mercoledì 11 febbraio 2015

[Recensione] - Marvel Dice Masters: “Qual è il mio potere mutante? Trasformarmi in un dado a sei facce!!!!”

scritto da Simone M.

Ricordo ancora l’odore della carta e la sua consistenza.
Avevo dieci o undici anni ed era l’ennesima estate passata nella brulla campagna siciliana, in quella enorme casa piena di parenti. Trascorrevamo sempre qualche mese in campagna, lontano dalla città, prima o dopo il mare.
Mio padre ritrovò fra le delle vecchie scartoffie un albo a fumetti e me lo diede per alleviare la noia.
Era un Uomo Ragno, edizione Corno, con un’avventura di Ant-Man inclusa.
Era rovinato e le storie disegnate non erano neanche un granché ma era il mio primo fumetto.
Quello che accese, in me ed in mio fratello, la cocente passione per i supereroi americani.
Il rapporto degli americani con i comics è qualcosa di morboso ed incomprensibile.
I fumetti, in USA, sono come dei vettori di una specie di forma virale di Sindrome di Stendhal. Sono parte del loro patrimonio sociale e culturale (un po’ come i manga per i Giapponesi).
Quindi il merchandising che ruota intorno ai personaggi ed alle saghe di cui sono protagonisti, a volte magari di dubbio gusto, non conoscerà mai fine e allora quale miglior connubio, per i ragazzoni stelle e strisce, di un gioco di dadi con i propri supereroi preferiti. Banale? E se il gioco fosse davvero ben fatto e progettato con una meccanica intrigante? Non basta.
E se fosse collezionabile, competitivo (1vs1) e costasse veramente pochi dollari?
Adesso ho la vostra attenzione.
Marvel Dice Masters è un dice-building, per 2 giocatori (ma si può anche giocare in coppia, 2 vs 2) creato dagli stessi autori di Quarriors! (editing e componenti lo rievocano pesantemente) ovvero Michael Elliott e Eric M. Lang sempre per la Wizkids. E’ veloce, competitivo ed ha, letteralmente, sacchettate di dadi da tirare. Ambientazione e meccaniche sono ben compenetrate e rendono il gioco incredibilmente tematico. Ero molto scettico sul titolo ma mi sono dovuto ricredere è veramente divertente e ben fatto…ed una partita “tira l’altra”. Adesso capisco perché Tom Vasel e tutta la cricca di Dice Tower è letteralmente impazzita per questo gioco.
Vi ho incuriosito abbastanza?


I – IL SET BASE

Attualmente esistono due Core Set mescolabili e compatibili (Avengers vs X-Men e Uncanny X-Men) ed espandibili con mini pack di espansione in formato “blind box” (ovvero “a busta cieca”) da 1€, come Magic.
Ogni pack contiene due carte e la rispettiva coppia di Dadi Personaggio.
La piccola scatola del Core Set (noi abbiamo provato Uncanny X-Men) contiene già tutto l’occorrente per giocare ed anche con un discreta varietà.
Parliamo di 44 dadi a sei facce divisi in 12 Dadi Azione Base, 16 Dadi Personaggio (sono abbinati alla propria carta personaggio che ne indica l’abilità speciale e l’utilizzo di ogni singola faccia. Ogni Carta Personaggio può avere fino a 4 dadi. Il numero massimo di dadi è comunque legato al livello della carta ed è riportato su di essa) e 16 Sidekick (in gergo fumettistico si definiscono in questo modo solitamente i personaggi alleati, le “spalle”…avete presente Robin per Batman?). Esistono diverse versioni della medesima carta personaggio con abilità diverse e costi differenti. Quindi in tutto l’universo del gioco potremmo trovare diversi Ironman, Cyclops o Wolverine con abilità e costi differenti. Nel nostro deck però potremo avere una sola copia di quel personaggio ma fino a 4 dei suoi dadi personaggio.

Oltre ai dadi il Set contiene 38 carte divise in 24 Carte Personaggio (Character Cards), 10 Azioni Base, 4 Reminder colorati per le Carte Azione e 2 sacchettini di carta per i dadi.
Questi ultimi ricordano un po’ i sacchetti per i mal d’aereo e solitamente, gli appassionati, li sostituiscono con dei modelli un po’ più decorosi.
Il libretto delle regole è un po’ un dramma: sia perché è in inglese (non esiste la versione geolocalizzata) e sia perché è un po’ disordinato. Il Tubo è pieno di videotutorial molto esaustivi ed inoltre se beccate un giocatore che ha già qualche partita alle spalle (io ringrazio il nostro Maxell) si spiega in 5 minuti.
Anche le abilità delle carte non sono chilometriche e sono abbastanza immediate. Spesso supportate anche dai simboli e dalle icone del gioco.
Le Illustrazioni, infine, sono in perfetto stile Marvel, sembrano tratte proprio dagli albi e le abilità di ciascun supereroe sono fortemente ambientate (ad esempio Mystique è in grado di copiare le abilità altrui mentre Jaggernout afferra i “sidekick” usandoli come scudi umani…).
Vediamo come si gioca.

