sul podio per ogni categoria (Family, Esperti e Bambini) che si contenderanno l'ambito puzzillo stampato sulla scatola, i giudici hanno stilato anche una lista di giochi considerati meritevoli e per tanto "consigliati". Nella categoria del puzzillo rosso tra i consigliati troviamo anche questo Potato Man di cui probabilmente la maggior parte di voi ignoravano l'esistenza.
Visto che sono quello che di solito recensisce questo tipo di giochi e che, ancora una volta grazie al mio gruppo  ludico tedesco, posso vantare ben 5 partite giocate (di cui una vinta), eccomi a parlarvi di Potato Man, gioco di carte di Günther Burkhart e Wolfgang Lehmann per 2-5 giocatori pubblicato dalla tedesca Zoch Verlag.


A questo punto mi scuserete il solito imbarazzo dovuto al fatto che:
1. si tratta dell'ennesimo trick-taking (per chi non ci legge con costanza è in pratica un gioco di carte imparentato con la briscola e il tresette... ne sono passati parecchi su questo blog).
2. Come spesso succede in questi casi non c'è nessuna ambientazione da raccontare, ma l'editore è stato comunque audace a proporre le patate (orgoglio nazionale tedesco) come tema del gioco.

Insomma ci sono queste patate animate e fumettose tra cui il supereroe Potato Man del titolo e il cattivo Evil Potato... ma lasciamo perdere... guarderete a malapena i numeri e i colori sulle carte.

Componenti
Solito mazzo di carte. Quattro colori... ogni colore ha il suo range di valori con le gialle come carte più deboli (caso speciale le carte gialle che raffigurano Potato Man che ha un valore da 1 a 3 ma batte le carte rosse raffiguranti Evil Potato che normalmente vale il massimo... tra 16 e 18).
Oltre alle carte con cui giocheremo ci sono anche carte punti vittoria rappresentate da sacchi di patate di valore diverso e variabile in base al colore (in ordine giallo, verde, blu e rosso, neutrali). Siccome ce ne sono 3 per colore e possono esaurire, ci sono anche un tot di carte punteggio "neutrali" (abbastanza invitanti rispetto alla media) da prendere quando esauriscono le carte punteggio di un colore ma abbiamo vinto un trick con quel colore. Nella scatolina anche il regolamento (a sorpresa anche in italiano)... il tutto è in ogni caso completamente indipendente dalla lingua.

Il gioco
Per iniziare si separano le carte punteggio in mazzetti in base al colore del dorso. Il resto delle carte viene distribuito tra tutti i giocatori. Il primo giocatore gioca una carta qualsiasi, i giocatori seguenti devono giocare una carta qualsiasi che sia però di un colore non ancora presente sul tavolo per questa mano (ovviamente giocare per ultimo restringe di molto le nostre possibilità). Per permettere il gioco a 5 giocatori, in cinque sarà possibile giocare per due volte uno stesso colore (e questa piccola modifica rende il gioco molto più interessante in 5 rispetto al giocarlo con meno giocatori).
Quando tutti hanno giocato una carta, chi aveva giocato la carta più alta nella mano vince il trick e prende una carta punteggio del colore della carta con cui ha vinto la mano (o eventualmente una carta punteggio neutrale se quelle di quel colore sono esaurite). Solitamente l'Evil Potato è  la carta più alta giocabile ma questa viene battuta sempre dalla carta più bassa del gioco (Potato Man).
Il gioco continua con il vincitore della mano precedente che ne inizia una nuova e termina quando durante una mano un giocatore è impossibilitato a giocare una carta "legale" (cioè di un colore ancora non presente sul tavolo) perché ha finito le carte di quel colore. Si contano i punti sulle carte punteggio conquistate e chi ne ha di più è il vincitore.

Impressioni
Il gioco non mi è sembrato nulla di speciale e non capisco come abbia fatto a finire nella lista dei consigliati allo Spiel des Jahres di quest'anno. Di certo è un'ennesima (magari anche interessante) variazione della classica e amata briscola, in 5 l'ho trovato simpatico mentre con meno giocatori mi è sembrato un pochino prevedibile e guidato... nel senso che la carta da giocare (se ce l'hai) è il più delle volte ovvia... non è proprio una vera scelta per il giocatore, ma questo è un difetto che ho più volte riscontrato in questo tipo di giochi.
Anche in questo caso i patiti del trick-taking potranno trovarci comunque qualcosa di buono e non se lo lasceranno sfuggire (considerando che non capita spesso di vedere un trick-taking game tra i raccomandati della giuria del premio per i giochi da tavolo più importante del mondo). Voi che ne pensate?
Se volete approfondire... qui c'è il regolamento.

-- Le immagini sono tratte dal sito dell'editore. Tutti i diritti sul gioco appartengono all'Autore ed alla Casa editrice (Zoch Verlag). Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -- 

6 commenti:

  1. non dovrebbe chiamarsi "giochi da zaino" ? :P
    in ogni caso, il gioco mi sembra meno banale e più originale dei soliti trick tacking, nonostante il tema ridicolo e l'età (sappiamo infatti dal podcast che non si tratta di un gioco veramente nuovo...).

    boh, a me ispira più di "il re dei nani" che boh, è veramente un orrore di gioco.

    in ogni caso, sempre di tircktacking scrausi si tratta, e secondo me Birscola in 5 e Scopa bugiarda non si battono V.v (secoli di playtest)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il re dei nani ce l'ho anche io... il solito caos Faiduttiano trasposto nella briscola... Il gioco tradizionale a cui si ispira (Barbu... sicuramente ha un nome anche in italiano) è simpatico...

      Elimina
  2. Immagino tu preferisca Abluxxen :)
    Il target è 10+: mi sembra abbastanza alto per un gioco così semplice. Che ne dici?
    A livello di game design, ho notato una cosa "buffa": un giro potrebbe concludersi senza che venga giocata alcuna mano! Succede quando il quarto giocatore (o il quinto in 5) non ha nessuna carta dell'unico colore che può giocare! Caso più unico che raro, ma sempre possibile. Vi è mai capitato?
    Ciao

    PS: linci, patate.... spero che tra qualche mese ti imbatterai anche in qualche criceto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I criceti sono tuoi? Hai fatto una briscola e non mi dici nulla? Per il target in effetti è un po' alto ma le eccezioni potato man vs evil man e i sacchi di patate come punti incasinano un po' le cose... In effetti in un mazzo mischiato male potrebbe succedere quello che dici ma visto che a ogni giro giochi set di carte di colori diversi anche solo a prenderle così e a fare una mischiata veloce è molto improbabile non avere i 4 colori ben distribuiti

      Elimina
    2. Niente trick-taking, tranquillo ;)

      Elimina