martedì 8 luglio 2014

Kinderspiel des Jahres 2014 - Geister, Geister, Schutzsuchmeister!



Kinderspiel des Jahres 2014 - Geister, Geister, Schutzsuchmeister! di Nero79

Ridendo e scherzando è stato assegnato il Kinderspiel des Jahres 2014, vale a dire il premio tedesco per il miglior gioco per bambini dell'anno.
Siccome siamo un blog serio, non possiamo non avere almeno un articolo sul vincitore, che guarda caso è l'unico che sono riuscito a provare...






Come ogni anno sul podio a contendersi il premio c'erano tre titoli:

- Richard Ritterschlag di Johannes Zirm pubblicato da Haba. Un piazzamento tessere semplice semplice giocabile dai 5 anni in su.  


- Flizz und Miez di Klemens Franz, Hanno Girke e Dale Yu pubblicato dall'austriaca Stadlbauer che oggi possiede e usa anche per questo gioco il marchio Carrera (quello delle piste elettriche con le automobiline).
Un pattern building in tempo reale che simula una gara tra la propria macchinina e il dispettoso gatto che vuole acchiapparvi (interpretato a turno dagli avversari).


- Geister, Geister. Schatzsuchmeister! di Brian Yu (che sia il fratello di Dale?) pubblicato dalla nuova divisione boardgame di Mattel    
Un cooperativo in cui si cercherà di recuperare tesori da una casa infestata dai fantasmi prima che ne arrivino troppi e ci impediscano la fuga.

Senza spoiler come i più svegli di voi avranno notato dal titolo, a vincere è stato proprio il gioco di Brian Yu (già autore per Mattel di uno scialbo gioco di piazzamento lavoratori, Kronen für den König).

Siccome il vincitore è l'unico che abbiamo provato da queste parti, mi prendo l'onere di parlarvene.

Geister, Geister, Schatzsuchmeister! (letteralmente "Fantasmi, fantasmi, esperti cacciatori di tesori... ma vi sfido a proporre nei commenti un titolo italiano più adatto e soprattutto in rima come l'originale) è un gioco per 2-4 giocatori che ricorda parecchio le vecchie produzioni anni 80 (Brivido su tutti), quell'epoca Vetust di cui il nostro Mago Charlie è un super esperto, quando i giochi da tavolo passavano pure in tv anche se magari secondo gli standard odierni avevano qualche difettuccio...


I giocatori nei panni di coraggiosi acchiappafantasmi un po' Indiana Jones si avventureranno insieme in una casa stregata setacciando stanza per stanza alla ricerca dei preziosi tesori cercando di tenere a bada i simpatici fantasmini prima che diventino un problema serio.


Nella scatola
Il gioco per certi versi è un vero tuffo nel passato. Siccome la Mattel è americana e non tedesca ecco che i segnalini dei diversi giocatori sono simpatici pupazzetti in plastica colorata (tutti diversi... c'è anche una bambina) e i puccettosi fantasmini sono addirittura in plastica fluo come il vecchio fantasma della Lego o come il teschio di Brivido (anche se non so voi ma a me non ha mai brillato al buio). Di plastica sono anche i sei fantasmoni rossi che fanno da timing del gioco. Abbiamo poi la mappa della casa stregata divisa in caselle e stanze con porte d'accesso in 3 colori, delle carte che indicano le diverse stanze in cui compariranno i fantasmi nel corso del gioco, più alcune che attivano effetti speciali, otto token in cartoncino numerati da 1 a 8 a rappresentare i tesori (un token si può infilare nello zaino del proprio pupazzetto restando ben visibile) e infine tre dadi in plastica con adesivi. I materiali sono adatti al tipo di gioco e son belli da toccare (visto che ultimamente con Splendor abbiamo rivalutato il tatto tra i sensi affinati del gamer) se non giocate da tempo a un gioco Vetust, vi partirà sicuramente l'effetto saudade..

Il gioco
Il gioco si può tranquillamente definire un moderno Vetust, come quei tizi hipster che si vestono con le bretelle, la coppola e i baffetti impomatati. La meccanica principale del gioco è il Roll & Move (tira e muovi) che per quanto sia vecchia e schifata dalla maggior parte dei giocatori (ed editori) moderni, in questo gioco ci sta benissimo.


Vi racconto in breve la versione avanzata (quella base è solo più semplice per bambini più piccoli).

Si piazzano i cacciatori di tesori davanti all'entrata della casa, quattro fantasmini in 4 stanze predefinite e i token tesoro coperti nelle stanze indicate. Si mescola il mazzo di carte e si lasciano fantasmini e fantasmoni a lato.


