lunedì 6 aprile 2015

Piccola guida alle uscite di Modena Play 2015

scritto da Fabio (Pinco11)

Ci avviciniamo rapidamente alla due giorni di Modena, ovvero alla fiera specializzata Play, che rappresenta l'appuntamento di riferimento per gli appassionati del gioco da tavolo, assieme a Lucca Games.
La peculiarità della Play è però quella di essere dedicata principalmente alla nostra passione (oltre che ai giochi di ruolo), che costituisce solo uno dei temi di riferimento dell'evento toscano: per chi legge qui per la prima volta della manifestazione in terra di Emilia dico solo che si tratta di un evento che si tiene presso il capiente centro fiere di Modena, dotato di 18.000 mq di spazi, nelle giornate, quest'anno dell'11 e 12 aprile, da mattina a sera.
Per chi volesse capire di cosa si tratta in generale rinvio al mio report della fiera dello scorso anno (lo trovate cliccando qui), mentre rimando chi volesse informazioni logistiche o specifiche sul programma al sito dell'organizzazione (qui).

In sintesi dico che si tratta, come accennavo, dell'evento di punta del calendario ludico di casa nostra e che gli spazi offerti sono sufficienti per potersi sedere e provare a getto continuo tutte le principali novità editoriali, con diverse uscite che di sovente sono programmate dagli editori proprio per la fiera. Di conseguenza ho pensato di fare cosa gradita ai nostri lettori provvedendo, un poco come già avevo fatto per Lucca Games, a redigere un rapido elenco delle principali uscite e titoli disponibili che si potranno trovare in fiera.

Eccoci alla lista!!

Solita premessa, naturalmente, ovvero chiarisco che non ho pretese di assoluta completezza nello scrivere l'articolo (ho scritto mail un poco a tutti gli espositori, ma a volte gli indirizzi non sono aggiornati o si perdono nello spam), per cui se qualche editore, piccolo o grande che sia, notasse la sua assenza nell'elenco, basta che mi mandi al volo una nota con i dati essenziali delle sue uscite ed aggiungo il tutto al volo ... 
Stessa forma di aiuto la chiedo ai nostri attenti lettori, che potranno segnalarmi quanto mancante !!!
Aggiungo che, come noterete, mi limito a parlare delle sole (o quasi) uscite nel settore giochi da tavolo.


Asterion Press

La casa della stella è davvero in rapida ascesa e si presenta in fiera dopo l'ufficializzazione del suo ingresso nell'universo Asmodee. L'editore proporrà, oltre ai suoi cavalli di battaglia ed alle uscite recenti (come Looney Quest, Coloni Imperiali  - in distribuzione - ed Aquasphere), diversi titoli che sono annunciati come in imminente arrivo proprio per la fiera.
Tra di essi vi segnalo in particolare:

Elysium, che è l'attesa nuova uscita della Space Cowboys, casa che si è fatta rapidamente strada con il suo ottimo Splendor dello scorso anno. Anche qui abbiamo un gioco a base di carte, 168, le quali rappresentano Eroi, artefatti, poteri, e gli dèi che interverranno nelle Imprese e nelle Leggende dei giocatori. Ogni carta è associata a uno degli otto dèi presenti nel gioco, rappresentati da una piccola icona e da un colore e presenta un Livello (da 1 a 3) e una Condizione di acquisizione (uno o due cerchi colorati). La grafica è ancora di gran qualità, per cui è il titolo che attendo maggiormente di vedere.




Abraca...Boh! (versione italiana di Abraca..what?) è invece un family game di deduzione, originario della Corea, mentre Five Tribes, titolone della Days of Wonder, del quale già abbiamo parlato bene (qui la prova su strada) vedrà proposta la sua versione italiana.
Al loro fianco ci saranno inoltre le espansioni  Season 2 per Room 25, gioco a tema fantascienza, la Prison Outbreak di Zombicide, In Laboratorio per Pandemia e due nuovi casi per Sherlock Holmes consulente investigativo (Il riscatto del diavolo e La pista tortuosa).
Per gli amanti del genere 'giochi di guerra moderni' sarà, infine, disponibile Labyrinth: the war on terror, della GMT, titolo che attrarrà sicuramente gli appassionati del genere.



