mercoledì 8 ottobre 2014

Co-Mix - Anteprima (quasi) giocata

Scritta da Chrys.

Oggi vi parlo di un'altra uscita tutta nostrana che verrà presentata ad Essen, e ce poi troverà il suo spazio anche a Lucca con la sua edizione Italiana.

Sto parlando di Co-Mix (3-10 giocatori) di Lorenzo Silva (già co-autore di molti titoli) edito dalla sua Horrible Games (la nuova casa editrice di cui vi abbiamo parlato poco tempo fa, nata dalla divisione della Cranio Creations) in collaborazione con Ghenos.

Si tratta di una anteprima quasi giocata, nel senso che ho avuto il piacere di provare il prottipo ad uno stadio intermedio di sviluppo quindi ho un idea chiara delle potenzialità e del divertimento del gioco, anche se la mia versione mancava della grafica definitiva e del colore.

NELLA SCATOLA
Nella scatola troviamo 5 plance di gioco che ricordano la pagina di un fumetto, con appositi slot su cui apporre le vignette; le plance hanno da un lato una pagina da 6 vignette (gioco base) e dall'altra una pagina da 9 vignette (gioco avanzato); troviamo anche una serie di token premio, token neutri, token "lento", gettoni punteggio e una clessidra.
Troviamo poi ben 150 carte vignetta, di cui vedete alcuni esempi a corredo di questo articolo, che come se non bastasse sono anche fronte-retro (quindi 300 illustrazioni a colori... no dico... 300 sono tantissime!! O__O).
A chiudere troviamo infine un manuale veramente stupendo (ho avuto il piacere di vederlo in anteprima) realizzato in stile fumetto, con tanto di vignette per tutto il regolamento con i commenti di vari personaggi.



COME SI GIOCA
In soldoni si tratta di un gioco in cui ciascuno piazzerà delle carte rappresentanti delle vignette di un fumetto sulla sua plancia a formare la pagina di un fumetto nel tentativo di raccontare una storia divertente e/o appassionante che dovrà poi mostrare e raccontare agli altri. La cosa è più semplice di quanto sembri in quanto le 300 carte  sono un ottima fonte di ispirazione.

Ogni turno ciascuno riceve 12 carte (quindi abbiamo a disposizione 24 immagini) con le  quali dovrà crere un racconto di 6 o 9 vignette che rispetti il titolo del round. Il titolo viene deciso prima a piacere oppure usando 2 carte pescate a caso come ispirazione. Quando il primo al tavolo dichiara di aver finito si gira la clessidra e tutti hanno solo più 90 secondi a disposizione. Se si finisce dopo la fine della clessidra si riceve un gettone "lento".

Ma la creazione del nostro fumetto è solo metà del gioco: infatti dopo che ognuno avrà raccontato la propria storia, ciascuno dovrà assegnare segretamente 3 "premi" (distribuendoli tra più giocatori e dando ai non premiati un token neutro per mantenere la segretezza).

I premi sono: la storia più originale (quella che si è distinta per creatività ed ingegnosità), la storia più emozionante (quale che sia l’emozione, potrebbe essere la più spaventosa, divertente, ecc...) e la storia meglio costruita (la più scorrevole, la più bella da vedere, o quella che ha seguito meglio il titolo).

A questo punto si scopriranno i giudizi e si vedrà per ogni premio chi ha ricevuto più "nomination" di quel tipo scartando quelle eventualmente su altre storie... solo a lui andrà il premio... inutile dire che il premio vale punti (un punto per ogni nomination ricevuta), ma la cosa più importante è che prenderanno punti anche tutti quelli che avevano assegnato quel premio a quel giocatore (2 punti per ogni proprio gettone ancora su una storia: si viene quindi premiati per aver dato la nomination al più meritevole). Questo significa che anche un giocatore non tanto bravo nel creare storie potrà comunque fare punti giudicando correttamente le storie altrui e interpretando bene le opinioni degli avversari. ^__^

Aggiungo solo che in base al numero di giocatori si potrà giocare tutti contro tutti oppure suddivisi in quadre.



CONSIDERAZIONI
I giochi "narrativi" sono sempre un rischio, ma in questo caso vi assicuro che nella mia partita ho visto uscire tantissime cose belle e divertenti... è davvero difficile bloccarsi nella parte creativa perchè si hanno diverse carte tra cui scegliere che mostrano già personaggi, eventi ed azioni possibili e la parte creativa è molto incentivata e facilitata. L'idea comunque che i punti si facciano anche nella parte in cui si diventa "critici letterari" è geniale per tamponare qualunque calo di creatività.

Ovviamente la mia partita non aveva ancora le bellissime illustrazioni che vedete a corredo dell'articolo (aveva delle illustrazioni più semplici anche se evocative il giusto, e in bianco e nero), ma la cosa non può che rendermi ancora più ottimista sul prodotto finito. ^__^

L'impostazione "fumetto" è tra l'altro molto bella e mi fa già pensare ad infinite possibilità di espansione (un mazzo a tema fantascienza ad esempio mi farebbe impazzire). Non vedo l'ora di provarlo ad Essen... e di portarmene a casa una copia. *__*


-- Le immagini sono tratte dal manuale, da BGG o dai siti delle case produttrici alla quale appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

7 commenti:

  1. Per via del logo HG sulla vignetta #4 pare che Zenigata stia arrestando un pirata esibizionista.... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaargh!! Maledetto!! Ora non riesco più a vederla in altro modo. ç__ç
      (per fortuna che il watermark nelle carte finali non c'è... ^__^)

      Elimina
  2. Ho avuto modo di testare più volte questo gioco, è super divertente!

    RispondiElimina
  3. Salve potrei avere informazioni su chi è il produttore di tale gioco?
    Sono il caporedattore della rivista di fumetti "CoMIX" e vorrei far presente l'equivoco nome che hanno scelto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli estremi dell'editore sono indicati nella parte iniziale dell'articolo e lo stesso può essere reperito tramite il sito internet della Horrible Games.
      Per il nome credo che, aldilà dell'assonanza con il vostro, abbia una effettiva correlazione con la meccanica del gioco, in quanto in esso è proposto, appunto, un 'mix' di tavole che devono essere collegate tra loro a cura del giocatore, raccontando una storia. Non credo ci fosse, quindi nessun intento di riferirsi alla vostra rivista: per altro il titolo è stato distribuito in buona parte all'estero ...

      Elimina