venerdì 22 agosto 2014

Star Wars Imperial Assault - Anteprima

Scritto da Chrys e Simone M..

[Fabio: a volte, non spessissimo, ma a volte capita che due dei nostri autori decidano esattamente nello stesso momento, o meglio nella stessa nottata, di scrivere lo stesso articolo. La cosa è spesso frutto dell'entusiasmo per una notizia per loro troooppo importante per lasciarla passare. Beh, l'avrete capito, stavolta è accaduto, ma per voi niente di male, perché avrete due articoli in uno ... per me solo l'imbarazzo di dover fare il collage all'una di notte, per cui non me ne vogliate per eventuale ripetizioni ... ;) ]

[Chris] Non me lo sarei mai aspettato, eppure a distanza di una settimana dall'articolo su Star Wars Armada eccomi di nuovo a parlarvi di Fantasy Flight Games e di Star Wars. O__O

Cos'è successo? Semplicemente che la FFG si è tenuta fino all'ultimo una seconda bomba da sparare alla Gen Con (la più importante fiera americana sui giochi da tavolo)... stiamo parlando di Star Wars Imperial Assault (2-5 giocatori) che semplificando orrendamente potremmo descrivere come Descent ambientato nel mondo di Star Wars. O__O

Temporalmente ci troviamo durante la guerra civile, dopo l'esplosione della morte nera in orbita attorno a Yavin 4.

[Simone M.] Dopo la distruzione della Morte Nera, l’Impero Galattico si ritira per riprendersi dalla bruciante sconfitta. Le sorti della Guerra sembrano tutte a favore dell’Alleanza Ribelle fino a quando viene intercettata una comunicazione proveniente da un avamposto imperiale sul pianeta Yavin 4.
Una squadra d’assalto dell’Alleanza è pronta a partire, la sua missione: interrompere il segnale ad ogni costo.

Queste le premesse per l’ultima fatica targata Fantasy Flight Games che continua a sfornare titoli attingendo a piene mani dall’universo di Star Wars.
Dopo aver annunciato a Indianapolis, durante la scorsa Gen-Con l’uscita della 5° e della 6° Wave del fortunatissimo X-Wing – The Miniatures Game e l’uscita dello strategico per due giocatori, Star Wars – Armada, sembra che la casa editrice statunitense abbia, per il prossimo 2015, ancora qualche sorpresa nel cilindro.

Del resto la ripresa della saga cinematografica con l’Episodio VII costituisce un’occasione troppo ghiotta per non sviluppare titoli legati all'universo di Star Wars ed alimentare la “fame chimica” degli appassionati di tutto il globo.

DUE GIOCHI IN UNO (!!)
Iniziamo col dire che il contenuto della scatola permetterà di giocare a due giochi distinti, seppur con alcune meccaniche in comune... il primo è un classico gioco di esplorazione e combattimento che vede un giocatore gestire le forze imperiali allo scopo di ostacolare da 1 a 4 giocatori, ciascuno munito di un eroe ribelle, che cercano di raggiungere il proprio obiettivo (rubare un piano segreto, aiutare Chewbecca a rubare delle casse, scappare da un bounty hunter, ecc.) definito dallo scenario.

Il secondo invece è un gioco di skirmish (guerriglia) per due giocatori che vede affrontarsi truppe ribelli, mercenari e truppe imperiali in differenti scenari. Le due fazioni creeranno un mazzo iniziale di carte comando che determineranno eventi e strategie speciali, rendendo le varie partite sempre diverse.

Imperial Assault (da 2 a 5 giocatori) propone due modalità di gioco: Campagna e Schermaglia.
Nella prima modalità, come in tutti i dungeon-crowling che si rispettino, un giocatore impersonerà il malvagio ovvero, nel nostro caso, l’Impero Galattico, assumendo anche il ruolo del “Master”, mentre gli altri manovreranno la squadra d’assalto Ribelle o Mercenaria
La Campagna è costituita da oltre 30 missioni tutte collegate in maniera tale da dare vita ad un’unica storia ambienta fra l’Episodio IV e V.
Il sistema di gioco di questa modalità è mutuato da Descent 2nd Edition, altro titolo FFG, ed ampliato grazie al supporto di splendidi materiali come le 50 “tile” componibili (fronte-retro) che permetteranno di ambientare le partite all’interno dell’intricata giungla di Yavin 4, o sulle distese desertiche di Tatoonie oppure ancora all’interno di una base imperiale o di una fabbrica di droidi abbandonata a Nar Shaddaa.
Come in Descent, i giocatori, potranno tenere traccia dei progressi di ogni scenario per far avanzare di livello i propri eroi acquisendo nuove capacità, nuovi alleati e nuovi equipaggiamenti.
Il gioco prevede anche una serie di missioni secondarie, uniche, con le quali FFG promette campagne sempre differenti.
Con la seconda modalità, quella denominata Schermaglia testa a testa, il gioco si trasforma in un delirante strategico, 1 contro 1, in cui i due giocatori avranno la possibilità di affondarsi sino all’annientamento in uno dei 6 scenari missione attualmente disponibili.
Ma prima dovranno assemblare la propria squadra di assaltatori, scegliendo fra tre fazioni (Imperiali, Ribelli o Mercenari) attraverso la costruzione del il proprio mazzo di carte “Comando” in modo da ottimizzare la propria strategia di vittoria e ottenere, prima dell’avversario, le condizioni di vittoria della missione.
La meccanica del deck-building parrebbe ispirarsi a quella di X-Wing – The Miniatures Game.