Bobbygo 

Qui abbiamo un simpatico gioco astratto, che propone quali componenti una tavola quadrata con appositi incavi circolari che formano una griglia 4x4 e otto simpatiche pedine a forma di palle da golf colorate.
L'obiettivo del gioco è qui quello di formare una linea di quattro proprie pedine in verticale o tre in diagonale, tenendo conto che ad ogni turno, semplicemente, si può muovere una propria pedina di una casella (o farle scavalcare una pedina avversaria).
Semplice, ma potenzialmente interessante! 

Clementoni

Lo storico editore recanatese sarà presente nella family arena con diversi propri titoli in demo (ed in vendita in uno stand commerciale viciniore).
Tra di essi ci saranno il gioco da tavolo di Master Chef (qui trovate la nostra recensione), dedicato alla notissima trasmissione di successo, nonchè una bella linea di titoli dedicati ai più piccoli, tra i quali Spongeb - Krabby Patty,  Mia and Me (qui la recensione), Caccia al fantasma (da noi qui recensito) e La torre degli incantesimi (qui la nostra recensione).
Al loro fianco un paio di classici titoli a domande, ovvero Sarà Vero? (qui il nostro articolo), Chi sono? e Vocabolario divertente.

Cranio Creations

I ragazzi del teschio si presentano a loro volta in pompa magna, con parecchi tavoli pronti ad accogliere i visitatori.
Per prima cosa ci saranno tutti i titoli usciti nel 2014, tra i quali Glass Road, Alchimisti, Steam Park, Taluva, Soqquadro e Dungeon Fighter.  
Ci saranno due uscite che saranno proposte per la prima volta a Modena che sono Antike 2 e Dungeon Fighter: Scaglia la prima pietra


Il primo, novità di Essen 2014 della PDVerlag, consolida il rapporto avviato con l'editore tedesco, del quale già è stato pubblicato in italiano Concordia e permette combattimenti e commerci tra 6 agguerriti amici, mentre la seconda chiude in bellezza le espansioni di Dungeon Fighter, uno dei cavalli di battaglia dell'editore.
Ci saranno poi disponibili diversi titoli non ancora in vendita ma in demo, tra i quali la torre di Simone  Luciani per i più piccoli, Gnominia di Stefano Castelli per i più agguerriti e Indago di Paolo Mori per i grupponi. (i nomi definitivi, come mi accennava l'editore, potranno però essere diversi). 


District Games

Si sta facendo progressivamente strada, dopo la presentazione avvenuta in occasione di Lucca Games, il loro Richard I di Andrea Chiarvesio, titolo per 3-8 giocatori nel quale le due fazioni dei pro - Riccardo Cuor di Leone e di Re Giovanni si sfidano per la vittoria, a colpi di carte, azioni e bluff. Titolo per tutti, che propone qualche sfida inattesa (qui la nostra recensione).


Al suo fianco ci dovrebbero essere il sempreverde Warage, sul quale l'editore punta sempre, avendo proposto di recente un cross over  dedicato all'ambientazione Enascentia (Savage Worlds) ed un manuale sul mondo Warage per Savage Worlds



dV Giochi

L'editore perugino porterà con se le novità dell'ultimo periodo, nonchè, a sua volta, un paio di titoli in uscita specificamente per la fiera.
Nel primo gruppo rientrano Bruges, giocotto a base di carte in salsa Feld di quelli che mi attirano un sacco (qui ne trovate, non a caso la mia recensione), Patchistory, bel cinghialotto di provenienza orientale che rappresenta una bella occasione di sfogo per gli amici amanti dei cinghiali, nonchè Dark Tales, gioco di carte splendidamente illustrato (ideato dall'amico e co-podcaster Zizzi), Hoshi Battles e l'espansione Bang! Valley of Shadows.