II – IL GIOCO: DECK-BUILDING, DICE-BUILDING E MAZZATE MICIDIALI…

Premetto, innanzitutto, che esistono diverse modalità di gioco che vanno dallo scontro Base a quello avanzato, utilizzato anche per i tornei.
Lo scopo del gioco è erodere i 20 punti vita dell’avversario e portarlo a zero, con una meccanica di Attacco e Difesa mutuata dal più classico dei classici: Magic The Gathering.
Cominciamo dal setup: vengono scelte le Carte Azione, per un totale di 4, alle quali vengono abbinate le relative carte Reminder colorate e 3 dadi di quel specifico colore. Le Carte Azione possiedono diversi effetti che si innescano con l’apposito dado. A volte possono possedere anche abilità “Globali” che si attivano spendendo un tipo specifico di energia ed il cui effetto si applica in modalità one shot sul turno in corso.
I giocatori compongono il proprio team di supereroi, sia precostruendo il mazzo oppure draftandolo, fra quelli disponibili e scegliendo solo una “versione” di un personaggio.
Fatto questo li pongono davanti a se.
Poi  assegnano il massimo numero di dadi personaggio previsto dalla relativa carta (entro il limite di 15 dadi per squadra)
I dadi personaggio rappresentano fisicamente, sul campo di battaglia, il supereroe a cui si riferiscono.

La Carta Personaggio possiede:
  • Un costo in Energia. E' un valore numerico indicato in alto a sinistra a cui è associato un certo tipo di Energia che deve essere speso per acquistare uno dei Dadi Personaggio da mettere nella propria pool.
  • Un’abilità Speciale che può essere attivata spendendo dadi energia supplementari o si innesca in una determinata fase di gioco o per effetto di una condizione specifica.
  • Una legenda delle facce del corrispondente dado personaggio: solitamente 3 facce Energia e 3 facce Personaggio. La faccia “personaggio” oltre ad avere un simbolo unico che lo identifica (ad esempio Wolverine è rappresentato da un’artigliata) possiede tre statistiche di combattimento: Livello (Questo valore indica sia la potenza del supereroe che la quantità di Energia da spendere per schierarlo), Attacco (quanti danni può infliggere) e Difesa (quanti danni può assorbire quando viene usato per bloccare un attacco). A volte anche un Asterisco che serve come riferimento per l'attivazione di alcune Combo.
I giocatori partono con una pool iniziale di 8 Sidekick che, durante la partita, alimenteranno “acquistando”, come appena detto, i Dadi Personaggio e i Dadi Azione dall’area di gioco.

