domenica 22 giugno 2014

[riscopriamoli] For Sale


Scritto da Federico Latini.

Oggi riscopriamo una perla del game design di Stefan Dorra, famoso autore che da più di dieci anni sforna giochi molto vari, dal gestionale al fillerino. Con For $ale i giocatori si ritrovano nei panni di speculatori edilizi intenti a comprare all'asta case di ogni genere (prima fase del gioco) con l'intento di rivenderle (nella seconda fase del gioco) traendone il massimo profitto in barba agli altri giocatori concorrenti.

Il gioco può accogliere fino a sei giocatori ma il mio consiglio e di giocarci in 4, non in tre ne in cinque, quattro sembra essere la giusta misura, nelle altre quantità il gioco mantiene il suo fattore divertimento alto ma si rischia l'analisi paralisi in meno di 4 e il caos in più di 4 giocatori.

La durata del gioco è sicuramente uno dei suoi punti di forza, For $ale oscilla dai 20 ai 30 minuti, questo grazie anche alla seconda fase del gioco che è veloce in virtù delle scelte simultanee di tutti i giocatori, anche il tempo di spiegazione è contenutissimo vista l'eleganza delle regole che si spiegano in 5 minuti massimo.

Game play
Passiamo quindi al gioco vero e proprio.
Il gioco si divide in due macro fasi, nella prima i giocatori ottengono, grazie ad un asta al rialzo, le carte edificio che vanno da 1 a 30, all'inizio del turno si scoprono un numero di carte edificio pari al numero dei giocatori, l'asta si fa sempre per ottenere la carta edificio di valore più alto, il primo giocatore imposta la base d'asta e i giocatori seguenti possono solo rialzare o abbandonare l'asta passando, il giocatore che passa paga metà per eccesso di ciò che aveva puntato in precedenza nello stesso turno (0 in caso passi al primo momento in cui prende parola) e prende l'edificio al centro del tavolo di valore più basso. Si susseguono turni d'asta uno deitro l'altro finchè le carte edificio non sono tutte assegnate.
Nella seconda fase ogni giocatore ha lo stesso numero di carte edificio in mano (ma con valori diversi a seconda di come è andata la prima fase) e le userà per ottenere carte denaro, ogni turno si scoprono carte denaro (che variano da 0 a 15) pari al numero dei giocatori, tutti i giocatori scelgono una delle carte edificio e la scoprono contemporaneamente, chi ha giocato la carta edificio più alta ottiene la carta denaro di valore più alto che si trova nel tavolo, e così via per il secondo che ha giocato la carta più alta finché tutte le carte denaro non sono state assegnate. I turni della seconda fase si susseguono così finché tutte le carte denaro non sono assegnate. Alla fine della seconda fase si contano le carte denaro e chi ha più denaro vince.


Considerazioni


Mentre nella prima fase i giocatori si sfidano sul piano matematico/economico, nella seconda la sfida si sposta tutta sull'abilità che i giapponesi chiamano "yomi", ovvero la lettura dell'avversario, il gioco nella seconda fase è tutto incentrato nel piano psicologico. For $ale è sicuramente un gioco che consiglio ad un gruppo di gamer che vogliono fare un fillerino senza rinunciare alla competitività e alla strategia, sicuramente è un gioco che piacerà a chi ama i giochi di economia, eppure sono pronto a scommettere che anche il wargamer e il giocatore di poker ameranno alla follia questo gioco, la seconda parte è tutta per loro, memoria e intuito vengono molto valorizzati in questa seconda fase.
Insomma For $ale va provato almeno una volta con il rischio che i progetti per la serata vadano a farsi benedire perchè una partita a for $ale tira l'altra e si finisce a consumare questo gioco partita dopo partita senza la possibilità di farlo respirare almeno un po. Per noi è andata così almeno.
Fatemi sapere come è andata per voi!
Il mio voto è 8/10
Federico

Potete trovare For $ale su egyp.it a questo LINK

1 commento:

  1. Gran bel gioco,concordo con Federico in 6 perde di fascino mentre in 4 e' perfetto!
    Saprete sfruttare al meglio i vostri acquisti? La più grande soddisfazione? Riuscire a vendere anche lo scatolone e guadagnarci!!

    RispondiElimina