Tra le novità invece compaiono Spyfall della russa Hobbyworld, editrice che si sta decisamente facendo strada ultimamente, visto che sono già uscite edizioni italiane di diversi suoi titoli. Qui il tema è quello del bluff nel mondo dello spionaggio, mentre le due espansioni in arrivo saranno Anno Domini: Scienza e natura e Cappuccetto Rosso per Dark Tales.

Fever Games
Parliamo di uno degli ultimi editori giunti sul mercato dei giochi da tavolo, che presenta il proprio primo titolo, da alcuni mesi in distribuzione, ossia Epic Resort, simpatico titolo a base di carte, il quale propone ai giocatori il compito di gestire un anomalo villaggio turistico che, come suggerisce il nome, propone sfide che vanno un attimo aldilà dell'ordinario. Quando hai eroi tra gli ospiti, infatti pirati e giganti e non solo animano  le varie strutture classiche che si trovano di solito nei villaggi, per cui la gestione può rivelare sfide più impegnative del classico cliente scontento.
Saranno in distribuzione alla fiera alcune carte promo del gioco.

Ghenos


Alla Ghenos, sempre molto attenta al suo Krosmaster (in arrivo i pacchetti le isole ed a maggio la versione Krosmaster Quest), che sembra andare a gonfie vele, tra le sue mille espansioni e miniature (è uscita poco tempo fa anche la versione Junior), avremo anche Golden Ages, dell'italianissimo Luigi Ferrini, reduce da una buona affermazione ad Essen e sarà da loro distribuito il  Co-mix, belstory telling game della neonata Horrible Games.

L'editore proporrà inoltre, notizia sicuramente gradita per gli appassionati dei nostri cinghiali (titoli robusti per gente robusta), Zhanguo, della coppia Niccolini - Canetta, della quale sarà presente la versione italiana. Il titolo si era fatto notare parecchio ad Essen, proponendosi come prodotto solido e per appassionati e vi rinvio alla nostra recensione se volete saperne di più.

Quanto a Krosmaster saranno presenti in particolare le 12 statuette che compongono la terza stagione del gioco, accomunate dal tema di fondo Le Isole.
Giochi Uniti


Alla Giochi Uniti ci sarà la classica enorme lista di titoli proposti (qui il link alla pagina della casa), molti dei quali disponibili anche in demo. 
Lo stand, normalmente uno dei più grandi, dovrebbe proporre tra i titoli più nuovi annunciati, Star Wars Armada, gioco di combattimento tra grandi navi militari ambientato nell'omonimo universo di fantascienza, i giochi di carte di Warhammer, Netrunner, Il Trono di Spade, Star Wars e Pathfinderma anche Carcassonne corsa all'oro, ultima incarnazione della popolare serie, Kingsport Festival(Chiarvesio - Santopietro), Provincia Romana(Frumusa) e Aquabrunch (Borsa - Bellini), The Witcher e tanti altri.

Tra le espansioni cito inoltre le numerose di Star Wars X Wing, quelle di Descent, ma anche quella per Leggende di Andor (che consente di giocare anche in 5-6 persone)

