martedì 18 novembre 2014

[Prova su strada] Co-Mix

scritto da Chrys

Eccomi nuovamente a parlare di questo titolo... dalla mia anteprima ho avuto modo di metterci sopra le manine e di provarlo, quindi eccomi qui a parlarne di nuovo con voi con qualche partita alle spalle. ^__^

Stiamo parlando di Co-Mix (3-10 giocatori, circa 30-60 minuti), l'ultimo gioco ideato da Lorenzo Silva (già co-autore di Horse Fever, Dungeon Fighter, 1969 e Steam Park) che questa volta si avventura nel genere di narrazione ed improvvisazione storie... si tratta di un genere abbastanza difficile da trattare in quanto normalmente pone alcuni ostacoli da superare tra cui la timidezza di certi giocatori, il dare abbastanza input da evitare "blocchi creativi" e soprattutto di conciliare al tavolo giocatori fantasiosi e non, senza che i secondi si annoino o si considerino perdenti in partenza.

Si tratta anche del primo gioco edito dalla nuovissima Horrible Games, casa nata dalla "frammentazione" della storica Cranio Creations del duo Tucci/Silva. Al primo è rimasto il marchio originale mentre il secondo ha tenuto alcuni titoli e ha creato un nuovo marchio: Horrible Games (per gli amici "quello col tentacolino"). I più curiosi li rimando all'articolo di Fabio in cui si approfondisce la cosa.

NELLA SCATOLA
Aprendo la scatola troviamo due mazzi di carte formato minieuro a colori, con un disegno su ambo i lati (150 carte per un totale di 300 disegni!!); le carte sono in cartoncino leggero lucido.

Troviamo poi svariati token, per identificare i giocatori e per assegnare i voti segreti, una clessidra e 5 plance di gioco rappresentanti la pagina di un albo a fumetti, le quali da un lato presentano una pagina con 6 vignette (versione semplice) e dall'altra una pagina con 9 vignette (versione avanzata). 

La scatola stessa diventa poi il segnapunti (un po' come nella prima edizione di Dixit)... chiude il giro uno splendido manuale in stile fumettoso che calza a pennello col titolo. ^__^

COME SI GIOCA?
Il gioco ve l'ho già spiegato in dettaglio nella ricca anteprima poco prima di Essen... vi rimando quindi al vecchio articolo per approfondire, mentre per i più "autodidatti" fornisco il link del regolamento (anche solo per farsi un idea dell'aspetto fumettoso di cui parlavo). ^__^

Se invece vi basta una sintesi delle regole o una "rinfrescata alla memoria", eccola a seguire: ogni turno ciascun giocatore riceve 12 carte (quindi ha 24 immagini disponibili) e con queste deve creare una storia su un tema prefissato uguale per tutti, piazzando le carte sulla plancia e creando una serie di vignette che poi andrà a raccontare.

Dopo che tutti hanno raccontato ciascuno vota segretamente assegnando dei token che possono essere vuoti oppure essere un apprezzamento della storia come più originale o più divertente o meglio costruita. Fatto questo si guarda chi ha avuto più voti per oguna delle 3 categorie, e questi vince il premio che vale tanti punti quanti i voti ricevuti... anche tutti i giocatori che lo avevano votato prendono 2 punti. Dopo tre round vince chi ha più punti.

Una carrellata di carte vignetta di Co-Mix

IL GIOCO VALE?
In generale la prova del nove col prodotto finito mi conferma le impressioni avute dal prototipo... il gioco è interessante e divertente, si spiega facilmente e coinvolge. Non posso quindi che fare i complimenti a Lorenzo per questo titolo che ha già chiuso ad Essen accordi per numerose localizzazioni, chiaro segno di un apprezzamento "internazionale": effettivamente è un gioco che potrebbe tranquillamente arrivare alla grande distribuzione per immediatezza ed appeal.