Nel suo turno il giocatore tira il dado movimento. Se esce 6 non pesca carte (cosa positiva), altrimenti dopo il tiro pesca una carta e mette un fantasmino dove indicato (ogni stanza ha una lettera). Tra le carte speciali ci sono... rimescola le carte, pesca altre 2 carte e poi rimescola, pesca altre 3 carte e poi rimescola, tutte le porte blu sono chiuse e tutte le porte verdi sono chiuse. Le porte si riaprono se esce una carta porte chiuse di un altro colore o quando si rimescola il mazzo.

Il giocatore quindi si muove del numero indicato dal dado. Se si ferma in una stanza con uno o due fantasmini deve combatterli tirando un dado (se c'è un compagno in stanza si tirano due dadi). Se esce l'immagine del fantasmino si rimuove un fantasmino. Se in una stanza c'è un tesoro si rivela il numero (resta scoperto per il resto della partita) e il giocatore può scegliere se prenderlo con se o no.
Quando in una stanza compare il terzo fantasmino, si sostituiscono i 3 con il fantasmone rosso (la stanza è infestata). I fantasmini possono essere combattuti da soli (tirando il dado e ottenendo il fantasmino), ma per i fantasmoni bisogna essere in due (cercando di ottenere un fantasmone sul dado) e se si è da soli si resta pietrificati dalla paura. Il gioco quindi finisce male se vengono messi tutti e sei i fantasmoni nella casa o se i giocatori sono tutti pietrificati (in questi casi i giocatori hanno perso). Se i giocatori invece prendono gli otto tesori e li fanno uscire dalla casa in ordine dall'uno all'otto (solo nella versione avanzata)... hanno vinto!



Impressioni

La versione avanzata è davvero quella consigliata pur restando comunque abbastanza semplice con le poche carte speciali che creano però non pochi problemi e un po' di tensione. Nella nostra partita di prova non siamo mai stati vicini al perdere ma immagino che tiri sfortunati e una pessima pesca delle carte (entrambi elementi aleatori) possano facilmente rendere la partita più tesa. Noi l'abbiamo giocato tra adulti ma anche i bambini dovrebbero apprezzare l'aspetto collaborativo e non avere problemi a prendere le decisioni più sensate e logiche per non dover perdere. Sembra davvero un bel titolo per quei genitori che vogliono giocare con i figli ad un titolo semplice ma divertente e appagante soprattutto se si vince e ci si può congratulare a vicenda. Il gioco nel suo piccolo insegna la coordinazione di squadra e un minimo di tattica e tra i giochi in lizza per il premio è sicuramente quello che lo meritava di più.


Se l'anno scorso eravamo rimasti interdetti dal messaggio fra le righe della giuria dello Spiel des Jahres "Si può giocare a giochi interessanti anche spendendo poco", quest'anno il messaggio sembra essere (almeno per il Kinderspiel)... "anche le cose vecchie se sistemate per bene funzionano ancora..."

-- Le immagini sono tratte dal boardgamegeek (tutti i diritti su di esse vanno ai rispettivi autori). Tutti i diritti sul gioco appartengono all'Autore ed alla Casa editrice (Mattel Games). Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -- 

9 commenti:

  1. "Spettri, spettri, arraffa e fuggi!"
    "Lenzuoli, lenzuoli, ladri di tesori"
    :)

    RispondiElimina
  2. Ciao ragazzi, complimenti per gli articoli, siete sempre "tanta roba"! ;)
    Una domanda, che voi sappiate esiste il regolamento in Italiano di Geister, Geister, Schatzsuchmeister?
    Grazie! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che esiste il regolamento italiano, ma è scritto in tedesco. :D

      Elimina
    2. Ah , allora perfetto, pensavo fosse scritto in Cinese! :D

      Elimina
    3. Ciao a tutti,

      Mi sono permesso di tradurre "liberamente" il gioco in Italiano. Lo potete scaricare da Boardgamegeek. Spero sia cosa gradita!!

      Elimina
  3. Ho provato il gioco della Haba alla scorsa Essen, una sorta di Carcassonne semplificato per bambini.
    Sarà che eravamo 3 adulti, ma ci ha lasciati un po' freddini.
    Se mi ricapiterà l'occasione, avrò un motivo in più per riprovarlo :)

    RispondiElimina
  4. so che è uan domanda a cui è difficile rispondere, ma a bimbi di quale età lo potresti proporre? Dalle immagini sa molto di Vetust anni '80

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scatola dice 8+. Secondo me con la versione semplificata (senza carte speciali e con i tesori da portare fuori in qualsiasi ordine) puoi facilmente far giocare/coinvolgere bambini di 6 o 7 anni (ammesso che riescano a star seduti attorno a un tavolo per una mezz'oretta).

      Elimina