Giochix

L'editore romano è oramai lanciato da tempo nella sua duplice attività, ovvero da una parte la realizzazione di progetti di crowdfunding e dall'altra quella tradizionale di produzione di titoli propri, come lo sono il recente Historia, gioco di civilizzazione (qui la nostra recensione) che ha raccolto un ottimo successo, grazie alle proprie meccaniche leggere (per il genere), anche a livello internazionale ed il Romolo o Remo dello scorso anno (titolo strategico con mappa modulare ad esagoni, del quale trovate qui la recensione).
Quest'anno sarà possibile a Modena provare un altro loro interessante titolo, ora in fase di preparazione (in uscita ad ottobre), ossia Bomarzo di Stefano Castelli, ambientato nel XVI secolo.
In fiera inoltre l'editore promuoverà, come accennavo, anche la propria attività di finanziamento di progetti sulla propria piattaforma di finanziamento collettivo, ossia Giochistarter (qui il link), la quale proprio in questo periodo sta proponendo Tiny Epic Galaxies e Tesla vs. Edison  e che nel recente ha visto chiudersi con successo i progetti dedicati all'edizione italiana di Fief (un gioco strategico dove i giocatori prendono il controllo di nobili famiglie della Francia del XV secolo ed ognuno lotta per l'egemonia sul territorio esercitando il proprio potere su Feudi e Vescovati.), quella di Viceroy, di Kanban, nonchè i due predecessori di TEG, ossia Tiny Epic Kingdoms e Defenders.


HC distribuzione

Il distributore piacentino, oltre a curare la Placentia Games con le sue novità, dovrebbe avere i suoi titoli del catalogo autunno inverno, tra i quali Panamax, ma anche diversi titoli del catalogo White Goblin e G3.
In particolare ci dovrebbero essere Florenza 2a edizione e l'espansione per Florenza Card Game : War and  Religion e Capitani di Ventura.

Horrible Games

L'editore del tentacolo, dopo il successo avuto con il suo recente Co-mix, sarà presente a Modena con il suo stand itinerante, ovvero lo troverete in giro per la fiera a far vedere e provare i suoi titoli in preparazione.
Tra di essi troverete quindi, in arrivo ad ottobre, Black Gem di Walter Nuccio e Lorenzo Silva,  gioco di carte, strategia e azzardo, in cui i giocatori dovranno costantemente decidere se pescare gemme dal forziere maledetto (rischiando di incappare nelle insidiose maledizioni) o se spendere quanto precedentemente accumulato per ottenere risorse e prestigio. Questa meccanica di push your luck vedrà presente, come tema sullo sfondo, pericolose entità tipicamente piratesche, come il Kraken o pericolose ciurme di pirati Zombi, con cui tutti i giocatori dovranno avere a che fare.
Al suo fianco invece Alone (si legge in inglese, quindi non è la guerra di un uomo contro il sudore, bensì l'avventura di una persona sperduta), di Andrea Crespi e Lorenzo Silva, dungeon crawler a tema spaziale nel quale i ruoli sono invertiti. Qui abbiamo quindi un giocatore che riveste il ruolo del classico buono, sperduto nello spazio, il quale, ripercorrendo i vari capitoli di una classica storia di avventura, dovrà sconfiggere gli altri presenti, tutti impegnati a mazzularlo a più non posso.

Inmongolfiera

L'editore è reduce dalla acquisizione del proprio World of Tanks Rush, gioco da tavolo dell'omonimo notissimo videogioco online
Tempo fa avevo proposto la mia recensione (la trovate qui) di questo interessante deck building (quindi parlo di un gioco di carte) a base di carrarmatoni ed al suo fianco, ai tavoli dell'editore, saranno proposte anche le scatole di Star Realms, altro gioco di carte con meccanica di costruzione mazzi, che in questo periodo, anche grazie alla app presente su computer e tablet, sta letteralmente spopolando.
Per ora gli amanti della fantascienza che lo vedranno in fiera dovranno accontentarsi però della edizione inglese, che sarà distribuita dai ragazzi del pallone aereostatico.