I dadi sidekick possono generare tre tipi di risultati:
  • Energia: sono di diversi tipi: Maschera, Pugno, Scudo, Fulmine. Per arruolare un dado personaggio bisogna spendere almeno un'unità di un tipo specifico di energia. Ad esempio per acquistare il dado di Wolverine (nella foto in alto) occorre pagare 5 energie ma una deve essere obbligatoriamente di tipo "Pugno".
  • Jolly: un punto interrogativo che può essere usato come un qualsiasi risultato energia;
  • Sidekick: sono considerati dei personaggi veri e propri, ma generici, che possono attaccare e difendere. Hanno un Livello pari a 0, 1 punto di Attacco ed 1 punto di Difesa
Prima di passare ad illustrarvi la meccanica del gioco devo necessariamente spendere qualche parola sull’area di gioco. Dobbiamo dividerla, idealmente, in alcune zone.
  • Attack Zone: è la zona in cui i team si scontrano.
  • Field Zone: è il campo in cui un giocatore schiera i suo difensori pronti a bloccare gli attaccanti dell’avversario.
  • Used Pile: è la zona in cui vengono riposti i dadi usati. Quando un giocatore non ha più dadi nel sacchetto lo andrà a rimpinguare proprio usando i dadi di quest’area.
  • Reserve Pool: è la zona in cui il giocatore tira i dadi ed eventualmente ne conserva, fino alla fine del turno, una certa quantità, e di un certo, tipo da usare per attivare un'abilità durante la partita.
  • Prep Area: in questa zona vanno posti i dadi, Personaggio e Sidekick, KO. Ovvero quei dadi che sono usciti malconci da uno scontro. I dadi di quest’area possono essere aggiunti ai 4 dadi da lanciare all’inizio del proprio turno.
Il turno di gioco si sviluppa, ordinatamente, in 5 fasi:
  1. Clear&Draw: in questa fase vengono riposti nella Used Pile tutti i dadi esauriti o messi in riserva nel turno precedente (nel primo turno questa fase si ignora). Il giocatore attivo pesca dal sacchetto 4 dadi e aggiunge ad essi eventuali dadi KO presenti nella Prep Area (cosa che avviene nei turni successivi al primo).
  2. Roll and Re-Roll: il giocatore attivo esegue un tiro di dadi. Se non è soddisfatto può ritirarli tutti o parte di essi. Deve accettare il secondo tiro.
  3. Main Step: in questa fase viene deciso come spendere i propri dadi ovvero se acquistare Azioni oppure Personaggi. Tutto ciò che viene acquistato in questo turno viene posto nell’area Used Pile per essere aggiunto al sacchetto solo quando è svuotato o se contiene meno di 4 dadi. Per schierare un personaggio nella propria Field Zone occorre pagare un ammontare di Energie (dadi) pari al suo livello di potenza.
  4. Attack Step: fase di combattimento ovviamente facoltativa. Se non si attacca i propri dadi personaggio restano in difesa. Il combattimento si risolve con un confronto di forza. Se il difensore riesce con i suoi bloccanti ad assorbire tutto il danno allora non subirà ferite altrimenti tutto il danno in eccesso non assorbito andrà a consumare i suoi punti vita. Si possono usare più dadi in difesa per bloccare un singolo attaccante. Se uno o più dadi personaggio sopravvivono all’attacco restano nella Field Zone disponibili per il round successivo, se invece così non fosse vengono spostati nella Prep Area come dadi KO. In questa fase i giocatori possono anche spendere energie in riserva per attivare effetti o abilità nell’ordine che preferiscono.
  5. Clean Up: fase di reset tutti i dadi vengono collocati nelle aree specifiche e si ricomincia il turno.
Vince, come già detto, chi per primo riesce ad azzerare i punti vita dell’avversario.

III – CONCLUSIONI FINALI

Ma che bello sto gioco!
Ecco lo dico così col cuore in mano.

Gli autori hanno fatto fare una bella cura dimagrante al motore di Quarriors! Titolo che mi ha sempre lasciato un po’ perplesso. Non l’ho mai giudicato malvagio, anzi tutt’altro secondo me Quarriors! è un titolo validissimo, ma non mi fatto mai scattare la molla. Diciamo che quando ho dovuto scegliere se giocare a Quarriors! o a Seasons, ho sempre scelto il secondo.
Il perché di questo mio entusiasmo va ricercato nelle due partite su tre in cui ho maciullato il vecchio Maxell?
Non solo. (Muahahahahahahaha!!!)
A far protendere l'ago della mia personale bilancia di valutazione verso Dice Masters, a differenza del titolo originale, è la  formazione del team in pre-partita. La costruzione impone al giocatore una certa elucubrazione mentale ed una buona dose di pianificazione della strategia ed ottimizzazione della propria forza d'urto prima della partita.
Massimizzare il proprio team ovviamente prevede una buona conoscenza delle carte personaggio.
Il team è esclusivo ed offre vantaggi al solo proprietario. Questi vantaggi sono appunto le combo o le eventuali sinergie con le Carte Azione, le uniche risorse che i due giocatori hanno in comune. In Quarriors! si innesca, invece, una corsa spasmodica ad accaparrarsi le creature migliori prima degli altri. Sicuramente questa frenesia fa parte del divertimento ma soprattutto delle dinamiche di gioco però... a me.... il mazzo pre-costruito dà più soddisfazione.
Per le partire occasionali si può optare anche per un bel draft.

Si, si... giocavo a Magic...non la facciamo tanto lunga!

Wizkids, che con Marvel e Dc Comics ha un rapporto di collaborazione ormai decennale grazie ad Heroclix, ha definito, con questo gioco, un vero e proprio standard.
Il Dice Masters System infatti è stato già applicato ad altri franchise fortemente tematici.