COMPONENTI
La scatola sembra essere veramente ricca... parliamo infatti di ben 50 plance a doppia faccia che rappresentano scenari che spaziano da Yavin 4 a Tatooine, da Nar Shaddaa ad astronavi e basi  imperiali, e molto altro.

Anche le miniature sono di fattura eccellente ed in buona quantità... parliamo infatti di 25-30 di pezzi di almeno 12 modelli differenti.



ALLY PACKS
Sono stati annunciati differenti Ally Pack, che altro non sono che piccoli box di espansioni, contenenti una miniatura (eroe ribelle o truppa imperiale) corredata di scheda, carte e specifiche missioni e scenari sia per la modalità cooperativa che per quella skirmish. 

Il set base conterrà già i primi due Ally Pack (non mi è chiaro se sia un offerta speciale o un bonus permanente... in entrambi i casi mi sembra tanto la classica prima dose gratis dello spacciatore). Si tratta di Darth Vader e di Luke Skywalker. *__*



MODALITA' CAMPAGNA
La versione da 2-5 giocatori prevede varie missioni concatenate a creare una campagna (spero con la splendida meccanica "a bivi" adottata nella seconda edizione di Descent) che attraverserà tutti i luoghi più famosi visti nei vari film della saga. Il gioco contiene infatti moltissime plance a doppia faccia (50!) che garantiscono una estrema varietà. 

Da uno scenario all'altro i personaggi cresceranno acquisendo esperienze e con essa nuove abilità, oltre che equipaggiamenti speciali e migliorie ad armi ed armature.

MECCANICHE
Ogni turno è possibile attivare personaggi o squadre, che avranno 2 punti azione spendibili in vario modo (movimento, attacco, riposo, ricerca, attivazione, ecc.). Il movimento può essere intervallato da abilità od altre azioni permettendo di cercare a metà movimento, oppure di sporgersi da dietro un angolo per sparare e poi nascondersi di nuovo. Gli eroi potranno anche spendere punti fatica (come in Descent) per fare movimenti extra o attivare abilità speciali.

L'attacco avviene col lancio di dadi presenti in sei tipologie e colori... l'arma usata ci dirà quanti e queli dadi usare e le difese del nemico ci diranno quanti dadi difesa aggiungere al tiro: se il numero di simboli colpito supera quello dei simboli difesa l'attacco va a segno. Anche qui ritroviamo i fulmini su alcune facce che permettono l'attivazione di altre abilità aggiuntive.

I personaggi giocabili NON saranno quelli famosi (come Han Solo o Leila) ma potremo incontrare questi personaggi in alcune avventure e potrebbero persino unirsi temporaneamente al gruppo.

Il giocatore che muove le truppe imperiali potrà invece contare su numerosi pezzi tra cui stormtroopers, probe droids, camminatori AT-ST, mercenari Trandoshan, e personaggi speciali come Darth Vader. In base a come si concluderà ogni scenario il giocatore imperiale avrà più o meno risorse e abilità da usare in quello successivo. La vittoria o la sconfitta dei ribelli potrà inoltre portare anche a missioni secondarie di vario tipo.

Imperial Assault propone una vasta gamma di personaggi fra cui scegliere che va dal Contrabbandiere, al Guerriero Wokiee, al Veterano oppure al Discepolo della Forza.
Una volta iniziata una missione, i giocatori si alternano attivando una miniatura o una squadra di miniature. Ogni miniatura può compiere due azioni fra queste: muoversi, attaccare, cercare indizi, aprire porte, interagire con lo scenario o riposarsi per recuperare “Punti Fatica” e “Punti Ferita”.
Una miniatura può muoversi di tanti spazi quanto è l’ammontare del suo punteggio di velocità.
Il movimento (come in Descent) può essere interrotto per compiere un attacco e ripreso successivamente magari per nascondersi dietro un riparo e sparire dalla linea di vista di un avversario.
L’esito del combattimento è determinato dal confronto dei dadi di attacco e difesa e alcuni simboli sui dadi (simboli potere) permettono, a ciascun personaggio, di attivare abilità particolari come descritte nell’apposita scheda riassuntiva.
Durante l’esplorazione, all’interno di casse abbandonate, i giocatori potranno reperire oggetti utili o nuove armi che serviranno ad avere ragione delle insidie proposte dalle missioni.