Kontrast srl

Ecco un altra azienda che si affaccia sul mercato dei giochi da tavolo, stavolta con una produzione propria che si colloca nell'ambito dei titoli astratti, ma che è proposta con diverse considerazioni filosofiche allegate.
Il gioco, dal nome Pyramyd - il gioco della vita, è composto da una tavola di forma circolare interamente realizzata in plexiglass nero divisa in 3 livelli da 3 mm ciascuno, essi servono a creare gli incavi per la tavola centrale, i triangoli laterale che fungono da caselle “conquistate” durante la partita (quindi mobili e separate dalla tavola). Ci sono quindi, come pedine (3), delle piramidi in alluminio colorate (ciascuna diversamente), e lo scopo del gioco è quello di raggiungere il triangolo bianco centrale.
Quanto alle note filosofiche, queste sono le parole dell'autore, che introduce diverse interessanti metafore tra il gioco e la vita: Il gioco è un parallelismo alla vita, dove i colori magenta, ciano e giallo sono rispettivamente corpo, mente e anima; le caselle nere e bianche sono le esperienze negative e positive; le caselle beige con i triangolini bianchi sono il passato, il presente, il futuro; le caselle dei colori secondari sono le interazioni e la condivisione fra gli uomini; il triangolo nero e colorato per metà, che sta prima del bianco centrale, è l’ultima prova che l’uomo deve affrontare per capire se stesso; il triangolo bianco centrale è una sorta di “illuminazione” della coscienza.

Misantropia

Ho avuto notizia dall'autore stesso, Francesco Stefanacci, della uscita di un gioco dedicato, appunto, alla Misantropia. L'autore / editore si è dato un gran daffare nel promuovere questa sua idea, tanto che è online un sito ad esso dedicato ed è stato realizzato anche un video - spot di presentazione del gioco, il link al quale trovate sempre nel sito. Tra l'altro il video è proposto in due  versioni, una breve ed una lunga (rispettivamente intorno al minuto e poco meno di dieci minuti): ho visto che il secondo descrive in particolare le meccaniche di gioco ed è proposto in modo divertente, risultando gradevole e realizzato in modo professionale.
Quanto alle meccaniche il gioco punta molto sul coinvolgimento dei presenti in attività 'pratiche', per cui non rientra nel classico target del nostro sito, ma può rivelarsi interessante per chi sia alla ricerca di modi per movimentare una serata ... ;) 
L'autore sarà in fiera, così leggo sulla pagina facebook dedicata, nella giornata di domenica.

Oliphante

L'editore si dimostra, come sempre, molto attivo nella ricerca di titoli meno conosciuti al grande pubblico, andando a pescare prodotti molto validi.
Tra di essi compare Radio Londra, interessante gioco nel quale è sollecitata la capacità comunicativa dei giocatori, con a tema le storiche attività della radio inglese nella seconda guerra mondiale (qui la nostra recensione).
A seguire troviamo una bella serie di titoli che si propongono come adatti già a bambini (ma non solo), tra i quali Monstre Toi della francese Captain Macaque, gioco cooperativo dotato di adesivi staccabili e riattaccabili fosforescenti, Pirilin Pin Pin, gioco di carte proposto all'interno di una bella scatola di latta a tema fiabe per bambini, il Molkky, gioco danese con delle specie di birillozzi numerati a forma di tronco di cilindro (o quasi) da provare all'aperto.
Completano la linea delle novità Gravity Maze, classico gioco solitario di ingegno e logica nel quale si devono sistemare delle torri in plastica in modo tale da condurre una biglia al suo bersaglio ed El Capitan, gioco di carte a tema pirati, che per i più piccoli non fa mai sbagliare.

Al loro fianco ci saranno poi le novità della Blue Orange, casa americana specializzata nel settore prescelto dalla Oliphante, la quale proporrà tra gli altri il suo Nada! (gioco a base di dadi colorati), Rings Up (nel quale si devono impilare anelli sui pollici), Crabz (si impilano invece dei simpatici granchietti) ed Attila (simpatico astrattino tematizzato per due giocatori, ideato dal francese Faidutti).