A Norimberga la casa editrice statunitense ha infatti presentato Dice Masters Yugi-oh! (già pubblicato in USA lo scorso anno) e - che te lo dico a fà!Dungeons&Dragons - Battle for Faerun (in uscita per il 2015), Dice Masters - Justice League (per i fan di Superman, Batman e Flash) e le mastodontiche scatole Dice Masters: Uncanny X-Men Collector's Box (edizione per collezionisti che però non sostituisce lo Starter Deck) e Averngers vs X-men Set up Box.

Titolo assolutamente a stelle&strisce che non ammette se o ma: gli eurogamers sono belli che avvisati. Durata contenuta, ri-giocabilità elevata, ambientazione ultra nerd, strategia quanto basta, competitività abbestia e deck building non troppo spinto ma intrigante. Combo? Ce ne sono quante ne volete! 
Volete altri dettagli?
Pappatevi la consueta scheda riepilogativa.

IV - SCHEDA FINALE

Titolo: Marvel Dice Master: Uncanny X-Men
AutoreMichael Elliott e Eric M. Lang 
Anno: 2014
Editore: Wizkids
Giocatori: 2 (fino a 4)
Durata: 30 - 45 min


Componenti: ottimi e curati. Le carte sono resistenti e non necessitano di buste, ma si sa la prudenza non è mai troppa. I dadi sono... beh dadi però sono tutti fortemente personalizzati. Ogni carta personaggio ha il suo specifico set con un simbolo e colore che lo distingue dagli altri.

Ambientazione: noterete con piacere una certa maniacale filologia nella creazione dell'abilità uniche dei personaggi. Ricalcano infatti i poteri dei mutanti e cercano di replicarli con le combo o degli effetti particolari di gioco. Se siete appassionati consumatori di fumetti ne rimarrete piacevolmente colpiti.

Meccanica: è un gioco sicuramente di strategia dove la fanno da padrone il dice-building ed il deck-building. Il titolo è abbastanza intuitivo però il regolamento è in lingua. I testi delle carte non sono difficili ma è meglio giocarlo con qualcuno che lo ha già provato. Infine, vorrei ricordare a chi si fosse messo in ascolto solo adesso che è un gioco di dadi... :)

Longevità: è un collezionabile quindi punta tutto sulla varietà e sulla longevità. le abilità delle carte sono tutte sinergiche e promettono centinaia di combinazioni. Il fatto di aver prodotto diverse versioni di un personaggio potrebbe farvi cadere nel vortice dell'acquisto compulsivo.

Rapporto Qualità / Prezzo: incredibile, con poco meno di 15€ vi portate a casa lo Starter Deck che contiene tutto l'occorrente per giocare. le espansioni poi costano una vera sciocchezza: appena 1€. Insomma tanta sostanza con un prezzo abbordabilissimo.

Consigliato: particolarmente adatto a coloro i quali sono soliti nutrirsi di hamburger e patatine, annaffiati da ettolitri di coca cola annacquata con ghiaccio. Adatto a quei giocatori italiani fuori ma americani dentro. Indicatissimo per i consumatori abituali di fumetti Marvel e DC ma, a breve, anche per i cultisti... no aspetta per i cultori di Dungeons&Dragons. Siete dei nippomaniaci mangheggianti? Ci sta pure la versione Yugi-oh! Che platea ostica... maremma gatta!!!

Sconsigliato:  eurogamers mi dispiace ma per voi è un titolo con un alto fattore repellente. I dadi sono cubi ma non quelli che piacciono a voi. Niente, pietra, legno o metallo... Nein! Nein! Nein!

Come sempre il gioco è disponibile su egyp.it qui.


12 commenti:

  1. Questo post trasuda passione!
    Grande Simone!
    ^_^

    RispondiElimina
  2. Attenzione però che le Collector's Box in realtà contengono solo i dadi Sidekick e quelli per le azioni, mentre NON ci sono quelli dei singoli personaggi.

    E' uno sfizio per collezionisti (carta promo, dadi "speciali", etc.), ma non sostituisce assolutamente il set base! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Omegastar per l'info.

      Aggiorno subito.
      Dalle info che avevo raccolto non si capiva esattamente.

      Elimina
  3. ma che roba è? cubi coi disegni? sono risorse?
    ;)

    RispondiElimina
  4. Questo era il gioco che stavo cercando. Grazie della segnalazione!

    RispondiElimina
  5. ottimo post, ho giusto in mente un amico superfanatico marvela a cui regalarlo!
    Donato

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. grazie della stupenda recensione, ho appena ricevuto la mia dose di dadi e non vedo l'ora di provarlo. conosco l'inglese ma non ho passione di leggere tutto il regolamento, hai qualche link da consigliare per imparare a giocare, magari con le regole in italiano? grazie mille ancora

    RispondiElimina