Scendendo nel dettaglio, uno dei maggiori rischi in questi giochi è la frustrazione per chi non è particolarmente creativo... in questo caso il metodo di assegnazione dei punti fa sì che saper giudicare bene vale tanto quanto saper raccontare e creare. In una mia partita ad esempio il vincitore è stato proprio quello universalmente più "scarso" nella parte narrativa, che ha portato a casa poco con le storie ma ha quasi sempre azzeccato le valutazioni (portandosi a casa 16 punti in 3 round solo con quelle). :D

A mio parere la creatività è facilmente stimolata dalla quantità di immagini (24) a disposizione ogni turno per la storia... alcune sono abbastanza esplicite e richiamano a situazioni ben precise (anche se rigirabili in moltissimi modi) mentre altre sono molto vaghe, essendo poco più di un concetto (ad esempio due mani che si stringono o una mano su una spalla). Il fronte ed il retro inoltre sono sempre ben studiati avendo tematiche ed ambientazioni quasi sempre molto diverse.

Parlando di ambientazione, la maggior parte delle carte di Co-Mix hanno tematiche contemporanee o similabili (horror, spionaggio, supereroi, arti marziali, mistero, tecnologia...) mentre alcune hanno tema fantasy. Questa è l'unica pecca, per quanto piccola, che ho riscontrato nel gioco, in quanto la tematica fantasy spezza troppo a mio parere: con una mano è quasi impossibile avere abbastanza carte con questo tema da poter creare un racconto fantasy, anche abbinandole a quelle più generiche (sia chiaro, non è impossibile, ma molto molto difficile), e se usate vengono spesso adattate ad altro (costume di halloween, un film visto dal protagonista, un gioco di ruolo, ecc.)... almeno così è stato nelle mie partite. Questo è un peccato perchè è un tema che si presterebbe molto a racconti fantasy; personalmente avrei forse evitato di inserirle mettendone altre più contemporane e avrei gestito il fantasy come un'aspanzione da 1-2 mazzi per poter fare racconti a tema. Ma se il gioco rispetterà le aspettative non dubito usciranno espansioni quindi incrocio le dita per un bel mazzo fantasy (e magari uno tutto a tema Lovecraft *__*).

E' possibile anche giocare a Co-Mix in più di 5 giocatori, ma in quel caso si gioca in squadre dove si collabora assieme nella creazione della storia: la cosa interessante è che la parte delle votazioni è comunque personale (i due giocatori in ogni squadra ricevono ciascuno un set di token voto) e mentre i punti di eventuali premi storia vanno ad entrambi, quelli per le votazioni giuste vanno al singolo gicatore... come avrete immaginato anche in caso di 5 squadre da due è solo un singolo giocatore a vincere! :)

Il prezzo di vendita è di circa 25 euro, che mi sembra giusto e proporzionato... ovviamente come al solito lo potete anche comprare sul sito Egyp.it. ^__^

-- Le immagini sono tratte dal manuale, da BGG o dai siti delle case produttrici alla quale appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

9 commenti:

  1. Ottimo, stavo aspettando dei pareri su questo gioco che mi aveva attratto fin da subito, il prezzo poi è proporzionato

    RispondiElimina
  2. Molto bello a mio parere! Vale ogni singolo euro e se il gruppo è quello giusto le risate sono assicurate!

    RispondiElimina
  3. Molto bello sia nella forma che nella sostanza, il sistema di punteggio e' geniale. Consigliatissimo. Robert P.

    RispondiElimina
  4. Gioco fighissimo, col gruppo giusto fa morire dalle risate, e risulta comunque piacevole con il gruppo "sbagliato" :D

    RispondiElimina
  5. Me ne hanno parlato questi giorni.
    Molti interessante.

    RispondiElimina
  6. Preso a Lucca.....dove l'illustratrice mi ha fatto un disegno Cthulesco sul retro della scatola......gioco fichissimo e ammazzarisate......slurp!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per l'illustratrice, anche se il gioco l'ho solo colorato :3 e per quanto riguarda l'espansione personalmente spingerò per fanta-cthulhu! XD

      Elimina
    2. In ogni caso complimenti per la colorazione ma a giudicare dai disegni sul tuo progilo G+ (sono un curiosone ^__^) se comunque anche disegnatrice e davvero molto brava. ;)

      Elimina