Orsomago

Distributore di diversi marchi di titoli per bambini e non solo, sarà presente in fiera con il proprio stand, proponendo i titoli della Haba, editrice tedesca specializzata nel settore dei boardgames per i piccoli, Baufix (giocattoli in legno), 4M (giochi scientifici), Nanoblock (microcostruzioni) , Kontiki (giochi educativi), Schmidt (editrice tedesca che produce anche diversi giochi da tavolo per 'grandi')  e tanti altri. 

Pendragon Game Studio

Eccoci ad un altro editore da poco affacciatosi sul mercato di casa nostra, il quale però dimostra di avere le idee chiare, perché già propone a catalogo, a pochi mesi dall'inizio dell'attività, quattro titoli, ne ha altri due in fase di preparazione ed ha trovato un accordo con Asterion per la distribuzione.
Tra i 'vecchi' ci saranno quindi Hexemonia, titolo strategico e di gestione il quale propone una sfida tra ipotetiche città stato greche, sullo sfondo di un tabellone modulare ad esagoni e Coloni imperiali, localizzazione in italiano del polacco Imperial Settlers, gioco di carte (qui la nostra recensione) basato sul deck building che si sta arricchendo di espansioni, la prima delle quali, Perchè non possiamo essere amici, è già in giro.
Al loro fianco troverete Stay Away, gioco di investigazione a base di carte per 4-12 persone nel quale vi troverete ad indagare sullo sfondo di orrendi avvenimenti, alla ricerca della Cosa e Si Oscuro Signore, un party game classico ad ambientazione fantasy.
Due, dicevo, sono le novità in preparazione, delle quali dovrebbe essere possibile vedere e provare qualcosa, ovvero Apollo XIII di Andrea Crespi, titolo cooperativo card driven nel quale i giocatori dovranno ripercorrere gli eventi legati alla famosa missione spaziale, cercando di portare a casa gli astronauti in missione, nonché  Waterloo: Enemy Mistakes della coppia Ghetti - Poli, simulazione storica per 2/3 giocatori dell'ultima grande battaglia di Napoleone (prodotta in collaborazione con la Sir Chester Cobblepot).

Raven

Numerosi sono i titoli proposti dall'azienda ravennate in questione e tra di loro spicca sicuramente l'attesa versione italiana di Dead of Winter, che è prevista in uscita per giugno 2015 e che sarà possibile provare (in italiano) in fiera. 
Tra gli altri loro titoli segnalo i giochi di carte Jenus e Drizzit, ma anche la versione italiana di Mice and Mystics, Dwarfest della Ilbarone Games, il fortunatissimo Summoner Wars, con sue espansioni in uscita, così come il gdr Urban Heroes.
Per Mice and Mystics sarà possibile anche provare la versione italiana di Racconti del sottobosco, mentre per Drizzit, presente allo stand Bigio, sarà in vendita l'espansione Draghi, spose e coccole estreme.

Red Glove

Prosegue l'attività dell'editore carrarino, il quale sta sfornando titoli a ripetizione, sfruttando la collaborazione con Marco Valtriani come autore e Guido Favaro come illustratore.
Dopo aver proposto Vudù tra i party games, Super Fantasy e Godz nella linea per giocatori ed una serie di titoli per i più piccoli e non solo (tra i quali ricordo Polpastrelli, Pizzeria Italia, Magikaboom, Mostrilli e Ghiotto di Ghiande), a Modena ci saranno diverse novità, qualcosa già disponibile e qualcosa in demo.


Già in vendita sarà quindi Giù dal Trono, di Gianluca Piacentini, ambientato nel regno dei goblin di Baruffus, in cui due squadre di goblin, pur essendo d'accordo sull'idea di detronizzare il Re, litigano sull'arma da usare. Il gioco unisce bluff, deduzione e colpi bassi, e pur essendo basato sulle due fazioni, permette anche di ottenere la vittoria "in solitario": ogni giocatore ha infatti un personaggio con condizioni di vittoria uniche. 
Nell'area anteprime sarà possibile provare Rush & Bash, il nuovo gioco di corse di Erik Burigo, del quale il buon Iz ci ha fatto sapere che  ha per protagonisti molti personaggi del mondo Red Glove. E' un po' Wacky Races e un po' Super Mario Kart: si corre, ma ci si sparano missili e si mollano mine sul percorso, che è ricco di eventi speciali e ostacoli strani, spiegando che, pur proponendo un regolamento semplice, permetterà sfide agguerrite anche fra giocatori più esperti.