L’Impero Galattico avrà a disposizione risorse illimitate e truppe implacabili: droidi da interrogatorio, cacciatori di taglie, Stormtrooper, Mercenari Trandoshan, Mezzi d’assalto AT-ST e personaggi del calibro di Darth Vader. Ogni volta che l’Impero galattico assesterà un colpo decisivo salirà il suo “Livello di Minaccia” (di cui verrà tenuta traccia tramite lo straordinario contatore dal design avveniristico), maggiore sarà il livello e maggiore sarà l’intensità degli attacchi contro i giocatori ribelli.


PRIME IMPRESSIONI
Sicuramente non si sono trattenuti in alcun modo proponendo un core set indubbiamente pieno... la modalità campagna contiene 30 missioni e la struttura a bivi la rende anche interessante da riaffrontare (anche se probabilmente prima di averla finità troveremo già nuove campagne ed espansioni ad aspettarci) e la modalità 1 vs 1 ci offre una modalità card driven tutta diversa che sicuramente è un ottimo plus e attrarrà anche chi non ama i cooperativi di questo tipo.

Imperial Assault dovrebbe fare capolino sugli scaffali, almeno quelli americani, il prossimo anno.
Ecco la formula magica di FFG per un prodotto che si annuncia già un successo: materiali di qualità elevatissima (vedi le foto), un sistema di gioco collaudato ed apprezzato (ovvero l’impianto di Descent, 2nd Edition) e il brand Star Wars.
Se poi a questo aggiungiamo le valanghe di Pack di espansione previsti ci possiamo già rendere conto delle dimensioni che potrebbe assumere questo “block-buster” da tavolo.
Monitoreremo gli sviluppi sulle pagine del Blog, vi lascio adesso alla visione del video che illustra una partita demo durante la Gen-Con 2014. Buona Visione!!


La qualità dei materiali è assolutamente fuori scala... splendide illustrazioni, splendide carte e miniature fantastiche. Ammetto di averlo messo nella mia wish list; voi cosa ne pensate? 


7 commenti:

  1. La prima impressione ? Scontata della libidine per le miniature proposte, ma vedere l'universo di Star Wars ridotto in stanzini e corridoi mette un po' di tristezza. Speriamo che il regolamento inserisca un po' di dinamicità al di là dell'"apri la porta e uccidi il mostro". :-/

    RispondiElimina
  2. SPETTACOLO!
    solo una cosa volevo capire meglio: in modalità campagna è possibile il gioco in solitario, 1-4 giocatori (le truppe imperiali sono gestite dal motore del gioco) o bisogna essere minimo in due, 2-4 giocatori?
    le recensioni sono contrastanti! XD

    ps: ottimo lavoro come sempre eh! posso capire la stanchezza della tarda ora! ;))

    RispondiElimina
  3. Ciao, ti inizio a rispondere io poi sicuramente anche Chrys si aggiungerà con altre curiosità.
    Dalla pagina FFG non è emersa per adesso la possibilità di una modalità in solitario.

    Utilizzando il sistema di Descent, il gioco prevede che 1 giocatore manovri "strategicamente" l'Impero e gli altri gli Eroi - Ribelli. Per questo parliamo di un gioco da 2 sino a 5 giocatori (1 Master-Impero + 4 Ribelli). Se hai avuto modo di dare un'occhiata al video si capisce tutto un po' meglio...

    The first game included in Imperial Assault is the campaign game, which allows up to five players to enter the Star Wars universe through a narrative story composed of linked missions. One player commands the armed forces of the Galactic Empire, while up to four others play as heroes of the Rebellion, engaging in covert operations and missions.

    Poi ovviamente le vie della "Forza" sono infinite e non sappiamo ancora le evoluzioni del titolo.
    Sicuramente rispetto a Descent 2nd Ed. introduce la modalità 1vs1 che è molto interessante e che praticamente trasforma il gioco (un dungeon-crawling semi-cooperativo) in uno skirmish vero e proprio.

    Comunque...stay tuned!

    :)

    RispondiElimina
  4. Grazie mille! :)
    Nonostante la fama, non ho mai giocato a Descent... comunque ora mi è più chiara la dinamica!
    Devo dire, che spero in un motore del gioco che possa permettere di affrontare le missioni in solitario (30 sono tante! ^-^ ).
    In fondo alla FFG lo hanno già fatto per molti loro prodotti!

    RispondiElimina
  5. Ma in che senso il motore del gioco: come si fa a giocare da soli, qualcuno dovrá pur muovere le statuette!

    RispondiElimina
  6. Ciao, noi abbiamo provato a giocare ma non abbiamo ben chiaro il funzionamento della scelta delle missioni. Ne abbiamo giocata una intitolata a uno degli eroi ma è stato un massacro da parte del master. Mi puoi chiarire quest'aspetto?

    RispondiElimina