Sir Chester Cobblebot


I ragazzi di questo team creativo saranno presenti in fiera con diversi dei loro titoli in preparazione pronti per essere dimostrati e giocati dai gamers più attenti ed impazienti.
Presenti nella galleria centrale, ci saranno, come dicevo, parecchio giochi in demo, tra i quali:
Waterloo Enemy Mistakes (prodotto con Pendragon, storicone a tema napoleonico), Fellowship of the Bleat (gioco per famiglie con sullo sfondo un simpatico gruppo di pecore, guidate da un cane) di Dario Dordoni, Vrooom, gioco di corse di Giacomo Santopietro, Whitechapel Dear Boss (Mari/Santopietro, espansione del famoso gioco dedicato alle gesta di Jack lo squartatore e dela polizia al suo inseguimento), Kingsport Festival il Gioco di Carte di Gianluca Santopietro (ispirato all'omonimo gioco da tavolo di recentissima uscita), Farmerstein di Alex Michieletti (party game horrorcomico a sfondo verdure) e Kung Fu Party di Demis Savini (sfida a base di carte tra due campioni di arti marziali).


UGG

La casa di Udo Grebe, specializzata nella distribuzione di giochi storici, sarà presente in fiera con titoli della GMT, Academy Games, Columbia Games, Multiman, Decisione Games, Against the Odd ed altri.

Tra i più numerosi titoli di recente uscita, di sicuro interesse per gli appassionati di questo settore, dedicato alla ricostruzione di battaglie o campagne militari (ma non solo), mi sono stati segnalati Hastings 1066 e The Valmy Campaign della Against the Odds,  Friedrich Anniversary Edition della Histogame, Salerno e Hakkaa Paalle della Multiman, Victory in Europe della Columbia Games, Battle Line, For the People 2, Washington's War e Paths of Glory Deluxe della GMT, ma anche The Battle of Five Armies della Ares.

Uplay.it 

L'editore ha sempre un sacco di progetti in cantiere, con diversi titoli in preparazione ed in arrivo. In fiera si presenterà comunque con il suo ampio catalogo, all'interno del quale spiccano i loro titoli di punta, che in questo periodo, per quello che mi dicono, sono andati molto bene.
Tra di loro ci saranno le ultime copie di Caverna, ottimo gestionalone (qui la nostra recensione) del grande Rosenberg, che completa idealmente il cammino di evoluzione e revisione dei concetti proposti inizialmente a suo tempo nel suo classico Agricola, così come, sempre del buon Uwe, il suo recente Patchwork, simpaticissimo titolino per due a tema tetris che ha davvero impressionato gli amici del mio gruppo di gioco (qui la nostra recensione).
Al loro fianco ancora ci saranno Camel Up, già Spiel des Jahres 2014, titolo per famiglie davvero dai bei componenti (qui ce ne siamo occupati) ed il Sesto senso, gioco polacco con meccaniche che ricordano da lontano il cugino dixit, del quale proprio pochi giorni il nostra Agz ci ha proposto una recensione.
 Ancora ai tavoli, poi, tra gli altri, ci dovrebbero essere MachiKoro, Village (espansione il Porto), Love Letter, Sushi Go, Zombie 15 e Tichu.



Wbs

La casa che si propone di rendervi felici (la sigla sta per we build smiles) è in fase di riorganizzazione della propria veste aziendale e proporrà a Modena il proprio titolone sul quale sta lavorando da tempo.
Si tratta di We were brothers, gioco di guerra del quale abbiamo parlato in questo articolo, con il quale l'editore dà inizio ad un progetto ambizioso, di creazione di un nuovo sistema di combattimento, il tutto coniugato con la presenza di elementi scenografici e miniature per il combattimento . In sintesi, come mi diceva l'amico Carlo, si tratta di un mix tra il wargame ‘classico’, appunto, con la mappa esagonale per il riferimento del movimento e delle linee di vista, ma immerso nell’ ambiente 3D dei giochi tridimensionali (incluso all’interno della confezione).

Area Autoproduzione

Come sempre presente sarà lo spazio dedicato agli autori emergenti che desiderano proporre titoli da loro ideati e prodotti all'interno dello spazio coordinato dall'eroico superAngelo Porazzi, l'uomo più sorridente ed accattivante dell'universo, il quale sempre si fregia della sua maglia da football Usa per ricordarci di essere stato valente giocatore di tale sport nei suoi anni d'oro (lo vedete nella foto di gruppo in basso, in mezzo al gruppo).
Non so se avete notato la vena ironica, ma quando parlo dell'amico Angelo (non è quello nella foto a fianco - che ritrae Ferri di Vegetables) so di trovarlo disposto allo scherzo ... ;)
Comunque, parecchi saranno gli autori o piccoli editori emergenti presenti (vi rinvio alla pagina dedicata sul sito della fiera, per maggiori informazioni su ciascuno di essi), ovvero (tra parentesi qualche titolo che mi viene in mente parlando di loro, ma cercherò di ampliare i miei ricordi passando a fargli visita) Alex Games (Socc'mel), Calabughi (con la sua simulazione di competizioni veliche, dal titolo 151 miglia), Dungeon Pig di Cazzani, Dario Landi (con il suo gdr fantasy le cronache di Populon), DaS Production (Yummel, On Stage, Il gioco postale della terra di mezzo), Dordoni, Ferri (Vegetables), Fossati Manuel, Godina Sergio Enrico, I Libri dello Gnomo, Il gioco del Ponte, Jeffry Caporali (con il suo Confine Nord, ambientazione legata ad una ipotetica isola russa nel circolo polare artico, nella quale si è verificata una catastrofe ambientale in una centrale chimica ..) Scarty – Il gioco sulla raccolta differenziata, Simulation Soccer e Sunset Dungeon.
Sempre da questa area sono emersi anche gli autori di M400 (gioco di strategia a sfondo medievaleggiante) e di Board of Dreams (a tema baseball).



Vabbè, direi che ho scritto davvero tanto e che di roba in fiera da vedere ce ne sarà parecchia, anche perché, come al solito, mi sono limitato ad elencare le uscite nel nostro settore di interesse, ovvero quello dei giochi da tavolo, sorvolando sul fatto che ci saranno in fiera anche innumerevoli tornei di titoli classici, ampi spazi dedicati a vari settori specifici, come i giochi di guerra, quelli di miniature, ... così come ci saranno in continuazione tornei, diversi dei quali animati dalla Boardgame League e così via.

Vi rinvio quindi per maggiori info al sito della manifestazione e rinnovo l'invito a chi avessi dimenticato di farsi vivo, perchè io possa aggiornare al volo l'articolo!!!

A presto in fiera!!

7 commenti:

  1. Alone e Apollo XIII nel mirino. In pratica punto Andrea Crespi come un cecchino... :)

    RispondiElimina
  2. Se sopravvivo al Torneo di X-Wing... spero di riuscire ad avere abbastanza energia per provare qualcosa. Ma troverò tempo e forze... :)

    RispondiElimina
  3. Elysium non solo nel mirino ma nel carrello della spesa!!!

    RispondiElimina
  4. Roll for the Galaxy multilingua?

    RispondiElimina
  5. ma per imbustare le carte di vudù che formato devo prendere?

    RispondiElimina